User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    Napoléon I
    Ospite

    Predefinito La Madonna è corredentrice o no?

    Uno dei miti più ferocemente proclamati dai pulpiti tradizionalisti, è quello che Paolo VI sarebbe stato nemico della Madonna. In particolare, avrebbe usato tutto il suo potere per negare, e punire chi affermava il concetto di corredenzione operato dalla Madonna.
    Ebbene, stamattina il mio parroco ha detto una messa votiva della Madonna, quella di "Maria serva del Signore". Nel prefazio, si dice ovviamente, che Maria è corredentrice assieme a N.S.G.C.

    Ma Paolo VI, non era nemico della Madonna? Non era contrario all'affermazione di "Maria corredentrice"? Se era così contrario, perchè lo ha fatto mettere nella liturgia?

    Chissà che diranno i tradizionalisti....

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Madonna è corredentrice o no?

    Originally posted by Napoléon I
    Uno dei miti più ferocemente proclamati dai pulpiti tradizionalisti, è quello che Paolo VI sarebbe stato nemico della Madonna. In particolare, avrebbe usato tutto il suo potere per negare, e punire chi affermava il concetto di corredenzione operato dalla Madonna.
    Ebbene, stamattina il mio parroco ha detto una messa votiva della Madonna, quella di "Maria serva del Signore". Nel prefazio, si dice ovviamente, che Maria è corredentrice assieme a N.S.G.C.

    Ma Paolo VI, non era nemico della Madonna? Non era contrario all'affermazione di "Maria corredentrice"? Se era così contrario, perchè lo ha fatto mettere nella liturgia?

    Chissà che diranno i tradizionalisti....
    L'ignoranza infatti è una gran butta BESTIA....
    Pochi sanno che, ad esempio, il termine MARIA MADRE DELLA CHIESA termine caro ai Padri della Chiesa, non è mai stato ufficializzato se non DA PAOLO VI...... è stato grazie a lui nell'Enceclica su Maria che CON I LAVORI CONCILIARI definì UFFICIALMENTE questo termine alla Madre di Dio: Maria Madre della Chiesa.

    Il termine Corredentrice è una battaglia PROTESTANTE....di questo ci accusano i tradizionalisti, ossia, di aver per mezzo di Paolo VI, arrestato il ruolo della Vergine nella Chiesa per soddisfare il cammino ecumenico che VIETA NELLE CHIESE PROTESTANTI IL RICORSO ALLA VERGINE MARIA........

    Confesso che, personalmente, devo dare ragione ai TRADIZIONALISTI.........
    Si.....dopo il Concilio sono stati commessi molti abusi non solo sulla Liturgia, ma anche verso il culto mariano.....
    Una ondata che viaggiava sull'orlo di un orgasmo ecumenico impazzito che si avviava verso un pericoloso SINCRETISMO DELLE FEDI........aveva bloccato fin anche LA PIETA' POPOLARE......

    La corredenzione di Maria la troviamo nella più antica preghiera cristiana-cattolica: IL SUB TUUM PRAESIDIUM: Sotto la tua protezione ci rifiugiamo santa Madre di Dio......ecc..........
    In queste parole vi è sottointesa questa COLLABORAZIONE FRA MADRE E FIGLIO che ha il suo apice sotto la Croce......qui Maria affidata dal Cristo morente al discepolo, entra a pieno titolo in questa UMANA COLLABORAZIONE PER MEZZO DELLO SPIRITO SANTO DEL QUALE NE FU LA SPOSA PURISSIMA..........
    Qui siamo condotti ad Apocalisse 12......la Donna vestita di sole che abbandonato l'umana concezione, rispecchia tre punti:

    1) L'ISRAELE CHE HA CREDUTO NEL MESSIA;
    2) LA DONNA NEMICA DI SATANA CHE HA PARTORITO DIO;
    3) LA CHIESA, CORPO DI QUESTO FIGLIO, CHE GENERA A DIO FIGLI REDENTI PER MEZZO DEL BATTESIMO.........

    Dicevano i Padri della Chiesa: Maria è importante, ma più importante E' LA CHIESA, e una Chiesa senza Maria non potrebbe esistere essendo Essa il Corpo del Risorto, così come Maria senza la Chiesa non esisterebbe, perchè fu Lei a dire per prima "FIAT" e da quel si il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi. Qui inizia la COOPERAZIONE FRA DIO E MARIA, FRA LA TRINITA' CHE SI VIENE AD IDENTIFICARE NELLE TRE PERSONE E MARIA, COLLABORATRICE DI QUESTO GLORIOSO PROGETTO DEL PADRE.............

