User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    29 May 2002
    Messaggi
    80
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Lunghetto ma interessante

    ECCO CHI PREDICA BENE E RAZZOLA MALE

    Divenuto governatore della Regione Lazio, il giornalista che per anni si è battuto in tv contro "le cose che non vanno nella pubblica amministrazione" si è guadagnato subito la riconoscenza dei partiti con la moltiplicazione di incarichi e consulenze. Clientelismo e sprechi crescono anche in Calabria e Puglia. "Il segnale del cambiamento c'è stato, ma in peggio", dice l'ex direttore de "l'Unità" Emanuele Macaluso.
    "Il segnale del cambiamento c'è stato, ma in peggio", dice amareggiato Emanuele Macaluso, ex deputato del Pci, direttore de "l'Unità" e mente critica tra le più lucide e scomode, da sempre, della sinistra italiana.
    "L'impegno in campagna elettorale era per una svolta seria nella pubblica amministrazione, per combattere gli sprechi, il clientelismo, il parassitismo; ed invece tutto è cresciuto e continua a crescere a dismisura, poltrone, commissioni, auto blu, consulenze. Ma così facendo si va allo sfascio totale dello Stato, non soltanto delle Regioni. Ed il rischio, per noi della sinistra, è che il trionfo elettorale dello scorso aprile alle regionali si trasformi nel maggio del 2006 in una disfatta alle nazionali. Gli elettori non perdonano chi, dopo aver promesso il cambiamento, va avanti imperterrito, con il solito andazzo ed i soliti sperperi".
    I numeri della Regione Lazio, passata in aprile dal centrodestra alle sinistre-Ulivo, sono davvero inquietanti. Divenuto governatore, il giornalista Piero Marrazzo che per anni si è battuto in tv, come conduttore di "Mi manda Rai3", contro gli sperperi di denaro pubblico, le ingiustizie, le cose che non vanno nella pubblica amministrazione, si è immediatamente guadagnato la riconoscenza dei partiti con la moltiplicazione di incarichi e consulenze. Gli assessori sono passati in Regione dai 12 della vecchia amministrazione a 16; le commissioni consiliari, da 14 a 24 (con conseguente aumento di presidenti che dovranno disporre anche loro, come gli assessori, di auto blu con autisti a
    disposizione); il personale di segreteria da 137 a 177; i collaboratori, da 253 a 292; i super-consulenti (arruolati con compensi da 200 mila euro l'anno in su) sono cresciuti di 13 unità; ed i compensi di super-consulenti e semplici consulenti (quelli da 80 o 100 mila euro l'anno, per intenderci) fanno già stimare un aumento fra il 30 ed il 40 per cento.
    "Per essere una coalizione guidata da un giornalista che è stato per anni il tele-difensore dei diritti del cittadino contro privilegi e sprechi", ha scritto Mario Giordano su "Il Giornale" di Milano, "non è male come inizio. Il dubbio è questo: che ci faranno 40 persone in più in segreteria? E davvero non si trovavano competenze adeguate all'interno del pur poderoso organico della Regione? Ma soprattutto: se Marrazzo non fosse stato un difensore civico dei cittadini, che cos'altro sarebbe stato inventato? L'addetto al ventaglio per i giorni di afa?".
    Ma le "spese pazze" dei nuovi governatori regionali non riguardano soltanto il Lazio, chiaramente. Agazio Loiero, ex martelliano dell'Udeur, neo acquisto della Margherita di Rutelli, dopo una campagna elettorale ferocemente impostata in Calabria "contro gli sprechi del precedente governo regionale di centrodestra", ha provveduto immediatamente, leggiamo
    ancora sul giornale milanese, "a moltiplicare poltrone e consulenze, divise equamente, con un perfetto manuale Cencelli da prima Repubblica, tra i partiti dell'Ulivo, delle sinistre, dell'estrema sinistra e dei movimenti di piazza". Le invenzioni di Loiero più apprezzata dai partiti (non certo dai cittadini), aver regalato a ciascun consigliere ben sette portaborse e dotato l'ufficio stampa della presidenza regionale di ben 16 giornalisti (il triplo rispetto a quelli che erano a disposizione della presidenza di centrodestra).
    Un sapiente "moltiplicatore di poltrone" si è rivelato certamente Nichi Vendola, il "pupillo" di Bertinotti che è diventato in Puglia, con i voti degli "utili idioti" ex democristiani, il primo governatore regionale di Rifondazione comunista. E lui, nella scelta degli esperti e consulenti regionali, ha privilegiato decisamente, molto più del presidente Loiero in Calabria, i movimenti di piazza (disubbidienti, no-global, tute bianche, centri sociali, pacifisti anti-americani, amici di Saddam Hussein, etc.), la sua grande forza in campagna elettorale, determinante non meno degli ex democristiani della Margherita di Rutelli e dell'Udeur di Mastella per la sua clamorosa vittoria. Abbiamo scoperto così che anche uno "spacca-vetrine" o uno specialista in "espropri proletari", se
    responsabilizzato con 80 o 100 mila euro l'anno, può rivelare competenze specifiche importanti nel settore dei problemi sociali o dare il suo "preziosissimo contributo" nelle ricerche idriche della regione.
