User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 78° adunata degli Alpini

    Parma 14 -15 maggio 2005: 78°a Adunata Nazionale degli Alpini, quanti fra i lettori sono stati informati, attraverso la stampa sia cartacea che televisiva, di questo avvenimento (a parte naturalmente i diretti interessati)?

    Dovrebbe trattarsi di un evento in cui la parola “Patria” rappresenta il "leitmotiv", eppure…il presidente della repubblica, che viene indicato come la personalità che più si è impegnata per ridare lustro a questo concetto che ormai latita, ha ignorato l'occasione. Il silenzio è stato completo. L'accoglienza della città/ospite e della Regione Emilia-Romagna si sono rivelate fredde e in alcuni casi sprezzanti ed offensive (escludendo sempre i pochi in possesso di cognizione di causa: non voglio fare di ogni erba un fascio). I mezzi di informazione principali hanno preferito diffondere la notizia del raduno nazionale della Guardia di Finanza, svoltosi il fine settimana successivo!!!
    Gli Alpini non sono un corpo militare di “alto lignaggio” quanto la Cavalleria, non hanno scritto pagine dell'unificazione d'italia come i Bersaglieri, eppure sono famosi nel Mondo, addirittura sono una delle pochissime realtà italiane oggetto d'invidia da parte di altre nazioni!

    PERCHÉ DUNQUE IL SILENZIO?

    Chi segue, con occhio analitico, la realtà italiana attuale e conosce il corpo degli Alpini sia come realtà storica sia come realtà umana, ha percepito in questa occasione delle vere e proprie “anomalie”.
    Per avanzare delle ipotesi è necessario compiere un'analisi storica.
    Gli Alpini nacquero nel 1872 ad opera del generale Giuseppe Perrucchetti, il cui intento era quello di creare un corpo speciale, formato da uomini appartenenti alle aree dell'arco Alpino, dotato di naturali propensioni ad agire in un ambiente peculiare e spesso ostile.

    Lo stato italiano, allora rappresentato da un re codardo, provvide a sfruttare sin dall'inizio questa forza: durante la Prima Guerra Mondiale mandò al massacro decine di migliaia di Alpini e di Fanti (circa 20.000 solo sull'Ortigara) unicamente per piantare il tricolore in territori dei quali gli Alpini medesimi nemmeno sospettavano l'esistenza.

    Durante il bestiale Primo Conflitto Mondiale essi furono, non solo Eroi, ma anche Martiri dell'italia: non bisogna scordare che, all'epoca, chi si rifiutava di muovere all'attacco veniva fucilato seduta stante e molti assalti furono “incoraggiati” dalle stesse mitragliatrici italiane.

    Non solo: le sofferenze degli Alpini non si esaurirono con il termine del conflitto: l'ANA nacque nel 1919 come risposta agli insulti e alle violenze (anche fisiche) subite dai reduci, ignorati dall'italia per cui avevano combattuto…

    Le azioni (e le sofferenze) degli Alpini culminarono con la tragica ritirata di Russia al termine del Secondo Conflitto Mondiale.

    Nota per gli antimilitaristi: gli Alpini non si sono distinti solo sul campo di battaglia, nella loro storia vengono commemorati anche interventi umanitari: Vajont, terremoto in Friuli, alluvione in Valtellina, emergenza Kossovo, terremoto in Armenia…nessun altro corpo militare italiano ha mai dimostrato altrettanta buona volontà…sempre di tasca e iniziativa proprie!

    DA DOVE DERIVA QUESTA FORZA?

    Il lettore ponga attenzione al particolare: gli Alpini nacquero come corpo militare con fortissima uniformità etnica , da cui ne derivò il leggendario, spirito di corpo che rappresentò, nel corso della Storia, il punto di forza di questi singolari soldati.

    In occasione dell'Adunata nazionale del 1997, tenutasi a Reggio Emilia, gli Alpini vollero manifestare il proprio dissenso, riguardo all'abolizione della leva obbligatoria, in modo estremamente cavalleresco e pacifico: sfilarono davanti alle autorità con il cappello sul cuore anziché in testa.

