Servitu' militari: comitato, stop ad esercitazioni

Organismo paritetico blocca attivita' prossimi 6 mesi

(ANSAweb) - CAGLIARI, 20 GIU - Sono state bocciate dal Comitato paritetico regionale per le servitu' militari, riunitosi stamattina nella sede dell'Ammiragliato della Marina a Cagliari, le esercitazioni programmate in Sardegna per i prossimi sei mesi a Capo Teulada, Macomer, e Perdasdefogu. Lo riferisce l'ufficio stampa della Presidenza della Regione. In particolare, per le attivita' previste a Teulada e Macomer a partire dal prossimo luglio e fino a dicembre, ci sono stati otto no (sette eletti dal Consiglio regionale e un rappresentante del Ministero delle Finanze) e cinque si'. Tra i sette delegati della Regione si sono espressi negativamente anche due esponenti del centrodestra, uno dei Riformatori di Oristano, l'altro dell'Udc di Sant'Anna Arresi. La seconda votazione, riguardante le esercitazioni nel poligono di Quirra, si e' invece conclusa con sette voti favorevoli e sette contrari. La documentazione con le richieste per il via alle operazioni militari nell'Isola, approdera' ora sul tavolo del ministro della Difesa, Antonio Martino, che potra' sbloccare la situazione con un'autorizzazione d'imperio. Tuttavia, poiche' il Governatore della Sardegna Renato Soru ha gia' fatto sapere che si opporra' a qualsiasi iniziativa in assenza dell'apertura di un confronto ''vero'' sulla riduzione delle basi nel territorio regionale, la questione rischia di finire davanti al Consiglio dei Ministri, che dovra' pero' sentire preventivamente lo stesso presidente della Regione.(ANSAweb).