User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24
  1. #1
    Siamo solo noi
    Data Registrazione
    08 Jun 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    6,260
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post 4 motivi x non andare a votare!!

    Le ingannevoli ragioni dei quattro Sì secondo Giorgio Carbone





    Il Comitato per il sì sta diffondendo da giorni dei volantini e dei testi su siti internet
    (www.comitatoreferendum.it) e i suoi esponenti sono tutti presi dal recitare il festival
    dell’inganno. Esaminerò quelle che loro chiamano le “quattro buone ragioni per votare sì ai
    referendum sulla fecondazione
    assistita” e ne dimostrerò l’infondatezza e il carattere ingannevole.
    1) Dicono “vota sì per tutelare la salute delle donne, eliminando il limite dei tre embrioni e
    l’obbligo di trasferirli tutti contemporaneamente nell’utero, anche se malati o incapaci di
    svilupparsi, con la conseguenza che si espone la donna all’aborto o a parti plurigemellari,
    rischiosi per lei e
    per i nascituri”. Se desiderassi tutelare la salute della donna, farei innanzitutto un’azione
    preventiva a tutela della fertilità e poi metterei in
    campo tutte le risorse della microchirurgia e della farmacologia per curare realmente la sterilità
    maschile o femminile e l’infertilità. Se desiderassi davvero la salute della donna, non la
    sottoporrei alle tecniche di
    fecondazione assistita le quali per se stesse sono pericolose e nocive alla sua salute: basti
    pensare ai numerosi studi condotti su donne che hanno praticato la fecondazione artificiale e
    che hanno subito la rottura delle
    tube, dell’utero, o la sindrome da iperstimolazione ovarica. Inoltre, se desiderassi evitare le
    gravidanze plurime, il mezzo tecnicamente più sicuro, anche se eticamente inaccettabile,
    sarebbe quello di produrre solo un embrione e trasferirlo nell’utero: nel centro medico La Sala di
    Reggio Emilia in questo modo sono aumentate le gravidanze da fecondazione in vitro.
    2) Dicono ancora “vota sì per aiutare coloro che sono affetti da patologie ereditarie gravi, come la
    talassemia o la fibrosi cistica, oppure malattie infettive, ad avere bambini sani consentendo la
    diagnosi preimpianto”.
    Ma questo “aiutare” chi è affetto da malattie geneticamente trasmissibili ad avere figli sani
    significa selezionare i suoi figli allo stadio embrionale. Ad esempio gli embrioni talassemici
    sarebbero buttati e quelli non talassemici sarebbero trasferiti in utero. Ma che medicina è
    questa che uccide il malato? Da almeno 20 anni è possibile curare il feto umano affetto da
    talassemia con il trapianto di midollo osseo. Questo è il vero aiuto che posso dare alle coppie
    talassemiche.
    3) Dicono “vota sì per cancellare la norma che equipara i diritti del concepito a quelli della madre
    e del padre. Nessuna legge al mondo prevede che l’embrione sia riconosciuto come persona
    giuridica”.
    L’embrione umano, contrariamente alle opinioni di alcuni pseudo-scienziati, è un organismo
    vivente della specie umana, è la prima fase dell’esistenza di ognuno di noi. E’ la biologia dello
    sviluppo che ci offre questa evidenza. La scienza non si basa sulle opinioni di uno o due
    scienziati, non si fonda su argomenti di autorità, come l’ipse dixit dei discepoli di Pitagora, ma
    si fonda
    su migliaia e migliaia di studi sperimentali condotti nei migliori centri di ricerca e convalidati
    dalla comunità scientifica internazionale. Inoltre, è falso dire che “Nessuna legge al mondo
    prevede che l’embrione sia riconosciuto come persona giuridica”. Basti leggere la Risoluzione
    del Parlamento Europeo A2-327/1988 “Anche lo zigote [embrione unicellulare] deve essere
    protetto e non deve essere indiscriminatamente usato per esperimenti”; la Convenzione Europea
    di Biomedicina del 1996: “L’embrione e il feto umano vanno trattati nel rispetto della dignità
    umana”.
    Certamente l’embrione umano non ha gli stessi diritti del padre e della madre: è evidente che
    non ha i diritti politici, ma ha sicuramente quel diritto che è alla base di tutti gli altri, cioè il diritto
    alla vita, che nel suo caso si concretizza nel diritto a nascere. Poiché si trova in una condizione