    L'allora presidente del consiglio Romano Prodi commentò l'accaduto definendo “irresponsabili” gli Alpini.

    In occasione della 73°a Adunata - Brescia 2000 – gli Alpini tentarono ancora di avanzare il proprio parere: FURONO ASSOLUTAMENTE IGNORATI, come ha dimostrato l'avvenuta riforma dell'esercito.

    Questi episodi, sia storici che recenti, sono la dimostrazione che in italia non vige una democrazia ma, volendo coniare una nuova definizione di stampo aristotelico, una “OLIGARCHIA DEMAGOGICA”!

    Gli Alpini potrebbero rappresentare un blasone molto più solido, ad esempio, delle effimere (ma lucrose) glorie calcistiche.

    Al contrario la medesima uniformità etnica che li ha caratterizzati sin dalla genesi del Corpo, e il conseguente spirito di appartenenza, rappresentano un “fastidio” agli occhi del potere di Roma, nonostante l'indubbia utilità che viene riconosciuta loro solo “ quando fa comodo ”.
    Ciò spiega anche la scientifica demolizione del Corpo Alpino che si è esplicata con:

    eliminazione di intere brigate;
    soppressione della Scuola Militare Alpina di Aosta;
    reclutamento di uomini appartenenti ad aree della penisola che STORICAMENTE NULLA HANNO A CHE FARE CON LE TRADIZIONI ALPINE..

    In occasione della 78°a Adunata, il motto “Tasi e tira” non ha impedito agli Alpini di esprimere il proprio scontento: un nutrito gruppo ha infatti rotto clamorosamente il silenzio con l'urlo “SECESSIONE” lanciato in faccia alle autorità presenti. L'episodio (o forse si tratta di “sintomo significativo”?)è stato accuratamente taciuto da TUTTI i mezzi d'informazione; tuttavia i testimoni non sono certo mancati!
    Questo avvenimento rappresenta la naturale reazione di chi, da decenni, vede ricompensata la buona volontà con l'indifferenza, la fedeltà con la menzogna, l'onestà con la corruzione.

    QUESTA italia non merita PIÙ gli Alpini!


    www.fottilitalia.com




    Qualcuno che c'era conferma la protesta secessionista?
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Indipendentista
    Data Registrazione
    08 Mar 2002
    Località
    veneto
    Messaggi
    925
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    beh il prox anno l'adunata sarà ad Asiago! speriamo di organizzare qualcosa ...

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,603
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Questi problemi e queste paure sono finalmente terminati: sono in arrivo le truppe CAMMELLATE.

  4. #4
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gli Alpini saranno anche stati uniformemente etnici e padani,
    ma hanno sempre obbedito a roma e fatto le guerre
    che erano richieste dall'itaglia. Quindi sono stati strumento
    dello stato unitario piu' che vittime. Anche queste presunte
    proteste secessioniste mi sembrano tanto delle sceneggiate
    per farsi aumentare la pensione piuttosto che una vera obiezione
    politica anti-itagliana. Come fai a sfilare per il tricolore,
    giurare fedelta' all'itaglia, e poi dirti secessionista?
    Una cosa o l'altra.

    >Le azioni (e le sofferenze) degli Alpini
    >culminarono con la tragica ritirata di Russia al
    >termine del Secondo Conflitto Mondiale.

    Ecco, questo e' un esempio. Ne ho le palle piene di sentire
    parlare delle sofferenze dei poveri Alpini durante la tragica
    ritirata di Russia. Non si dice mai che quella tragica
    ritirata era la conseguenza della sciagurata invasione
    della Russia da parte nazifascista (a cui gli Alpini
    non hanno obiettato). I russi difendevano solo il loro paese,
    e se hanno fatto un culo cosi' agli Alpini in ritirata,
    hanno fatto bene (come avrebbero fatto bene gli Alpini
    se i russi avessero invaso la Padania).

