User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    se puoi anche fare le leggi e le delibere che vuoi e poi ti trovi il Cassia di turno (cognome proprio di San Giovanni Bianco eh!), col supporto delle solite associazioni finto-caritatevoli, che manda tutto all’aria! E non stiamo nemmeno parlando nel caso specifico di eventuali anni di residenza o come le qui da molti auspicate quote etniche… ma bensì solo un semplice requisito di cittadinanza (che tra un po' regaleranno pure nell'uova di pasqua visto l'andazzo e certe proposte)! Ma per la terza Camera non eletta da nessuno non va bene… la magistratura che fa e disfa a suo piacimento leggi e delibere è sempre più una casta di parassiti, un cancro ormai fattosi metastasi incontrollabile e pericolosissima, piena zeppa dei soliti personaggi di determinate latitudini estranei ai territori dove esercitano, una parte inquirente che per mascherare le proprie incapacità è costretta a ricorrere a metodi incomprensibili per qualsiasi paese civile e dalla credibilità pari a quella di fini sull’immigrazione o di marrazzo sulla famiglia (vale a dire l’abuso dei pentiti! Nemmeno in burundi esiste una cosa simile fuori da qualsiasi principio di legalismo, giustizia e garantismo come il pendere dalle labbra di presunti delatori), una parte giudicante che considera un processo che dura più di sei anni ancora breve (!) e da non accorciare, e che poi è rapidissima a mandare a ramengo bagliori di piccola resistenza etnica delle comunità locali (non è il primo caso e non sarà l’ultimo). Complimenti, il solito paese del cazzo.


    Brignano, delibere discriminanti - L'ha deciso il giudice del lavoro



    Brignano, delibere discriminanti L'ha deciso il giudice del lavoro - Cronaca - L'Eco di Bergamo

    Sarebbero discriminatore le delibere e le ordinanze del Comune di Brignano Gera d'Adda emesse nei mesi scorsi in riferimento ai requisiti della cittadinanza italiana per accedere a contributi e ai servizi sociali. Lo ha stabilito il giudice del lavoro del Tribunale di Bergamo, Sergio Cassia, accogliendo il ricorso presentato dagli avvocati Alberto Guariso e Livio Neri per conto di Associazione Studi Giuridici sull'immigrazione, Avvocati per Niente onlus e Associazione nazionale oltre le frontiere Bergamo onlus, che operano nel campo del contrasto alle discriminazioni per razza e origine etnica.

    Nel ricorso si contestava la delibera 130/2008, che prevede il requisito della cittadinanza italiana per accedere a un contributo economico per i disoccupati; la delibera 75/2008 nella parte in cui dispone solo per i cittadini italiani un contributo per le spese dentistiche e oculistiche di bambini e adulti fino al 19esimo anno di età; l'ordinanza 9/07, che impedisce agli stranieri la possibilità di iscrizione all'anagrafe per gli stranieri privi di carta di soggiorno; l'ordinanza 2/2008, che esclude gli stranieri dal cosiddetto "sistema integrato di servizi sociali".

    Il giudice ha dichiarato "il carattere discriminatorio" dei quattro provvedimenti e ha ordinato al Comune di "prorogare, con i provvedimenti amministrativi opportuni, il riconoscimento dei benefici previsti, in relazione alle situazioni di bisogno già individuate e verificatesi nell'anno 2009, dando facoltà ai residenti brignanesi (e a coloro che eventualmente siano stati illegittimamente esclusi dall'iscrizione anagrafica per effetto dell'ordinanza 9/07), a prescindere dalla loro cittadinanza, di proporre domanda per l'attribuzione di dette provvidenze, con termine sino al 30 giugno 2010".

    Nell'ordinanza, a cui seguirà la sentenza, il giudice prescrive inoltre all'amministrazione di "cessare il comportamento discriminatorio a danno dei cittadini cosiddetti extracomunitari regolarmente soggiornanti non a lungo periodo, adeguando i provvedimenti amministrativi adottati a quanto stabilito dalla legge in ordine al diritto di iscrizione anagrafica".

    Infine il giudice ha ordinato di "rispettare il principio di uguaglianza, astenendosi dal porre in essere analoghi atti di discriminazione per razza, origine nazionale o etnica e, in particolare, nell'accesso ai servizi sociali e socio.-assistenziali".
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    Fanno, sentenziano, impongono, eh già: e i quattrini chi li mette?

    Avanti, siore e siori!

    I danee sono quelli dei soliti noti.
    I posti invece sono quelli per gli ultimi arrivati.
    E l'assalto alla diligenza può continuare.
    Fino a quando la baracca sarà retta dai soliti pirla.
    Laurà, brigà e tàs.
    Con tanto di costituzione-arca dell'alleanza a supporto, moloch sovranazionali sempre pronti a intervenire in soccorso, magistratura militante e nella quasi totalità estranea ai territori dove "amministra la giustizia", sindacati sempre pronti a prendere le difese di tutti meno che degli autoctoni. E i parassiti gongolano.