    Per ora fraternamente Caterina LD
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  3. #3
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    SEMI DI DIALOGO
    L’importanza della Madre di Dio nel portare l’uomo a Cristo è il tema al centro del testo interconfessionale che senza negare le differenze chiude cinque anni di lavoro comune

    Maria di Nazareth, grazia e speranza sulla via dell'unità www.avvenire.it


    A Seattle la presentazione del documento teologico frutto di un’apposita Commissione mista cattolico-anglicana

    Di Fabrizio Mastrofini

    Si intitola «Maria: grazia e speranza in Cristo», il documento reso noto lunedì notte (ora italiana) a Seattle, negli Stati Uniti ieri dalla Commissione internazionale cattolico-anglicana (Arcic), che prosegue così nel ventennale dialogo teologico, che ha registrato anche diversi momenti di stasi e difficoltà.

    In 43 pagine, il documento, frutto di cinque anni di lavoro, rileva i molti punti di convergenza tra le due confessioni, a partire dall'importante affermazione iniziale. «Crediamo - dice infatti il testo - che non ci siano motivi per una divisione teologica sull'argomento».

    La prima sezione del lungo documento, dal paragrafo 6 al 30, ripercorre il ruolo di Maria come viene descritto nei testi evangelici e costituisce un valido ausilio per la catechesi, soprattutto perché sottolinea che «è impossibile essere fedeli alle Scritture senza dare la giusta attenzione al ruolo di Maria».

    Nella seconda sezione, dal paragrafo 31 al 40, il testo ripercorre il ruolo avuto da Maria nella tradizione del primo millennio, dei Concili e dei Padri della Chiesa, documenti che vengono considerati normativi da entrambe le Chiese.

    Soprattutto si mette al centro il tema di Maria come «Theotokos», Madre di Dio, presente fin dall'inizio della riflessione teologica della Chiesa.

    I paragrafi dal 41 al 46 prendono in esame la devozione mariana come si è sviluppata durante il Medioevo, rilevando tuttavia che «il peso della devozione nel Medioevo, le controversie teologiche che vi furono associate, mostrano che alcuni eccessi nella devozione e le reazioni che vi furono all'epoca della Riforma, hanno contribuito a rompere la comunione tra di noi».

    Da qui in avanti, il documento prosegue mettendo alla luce gli elementi di convergenza che possono portare in futuro a nuovi sviluppi nel dialogo teologico tra le Chiese. In particolare, ci sono diversi riferimenti ai due dogmi - Immacolata Concezione e Assunzione di Maria - la cui definizione è spesso vista come un ostacolo alla co mprensione.

    A proposito dell'Immacolata Concezione, il paragrafo 59, sottolinea che «alla luce della vocazione di Maria di essere Madre di Dio, possiamo affermare insieme che l'opera redentrice di Cristo è radicata in Maria nella profondità della sua esistenza e fin dall'inizio. Ciò non è contrario all'insegnamento della Scrittura e può anzi venire compreso solo alla luce della Scrittura. I cattolici possono riconoscere in questo ciò che è affermato dal dogma a proposito di Maria "preservata dal peccato originale" e "dal primo momento della sua concezione"».

    Il paragrafo 58, sottolinea che «in Cristo, vi è una nuova creazione" che coinvolge anche la Madonna e dunque "possiamo affermare insieme che l'insegnamento che Dio abbia portato la Beata Vergine Maria nella pienezza della sua persona e nella Sua gloria, è conforme con la Scrittura e può venire compreso alla luce della Scrittura, ed apre la strada ad una comprensione comune del dogma cattolico dell'Assunzione».

    Naturalmente il testo è ben consapevole che non ha l'autorità per risolvere le differenze tra le Confessioni sul tema delicato ed importante dei due dogmi; tuttavia si rileva come ci sia almeno una base comune e accettata.