  5. #5
    PADANIA LIBERA!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    4,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da aussiebloke
    Ecco, questo e' un esempio. Ne ho le palle piene di sentire
    parlare delle sofferenze dei poveri Alpini durante la tragica
    ritirata di Russia. Non si dice mai che quella tragica
    ritirata era la conseguenza della sciagurata invasione
    della Russia da parte nazifascista (a cui gli Alpini
    non hanno obiettato). I russi difendevano solo il loro paese,
    e se hanno fatto un culo cosi' agli Alpini in ritirata,
    hanno fatto bene (come avrebbero fatto bene gli Alpini
    se i russi avessero invaso la Padania).
    Che discorso ridicolo...non si dice perchè si sa benissimo che è stata l'itaglia a invadere la russia.
    Gli alpini mandati la (come tutti gli altri soldati padani e italiani...eccetto gli esaltati delle camocie sporche-nere) erano solamente dei poveri sfigati che accettavano di partire in guerra solamente per evitare ritorsioni alle loro famiglie.
    Gente che non ne poteva fare a meno di partire per la guerra.Forse gli alti ufficiali alpini erano contenti di andare in guerra...nessuno lo nega,ma i soldati no...
    Io comunque,non do nessuna colpa ai russi di aver difeso la loro terra...do tutte le colpe a quel coglione pelato,purtroppo Padano,che ha mandato tutti quei soldati a combattere in condizioni disastrose...e qui ci sarebbe da aprire un treadh sulle cazzate fatte dal regime fascista nella campagna di russia...a partire dai camion militari costruiti appositamente per la guerra d'africa,dove tra il motore e la cabina era stata fatta un' "intercapedine" per evitare che il caldo del motore finisse nella cabina...camion,come ho detto,creati per l'africa e mandati non si sa perchè in russia...
    O dei tanti stivali dei soldati russi(non ricordo il nome) perfetti per quei climi...gli ufficiali italiani ne presero diversi e li inviarono in italia per farne produrre per i soldati.
    Poi per una serie di appalti e controappalti e subappalti...tutto sparì e il coglione pelato continuò a mandare soldati a combattere con scarponi di cartone.


    Da quanto si scrive contro gli alpini qua sopra...sembra quasi che siano i peggiori nemici della Padania,subito dopo la Lega!

    Se chi è stato alpino non dovesse più votare la Lega...questa crollerebbe del tutto nelle ultime roccaforti che restano.
    Saluti Padani

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    [
    Ecco, questo e' un esempio. Ne ho le palle piene di sentire
    parlare delle sofferenze dei poveri Alpini durante la tragica
    ritirata di Russia. Non si dice mai che quella tragica
    ritirata era la conseguenza della sciagurata invasione
    della Russia da parte nazifascista (a cui gli Alpini
    non hanno obiettato). I russi difendevano solo il loro paese,
    e se hanno fatto un culo cosi' agli Alpini in ritirata,
    hanno fatto bene (come avrebbero fatto bene gli Alpini
    se i russi avessero invaso la Padania). [/B][/QUOTE]
    Vero.

  7. #7
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Wyatt, forse non mi sono spiegato bene. Volevo solo
    dire che se persino nel caso della Russia (dove era chiaro
    a tutti che si trattava di un'azione criminale e al tempo stesso
    assurda) gli alpini sono stati zitti e sono partiti a servire
    l'itaglia, non vedo grandi speranze di liberazione nel corpo
    degli Alpini. Magari individualmente votano Lega
    o sono secessionisti, ma come corpo, scattano sull'attenti
    quando sventola il tricolore e fanno e faranno sempre
    quello che gli dice roma.

    Anche l'esercito imperiale britannico aveva al suo interno
    dei corpi speciali gallesi, irlandesi e scozzesi, fieri
    delle proprie tradizioni di corpo, ma anche fieri di morire
    per il Re...e dunque sicuramente non indipendentisti.
    Diciamo fieri del proprio paese ma allo stesso tempo
    fieri che la loro nazione fosse parte dell'impero britannico.
    (Il che e' ancora peggio!) Un po' come Gentilini,
    che vota Lega ma dorme avvolto nel tricolore come la coperta
    di Linus.

