User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Benedetto XVI da 2 mesi: buon lavoro santità



    Il 19 aprile Benedetto XVI veniva eletto alla Cattedra di Pietro

    Due mesi: una chiamata a "volare alto"



    FRANCESCO M. VALIANTE

    Se la fede e la ragione sono le due inseparabili "ali" con cui l'uomo s'innalza verso le vette della verità - secondo il suggestivo incipit della "Fides et ratio" di Giovanni Paolo II - allora si può ben dire che questi primi due mesi di Pontificato di Benedetto XVI siano stati una densa, impegnativa chiamata a "volare alto" rivolta allo spirito dell'umanità del nostro tempo.

    Sessanta giorni sono forse pochi per chi si affanna a misurare i tempi dell'anima con la fugacità delle sentenze lapidarie e delle analisi dotte. Ma sono certamente un piccolo "tesoro" per chi cerca di accostarsi al mistero della Chiesa senza i paraocchi del pregiudizio e delle etichette in voga. Per chi ha voglia di trovare, oltre l'effimero dell'emotività, un senso ulteriore, una risposta non provvisoria alle insopprimibili domande che inquietano l'uomo di ogni epoca e latitudine.

    Su quest'uomo, eterno mendicante dell'Assoluto lungo i sentieri della storia, il Papa si è chinato come sollecito "samaritano della fede" in quest'alba di Pontificato. Allo stesso modo del generoso viandante evangelico, fermatosi a prestare soccorso al bisognoso sulla strada di Gerico, lo ha invitato a scuotersi, a rialzarsi da terra, a spiccare il volo. Non gli ha offerto le briciole consolatorie di una Parola di Dio "fatta a pezzi dai continui cambiamenti delle mode", come ha detto nel giorno del suo insediamento da Vescovo di Roma sulla Cattedra di San Giovanni in Laterano. Gli ha dato il ristoro corroborante di un messaggio di amore tenero e forte, dolce e vigoroso. Un messaggio che dà sollievo e gioia interiore - "non vi è niente di più bello che essere raggiunti, sorpresi dal Vangelo, da Cristo" ha assicurato durante la Celebrazione Eucaristica per l'assunzione del Ministero Petrino - ma che rifiuta ogni forma di "adattamento" o "annacquamento", a meno di non svilire alle radici la sua capacità di rispondere all'anelito di verità racchiuso nel cuore di ognuno.


    Proprio per toccare le corde del cuore, Benedetto XVI ha scelto di far appello anche al linguaggio dell'intelligenza. Consapevole che se manca una delle due "ali" - fede e ragione - l'animo umano è destinato prima o poi a precipitare nel baratro della disperazione, del nichilismo, dell'alienazione. A smarrirsi in una delle tante "forme di deserto" di cui ha parlato in Piazza San Pietro in occasione dell'inizio del Ministero pastorale. Il Papa si rivolge ad ogni uomo e a tutto l'uomo. Gli presenta senza sconti o riduzioni la "sfida" della verità nella sua interezza. Il suo invito è alto ed esigente. Le sue suggestioni incalzano lo spirito e provocano l'intelletto.

    Il suo Magistero chiede non solo l'accoglienza del cuore ma la comprensione della mente, la fatica di una interiorizzazione non epidermica o occasionale, il coinvolgimento a pieno titolo di una "ratio" tutt'altro che debole o rinunciataria. La convinzione di Benedetto XVI - che prescinde da contingenze strategiche di inizio Pontificato o da inclinazioni personali alla speculazione filosofica - va nella direzione sintetizzata nel discorso rivolto "a braccio" al clero di Roma al termine dell'incontro nella Cattedrale di San Giovanni: "La ragione della fede, la parola della fede deve divenire risposta della fede".

