User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Ciociaria Felix Chiamami al 348-3406101
    Messaggi
    29,656
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Smile Cina: rilasciato prete cattolico

    Cina: rilasciato prete cattolico

    (ANSA) - PECHINO, 6 GIU - Il prete cattolico Zhao Kexun, di 75 anni, e' stato rilasciato dalle autorita' cinesi dopo aver trascorso in prigione oltre due mesi. Lo rende noto un comunicato diffuso dalla Fondazione Cardinale Kung. Zhao fu arrestato alla fine di marzo, insieme ad almeno altri tre sacerdoti. La Costituzione cinese garantisce a tutti i cittadini la liberta' di religione, che di fatto e' pero' limitata ai membri delle Chiese 'patriottiche' che riconoscono l'autorita' suprema del governo di Pechino.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cina, libero sacerdote della Chiesa sotterranea


    Xuanhua (AsiaNews) - Padre Zhao Kexun, 75 anni, sacerdote della Chiesa non ufficiale di Xuanhua, Hebei – provincia a nord del Paese - è stato rilasciato il 1° giugno.


    Secondo la Kung Foundation, che ha dato la notizia, il sacerdote era stato bloccato e portato via da agenti della pubblica sicurezza il 30 marzo mentre tornava a casa, dopo aver celebrato una messa in una casa privata a Shatifang. Shatifang è a circa 8 km dalla casa del sacerdote, a Zhajiazhuang. Con p. Zhao era stata arrestata anche una donna che lo accompagnava, rilasciata subito dopo.

    Il governo cinese permette libertà religiosa solo con personale registrato presso l’Ufficio affari religiosi del Governo e in luoghi registrati presso lo stesso Ufficio, che vengono di continuo monitorati. In base alle nuove leggi sulla libertà religiosa varati il 1 marzo, sacerdoti e fedeli che si radunano in case private o fuori del controllo dello stato sono considerati fuorilegge e perseguiti come delinquenti o cospiratori contro l’ordine pubblico.

    Da metà degli anni ’90 Pechino ha lanciato una vera e propria campagna per eliminare le comunità sotterranee di tutte le religioni e in particolare quelle cattoliche, ree di avere legami con il Papa e il Vaticano, considerato “una potenza straniera”.

    Secondo i dati in possesso di AsiaNews, a tutt’oggi vi sono 18 vescovi e 20 sacerdoti scomparsi nelle mani della polizia, in isolamento o impossibilitati ad esercitare il loro ministero. Dall’inizio di marzo la nostra agenzia ha lanciato una campagna internazionale per chiedere la loro liberazione.

    In Cina vi sono almeno 8 milioni di cattolici che si riferiscono alla chiesa sotterranea. Secondo le statistiche del governo, i cattolici della chiesa ufficiale sono 4 milioni.

    Fonti di AsiaNews in Cina affermano che il governo è preoccupato dall’enorme ondata di sentimento religioso.

    Ogni anno nel paese si convertono alla Chiesa cattolica – ufficiale e sotterranea - almeno 150 mila adulti. Quest’anno, durante la veglia di Pasqua, nella sola chiesa di San Salvatore a Pechino (Bei Tang) sono stati battezzati 48 adulti. In tutte le città le cerimonie del triduo pasquale sono state seguite da molti fedeli, ma anche da migliaia di giovani non cattolici, alla ricerca della fede.

  3. #3
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I cattolici piano piano aumentano e la Cina teme,
    speriamo che non si tratti solo di sentimento religioso,
    ma di vera religiosità.


  4. #4
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ulteriori info:



    2005-06-06

    La Cina libera padre Zhao KeXun, amministratore della diocesi di Xuanhua (Hebei)

    Non è stato motivato il suo arresto di due mesi fa

    XUANHUA/STAMFORD, lunedì, 6 giugno 2005 (ZENIT.org).- Le autorità cinesi hanno impiegato due mesi a liberare il sacerdote della Chiesa cattolica “clandestina” – che riconosce l’autorità del Papa, ma non è ufficialmente approvata da Pechino – Zhao KeXun, di 75 anni, amministratore della diocesi di Xuanhua, nela provincia cinese di Hebei.

    “The Cardinal Kung Foundation” (www.cardinalkungfoundation.org) – con sede a Stamford (Connecticut, Estados Unidos), si dedica alla promozione della libertà religiosa della Chiesa cattolica in Cina – ha confermato in un comunicato inviato a ZENIT questo lunedì che il sacerdote, arrestato il 30 marzo scorso, è stato rimesso in libertà la mattina del 1° giugno.
    Il 2 aprile scorso, durante l’agonia di Giovanni Paolo II, la Santa Sede aveva denunciato l’arresto del sacerdote, oltre a quello di due Vescovi e di un laico nella Cina continentale.

    Il comunicato stampa pubblicato allora da Joaquín Navarro-Valls – direttore della Sala Stampa vaticana – rivelava che a Roma era giunta la notizia dell’arresto di padre Zhao KeXun “da parte della polizia mentre tornava da un funerale”.

    “Non si sa dove sia, né si conosce il motivo della sua detenzione”, denunciava il documento della Santa Sede.

