User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    I G8 e il debito nel mondo

    Ecco il vero primo passo concreto per combattere questo male..........IL DESIDERIO DI GIOVANNI PAOLO II CHE LUI PER PRIMO LANCIO' COME GESTO CONCRETO INDISPENSABILE...FINALMENTE STA DIVENTANDO REALTA'..........

    La decisione di cancellare il debito estero di 18 Paesi
    La lotta alla povertà nel mondo passa per le nostre tasche

    www.avvenire.it


    Gianni Manghetti

    La decisione del G8 di cancellare il debito estero - pari a 40 miliardi di dollari - dei 18 Paesi più poveri del mondo, pur non essendo un evento di "portata epocale" come invece indicato con eccessiva enfasi da alcuni membri dello stesso G8, è tuttavia una prima decisione positiva: riconosce che la povertà nel mondo è un problema anche e soprattutto dei Paesi più ricchi. E così, una prima decisione. In effetti, occorre che i Paesi più industrializzati inizino ora ad affrontare, con tutta la coerenza imposta dal suddetto presupposto, le altre tappe necessarie per sradicare realmente la miseria.

    Vediamo le principali. Anzitutto, il conseguimento degli obiettivi minimi del Millennium Development Goal: essi prevedono che i Paesi del G8 versino entro il 2015 almeno lo 0,7% del loro Prodotto interno lordo in aiuti ai più poveri. Per l'Italia, in particolare, tale impegno richiederà di quintuplicare nei prossimi anni il proprio apporto, oggi attestato appena ad un misero 0,15%, percentuale che ci relega all'ultimo posto nel mondo tra i cosiddetti Paesi benefattori.

    Poi, occorrerà affrontare la questione dell'equità del commercio mondiale con il suo peso ben più schiacciante del debito estero. Qui si gioca, più che sugli afflussi di risorse finanziarie, il destino dei poveri nelle campagne e nelle baraccopoli africane, latino-americane e asiatiche. In effetti, lo sviluppo passa ovunque, ormai e sempre più nel nord come nel sud della Terra, attraverso le esportazioni di ciascun Paese. In particolare, dalle esportazioni di prodotti agricoli nei mercati dei paesi più ricchi dipenderà la vita di centinaia di milioni di contadini del mezzogiorno del mondo.

    Un obiettivo, tuttavia, che sta incontrando sulla sua strada enormi ostacoli. Tutti i Paesi industrializzati impongono dazi protettivi sulle importazioni ed erogano consistenti incentivi alle proprie aziende agricole onde consentire loro di sopravvivere e quindi con costi maggiori per i consumatori e per i contribuenti.

    Certamente la questione coinvolge il rinnovamento delle nostre aziende agricole, ma non solo: essa tocca, innanzitutto, gli interessi degli occupati (assieme a quelli degli investitori). Forte è il pericolo che una più accesa seppur più equa concorrenza con i Paesi esportatori del Sud aumenti, nel breve periodo, il numero dei nostri disoccupati. Anche dai sindacati, dunque, oltre che dai governi di ogni Paese, viene l'opposizione al commercio equo. Come se ne esce?

    Perché occorre uscire da tale circolo vizioso se vogliamo effettivamente dare dignità di vita a tutti gli uomini del mondo. La soluzione è chiara nella sua logica semplicità.

    Se tutti accettiamo veramente tale obiettivo come primario, allora tutti dobbiamo caricarcene politicamente e finanziariamente. Ciò implica, si badi bene, addossarsi la sorte dei nuovi disoccupati che si creeranno con il ridimensionamento o finanche con la chiusura delle aziende coinvolte.

    In altri termini, è necessario che nel breve periodo quali contribuenti ci si carichi attraverso le imposte di tutti gli oneri conseguenti, nella convinzione che nel medio periodo, quali consumatori, si guadagnerà - grazie ai prezzi più bassi - risorse maggiori di quelle anticipate. Al dunque, questa l'essenza della questione: la fine della povertà nel mondo passa anche dalle nostre tasche o, se si vuole, dai nostri cuori. Ma non è, con ciò, un discorso emotivo, anzi.

    ***************
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Obama for president
    Data Registrazione
    10 Apr 2003
    Località
    Venezia
    Messaggi
    29,096
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sono favorevole alla cancellazione del debito però a determinate condizioni perchè se cancelliamo il debito e questo si indebitano di nuovo per comprare armi non mi sembra una gran soluzione.


    thread più corti no eh.....

  3. #3
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by benfy
    sono favorevole alla cancellazione del debito però a determinate condizioni perchè se cancelliamo il debito e questo si indebitano di nuovo per comprare armi non mi sembra una gran soluzione.


    thread più corti no eh.....
    concordo.........occorre infatti UN PROGETTO CULTURALE.....che si accompagni a queste iniziative!

    Riguardo ai thread più corti c'è solo un problema: non si possono affrontare certi temi a forza di slogan e quindi con 3d brevi....capisco che sei abituato agli slogan per far capire le idee del tuo partito, ma per trattare certi temi occorre sforzarsi un pò di più
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-01-14, 00:17
  2. Debito/ PIL maggiori al mondo
    Di Amati75 nel forum Politica Estera
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23-12-11, 19:01
  3. Sentite che il mondo e' in debito con voi?
    Di tolomeo nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 26-05-10, 22:40
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-05-10, 16:07
  5. Abbattimento debito paesi del terzo mondo: l'Italia parte dal Perù
    Di are(a)zione nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-01-07, 11:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226