User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    49,211
    Mentioned
    1012 Post(s)
    Tagged
    39 Thread(s)

    Predefinito 1940 scenario interessante

    Scenario Interessante
    leggo dal libro "La principessa beduina" cioè la biografia della duchessa Hélène d'Aosta (1871-1951) che nel 1951 il grande giornalista Giovanni Ansaldo, all'epoca direttore del "Mattino" di Napoli pubblico' un articolo in cui parlava di un colloquio che una personalità politica italiana importante legata al fascismo ma ancora di piu' legata alla monarchia ebbe a Napoli con la Duchessa d'Aosta e anche col figlio Amedeo (1898-1942). Questo colloquio avvenne nel 1940 poco prima della dichiarazione di guerra.

    La duchessa d'Aosta parlando della guerra imminente disse "andremo incontro a una catastrofe immane" mentra il figlio Amedeo che era Vicerè d'Etiopia, fin dal mese aprile si reco' a Roma e con i documenti alla mano dimostro' a Mussolini che poteva tenere il fronte etiopico al massimo per sei mesi.

    Mussolini liquido' il duca dicendo che il problema non sussisteva perchè la guerra sarebbe durata meno di sei mesi!

    Il duca allora torno' alla carica col collega Balbo, governatore della Libia, e col ministro degli esteri Ciano dicendo che in Etiopia la ribellione serpeggiava e che sarebbe scoppiata alla prima occasione, che la situazione militare era precaria. Il dossier venne girato al Capo di Stato Maggiore Badoglio il quale rispose "preoccupazioni eccessive, in Etiopia andremo benissimo" (piu' sento parlare di quel maiale di Badoglio e piu' mi arrabbio).

    Alla fine Amedeo che defini' la guerra una follia abbasso' il capo ed obbedi' e il 3 giugno 1940 fece partire da Massaua sua moglie e le sue due figlie di 10 e 7 anni, non le vide mai piu'.

    Giovanni Ansaldo riporta una conversazione tra un importante personaggio politico italiano e la Duchessa d'Aosta e disse "questo è un grande momento per gli Aosta, il trono sta li' davanti ad Amedeo, basta che allunghi una mano."

    Sia la duchessa a Napoli che suo figlio ad Addis Abeba sanno benissimo che sprofonderemo tutti nel baratro. Amedeo non si fa illusioni sulle possibilità di difendere l'impero, lo ha detto in aprile al duce e a Ciano.
    Ma allora cosa dovrebbe fare il duca?

    "si tratta per lui di essere audace.
    Mentre Mussolini dichiara guerra a Roma, lui dichiara la pace ad Addiss Abeba si rifiuti cioè di attaccare l'Inghilterra e firmi un armistizio per conto proprio con gli inglesi. per lui sarà facilissimo sbarazzarsi di 4 esaltati fascisti, tutta la massa dei militari sarà con lui.
    Gli inglesi lo lasceranno governare l'impero e risiedere ad Addiss Abeba.
    A catastrofe avvenuta egli sarà acclamato trionfalmente Re d'Italia al posto di Vittorio Emanuele III e Umberto II o comunque reggente o luogotenente per conto di Vittorio Emanuele IV"

    cosi' Amedeo sarebbe salito al Quirinale anzichè morire in Kenia

    E certo, se gli Aosta fossero stati un po' piu' ambiziosi e un po' meno fedeli a Vittorio Emanuele III, che non meritava tutta questa fedeltà, oggi la storia d'Italia sarebbe diversa
    Ultima modifica di FrancoAntonio; 04-12-09 alle 14:00
    non piu' interessato a questo forum

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: 1940 scenario interessante

    Citazione Originariamente Scritto da Candido Visualizza Messaggio
    Scenario Interessante
    leggo dal libro "La principessa beduina" cioè la biografia della duchessa Hélène d'Aosta (1871-1951) che nel 1951 il grande giornalista Giovanni Ansaldo, all'epoca direttore del "Mattino" di Napoli pubblico' un articolo in cui parlava di un colloquio che una personalità politica italiana importante legata al fascismo ma ancora di piu' legata alla monarchia ebbe a Napoli con la Duchessa d'Aosta e anche col figlio Amedeo (1898-1942). Questo colloquio avvenne nel 1940 poco prima della dichiarazione di guerra.

