User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'Olanda raddoppia il «no» alla Carta Ue

    UN ALTRO TONFO
    Alta l’affluenza alle urne (62%), quasi doppia rispetto alle ultime elezioni europee Pollice verso alla Costituzione, soprattutto dalle regioni di provincia Il premier Jan Peter Balkenende «deluso» dall’esito: il processo di ratifica deve continuare Il leader populista Wilders: «Non credevo in un risultato così massiccio»

    L'Olanda raddoppia il «no» alla Carta Ue

    Gli exit poll: contrario oltre il 62%. Seconda bocciatura in tre giorni


    Dal Nostro Inviato Ad Amsterdam
    Giorgio Ferrari



    «Neeeeee!». Peter De Vrijt sistema con le sue dita tozze i bulbi di tulipano, di dalia, di narciso che si allineano in file ordinate sulla sua bancarella nel mercato all'aperto di Waterloo Plein. Il «no» - perché è così che ha votato, insieme al 60% degli olandesi - gli esce dalla bella barba rossa e bianca che nasconde una fila di denti scuriti dal tabacco. Peter ha deposto la sua scheda in un'aula della scuola elementare di Lelylaan poco dopo le 8 del mattino senza bisogno di fare la fila, perché a quell'ora al seggio non c'era nessuno. Ma in quel suo «nee», in quella scheda che cadeva soffice come un fiocco di neve dentro l'urna c'era e c'è tuttora una mannaia pesante come piombo pronta a decapitare la non ancor nata Costituzione europea, un'arma che con il suo conclamato, indiscutibile «no» l'Olanda sta mettendo in mano alla Gran Bretagna, alla Slovacchia, alla Polonia, a tutti quei Paesi dove l'euroscetticismo si sposa con una delusione senza nome, un'accidia mortale che colpisce le nazioni fondatrici come quelle appena entrate nel recinto dell'Unione europea e già segretamente pentite, nazioni che se a una ratifica parlamentare sovrapponessero un referendum popolare - come hanno fatto Francia e Olanda - scoprirebbero di trovarsi al punto più basso delle relazioni individuali con Bruxelles, con il Trattato, con la macchina dell'Unione e le sue leggi, le sue norme, le sue invadenze. I tanti De Vrijt come il nostro fiorista hanno votato ieri, superando già fin dal primo pomeriggio la soglia limite del 30%, bassissima in termini assoluti, ma garantita dal governo Balkenende perché il referendum avesse dignità. Così dalle urne elettroniche delle ricche province olandesi e da quelle cartacee di Amsterdam il coro dei «nee» ha sommerso quello degli «ja», appioppando a questa consultazione popolare - la prima dal lontano 1848 - tutte le paure dei Paesi Bassi, tutto il risentimento per quell'euro che ha truccato i prezzi anche qui, esattamente come in Italia, e che fa sentire tutti più poveri. Un risentimento al quale dobbiamo aggiungere la strisciante xenofobia che fa capolino in questo civilissimo e tollerante Paese, saturo però di islam e di nullafacenti balcanici, preoccupato per un eventuale ingresso della Turchia, atterrito dall'idea che la vicina ma opaca Bruxelles sfrondi a colpi di direttive le proprie liberalissime quanto discutibili conquiste sociali: aborto, matrimoni gay, droghe libere ed eutanasia. «Voto «no» perché non voglio più stranieri nel mio Paese», dice Frans Smeet, studentello di legge all'Università di Amsterdam. «Io voto «sì» perché dall'Europa non possiamo rimanere fuori, anche se questa Europa non ci piace più», lo corregge quella che ha tutta l'aria di essere la sua ragazza. Poco più in là c'è il mercato dei fiori. Molti islamici, molte donne velate. L'inglese non lo sanno, impossibile capirsi. Ma ce lo spiega un venditore di abiti usati: «Gli arabi non votano, i musulmani nemmeno - dice - e poi non so neanche se sono regolari oppure no. Ma stia sicuro che gli olandesi che a votare non ci vanno sono tutti dei «no» nascosti dietro le tendine delle finestre». L'Olanda cuoce a fuoco lento il proprio futuro. E sulla graticola di questo paese d'acqua, dove in provincia la mattina presto si lucidano ancora le pietre del selciato fuori casa a una a una, non c'è solo l'Europa, ma anche il governo di centro destra guidato dal cristiano democratico Balkenende, che ha votato di prima mattina a Rotterdam. Un recente sondaggio gli accredita un indice di gradimento del 19%. Nemmeno Nixon nei tempi più bui l'ebbe così basso. In ogni caso sappiamo già che il governo non cadrà per questo referendum. Il cui effetto, peraltro, è destinato a riverberarsi in ben altre sedi. Quando il 16 giugno a Bruxelles i 25 si incontreranno, il bubbone del doppio «no» franco-olandese sarà il piatto forte del vertice.


