User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Iscritto
    Data Registrazione
    27 Apr 2005
    Località
    COSENZA
    Messaggi
    128
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Lightbulb Contro l´emigrazione, solo l´indipendenza

    ...
    Come ha chiarito una volta per tutte Paolo Cinanni, un esperto della questione silana e dei problemi dell´emigrazione - una persona che i vecchi sangiovannesi* credo ricordino con affetto - tutta la `questione meridionale´ si coagula in due concetti: la mancanza di lavoro e l´uso disinvolto, a prezzi stracciati - antinazionale e a pericolo di vita - dei disoccupati meridionali da parte del grande capitalismo americano ed europeo.

    Il Sud d´Italia alleva i suoi figli e li prepara a produrre, ma poi non
    ha la libertà `nazionale´ per godere dei risultati del loro lavoro.

    La perdita è doppia. In primo luogo i figli costano. In secondo luogo la ricchezza prodotta altrove dagli emigrati non torna nei luoghi d´appartenenza, o vi torna in misura irrisoria. Nessun borgo meridionale, che abbia dato al mondo del capitale una quota rilevante della sua popolazione, come San Giovanni in Fiore, è arricchito.

    Lo Stato italiano non ha mai inteso combattere il secolare problema dell´esodo migratorio. Anzi lo ha fomentato. Questo non solo al Sud, ma in tutte le regioni sottoposte alla sua sovranità. La prima grande fuga di popolazione italiana, quella verso le Americhe (1870 -1914), fu ben accolta in quanto portava valuta estera nelle casse delle banche nostrane. Unico dispiacere era la perdita di un fante per l´esercito in armi. L´incalcolabile ricchezza prodotta con le lacrime e il lavoro di chi era andato via, fu usata per creare le industrie di Genova, Milano e Torino, che altrimenti non ci sarebbero mai state.

    Anche il secondo esodo di massa - e San Giovanni piange ancora i suoi figli caduti - fu entusiasticamente voluto dal governo nazionale. Infatti portava braccia, che costavano poco, al padronato industriale. Inoltre arricchiva, senza che dovessero muovere un dito, i padroni di casa milanesi e torinesi.

    La terza emigrazione, quella odierna, si muove più lentamente. In genere sono i giovani laureati nelle università del centrosettentrione che non vogliono più tornare a casa. La nostalgia per il paese natale che c´è in "/Partono i bastimenti pè terre assai luntane/" o in "/Torna a Surriento/", ce la possiamo dimenticare. Non si parte più dalla nostra terra con rimpianto. Chi parte non sente nostalgia per il paese di origine. Una quota rilevante delle persone che vanno via, è fatta di fuggiaschi da una terra inospitale e a basso tenore di civismo, dove imperano la mafia e la corruzione politica.

    E non sarebbe possibile una situazione diversa. Il commercio della droga fa comodo alle banche, che incettano la liquidità dei mafiosi e la drenano su Milano, su Zurigo, su Barcellona. La corruzione politica è il sistema con cui il Nord domina e asservisce il Sud. E´ un ricatto del sistema padano e dello Stato verso i meridionali. "Se volete che vi sistemi il figlio, le persone che possono aiutarvi sono Tizio, Caio e Sempronio. Votate per loro, e io Stato avallerò il favoritismo".

    Il Sud è una nazione di 20 milioni di abitanti, un paese parecchie volte più grande del Belgio, dell´Olanda, della Svizzera e di molti altri Stati nazionali. Al momento dell´unità italiana era il più grande degli Stati italiani, il più ricco di moneta, il più avanti industrialmente (vendeva locomotive al Piemonte), il più istruito (aveva infatti i tre quinti di tutti gli studenti universitari italiani), possedeva una flotta militare e una flotta mercantile poderose. Certo aveva i suoi gravi e antichi problemi, ma come aveva risolto in meno di un secolo i problemi inerenti al commercio, così avrebbe sicuramente risolto il problema di far rendere di più la terra.