    Il documento è il quinto elaborato dalla Commissione internazionale cattolica - anglicana (Arcic) dalla sua istituzione nel 1982 su mandato di Giovanni Paolo II e dell'allora Primate anglicano Robert Runcie. Le precedenti dichiarazioni hanno avuto per tema la salvezza (1987), la Chiesa come comunione (1981), la morale (1994), autorità e ministero petrino (1998). Il Pontificio Consiglio per l'unità dei cristiani ha rilevato nei giorni scorsi in un comunicato che dopo la pubblicazione del documento, la Commissione internazionae cattolico-anglicana per l'unità e le missione (Iarccum, in sigla), «tornerà a dedicarsi al compito che le era stato affidato, quello cioè di passare in rassegna i documenti del secondo ciclo di lavori dell'Arcic con l'intento di identificare ed articolare il grad o di fede che cattolici ed anglicani condividono».
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  4. #4
    Roscetta
    Ospite

    Predefinito

    Il teologo mariano -
    di Padre Stefano M. Manelli, FI

    L’ impegno di san Leopoldo Mandic’ nell’affermare con passione la verità della Corredenzione mariana aveva due scopi particolari e mirati: il primo scopo era quello di «concorrere in qualche modo – scrive il padre Bernardi – a recingere la fronte della diletta Madre di una nuova corona, la proclamazione del dogma: Maria Mediatrice universale di tutte le grazie» (P. E. Bernardi, Leopoldo Mandic’. Santo della riconciliazione, Padova 1990). I veri figli di Maria non possono non voler sempre più glorificare la loro Divina Madre!

    Il secondo scopo mirato era quello di ottenere proprio dalla Corredentrice la sospirata riunificazione o riconciliazione fra la Chiesa di Roma e le Chiese dell’Oriente cristiano, ponendo così fine al doloroso scisma che ad opera di Fozio e Cerulario da circa un millennio sta lacerando «l’inconsutile tunica» di Cristo.

    Questo intento ecumenico di san Leopoldo è veramente originale, oltre che preziosissimo. Al dire di alcuni, la verità della Corredenzione mariana si presenterebbe oggi come del tutto antiecumenica, per cui è meglio metterla da parte o sottacerla ovunque in ogni modo. Un ragionamento del genere, però, si presenta particolarmente grottesco ed è perciò ribaltabile in directo.

    San Leopoldo, infatti, riteneva che se la Corredentrice è Colei che, in unione con il Figlio Redentore – «sotto di Lui e con Lui», come dice il Vaticano II (Lumen Gentium, n. 56) – è stata la Madre della riconciliazione, ancora e sempre Lei continua a essere la Madre di ogni riconciliazione, anche di quella con le Chiese scismatiche. È la Corredentrice Colei che «ci ha misticamente generati ai piedi della croce – scrive san Leopoldo – attraverso il più atroce martirio che cuore di madre abbia mai conosciuto. Noi siamo veramente figli delle sue lacrime». «È intuitivo comprendere – riflette il padre Stemman – che per san Leopoldo la Corredenzione mariana lungi dal separare, serve appunto a riunire ancor più e meglio tutti i redenti all’unico Redentore e Mediatore assoluto, Cristo Gesù (cf 2 Tm 2,5)» (P. Stemman, Il mistero di Maria “Corredentrice” nella vita e negli insegnamenti di san Leopoldo Mandic’, in Aa.Vv., Maria Corredentrice, Frigento 1999, vol. II, p. 269), «il frutto della Corredenzione, infatti, è stata la nostra riconciliazione con Dio in Cristo» (ivi, p. 274); e ancora, continua la riflessione del padre Stemman sul pensiero del Santo: «Da chi avere, infatti, le grazie della riconciliazione se non dalla Corredentrice-Mediatrice di tutte le grazie della Redenzione di Cristo? Corredenzione e riconciliazione sono sempre correlative. Non si può dimenticarlo. E si va a vuoto battendo altre piste» (ivi, p. 275).

    San Leopoldo era talmente convinto di questa verità, che per ottenere il miracolo dell’unione delle Chiese d’Oriente con Roma volle offrire, come vittima, tutto se stesso e tutta la sua vita, in ossequio alla Corredentrice. Scrive testualmente di suo pugno: «In verità dinanzi a Dio e alla Beata Vergine, confermando tutto con giuramento, mi sono obbligato, in ossequio alla Corredentrice del genere umano, di impegnare tutte le forze della mia vita, secondo l’obbedienza dei miei superiori, per la Redenzione dei popoli orientali dissidenti dallo scisma e dall’errore» (ivi, p. 269). E sopra una sua immagine nel 1927 scrisse questo pensiero-gioiello: «Io fra Leopoldo Mandic’ Zarevic credo fermamente che la Vergine Beatissima, in quanto Corredentrice del genere umano, è la fonte morale di ogni grazia, poiché tutti abbiamo ricevuto dalla sua pienezza» (Scritti, vol. II, p. 124). Commenta il padre Stemman: «Con lucidità logica e luminosa san Leopoldo precisa qui la differenza fra la Corredenzione e la Mediazione delle grazie. La Madonna è Corredentrice, fa capire san Leopoldo, e perciò è la “fonte morale di ogni grazia”; ossia, proprio perché l’Immacolata è stata Corredentrice dell’umanità (“in quanto Corredentrice del genere umano”), è diventata la “fonte”, la scaturigine della grazia e la Distributrice di tutte le grazie, è diventata la Madonna delle grazie, così cara al Popolo di Dio» (Op. cit., p. 273).