    Avvenire - 2 giugno 2005

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    FERMI TUTTI........

    ora qualcuno sa spiegarmi che cosa sta succedendo? perchè questo ribaltamento??? Si rifarà la Costituzione?
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  3. #3
    Lampo
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Caterina63
    FERMI TUTTI........

    ora qualcuno sa spiegarmi che cosa sta succedendo? perchè questo ribaltamento??? Si rifarà la Costituzione?
    credo che dovranno rifare la Costituzione.....

  4. #4
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Carta Ue: Olanda, no al 61,7%


    Risultato definitivo non ufficiale, il si' e' al 38,3%



    (ANSA)-L'AJA,2 GIU-Gli olandesi hanno respinto la Costituzione Ue con il 61,7% dei no, secondo i risultati definitivi non ufficiali comunicati dalla tv pubblica Nos. I si' si sono attestati al 38,3%. Secondo gli stessi dati, l'affluenza al voto e' stata del 63%.I risultati ufficiali saranno comunicati solo lunedi' prossimo alle 16. L'exit poll aveva indicato i no al 63% e i si' al 37%.

  5. #5
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ue. Anche l'Olanda boccia la Costituzione. Ma il processo di ratifica continua



    L'Aja, 2 giugno 2005

    Il risultato era più scontato e le reazioni più sommesse: tre giorni dopo la bocciatura francese della Costituzione europea, ieri sera è arrivato il secondo schiaffo all'Europa, quello del referendum olandese che ha registrato il 61,6 di 'no'. Ma rispetto allo choc francese i problemi iniziano ad emergere con maggior chiarezza. Il presidente della Commissione europea ha dato il via alle danze nel pomeriggio, ben prima che si chiudessero i seggi in Olanda. "I leader dei paesi dell'Unione europea si devono astenere dal prendere qualsiasi iniziativa unilaterale sulla Costituzione prima del Consiglio europeo di giugno", ha detto José Manuel Barroso ai giornalisti. C'è il timore che qualche capitale - ad esempio quella britannica - decida di annullare il referendum già indetto per affossare definitivamente il trattato costituzionale Ue. E da Londra non arrivano né smentite né conferme.


    Il processo di ratifica continua


    Ma a parte i britannici, gli altri leader sembrano unanimi nel continuare la ratifica del trattato Ue in tutti il resto dell'Unione (14 paesi su 25 devono ancora esprimersi, con referendum o per via parlamentare). Al prossimo vertice europeo del 16 e 17 giugno, a Bruxelles, i leader europei si incontreranno e parleranno del futuro della Costituzione Ue. E delle casse europee. Sarà il banco di prova per vedere se Chirac e Balkenende saranno particolarmente malleabili o insolitamente irritabili. E per vedere se l'Europa è capace di trovare un compromesso sui soldi da sborsare che potrebbe essere il viatico per un accordo sulla Costituzione.



    L'euro a picco


    Il doppio no alla costituzione europea affonda la divisa comunitaria e fa riaffiorare nuovi dubbi sulla tenuta dell'Unione. A New York, l'euro ha chiuso ai valori più bassi in oltre otto mesi sfondando al ribasso la soglia degli 1,22 dollari per chiudere a 1,2179. Merrill Lynch rivede al ribasso le sue previsioni sui rapporti di scambio tra euro e dollaro. La banca si attende ora che l'euro venga scambiato a 1,27 dollari alla fine di giugno contro la precedente stima di 1,34.


    Rainews

  6. #6
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Berlusconi: dopo i 'no' serve riflessione Consiglio Ue


    Thu June 2, 2005 1:14 PM GMT
    di Antonella Cinelli

    ROMA (Reuters) - L'Italia, come deciso, non andrà al referendum per ratificare il trattato costituzionale europeo ma, dopo l'esito negativo delle consultazioni di Francia e Olanda, è necessario che il Consiglio europeo della prossima settimana rifletta sulle ragioni del voto.

    Al centro del dibattito, secondo il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ci dovranno essere l'eccesso di burocrazia in Europa e la stagnazione economica. Sarebbe infatti, lascia intendere il premier, più l'insoddisfazione su questi temi, che non il trattato in sé, la causa del "no" francese e olandese al trattato Ue.

    Più esplicito il ministro dell'Agricoltura Gianni Alemanno che, commentando l'esito del referendum olandese di ieri -- dove il no si è aggiundicato oltre il 60% delle preferenze -- definisce la Costituzione Ue "il capro espiatorio" di un malessere più diffuso.