    di particolare debolezza, il suo diritto alla vita merita una speciale tutela. Infatti, il diritto è nato
    storicamente e ha senso per difendere e promuovere gli interessi di chi vive in una situazione di
    debolezza e non per difendere
    i diritti del più forte, il quale impone la sua volontà con la violenza e il sopruso.
    3) Dicono “vota sì per consentire la ricerca scientifica sulle cellule staminali di origine
    embrionale. Da queste ricerche dipende gran parte del futuro della biomedicina e la possibilità di
    trovare cure per malattie oggi molto diffuse, come il Parkinson, l’Alzheimer, il diabete, i tumori.
    Da esse può derivare una speranza per milioni di persone. Perché impedirlo, lasciando che gli
    embrioni attualmente congelati e non utilizzati deperiscano, quando potrebbero essere utili per
    la ricerca per scoprire nuove cure? Non è questo un modo più giusto di valorizzare la dignità
    umana che riconosciamo all’embrione destinandolo a un’azione di solidarietà con chi soffre?”.
    Anche in questo caso sono le evidenze scientifiche convalidate a livello internazionale che ci
    vengono incontro. Da anni si sa che le staminali prelevate da viventi allo stadio embrionale
    provocano crisi di rigetto
    e forme tumorali nei pazienti che le ricevono (Vogel, in “Science” 2000, p. 1418). Inoltre, oltre
    che nocivo, è anche inutile usare per la ricerca gli embrioni umani che sono attualmente
    congelati perché esistono da anni delle banche di staminali embrionali secondarie, il cui uso
    non comporta
    nessun problema etico, perché non implica la soppressione di nessun embrione. Faccio notare
    come la terza citazione ammetta implicitamente la dignità umana dell’embrione umano e come
    affermi uno strano concetto di solidarietà: l’uomo allo stadio embrionale sarebbe destinato ad
    un’azione di solidarietà con chi soffre. Ma perché un’azione possa dirsi solidale è necessario
    che chi la compie paghi di persona e non che faccia pagare ad altri. Ora nel caso proposto sono
    dei biologi o dei ginecologi
    che destinerebbero alla ricerca dei propri simili allo stadio embrionale, senza che questi ultimi
    possano dire nulla.
    4) Dicono “vota sì per consentire la fecondazione eterologa e permettere, anche alle coppie con
    problemi gravi di sterilità, di avere figli”. E’ una formulazione accattivante: sembrerebbe che la
    legge sia proprio cattiva
    perché vieta di avere figli a chi li desidera e vieta un atto di generosità come la donazione di
    gameti. Ma nessuno ha diritto ad avere un figlio per il semplice motivo che i diritti si esercitano
    solo sulle cose e mai sui propri simili, altrimenti li riduciamo a cose o a schiavi dei nostri
    desideri. Una coppia può avere il nobilissimo desiderio di avere un figlio, ma questo desiderio
    non potrà mai trasformarsi in un diritto al figlio. La legge, vietando la fecondazione eterologa,
    vuole tutelare il bambino perché abbia un padre e una madre che, biologicamente ed
    effettivamente siano identificabili. Difende il diritto del minore di sapere chi sono i genitori che lo
    hanno generato. Quindi, gli slogan usati dal comitato per il sì si reggono su due gambe. La
    prima è l’infondatezza medico-scientifica: sembra che non conoscano la letteratura scientifica
    più recente su questa complessa materia. La seconda è l’inganno fraudolento dietro il quale - e
    non c’è bisogno della zingara per indovinarlo - ci sono gli ingenti interessi
    economici dei laboratori che praticano la fecondazione extracorporea ( il costo di un ciclo di
    fecondazione oscilla dai 5000 euro ai 10.000 euro). Sono gambe traballanti. Speriamo che non
    reggano più. Io non andrò a votare per questi tre motivi: 1) l’onere della prova spetta a chi ha
    promosso i referendum. Sarà lui a dover dimostrare che il 51 per cento degli italiani è
    contrario alla legge vigente; 2) se anche andassi a votare no, farei il gioco dei sì: ammettiamo
    che su 100 italiani 51 vadano a votare, e che questi 51 si dividano in 31 sì e 20 no; allora i 20 no
    avrebbero aiutato il sì, perché se fossero stati a casa il referendum non sarebbe passato; 3) non
    voglio peggiorare la legge attuale.
    Giorgio M. Carbone
    Professore di Bioetica a Bologna presso la
    Facoltà di Teologia dell’Emilia Romagna
    NIHIL DIFFICILE VOLENTI

