User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Una suora Domenicana a capo del DNA



    Miriam Stimson, la biologa che individuò i meccanismi del Dna, era una religiosa domenicana. Esce negli Usa la sua biografia

    La suora della doppia elica


    www.avvenire.it

    Tra clausura e laboratorio, seppe imporsi all’ambiente scientifico maschile degli anni ’50 e scoprì la causa genetica del cancro

    Di Filippo Rizzi

    Una donna che ha speso la sua vita tra la clausura e il suo laboratorio di chimica, che come un nuovo Teilhard de Chardin, conciliando la creazione e le teorie sull'evoluzione di Darwin, ha saputo coniugare il difficile rapporto tra fede e scienza e soprattutto ha contributo alla scoperta del XX secolo: la doppia elica del Dna. E con essa ha individuato l'origine genetica del cancro.

    È la storia incredibile di suor Miriam Michael Stimson (1913-2002), una religiosa domenicana del Michigan negli Usa che nei primi anni 50 usando una soluzione di bromuro di potassio (KBr) e la spettroscopia a raggi infrarossi permise di scoprire le basi del Dna. Fu una rivoluzione nella comunità scientifica degli anni '50 rispetto anche ai modelli di Dna proposti da James Waston, Francis Crick e Linus Pauling.

    Dalla sua intuizione si arriverà, negli anni successivi, a utilizzare la chemioterapia per debellare o almeno curare una malattia mortale come il cancro o conoscere in modo più appropriato malattie come l'Aids. E un libro dal titolo The Soul of Dna: the true story of a catholic sister and her role in the greatest scientific discovery of the twentieth century («L'anima del Dna: la vera storia di una suora cattolica e il suo ruolo nella più grande scoperta del XX secolo», Lumina Press, pagine 164) a firma del discepolo della Stimson, lo statunitense di origini giapponesi Jun Tsuji e ricercatore di genetica alla Siena Height University, l'ateneo che ebbe per più di 30 anni la religiosa domenicana come docente, ha tentato di risarcire il contributo di questa donna nella scoperta scientifica più importante del secolo passato.

    «La grandezza della Stimson - racconta l'autore - è stata quella di imporsi come donna e come suora cattolica in una comunità scientifica, quella degli anni 50 fortemente dominata dai maschi e da un establishment, che comprendeva uomini del calibro di James Waston e Francis Crick. Suor Miriam fu una delle prime scienziate a testare il modello della doppia elica d el Dna. Il suo metodo e la sua via chimica al Dna è ancora attuale oggi».

    Il volume è il frutto di più di 10 incontri con la scienziata e religiosa ma anche vuole essere un corollario di aneddoti e di racconti sul difficile ingresso della Stimson nella comunità scientifica Usa degli anni '50. Il libro, non a caso, ripercorre tutti gli aspetti dalla vita di suor Miriam dalla precoce vocazione religiosa all'innata passione per la chimica alla destrezza nel maneggiare il galvanometro in laboratorio, al suo rapporto molto severo ma anche di «grande fascino per la sua saggezza» che aveva con gli allievi, alla «grande fatica» che farà la giovane professoressa di liceo del Michigan, poi divenuta docente universitaria, per ottenere i fondi per la sua ricerca sul Dna grazie ad istituzioni come la National Cancer Institute o l'American cancer society.

    Ma a introdurre la Stimson alla ricerca scientifica e a spalancare la strada sullo studio della natura chimica dei cromosomi sarà uno dei suoi maestri George Sperti e poi, già negli anni della ribalta accademica, Erwin Chargaff, uno dei chimici collaboratori di Waston e Crick. Il 1945 è un anno importante per la Stimson perché pubblicherà, per la prima volta, sulla rivista Nature la sua ricerca sui raggi ultravioletti, il suo studio sulla cromatografia (paper cromatography) e sull'origine del cancro nelle cellule.

    Finalmente nel 1948 ottiene il dottorato in chimica. Da quella data si susseguiranno con una certa continuità le sue pubblicazioni su riviste prestigiose come il Journal of the american chemical society. Vera porta d'ingresso nella comunità scientifica sarà la sua scoperta sul Dna nei primi anni 50: la sperimentazione della spettroscopia a raggi infrarossi e la tecnica di una soluzione di potassio e di bromuro attraverso l'utilizzo di una speciale pressa.

    «La cosa sorprendente - confida nel libro suor Stimson - era la cortina di diffidenza e di ironica leggerezza che si nutriva nei miei confronti da parte della comun ità scientifica internazionale solo perché ero una donna e per di più una suora cattolica e quindi incapace a trattare temi così difficili». Ma da quella scoperta e dalla fatica di tanti anni di studio arriveranno i primi attestati accademici: dalla sua lezione nel 1951, seconda donna dopo il Nobel madame Marie Curie, alla Sorbona di Parigi al riconoscimento ufficiale della sua ricerca come cura per il cancro da parte del Chester Beatty Institute of Cancer research di Londra.

    «Una donna genuina e mite - scrive l'autore nelle pagine conclusive del libro - che attraverso la sua fede e la sua devozione alla ricerca è riuscita a entrare nel labirinto del Dna e a fare centro: a capire che nella via chimica, quella del bromuro di potassio, vi era la soluzione del problema».
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Iscritto
    Data Registrazione
    24 Jun 2005
    Località
    Canada
    Messaggi
    40
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Fa sempre piacere vedere il mondo cattolico impegnato anche nella ricerca scientifica. Dopotutto l'anno gregoriano si chiama tale per via dell'interesse di papa Gregorio XIII, ed il frate Gregorio Mendel ipotizzo' l'esistenza dei geni: scienza e fede non sono necessariamente antitetiche.

