Evviva la vita! (Rino Gaetano) La Vita ha vinto e vince ancora.
Ora un'altra battaglia per la vita: l’hanno denominata "pillole amare", contro la cosiddetta “pillola del giorno dopo”, la cui vendita nelle farmacie è stata autorizzata dall’allora ministro della salute (non quella degli embrioni) Veronesi nel 2000. http://www.fattisentire.net/modules....ticle&artid=58
Combattiamo anche per la qualità della vita: in Cina copiano tutto, meno la libertà e i diritti umani: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=8586
L'Europa non solo accoglie a braccia aperte la Cina, ma è già sulla buona strada per imitarla... http://www.fattisentire.net/modules....print&sid=1317

L'Unione europea, tra l'altro, usa i soldi del suo bilancio, con il quale gli Stati - cioè i contribuenti - la mantengono, per finanziare associazioni che promuovono l'aborto e la contraccezione nel mondo. Nel periodo in cui è stata presieduta da Prodi, la Commissione ha aumentato in modo sostanzioso questi finanziamenti. Ad esempio garantendo a due associazioni tra le più potenti, la Unfpa e l'Ippf, un'erogazione "extra" da 32 milioni di euro nel 2002, per compensare la chiusura delle elargizioni americane decisa da GeorgeW. Bush, appena eletto. Della somma stanziata da Bruxelles, 20 milioni sono andati alla Unfpa e 12 alla Ippf, allo scopo di finanziare interventi «a favore della salute riproduttiva in 22 Paesi poveri di Africa, Caraibi e Pacifico. Da notare che i finanziamenti alle due associazioni già viaggiavano su ritmi alti dal 1994 ("Contro il cristianesimo - L'Onu e l'Unione europea come nuova ideologia", scritto da Eugenia Roccella, Lucetta Scaraffia e Assuntina Morresi, ed. Piemme). http://62.207.170.1/libero/LF_main.j...=5170&edition=

E qualcuno osa ancora dire che l’Unione europea è fondata su valori cristiani..
Certo, se i cristiani sono tutti come Fini, allora stiamo freschi..
Coerente nella fede come in politica: nel 2001 proponeva di modificare l’articolo 1 del codice civile, sostituendolo con questo: “Ogni essere umano ha la capacità giuridica fin dal momento del concepimento”, per poi ribadire nella relazione annessa che “si tratta di riconoscere, anche nell’ambito giuridico, che embrione, feto, neonato, bambino, ragazzo adolescente, giovane, adulto, anziano, vecchio sono diversi nomi con cui si indica una identica realtà, un identico soggetto, lo stesso essere personale, lo stesso uomo”. Recentemente ha divulgato la sua decisione sul referendum: tre sì, perché l’embrione è una persona! E lui è cattolico..
“Un politico di questo genere ha perduto ogni credibilità. Per sempre. C'est Fini” così commenta Socci un articolo intitolato “la fine di Fini” www.antoniosocci.t
e date uno sguardo pure alla “resa dei conti” n. 1,2,3.

È davvero significativo: quasi tutto il mondo scientifico, giornalistico e persino ballerine, attori, cantanti, presentatori tv, etc.. si era schierato per il sì o perlomeno per il voto- Prodi e Fini, per una volta d’accordo, nel definire “diseducativa” l’astensione. E invece tre italiani su quattro si sono astenuti, e catalogarli tutti come ignavi o clericali è davvero improponibile. Allora Socci suggerisce che c’è qualcosa da rivedere nell’establishment. Ma tanto non lo rivedranno perché hanno già iniziato a gridare all’“attentato” di una Chiesa che travalica i confini cui l’hanno relegata con violenza dal 1870.


San Josemaria, di cui il 26 giugno (domenica questa) si celebra la festa, diceva di lottare per la verità e quando s'incontrano forti resistenze tacere e pregare perché l'unica arma che resta, invincibile, è la preghiera e la mortificazione. “Questa razza di demòni non si scaccia se non con la preghiera e il digiuno” (Mt 17, 21).

Ma per il momento non stiamo ancora zitti: l’astensione del 75% dei votanti è più eloquente di tutte le parole dei vari Veronesi, Pannella, Repubblica, Corsera, Stampa e chi più ne ha più ne metta. "Non temo la violenza dei malvagi, ma il silenzio degli onesti", diceva M.L. King.

La lotta per la vita continua, per un mondo migliore
fatto d’amore.

Comincia un mondo
un mondo diverso,
ma fatto di amore.
Chi vivrà,vedrà!
(Rino Gaetano)