    La dottrina corredenzionista di san Leopoldo si presenta in quadro luminoso (che arde, in più, della sofferta passione ecumenica del Santo, sigillata da un voto alla Corredentrice, per la riunificazione delle Chiese separate di Oriente). Gli elementi essenziali della Mediazione corredentiva e dispensativa risaltano chiari e ben definiti nel pensiero del Santo. Egli «crede fermamente» nella verità di Maria «Corredentrice del genere umano», nella verità di Maria Mediatrice «fonte morale» e «canale di ogni grazia del Signore». Il suo «credere fermamente» sia anche il nostro.

  5. #5
    Domine Non Sum Dignus
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Messaggi
    483
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Madonna è corredentrice o no?

    Originally posted by Napoléon I


    Ma Paolo VI, non era nemico della Madonna? Non era contrario all'affermazione di "Maria corredentrice"? Se era così contrario, perchè lo ha fatto mettere nella liturgia?

    Chissà che diranno i tradizionalisti....
    Nella mia ignoranza, non so se inserire una definizione nella liturgia equivalga a renderla dogmatica. In effetti è da tempo che non vengono proclamati nuovi dogmi di fede, potrebbe essere sintomo di un impoverimento del dibattito e della ricerca teologica?

  6. #6
    Domine Non Sum Dignus
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Messaggi
    483
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: La Madonna è corredentrice o no?

    Originally posted by Caterina63


    Il termine Corredentrice è una battaglia PROTESTANTE....
    Ah, adesso i protestanti credono anche alla Madonna?

    Mi sa che sono davvero rimasto indietro nella conoscenza inter-confessionale

    Ignorantemente

    Idefix

  7. #7
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Re: Re: Re: La Madonna è corredentrice o no?

    Originally posted by Idefix
    Ah, adesso i protestanti credono anche alla Madonna?

    Mi sa che sono davvero rimasto indietro nella conoscenza inter-confessionale

    Ignorantemente

    Idefix

    amico.........se leggevi il tutto capivi forse che è una battaglia protestante per ELIMINARE I VARI TITOLI A MARIA.......

    ancor più ignorantement e fraternamente Caterina LD
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  8. #8
    Domine Non Sum Dignus
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Messaggi
    483
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: La Madonna è corredentrice o no?

    Originally posted by Caterina63
    amico.........se leggevi il tutto capivi forse che è una battaglia protestante per ELIMINARE I VARI TITOLI A MARIA.......

    ancor più ignorantement e fraternamente Caterina LD


    preghiamo per la conversione dei protestanti allora.

    Mi piacerebbe continuare la discussione sui dogmi però: da quanto non ne viene proclamato uno, e le motivazioni per cui questo avviene.

    Ciao

  9. #9
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Personalmente non metto in discussione il concetto della cooperazione che Maria SS. ebbe nella storia della salvezza, la sua corredenzione... tuttavia ritengo che il'uso di questo termine, e lo slittamento di questo concetto nelle menti dei fedeli, produrrebbero solo confusione.

    per questo, come parere personale, sono contrario alla definizione di questo dogma.

  10. #10
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Re: La Madonna è corredentrice o no?

    Originally posted by Idefix


    preghiamo per la conversione dei protestanti allora.

    Mi piacerebbe continuare la discussione sui dogmi però: da quanto non ne viene proclamato uno, e le motivazioni per cui questo avviene.

    Ciao
    Partiamo da un fatto: i dogmi non sono un obbligo che la Chiesa deve fare.......

    I dogmi ad esempio che condividiamo con TUTTA LA CHIESA risalgono appunto al Concilio di Efeso........

    I due dogmi su Maria: Assunta e Immacolata....... hanno creato una barriera con il mondo ortodosso perchè furono fatti al di fuori di un Concilio.......ed effettivamente questa fu UNA ANOMALIA......ma attenzione, i due dogmi non inventarono nulla di nuovo se avessero inventato qualcosa di nuovo, al di fuori di un Concilio, allora si che gli ortodossi avrebbero ragione.......