    La nostra proposta è di tornare all´indipendenza politica, allo Stato delle Due Sicilie, per difendere il quale sono caduti in combattimento e nei campi piemontesi di sterminio più di centomila contadini meridionali. Il capitalismo americano e quello europeo potrebbero persino essere sulla soglia di un totale fallimento. Oggi vi domina il capitale che non produce. I capitalisti si arricchiscono con gli appalti, le privatizzazioni, gli intrallazzi. In Italia, parecchi acquedotti sono stati privatizzati, con gran rovina delle popolazioni.
    Si privatizza tutto, dalla nettezza urbana all´elettricità, dal telefono ai certificati di nascita. Rendite, rendite, nient´altro che rendite. Un quintale di grano, sul mercato mondiale, costa 12 dollari (meno di 10 euro), ma un quintale di pane arriva ai consumatori per circa 120 euro, dodici volte il prezzo del grano. E fra non molto non sarà più il fornaio sotto casa a guadagnarsi la giornata, ma il Mulino Bianco a spedirvi da Parma un pane in confezione a vuoto d´aria.

    Il mondo potrà tornare nei limiti della esistenza umana se la gente riuscirà a porre fine al carnevale capitalistico, che sta distruggendo la Terra e gli uomini. Per noi il cammino è più facile che altrove, più breve. E si chiama indipendenza. Siamo un grande popolo con una grande storia, che lo Stato italiano ha umiliato e umilia. Possediamo tutte le risorse che occorrono alla rinascita. L´Italia si è impossessata di tutto, a cominciare dal nome Italia. Basta veramente poco per veder tornare a sorridere i nostri figli e nipoti.

    Nicola Zitara
    www.eleaml.org

    P.S.: questo articolo l'ho copiato dal mensile
    "Il nuovo corriere della Sila"
    AnnoXV (nuova serie) n°6 -5 Giugno dell'anno 2005

    *(Approfitto dell´ospitalità che mi offrono il /Corriere della Sila /e il collega Basile per mandare un saluto ai compagni e ai patrioti
    meridionali che mi hanno accolto con simpatia e ascoltato pazientemente in occasione dell´incontro sul futuro delle nostre popolazioni e dei nostri lavoratori dopo 144 anni di olonizzazione toscopadana...)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    07 Mar 2004
    Messaggi
    42,452
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    [IMG]javascript:;[/IMG]

  3. #3
    Iscritto
    Data Registrazione
    27 Apr 2005
    Località
    COSENZA
    Messaggi
    128
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non c’è economia moderna senza uno stato indipendente. Meglio degli altri lo sanno gli americani che dal momento in cui si sono liberati del Re d’Inghilterra hanno preso a bruciare le tappe per arrivare a essere la più prospera nazione del mondo.

    Non c’è economia nazionale se non presieduta e governata dall’ente stato. Lo sanno bene gli europei che, per non farsi sfruttare ulteriormente dall’incontrollata emissione di dollari inconvertibili, hanno fondato un loro stato, e per prima cosa nominato un governo della moneta del loro stato.
    Basta. Siamo un grande popolo. Siamo stati alle origini della civiltà occidentale in tutti i campi. L’umiliazione di essere cornuti e mazziati come Pulcinella deve finire.
    Per noi. Per i nostri figli e nipoti. Per i nostri padri e avi.
    Si fotta lo stato italiano, e con esso la classe degli ascari che il governo nordista foraggia per usarci come iloti della patria milanese.

 

 

Discussioni Simili

  1. Contro l´emigrazione, solo l´indipendenza
    Di =BLIX= nel forum Sicilia
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 01-09-05, 16:15
  2. Contro l´emigrazione, solo l´indipendenza
    Di =BLIX= nel forum Puglia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-06-05, 14:22
  3. Contro l´emigrazione, solo l´indipendenza
    Di =BLIX= nel forum Basilicata
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-06-05, 14:14
  4. Contro l´emigrazione, solo l´indipendenza
    Di =BLIX= nel forum Abruzzo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-06-05, 14:08
  5. Contro l´emigrazione, solo l´indipendenza
    Di =BLIX= nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-06-05, 10:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226