REFERENDUM/ LOMBARDIA, BONI (LEGA): MEGLIO NON ANDARE A VOTARE
09/06/2005 - 100
La Costituzione prevede il diritto di astensione

Milano, 9 giu. (Apcom) - "Per difendere il diritto alla vita occorre responsabilmente scegliere di non andare a votare". E' quanto ha dichiarato a proposito del referendum sulla fecondazione il capogruppo della Lega Nord nella giunta regionale lombarda, Davide Boni.

"La legge 40 - dichiara Boni in una nota - è certamente migliorabile, ma va difesa contro l'assalto scomposto ed ideologico delle sinistre che non hanno neanche avuto scrupoli nell'attaccare in maniera ipocrita e irrispettosa il Santo Padre". Boni si dichiara inoltre "stupito" in merito alla "posizione di esponenti di An che hanno voluto e votato la legge , salvo poi adesso schierarsi per la sua abrogazione". La normativa sulla fecondazione, ha spiegato, "va sostenuta in quanto tutela le donne e la vita, ed è rispettosa dell'essere umano, non consentendo la selezione eugenetica od altre aberrazioni di questo tipo. La cancellazione della legge porterebbe poi ad un caos normativo estremamente pericoloso: giusto quindi - ha concluso - esercitare il diritto di astensione, previsto dalla Costituzione e dalla legge sui referendum".

copyright @ 2005 APCOM