    Ma...il dogma dell'Assunta (metà 1800) non fece altro che AFFERMARE UFFICIALMENTE una realtà che la Chiesa già sperimentava da secoli...infatti ci sono fonti dell'anno mille che dimostrano che alcune Chiese veneravano L'ASSUNTA IN CIELO.......solo che non era un riconiscimento UFFICIALE (dogma appunto)
    Lo scoglio di questo dogma l'ha superato Giovanni Paolo II perchè il nodo era questo: MARIA FU ASSUNTA IN CIELO MA PRIMA ERA MORTA?

    Per gli Ortodossi E' MEGLIO NON PRONUNCIARSI, ossia, visto che nessuno ha mai discusso se Maria morì o no.meglio parlare di DORMIZIONE........da qui, da questa DORMIZIONE Maria può, potrebbe essere stata ASSUNTA IN CIELO apunto, dal momento che anche tramite l'archeologia nessuno ha mai parlato della tomba di Maria.......e questo è molto strano dal momento che fin dal secondo secolo si hano fonti che i cristiani andavano presso LE TOMBE DEGLI APOSTOLI...e che tali si ritenevano........

    Giovanni Paolo II vene a rompere questo silenzio affermando che MARIA MORI' COME E' MORTO ANCHE IL SUO FIGLIO, APPENA MORTA FU ASSUNTA IN CIELO PER GRAZIA DEL FIGLIO CHE COME L'AVEVA VOLUTO ACCANTO A SE' DA VIVA, HA CONTINUATO A VOLERLA ACCANTO A SE' DA SUBITO PASSATA DA QUESTA VITA ALL'ALTRA. INOLTRE MARIA E' IL NOSTRO PROTOTIPO, OSSIA, E' QUELLA SITUAZIONE BEATIFICA CHE ATTENDE OGNI FIGLIO DI DIO SPECIALMENTE DI COLORO CHE SAPRANNO DEGYUIRE LE ORME DELLA MADRE ALLA SEQUELA DEL FIGLIO.......

    In questi termini, la Chiesa Ortodossa di Costantinopoli (Istanbul) APPLAUDI' GIOVANNI PAOLO II SCONGELANDO QUESTO DURO SCOGLIO.......
    Del resto è impensabile vedere Maria NON MORTA mentre il Figlio pendeva dalla Croce.....tutti devono passare la Croce e la morte fisica.....Maria non è esclusa da questo rituale.....ma VENNE ASSUNTA anche per un progetto più grande.....SOSTENERE IL CAMINO DELLA CHIESA DELLA QUALE NE E' LA MADRE.......

    Idem il dogma dell'IMMACOLATA.........Pio XII non aprì un Concilio ma confermò semplicemente alcune definizioni dei Padri della Chiesa che parlano di Maria PRESERVATA..e come anche il testo che ho riportato del Documento con gli anglicani conferma.......^__^
    Gli Ortodossi la chiamano la TUTTASANTA, ma contestono il termine di IMMACOLATA ANCHE SE, DOTTRINALMENTE PARLANDO CI CREDONO ANCHE LORO........
    Pio XII passò alla definizione dogmatica anche per le rivelazioni di Bernadette, Lourdes, dalle quali risultò l'importanza di questo termine con tutta la dottrina che ne comportava a salvaguardia proprio della THEOTHOKOS..........negata da Lutero, Calvino ed oggi dai Pentecostali.........

    Ora attenzione........la Chiesa NON OBBLIGA NESSUN CREDENTE A DOVER CREDERE IN QUSTI DUE DOGMI....TUTTAVIA VA DA SE' CHE CHI VUOL VIVERE LA PIENEZZA NELLA CHIESA, NON PUò RITENERE FALSI QUESTI DUE DOGMI........

    Il termine di Corredentrice si ebbe appunto, invece, nel Concilio Vaticano II.........ma appena trovo il Documento lo inserisco così forse apparirà più semplice il perchè^__^

    Per ora fraternamente caterina LD
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 22-07-15, 17:17
  2. La Corredentrice
    Di Guelfo Nero nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 89
    Ultimo Messaggio: 15-09-12, 02:00
  3. Maria corredentrice?
    Di bottero nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 11-12-06, 19:29
  4. Oh.....Madonna.........
    Di pensiero nel forum Padania!
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 05-06-03, 00:22
  5. La Madonna
    Di ilgufo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23-12-02, 16:19

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226