    Quella olandese "era una botta annunciata, bisogna riflettere: il voto popolare va sempre rispettato soprattutto quando è di queste dimensioni, anche se la Costituzione europea in qualche modo è un capro espiatorio. Di questa situazione di disagio, che in realtà attiene alla carenza del progetto europeo sul versante politico e sul versante dello sviluppo, immagino che il vertice del consiglio europeo dia risposte e rilanci l'attività dell'Ue rispetto a tutti i popoli", ha detto Alemanno a margine delle celebrazioni per la Festa della Repubblica.

    COSTITUZIONE UE: ITALIA NON ANDRA' A REFERENDUM, MA RIFLETTERE

    "L'Italia la sua decisione l'ha già assunta", ha detto il presidente del Consiglio ai giornalisti gelando le ambizioni della Lega di ricorrere anche in Italia al referendum. "Abbiamo una costituzione, abbiamo un ordinamento. Abbiamo rispettato i dettami che presiedono lo sviluppo delle nostre decisioni", ha aggiunto Berlusconi. Il parlamento italiano ha ratificato la Costituzione Ue il 6 aprile scorso.

    Sul prossimo vertice dei capi di Stato e di governo, previsto a Bruxelles per metà mese, Berlusconi -- sempre a margine della parata del 2 giugno -- ha spiegato: "varie telefonate sono intercorse in questi giorni con i colleghi di governo a livello europeo, c'era anche una riunione che si pensava potesse essere utile. Poi abbiamo pensato invece di lavorare tra di noi, di portare delle osservazioni che possano aprire una discussione e magari anche un ripensamento di certi aspetti dell'organizzazione Ue al Consiglio di giugno".

    "Si può naturalmente discutere su certi aspetti, sulle troppe leggi, i troppi regolamenti, la troppa burocrazia e credo che tutto sommato sia salutare anche aprire una discussione su questi aspetti", ha aggiunto.

    "C'è una economia europea da rilanciare perché non è un caso che con tutto il mondo che registra uno sviluppo rilevante l'Europa sia in stagnazione. Che ci sia una economia che soffre per un euro troppo alto, per le troppe regole, per la concorrenza asiatica cui non abbiamo fatto fronte come Europa, è indiscutibile", ha concluso Berlusconi.


    Reuters.com

  7. #7
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Lampo
    credo che dovranno rifare la Costituzione.....

    Giovanni Paolo II allora è stato veramente un PROFETA....l'aveva detto: " Se la Costituzione Europea non riconoscerà Dio, Dio non potrà riconoscere questa Europa e non ne uscirà nulla di buono..."

    nel 1992 disse all'Omelia ai polacchi:
    "Il cedimento al desiderio, al sesso, al consumo: questo è l’europeismo che accreditano taluni sostenitori del nostro dovere d’entrare in Europa. Ma noi non dobbiamo diventare parte di questa Europa. L’Europa l’abbiamo creata noi, con molta più forza di quelli che pretendono l’esclusiva dell’europeismo. Qual è il loro criterio? La libertà. Ma quale libertà? Quella di togliere la vita al bambino non nato? Fratelli e sorelle, io protesto contro questa concezione dell’Europa che si sostiene in Occidente. E proprio in questa terra di martiri questo deve essere gridato forte. L’Europa attende una redenzione. Il mondo ha bisogno di un’Europa redenta".
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    11 May 2005
    Località
    Genova
    Messaggi
    2,968
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gli europeisti avranno un bel daffare ora.....due paesi fondatori che dicono no è un bel colpo....significa ke c'è davvero qualcosa ke nn va..... appena arriverò io a Bruxelles rimetterò tutto a posto state tranquilli.....

  9. #9
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by MiladyN
    Gli europeisti avranno un bel daffare ora.....due paesi fondatori che dicono no è un bel colpo....significa ke c'è davvero qualcosa ke nn va..... appena arriverò io a Bruxelles rimetterò tutto a posto state tranquilli.....
    ..........si...a patto che ce vai cor codazzo di POL "CATTOLICI-ROMANI" e il capo TONNARA........con tutti i tonni..........ahahahahahahahahahahahah
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    11 May 2005
    Località
    Genova
    Messaggi
    2,968
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Caterina63
    ..........si...a patto che ce vai cor codazzo di POL "CATTOLICI-ROMANI" e il capo TONNARA........con tutti i tonni..........ahahahahahahahahahahahah
    uffa nn l'ho capita...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 21-11-12, 21:52
  2. OLANDA: TRAGEDIA ALLA FESTA PER LA REGINA
    Di Lerma nel forum Monarchia
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 01-05-09, 22:03
  3. dall'oro alla carta dalla carta al bancomat dal bancomat al 666
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13-12-05, 18:50
  4. Olanda dice no alla sharia (cristiana)
    Di aussiebloke (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 09-09-05, 14:10
  5. Dopo l'Olanda toccherà alla Norvegia
    Di Fenris nel forum Destra Radicale
    Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 07-06-05, 19:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226