''Paese incerto e lassista incoraggia la violazione delle frontiere''
Immigrati, Pisanu: ''Centri di accoglienza sono indispensabili''
Il ministro dell'Interno al Senato: ''Offende l'Italia chi parla di lager e deportazioni''
Roma, 29 giu. (Adnkronos/Ign) - I Centri di permanenza temporanea e assistenza sono ''strutture indispensabili''. Il ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu difende, nella sua relazione al Senato, i Cpt, oggetto da tempo di ''una furibonda campagna politica, condotta da associazioni e gruppi diversi, italiani e stranieri''. Il titolare del Viminale sottolinea il suo fastidio nel sentire ''spesso risuonare espressioni quali ' espulsioni di massa', 'deportazioni' e 'lager'. Come italiano me ne sento offeso, come ministro dell'Interno ho il dovere di respingerle, perche' diffamano le nostre Forze delll'Ordine e tutti coloro che nell'Amministrazione si applicano con generoso impegno a questo difficile settore''.

''I Cpt -prosegue Pisanu- non li ha inventati la legge Bossi-Fini. Questo governo li ha soltanto ereditati e migliorati, riconoscendone l'utilita'.Chi oggi vollese chiuderli con la forza deve sapere che violerebbe la legge e si esporrebbe alle conseguenti sanzioni penali. E chi, sopprimendo i Cpt, volesse cosi' escludere qualsiasi possibilita' di espellere i clandestini e, per dirla chiara, aprire indiscriminatamente le frontiere, deve sapere che cosi' metterebbe l'Italia fuori dagli accordi di Schengen''.

Il titolare del Viminale ricorda che ''nei giorni scorsi, il centro di Lampedusa ed altri sono stati minuziosamente ispezionati dal commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa, Alvaro Gil Robles. Ora attendiamo serenamente la sua relazione ufficiale. Sono convinto, che, pur indicando qualche carenza da colmare, essa fara' giustizia di tante illazioni, menzogne e calunnie''.

Poi il ministro avverte. Se si trasmette agli immigrati ''l'immagine di un Paese incerto o lassista, di fatto li incoraggiamo a violare le nostre frontiere. E cosi' peggioriamo la situazione''. Da qui l'invito a ''distinguere con precisione le differenti questioni che abbiamo di fronte: il contrasto dell'immigrazione clandestina, la lotta senza quartiere ai nuovi mercanti di esseri umani, l'accoglienza degli immigrati, le modalita' di esercizio del diritto d'asilo, la protezione dei rifugiati, il governo dell'immigrazione legale e l'integrazione degli immigrati regolari''.

Il sig. Pisanu ci spieghi come mai nonostante i trattati internazionali lo prevedano,i centri di accoglienza in itaglia continuano a proliferare mentre nei rimanenti paesi europei si adottano tutt'altri provvedimenti.