    Dalle false pensioni d'invalidità ai lavoratori socialmente utili per quelli con la valigia di cartone degli anni sessanta e seguenti, al tutto gratis e subito (assistenza sanitaria gratuita per chiunque entra, bonus di su e di giù, ecc.) per i nuovi itagliani. Hanno imparato alla svelta dai predecessori.
    Quel che mio è mio, quel che è tuo è mio. Come sempre.
    Altro giro, altra corsa.



    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    La magistratura ha qualche problema da molti decenni.

    Il partito comunista aveva propagandato dopo la guerra tra i suoi militanti che il comunismo avrebbe preso il potere, o con i voti o con sistemi insurrezionali. .

    Qualcuno della classe dirigente del partito era convinto.
    Con la storia che si prendeva il potere le masse dei votanti erano tenute insieme dai militanti che erano convinti del cambiamento anche violento.

    Cioè era come oggi, dove la lega predica federalismo , indipendenza, fuori gli stranieri per avere il consenso e con le promesse si mantiene la situazione calma.

    Il 14 luglio 1948 viene ferito in un attentato Palmiro Togliatti, segretario del PCI.
    Era l'occasione evidente per rivoltarsi e prendere il potere.
    Ma intere zone di italia, non protestarono eccetto gli scioperi in alcune grandi città.
    In Torino città rossa al massimo sequestrarono Valletta presidente della Fiat.

    Nel Parlamento mentre si discuteva animatamente, fu interrotto tutto, perché Gino Bartali aveva vinto una gran tappa al Tour e i parlamentari abbandonarono in massa l'aula per sentire la radio.
    .
    Fu un flop rivoluzionario.
    La base del PCI dimostrò di essere rivoluzionaria solamente a parole.
    Anche perché molti dirigenti avevano compreso che, causa l'esercito americano stanziato in italia, era meglio pensare alla posizione che permetteva di mantenere la famiglia senza correre alcun pericolo.

    Da quel momento si intuì che il potere non si sarebbe mai potuto prendere con la violenza.
    Mancavano i rivoluzionari.

    L'unico sistema era quello di prendere il contropotere che può schiacciare i governanti attraverso le leggi, ossia si capiva l'importanza della magistratura.

    Venne teorizzato il concetto che solo attraverso la magistratura (che poteva determinare le operazioni usufruendo anche delle forze dell'ordine nel fare rispettare i propri dettati) si poteva determinare il potere.

    Da allora fu un impegno del potere che usa la sinistra, di inserire nella magistratura persone che fossero vicine ideologicamente.

    Questo disegno rivoluzionario, non portò a nessun effetto evidente però mise la magistratura ad operare secondo determinate teorie culturali.

    Ecco perché succedono cose alle volte non comprensibili.
    Ma ormai la frittata è fatta.

    Oggi la partitocrazia fondamentalmente corrotta non è in grado di governare essendo ricattabile.
    E la magistratura determina l'imput della politica secondo determinati precetti fondamentali.

  4. #4
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    L'unico sistema era quello di prendere il contropotere che può schiacciare i governanti attraverso le leggi, ossia si capiva l'importanza della magistratura.

    Venne teorizzato il concetto che solo attraverso la magistratura (che poteva determinare le operazioni usufruendo anche delle forze dell'ordine nel fare rispettare i propri dettati) si poteva determinare il potere.

    Da allora fu un impegno del potere che usa la sinistra, di inserire nella magistratura persone che fossero vicine ideologicamente.

    Questo disegno rivoluzionario, non portò a nessun effetto evidente però mise la magistratura ad operare secondo determinate teorie culturali.

    Ecco perché succedono cose alle volte non comprensibili.
    Ma ormai la frittata è fatta.

    Oggi la partitocrazia fondamentalmente corrotta non è in grado di governare essendo ricattabile.
    E la magistratura determina l'imput della politica secondo determinati precetti fondamentali.
    Tutto vero. Sono pericolosissimi, ideologicamente obnubilati, geograficamenti compatti, che fanno e disfano come una terza camera col solo difetto di non essere eletti da nessuno. Una casta ancora peggio della partitocrazia. E sì che ce ne vuole... ma loro ci riescono, una credibilità sotto zero eppure tirano i fili e come sempre gabbano ogni tipo di resistenza provenga dai popoli.
    Ultima modifica di Bèrghem; 02-12-09 alle 23:51
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    E' pensiero comune che il cambiamento si fa con la rivoluzione.
    Per fare la rivoluzione occorrono i rivoluzionari.
    Ma in un sistema in cui vi è la possibilità di vendere il futuro attraverso i debiti, con gli ammortizzatori sociali e la possibilità della classe politica di contrarre debiti per tamponare, qualsiasi situazione di cambiamento è ostico. .