    La duchessa d'Aosta parlando della guerra imminente disse "andremo incontro a una catastrofe immane" mentra il figlio Amedeo che era Vicerè d'Etiopia, fin dal mese aprile si reco' a Roma e con i documenti alla mano dimostro' a Mussolini che poteva tenere il fronte etiopico al massimo per sei mesi.

    Mussolini liquido' il duca dicendo che il problema non sussisteva perchè la guerra sarebbe durata meno di sei mesi!

    Il duca allora torno' alla carica col collega Balbo, governatore della Libia, e col ministro degli esteri Ciano dicendo che in Etiopia la ribellione serpeggiava e che sarebbe scoppiata alla prima occasione, che la situazione militare era precaria. Il dossier venne girato al Capo di Stato Maggiore Badoglio il quale rispose "preoccupazioni eccessive, in Etiopia andremo benissimo" (piu' sento parlare di quel maiale di Badoglio e piu' mi arrabbio).

    Alla fine Amedeo che defini' la guerra una follia abbasso' il capo ed obbedi' e il 3 giugno 1940 fece partire da Massaua sua moglie e le sue due figlie di 10 e 7 anni, non le vide mai piu'.

    Giovanni Ansaldo riporta una conversazione tra un importante personaggio politico italiano e la Duchessa d'Aosta e disse "questo è un grande momento per gli Aosta, il trono sta li' davanti ad Amedeo, basta che allunghi una mano."

    Sia la duchessa a Napoli che suo figlio ad Addis Abeba sanno benissimo che sprofonderemo tutti nel baratro. Amedeo non si fa illusioni sulle possibilità di difendere l'impero, lo ha detto in aprile al duce e a Ciano.
    Ma allora cosa dovrebbe fare il duca?

    "si tratta per lui di essere audace.
    Mentre Mussolini dichiara guerra a Roma, lui dichiara la pace ad Addiss Abeba si rifiuti cioè di attaccare l'Inghilterra e firmi un armistizio per conto proprio con gli inglesi. per lui sarà facilissimo sbarazzarsi di 4 esaltati fascisti, tutta la massa dei militari sarà con lui.
    Gli inglesi lo lasceranno governare l'impero e risiedere ad Addiss Abeba.
    A catastrofe avvenuta egli sarà acclamato trionfalmente Re d'Italia al posto di Vittorio Emanuele III e Umberto II o comunque reggente o luogotenente per conto di Vittorio Emanuele IV"

    cosi' Amedeo sarebbe salito al Quirinale anzichè morire in Kenia

    E certo, se gli Aosta fossero stati un po' piu' ambiziosi e un po' meno fedeli a Vittorio Emanuele III, che non meritava tutta questa fedeltà, oggi la storia d'Italia sarebbe diversa

    sarebbe stato difficile convincere gli inglesi a lascriargli l'Impero d'Etiopia. Il Negus lo voleva per sè. Gli inglesi probabilmente poi,non fidandosi,avrebbero internato tutti gli italiani comunque.
    E francamente preferisco che Amedeo sia ricordato come eroe dell'Amba Alagi piuttosto che come traditore della casa reale. Vittorio Emanuele ha commesso molti imperdonabili errori. Ma era comunque il Re.
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Apr 2009
    Messaggi
    219
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: 1940 scenario interessante

    In effetti l'AOI venne persa in poco più di un anno
    Il Duca d'Aosta si arrese con l'onore delle armi sull'Amba Alagi.
    Avevo la stampa di un reparto sudafricano che presenta l'onore delle armi agli italiani arresisi sull'Amba Alagi.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Apr 2009
    Messaggi
    219
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: 1940 scenario interessante

    Ucronicamente sarei con Candido...
    Sulla fuga del Re, cristianamente, mi astengo.
    Comunque è crollato tutto il paese: eravamo dalla parte sbagliata, ma al contrario di noi la grande Germania è caduta in piedi.
    Ultima modifica di Hodder; 15-12-09 alle 21:49

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 05-02-10, 11:12
  2. Scenario Interessante
    Di FrancoAntonio nel forum Monarchia
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 19-12-09, 13:53
  3. SARcASMI RASCEL 1940
    Di Ferruccio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-04-09, 15:07
  4. 1940 - - -La scelta di mussolini
    Di vicesig (POL) nel forum FantaTermometro
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 13-08-08, 21:52
  5. 10 giugno 1940
    Di salerno nel forum Destra Radicale
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 11-06-08, 15:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226