    Solo un intellettualismo miope può scambiare per integralismo o per fideismo quello che in realtà è un atto di sconfinata fiducia nell'uomo e nella capacità della ragione di giungere all'autentica verità, e dunque alla libertà. Solo un laicismo anacronistico può confondere con un'indebita intromissione quel ripetuto appellarsi alla tutela della vita e alla difesa della famiglia come capisaldi di una cultura a cui non è estraneo nessun palpito del cuore umano. In questo assiduo sguardo d'amore verso ogni persona, in realtà, c'è il senso della missione evangelizzatrice della Chiesa, alla quale spetta il compito fondamentale di disvelare l'uomo a se stesso mostrandogli che "solo laddove si vede Dio - è ancora Benedetto XVI a parlare - comincia veramente la vita". C'è il significato autentico del ministero petrino, che non è un potere assoluto ma "un mandato per servire".

    C'è quella "saggezza del cuore" - sono sempre espressioni del Papa - alla quale ogni cristiano è chiamato a giungere con il battito vigoroso delle due "ali" della fede e della ragione.
    Proprio perché Cristo è "la misura del vero umanesimo" - come ha ricordato parlando di recente ai Vescovi italiani - la fede non può costituire una minaccia o una briglia per l'uomo. Ecco l'annuncio liberante che Benedetto XVI - con le sue parole, con il suo modo di comunicare, persino con i suoi gesti più semplici e riservati - vuole offrire al mondo di questo incerto e tormentato inizio di millennio. All'uomo smarrito e timoroso il Papa mostra il volto rassicurante di un Dio vicino, misericordioso.

    Di un Dio la cui "pazienza" è l'antidoto più efficace all'"impazienza" distruttrice delle sue creature. Di un Dio che si fa dare del Tu, "sempre a portata di voce". Siamo lontani dal linguaggio algido del cattedratico o dal filosofeggiare astratto ed ermetico. Si avverte piuttosto il tono vigoroso e incoraggiante della guida interiore, del padre spirituale che trepida per la salvezza delle anime affidategli. Se in quasi 27 anni di Pontificato abbiamo imparato a guardare a Papa Wojtyla come operoso e instancabile "parroco del mondo", in questi primi due mesi di servizio petrino abbiamo cominciato a vedere in Papa Ratzinger il delicato e premuroso "direttore spirituale" del popolo di Dio assetato di verità e di speranza.

    Certo, quello di Benedetto XVI è un messaggio che rinfranca ed inquieta al tempo stesso. Che conforta ma non lascia appagati o tranquilli. Come, del resto, non ha lasciato tranquillo lui in quel vespro del 19 aprile, nel segreto della Cappella Sistina. "Non siamo creati per la comodità - ha confidato ai suoi connazionali una settimana dopo l'elezione al Soglio di Pietro - bensì per le cose grandi, per il bene". Questo uomo mite e umile, minuto e sorridente, che dinanzi ai Cardinali riuniti in Conclave ha pronunciato il suo "Sì" senza riserve alla chiamata del Signore, da due mesi ha abbracciato - con la "santa inquietudine" del Pastore - la missione "scomoda" di mostrare all'uomo che è possibile spiccare il volo verso gli orizzonti di una libertà nutrita dalla verità e resa audace dall'amore.

    (©L'Osservatore Romano - 19 Giugno 2005)
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Thoma..........me rimpicciolisci tu la foto che si possa così leggere meglio il testo?.....
    Scusami il casotto.........
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

 

 

Discussioni Simili

  1. A Sua Santità Papa Benedetto XVI
    Di ConteMax nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-04-10, 08:57
  2. 7 settembre: Sua Santità Benedetto XVI in Sardegna
    Di robdealb91 nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 07-09-08, 14:35
  3. 80º Genetliaco di Sua Santità Benedetto XVI - 16 aprile 2007
    Di Colombo da Priverno nel forum Cattolici
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 17-04-07, 16:09
  4. Sua Santità Benedetto XVI ricorda il cinquantenario.
    Di Eymerich (POL) nel forum Cattolici
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-10-06, 17:09
  5. Breve biografia di Sua Santità Benedetto XVI
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-04-05, 14:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226