    Il sacerdote era stato arrestato dal Governo del suo Paese – affermava “The Cardinal Kung Foundation” il giorno stesso dell’arresto – mentre tornava a casa dopo aver celebrato una Messa in una casa privata a Shadifang, a circa cinque chilometri dalla residenza di padre Zhao a Zhaijiazhuang. Oltre a lui era stato arrestato un altro cattolico che lo accompagnava, anche se questi è stato liberato poco dopo.

    “Speriamo che (la liberazione di padre Zhao KeXun) non sia un caso isolato, ma l’inizio della liberazione di molte dozzine di altri Vescovi, sacerdoti e fedeli cattolici attualmente incarcerati per volontà delle autorità cinesi. Questo mostrerebbe la sincerità della Cina quando afferma di voler migliorare le relazioni con il Vaticano”, ha affermato Joseph Kung, presidente della “The Cardinal Kung Foundation” – creata dal Cardinal Ignatius Kung Pinmei (morto nel marzo 2000), Vescovo di Shanghai che dovette esiliarsi negli Stati Uniti.

    “AsiaNews” – diretta dal sacerdote missionario del PIME Bernardo Cervellera, esperto di affari cinesi – ha avvertito che il Governo cinese permette la libertà religiosa solo in caso di persone e luoghi registrati – e costantemente sotto controllo – presso l’Ufficio per gli affari religiosi.

    In base alle nuove leggi sulla libertà religiosa approvate il 1° marzo, i sacerdoti e i fedeli che si riuniscono in case private o luoghi fuori dal controllo dello Stato sono considerati proscritti e perseguiti come delinquenti o cospiratori contro l’ordine pubblico.

    Dalla metà degli anni ‘90 Pechino ha lanciato una campagna per sopprimere le comunità clandestine di tutte le religioni, soprattutto di quella cattolica per i suoi legami con il Papa e il Vaticano, ritenuto “una potenza straniera”.

    L’agenzia del PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) ha aggiunto che in Cina ci sono almeno 8 milioni di cattolici della Chiesa “clandestina”. In base a statistiche governative, i cattolici della Chiesa “ufficiale” – o “Associazione Patriottica”, istituzione che si attribuisce il diritto di nominare Vescovi e controllare molti altri aspetti della vita della Chiesa – sono 4 milioni.

    Fonti di “AsiaNews” in Cina affermano che il Governo è preoccupato per l’enorme ondata di sentimento religioso.

    Ogni anno nel Paese si convertono alla Chiesa cattolica – “clandestina” e “ufficiale” – almeno 150.000 adulti. Quest’anno, durante la Veglia Pasquale, solo nella chiesa di San Salvatore (Bei Tang) di Pechino sono stati battezzati 48 adulti. In tutte le città le cerimonie del Triduo Pasquale sono state seguite da molti fedeli, così come da migliaia di giovani non cattolici.

    Pechino ha rotto le sue relazioni con la Santa Sede nel 1951, espellendo il nunzio apostolico, l’Arcivescovo Antonio Riberi. Per riannodare i rapporti, la Cina pone due condizioni: che il Papa non interferisca nella situazione religiosa del Paese (tra le altre cose, che non nomini i Vescovi) e che rinunci alle sue relazioni con Taiwan.

    tratto da agenzia Zenit

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Nov 2003
    Messaggi
    4,895
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Thomas Aquinas
    I cattolici piano piano aumentano e la Cina teme,
    speriamo che non si tratti solo di sentimento religioso,
    ma di vera religiosità.

    Concordo, speriamo non si tratti solo di un modo per combattere l'imperialismo come fanno i convertiti all'Islam nel contesto ceceno; ma comunque in parte sonio sicuro che ciò non è vero: nella mia parrocchia ho assistito diverse volte a messe celebrate da sacerdoti Orientali, in missione di studio in Italia, il piu'delle volte cinesi

  6. #6
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by tigermen
    Concordo, speriamo non si tratti solo di un modo per combattere l'imperialismo come fanno i convertiti all'Islam nel contesto ceceno
    non ho capito che relazione ci sia tra la conversione ad una religione e la lotta all'imperialismo americano.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Nov 2003
    Messaggi
    4,895
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by uva bianca
    non ho capito che relazione ci sia tra la conversione ad una religione e la lotta all'imperialismo americano.
    Non solo di quello Americano; il radicalismo Islamico non prevede altri territori se non quelli dell'Islam; è un processo che sta prendendo piede in diversi luoghi del mondo in seguito alla rinascita dell'Islam provocata dalla fine del Colonialismo ed esacerbata dal Neocolonialismo; basta pensare al Kashmir alla questione Israele-Palestina, il campo di battaglia Ceceno, la guerra civile d'Algeria e così via.

 

 

Discussioni Simili

  1. può un prete cattolico dire una simile scemenza???
    Di anton nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-05-11, 13:55
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-03-11, 09:59
  3. salve a tutti, sono un prete cattolico
    Di christus_regnat nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-09-08, 15:10
  4. Prete cattolico condannato a 8 anni in Vietnam
    Di ulver81 (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 31-03-07, 23:32
  5. prete cattolico pugnalato in Trurchia!
    Di Penelope (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-07-06, 14:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226