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    4 SI per fermare il clerical-fascismo!!
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  3. #3
    Siamo solo noi
    Data Registrazione
    08 Jun 2004
    Località
    Roma
    Messaggi
    6,260
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Bèrghem
    4 SI per fermare il clerical-fascismo!!
    Ma i padani non sono x il cattolicesimo tradizionalista?Non siete per la difesa dei valori cristiani contro quegli allogeni islamici??Borghezio è cattolico e segue le messe in latino!
    NIHIL DIFFICILE VOLENTI

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da milite
    Ma i padani non sono x il cattolicesimo tradizionalista?Non siete per la difesa dei valori cristiani contro quegli allogeni islamici??Borghezio è cattolico e segue le messe in latino!
    Non tutti e una piccola piccolissima parte.

    P.S.
    Hai sbagliato forum
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  5. #5
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da milite
    Ma i padani non sono x il cattolicesimo tradizionalista?Non siete per la difesa dei valori cristiani contro quegli allogeni islamici??Borghezio è cattolico e segue le messe in latino!

    ciao
    http://www.politicaonline.net/forum/...?s=&forumid=56

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Senti, provocatore... dato che sei così bravo da interpretare i sentimenti religiosi dei padani, che differenza c'è tra i valori degli ottusi tradizionalisti e quelli degli islamici in tema di legge 40??


    Per quanto riguarda la religione...

    Nel mondo civile, la religione non può costituire elemento determinante finalizzato all'unione di popoli diversi e non può surrogare, quale elemento di coesione, l'inesistenza di validi motivi di unità fra comunità diverse. La diversa fede conserva invece in taluni casi la capacità di aumentare le differenze fra gruppi umani già diversi per cultura, caratteri etno-linguistici e percorso storico. In nessun caso il Cattolicesimo può essere chiamato a costituire una giustificazione per l'unità italiana, mentre i diversi comportamenti nei confronti degli atteggiamenti religiosi possono essere un ulteriore elemento di divisione fra i popoli diversi che abitano la penisola. Sotto una apparentemente comune religione si nascondono infatti due atteggiamenti molto diversi. A sud l'influenza musulmana (la Sicilia è stata sunnita fino al X secolo e gran parte delle coste meridionali è stata esposta a quella cultura) e quella ortodossa (larga parte del Meridione è passata dalla Chiesa Greco-Ortodossa a quella Cattolica solo fra il XII e il XV secolo) sono ancora forti e hanno lasciato molti segni sia nei comportamenti esteriori che nell'atteggiamento religioso più profondo. In Padania invece non è mai stato del tutto cancellato l'antico substrato celtico che ha fortemente influenzato la formazione della Chiesa medievale, anche attraverso l'opera di ricristianizzazione intrapresa dai monaci irlandesi della Chiesa celtica. Oltre a questo, è da secoli molto forte l'influenza protestante che si manifesta sia attraverso i continui contatti sociali con paesi protestanti che con la presenza di antiche comunità protestanti all'interno della Padania. Tutto questo ha determinato modi molto diversi di intendere e di vivere l'esperienza religiosa: la Padania è da sempre terra di eresie (nate dall'insofferenza verso ogni strumentalizzazione della fede) e di cattolicesimo partecipato, realmente solidale e sentito, e mai legato a manifestazioni solo esteriori o eccessive. Qui c'è da sempre un atteggiamento serio e meditato nei confronti della religione che ne ha fatto un paese di grandi Santi e Missionari, ma anche di grandi Eretici e di Atei onesti. Recidendo legami impropri, l'indipendenza non potrà che portare vantaggi alla spiritualità del cattolicesimo.

    L'antica tradizione di diversità anche religiose delle comunità della Padania, manifestatasi con le eresie, la riforma e la controriforma e con la presenza di minoranze religiose ha creato una tradizione di grande tolleranza e di aspirazione alla laicità della politica. Il più forte e duraturo degli stati padani, la Serenissima Repubblica di Venezia, aveva costruito il suo potere anche sulla scrupolosa separazione del potere politico da quello religioso e sulla attenta difesa della libertà dello stato da interferenze ecclesiastiche. Nel corso della sua lunga storia, la Padania ha solo subito danni dalla pericolosa commistione della sfera religiosa con quella politica. Esse erano tenute scrupolosamente separate nell'antico mondo celta ed erano invece pericolosamente sovrapposte in quello romano. Lo stesso atteggiamento di ingerenza ha portato alla distruzione dello stato longobardo e ha impedito la formazione di una duratura confederazione di popoli padani e la decisiva espansione veneziana in terraferma. E stata l'ingerenza della Curia romana a turbare lo spirito di libertà che ha da sempre fatto della Padania la culla delle eresie ma anche il paese della tolleranza: erano sgherri di un vescovone quelli che hanno massacrato Frà Dolcino ed erano ispirate da Roma le persecuzioni contro i Valdesi. Lo stesso Risorgimento ha avuto una forte spinta laicista la cui parte migliore auspicava di arrivare finalmente a una libera Chiesa in libero Stato". Invece l'Italia unita ha finito per ricadere ancora una volta sotto l'influenza curiale che costituisce una presenza assillante nella sua vita politica: nata per eliminare il potere temporale dei Papi, l'Italia è diventata essa stessa un grande Stato della Chiesa Oggi, con la diabolica alleanza fra certe gerarchie ecclesiastiche e il comunismo si è creato un regime nemico di ogni libertà e differenza, ivi comprese quelle religiose. Solo con l'indipendenza, la Padania può tornare a garantire ai suoi popoli la più completa libertà religiosa, la sua antica tradizione di tolleranza e un migliore rapporto fra la gente e la tradizione cattolica.