    Ora a me personalmente l'essere fieri della Padania
    ma solo come parte dell'itaglia-una-e-indivisibile
    bagnata-dal-mar-ionio non e' cosi' esaltante...

  8. #8
    PADANIA LIBERA!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    4,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Rotgaudo
    [
    Ecco, questo e' un esempio. Ne ho le palle piene di sentire
    parlare delle sofferenze dei poveri Alpini durante la tragica
    ritirata di Russia. Non si dice mai che quella tragica
    ritirata era la conseguenza della sciagurata invasione
    della Russia da parte nazifascista (a cui gli Alpini
    non hanno obiettato). I russi difendevano solo il loro paese,
    e se hanno fatto un culo cosi' agli Alpini in ritirata,
    hanno fatto bene (come avrebbero fatto bene gli Alpini
    se i russi avessero invaso la Padania).
    Vero. [/B][/QUOTE]

    sembra che state parlando di gente estranea...di gente che non ha niente a che vedere con noi...ma gli alpini erano,almeno il 99% PADANI...più di tutti noi quanti in questo forum.
    Questo è poco ,ma sicuro.
    Piemontesi,Liguri,Lombardi,Veneti,Friulani...erano i nostri nonni,zii,prozii,cugini,ecc...loro erano vittime...e adesso vengono uccisi una seconda volta da certi discorsi...discorsi,oltretutto da forum no-global.
    Che tristezza.
    Saluti Padani

  9. #9
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Saranno anche stati miei prozii ma non mi sento di dire
    che erano "vittime". Erano scattati sull'attenti e partiti
    a combattere per l'itaglia, invadendo uno stato straniero
    (due cose aberranti). Forse non avevano scelta, posso
    concedere questa attenuante. Ma possibile che milioni
    di soldati non avessero scelta e che l'unico colpevole
    fosse il crapone? Milioni di baldi alpini antifascisti che vanno
    in Russia solo perche' glielo ordina 1 individuo?
    (e se e' cosi', allora sono solo dei burattini).

    Lo so che erano padani, erano dei nostri, ma se combattevano
    per l'itaglia fascista non mi ispirano simpatia.

    Anche molti dei no-global (che citi tu come massimo
    esempio di disprezzo) sono padani, veneti, piemontesi, ecc
    eppure questo non suscita le tue simpatie, vero?

  10. #10
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da aussiebloke

    Ecco, questo e' un esempio. Ne ho le palle piene di sentire
    parlare delle sofferenze dei poveri Alpini durante la tragica
    ritirata di Russia. Non si dice mai che quella tragica
    ritirata era la conseguenza della sciagurata invasione
    della Russia da parte nazifascista (a cui gli Alpini
    non hanno obiettato). I russi difendevano solo il loro paese,
    e se hanno fatto un culo cosi' agli Alpini in ritirata,
    hanno fatto bene (come avrebbero fatto bene gli Alpini
    se i russi avessero invaso la Padania).
    Sottoscrivo anch'io!
    E aggiungo che gli itagliani non somigliano per nulla inglesi: quest'ultimi in presenza delle disgrazie aumentano la grinta e lo spirito di autodifesa.
    Gli itagliani (soprattutto i politici e i loro reggicoda giornalisti) amano invece piangere e, soprattutto, piangersi addosso anche dopo molti decenni dai fatti e dopo che le pacche in testa se le sono andate a cercare i capipopolo degli itagliani del tempo.
    Alla larga da chi piange solo per motivi politici.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Messaggio per l'adunata del Corpo degli Alpini
    Di buran nel forum Monarchia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-05-09, 14:24
  2. ad Asiago l'adunata degli alpini traditori
    Di lanzichenecco nel forum Veneto
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 26-07-06, 18:57
  3. ad Asiago l'adunata degli alpini traditori
    Di lanzichenecco nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 15-05-06, 12:41
  4. ad Asiago l'adunata degli alpini traditori
    Di lanzichenecco nel forum Padania!
    Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 11-05-06, 14:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226