    Certamente la soluzione di contrarre debiti determina la aspirazione di mandare il più lontano possibile la soluzione del cambiamento.

    Oggi la rivoluzione avviene solamente se in piccolo lasso di tempo avvengono determinati avvenimenti esempio:
    Chiusura delle banche
    Epidemie.
    Fallimento della economia.

    Attualmente per gestire il potere in modo rivoluzionario ma non appariscente, non vi è altra soluzione che i rivoluzionari siano prima protetti da uno stipendio e da un posto fisso.
    Ed inoltre che agiscano fisicamente delegando l'operatività alle forze dello stato ubbidienti.

    In queste condizioni vi sono solamente i magistrati.
    L'unica forza rivoluzionaria che opera, per determinare e condizionare il potere, è la magistratura .
    Pertanto l'applicazione della legge non è altro che un mezzo rivoluzionario componente di una strategia.

    Strategia che ha il compito di determinare una classe dirigente politica che faccia da interprete teatrale delle democrazia.

    Conseguentemente la legge è solamente un mezzo per la rivoluzione.
    Pertanto siamo destinati ad invischiarsi ogni giorno di più fino a sfasciarsi.
    Fino a quando non si sa.

    L'unico postulato è che in mondo finito non vi può essere una manovra infinita.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    Quoto in toto Berghem e JOT, come sempre. Il più è far conoscere la realtà, la storia.
    Uno dei nostri maggiori problemi è la TV, guardata da quasi tutti coloro che votano, anche 24 ore al giorno. Ah se ci fossero autentici giornalisti "onesti e corretti".......L'ho sempre detto che siamo in un regime mediatico...per di più "chiassoso", insopportabile all'itagliana.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    io non voto più e non guardo la tivvù - rima baciata.

  8. #8
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    37,716
    Mentioned
    294 Post(s)
    Tagged
    50 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Rif: Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    Allora , dichiarandomi d'accordo coi post qui sopra , do un modesto consiglio a tutti gli assessori ai servizi sociali dei Comuni padani , d'ora in avanti non parlare più di cittadinanza , residenza , anni di residenza etc
    ma fare esclusivamente riferimento alla STORIA FISCALE cioè erogare servizi , sconti bollette , immissioni in liste per case popolari , social card locali etc solo in base al principio che chi vuole un diritto deve prima aver adempiuto ad un dovere cioè avere versato tot di tasse.
    Ecco quindi che stabilita una cifra adeguatamente alta la grande maggioranza degli stranieri , nomadi , parassiti etc sarà automaticamente esclusa.
    Purtroppo la legge italiana è talmente farraginosa che permette a questi giudici ideologizzati di girarsela come vogliono , quindi bisogna adottare i loro stessi sistemi e fare le furbate.
    Citazione Originariamente Scritto da luigina Visualizza Messaggio
    Quoto in toto Berghem e JOT, come sempre. Il più è far conoscere la realtà, la storia.
    Uno dei nostri maggiori problemi è la TV, guardata da quasi tutti coloro che votano, anche 24 ore al giorno. Ah se ci fossero autentici giornalisti "onesti e corretti".......L'ho sempre detto che siamo in un regime mediatico...per di più "chiassoso", insopportabile all'itagliana.
    Ormai la tv la guardano solo gli sfigati cioè anziani , casalinghe e meridionali disoccupati , è un problema che poi con la diffusione di Internet è destinato a risolversi da solo , per fortuna.
    Ultima modifica di Robert; 04-12-09 alle 17:54
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,017
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Dove vogliamo andare con una magistratura così...

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Ormai la tv la guardano solo gli sfigati cioè anziani ,.
    BEH SFIGATI NEANCHE TANTO SE SONO ANZIANI VUOL DI RE CHE LORO HANNO VISSUTO
    UN GIOVANE NON SA COSA GLI ASPETTA.

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    meridionali disoccupati ,
    ANCHE QUI PUNTI IL DITO CONTRO UNA CATEGORIA CHE SI E' MESSA
    IL CULO AL CALDO ; ANCHE SE DISOCCUPATI CI PENSA IL NORD A DARLE
    IL SUSSIDIO.

    NON SIAMO BEN MESSI AL NODDE : GLI SFIGATI SIAMO SEMPRE NOI

    ANCHE CON LA TV SPENTA

    CIAO
    "Non sei uno schiavo perchè qualcuno ti domina,ma qualcuno ti domina perchè sei uno schiavo."



 

 

Discussioni Simili

  1. Ma dove vogliamo andare ???
    Di Laico nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 04-02-12, 14:49
  2. Ma dove vogliamo andare ?
    Di SteCompagno nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 18-01-11, 17:30
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-12-09, 01:15
  4. Dove Vogliamo Andare..........
    Di SCIROCCO (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 15-06-07, 14:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226