    Paglia - Oneto
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  7. #7
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quoto Paglia-Oneto:
    "Lo stesso Risorgimento ha avuto una forte spinta laicista la cui parte migliore auspicava di arrivare finalmente a una libera Chiesa in libero Stato"

    ------------------
    La Lega di allora attaccava il risorgimento perche'
    antidemocratico, centralista, ecc, ma diceva che l'unica
    cosa da salvare del risorgimento era l'aver cercato di
    limitare il potere della curia romana.

    La lega di oggi paradossalmente critica il risorgimento
    principalmente per quel motivo, cioe' per i neoleghisti
    il crimine del risorgimento e' stato limitare il potere del papa,
    bisognerebbe ritornare allo stato pontificio come
    modello di societa', re-imporre la sharia cattolica.

  8. #8
    Subcomandante
    Data Registrazione
    22 Nov 2002
    Località
    Savona, LIGURIA -PDN-
    Messaggi
    888
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Bèrghem
    4 SI per fermare il clerical-fascismo!!
    Uno scienziato ti argomento punto per punto il perchè questi referendum sono una doppia truffa (mancanza di argomentazioni scientifiche e sfruttamento della disinformazione popolare) e la risposta è "4 si per fermare il clerical-fascismo"????

    LIGURIA NAZIONE
    PADANIA INDIPENDENTE
    Subcomandante

  9. #9
    Ecogiustiziere Insubre
    Data Registrazione
    05 Apr 2004
    Località
    Dove c'è bisogno di me, in Insubria
    Messaggi
    3,516
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da aussiebloke
    Quoto Paglia-Oneto:
    "Lo stesso Risorgimento ha avuto una forte spinta laicista la cui parte migliore auspicava di arrivare finalmente a una libera Chiesa in libero Stato"

    ------------------
    La Lega di allora attaccava il risorgimento perche'
    antidemocratico, centralista, ecc, ma diceva che l'unica
    cosa da salvare del risorgimento era l'aver cercato di
    limitare il potere della curia romana.

    La lega di oggi paradossalmente critica il risorgimento
    principalmente per quel motivo, cioe' per i neoleghisti
    il crimine del risorgimento e' stato limitare il potere del papa,
    bisognerebbe ritornare allo stato pontificio come
    modello di societa', re-imporre la sharia cattolica.
    STRA-IPER-QUOTO, aussie!!!!
    Iunthanaka
    Conte della Martesana

  10. #10
    Subcomandante
    Data Registrazione
    22 Nov 2002
    Località
    Savona, LIGURIA -PDN-
    Messaggi
    888
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Bèrghem
    Senti, provocatore... dato che sei così bravo da interpretare i sentimenti religiosi dei padani, che differenza c'è tra i valori degli ottusi tradizionalisti e quelli degli islamici in tema di legge 40??

    E' curioso come si cominci sempre con il parlare dei referendum e si termini a parlare di religiosi e "laici" e sono sempre i "refendari" a tirare fuori l'argomento.........Però visto che la legge 40 è la mano oscurantista delle religioni contro la visione liberale dell'uomo dovreste spiegarmi perchè le Comunità Ebraiche Italiane ieri abbiano detto di andare a votare e votare si ai referendum.....Se i referendum dovevano essere il riscatto dell'uomo sull'oscurantismo delle religioni come mai gli ebrei hanno tanto a cuore questi referendum??? Nessun "laico" si pone queste domande????

    LIGURIA NAZIONE
    PADANIA INDIPENDENTE
    Subcomandante

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Video: tre ottimi motivi per andare a votare
    Di democrazialib nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-04-08, 14:55
  2. 14 buoni motivi per non andare a votare.
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 09-06-05, 15:24
  3. 4 motivi x non andare a votare!!
    Di normanno nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-06-05, 23:00
  4. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 01-05-05, 15:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226