    Niels Steensen

  3. #3
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il libro appena uscito su Miriam Stimson chimica ricercatrice USA, suora cattolica, che nei primi anni '50 scoprì il metodo per individuare la struttura del DNA (ne parleremo in un prossimo post)


    Venerdì 15.luglio 2005


    E’ bastato che il cardinale Schoenborn ribadisse le conclusioni di Giovanni Paolo II sulla teoria dell'evoluzione perché tutti gli sciento-laicisti si scatenassero nei soliti attacchi alla Chiesa.

    Il cardinale ha detto un’ovvietà, ossia, che della teoria dell’evoluzione si può accettare l’origine comune tra l’uomo e le altre specie, ma non la formazione del mondo per caso e dal caos.
    In pratica ha ribadito che si può e si deve credere in Dio, il Creatore, cosa che viene ribadita dai cristiani nel ben noto Credo recitato sempre, soprattutto la domenica.

    Apriti cielo ! Dal Corriere dell’altro giorno segnaliamo la reazione “classica”, direi, di quell’astronoma atea militante che con la teoria dell’evoluzione c’entra poco o niente, ma che non può esimersi dallo sparare bordate anticattoliche appena le è possibile: Margherita Hack.
    La nostra eroina, dopo una lezioncina di vecchio stampo feuerbachiano (in cui spiega che è l’uomo ad aver creato Dio, per darsi delle risposte), non trova di meglio che parlare di “ritorno al Medioevo”, epoca che per molti aspetti è stata meno buia di quelle più recenti vissute sotto il tallone delle ideologie atee, ma che la nostra scienziata poco “saputa” di storia ritiene o da ignorante o da ipocrita (tertium non datur) la più oscura della storia umana. Un “classico” appunto, ma di chi non ha mai approfondito certi temi preferendo ripetere le lezioncine ideologiche dei divulgatori più efficaci, ma meno credibili, degli ultimi secoli.

    Le fa eco la Nobel Rita Levi Montalcini che fa l’elogio del darwinismo dandolo incautamente per “dimostrato”, neanche fosse un teorema matematico o una legge della fisica.
    Ma mancava qualcosa ai soliti discorsi da “illuminati” ed ecco allora che ci pensa il fisico Giorgio Parisi (“più volte candidato Nobel” dice il Corriere – insomma, mica un cretino come gli altri !) a tirare in ballo il solito “manipolato” Galileo e a profetizzare testualmente che se la Chiesa non dovesse cambiare rotta andrebbe “verso la rovina”. Bum !

    Unica voce in controtendenza il solito Zichichi che ricorda come la teoria dell’evoluzione non sia rigorosamente scientifica per la mancanza di struttura matematica e riproducibilità sperimentale (ma qui ci chiediamo se questa non è una posizione di un fisico in polemica con gli studiosi di scienze naturali, che difficilmente, nel loro campo, possono arrivare a tanto).

    Ma era il titolo dell’articolo del Corriere ad essere il migliore esempio del tipo d’informazione scientista e laicista che va per la maggiore : “Gli scienziati: su Darwin la Chiesa sta sbagliando”.
    Perfetto, in poche parole tutta l’ideologia del “pensiero unico” (cui si è accenato nei post precedenti) così bene espressa.
    Eppure non tutti gli scienziati la pensano così, eppure il cardinale viennese non si è espresso comunque ufficialmente a nome della Chiesa, eppure ancora il neodarwinismo non coincide con Darwin e l’evoluzionismo (non la teoria dell’evoluzione) è un’ideologia affine al creazionismo, il quale peraltro prende il nome da un equivoco di fondo, dal momento che credendo i cosiddetti “creazionisti” nel fatto che le specie siano fisse, dovrebbero chiamare la loro teoria “fissismo”, lasciando che “creazionisti” vengano chiamati tutti quelli che come noi cattolici possono credere a un intervento creatore e creativo di Dio nell’evoluzione, un’ipotesi molto più sofisticata e suggestiva, completa e complessa delle due in questione, invero piuttosto rozze.

    L’articolo del Corriere mi sembra significativo di quel “pensiero unico” moderno, ma tremendamente “retro”, di cui si parlava nei post precedenti. Apre bocca un cardinale e tutti che gli danno addosso esibendosi nelle solite litanie laico-scientiste e in spericolate profezie (peraltro, per ironia, del tutto simili a quelle espresse sulle stesse pagine dall’ ascientifico Pippo Baudo nazional-popolare che da divorziato non “comunicabile” criticava la Chiesa di Ratzinger – ma è la stessa di Wojtyla, se ne è accorto ? – e ne vedeva la fine prossima e inevitabile - profezia che, per chi non lo sapesse, ha accompagnato tutta la storia millenaria della “sposa di Cristo”).

    Questo è tutto (si fa per dire, non c’è solo il Corriere) per questa settimana, il “pensiero unico Show” vi da appuntamento alle prossime irresistibili puntate.

    Tratto da:
    http://credere.splinder.com/
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

 

 

Discussioni Simili

  1. Suora e "capo" nel cantiere della speranza
    Di UgoDePayens nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-07-10, 15:09
  2. Megan Fox si fà suora
    Di W. Von Braun nel forum Fondoscala
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 10-08-08, 11:53
  3. Perdasdefogu ,Capo Teulada , Capo Frasca : deserti radioattivi
    Di Istèvene (POL) nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28-02-07, 07:09
  4. suora serba
    Di DanielGi. nel forum Chiesa Ortodossa Tradizionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04-01-06, 14:14
  5. La suora rock
    Di adsum nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-08-05, 20:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226