    Ma qualcosa, parlando di sprechi e "sprecopoli", bisogna dire anche sulle amministrazioni di sinistra elette non di recente. Il governatore di lungo corso Antonio Bassolino, in Campania, ha creato 12 nuove commissioni speciali, presiedute da funzionari della Regione che, oltre ai lauti stipendi percepiti da una vita, incasseranno in gettoni di presenza altri 1.800 euro al mese. Una di queste commissioni è chiamata ad occuparsi, pensate un po', dei problemi del Mediterraneo, dallo stretto di Gibilterra al canale di Suez, ed avrà bisogno, presumo, anche di adeguati mezzi navali ed aerei per muoversi in così ampi spazi, oltre che delle
    auto blu per spostamenti su terra.
    Ed ancora. Il Comune di Firenze, guidato dal diessino ex Pci Dominici, paga un consulente anche per il "look" del sindaco. Ed il presidente della Provincia "rossa" di Roma, Enrico Gasbarra (quello che contende al leggiadro Rutelli il ruolo di "uomo più bello della politica italiana"), ha pensato pure agli intellettuali amici di Fidel Castro che, poverini, soffrono il caldo (e nient'altro, a sentir loro) sulla caldissima isola di Cuba. Il Gasbarra dal cuore d'oro ha speso 60 mila euro per dotare di condizionatori d'aria il circolo culturale "Joseito Fernandez" dell'Avana (così da oggi in avanti, per gli intellettuali cubani, stare al fresco non significherà soltanto, come intendiamo noi, stare e marcire a vita in
    galera).
    Insomma, non è cambiato nulla, proprio nulla, nelle nostre amministrazioni comunali, provinciali e regionali. I leader delle sinistre-Ulivo continuano a strillare e strapparsi i capelli, contro il governo Berlusconi che ha stretto i cordoni della borsa per far fronte alla spaventosa crisi creata dall'euro in Italia ed in tutta Europa, ma alle consulenze d'oro (per esperti veri e fasulli), agli incarichi e prebende per nullafacenti senza arte né parte che la politica trasforma in esperti tuttologi, agli scandalosi sperperi del denaro pubblico non rinunciano affatto.
    C'è una sola differenza rispetto al passato: che il Veltroni sindaco
    post-comunista di Roma, la consulenza sul lavoro femminile nel carcere di Rebibbia alla terrorista pluri-omicida Silvia Baraldini che non ha mai lavorato in vita sua, la pagava a forfait 20 milioni delle vecchie lire, e la Regione Toscana ne pagava 26 all'ergastolano brigatista rosso prof. Senzani per una consulenza sul lavoro maschile nel penitenziario di Porto Azzurro; mentre Vendola, Loiero e Marrazzo, per assicurarsi la consulenza di un "dissidente" o di un "portaborse", devono tirar fuori dalle casse regionali non meno di 80 mila euro (160 milioni delle vecchie lire) l'anno.
    Mi domando: ma i sindacati, che sbraitano tanto contro il governo
    (soltanto se è di centrodestra, però, perché quelli della sinistra
    "illuminata" non li hanno mai toccati, neppure quando ci hanno imposto le tasse più alte d'Europa), non sanno nulla di consulenze e super-consulenze d'oro, di clientelismo elettorale, di parassitismo politico, dello scandaloso sperpero di denaro pubblico che è un insulto a chi lavora onestamente ed un pugno in faccia ai poveri disoccupati in cassa integrazione che spesso non dispongono neppure di quella? Non sanno, i signori Epifani, Pezzotta e Angeletti, che le Regioni Lazio, Calabria, Puglia, alla faccia di chi piange sulla crisi italiana ed europea, assumono "disubbidienti" e "no-global" a 80 e 100 mila euro l'anno, senza lo straccio di un concorso e neppure di una graduatoria di merito? Solo per "chiamata politica diretta", riservata a militanti e simpatizzanti di partiti, gruppi e gruppuscoli delle sinistre-Ulivo?
    Se non ne hanno saputo e non ne sanno nulla, è bene che si informino.
    Hanno il dovere di informarsi: i lavoratori li pagano, con le trattenute mensili sulla buste-paga, anche perché vigilino su queste cose, per impedire che avvengano scandali e mostruosità del genere. Scandali e mostruosità che fanno inorridire anche un ex direttore de "l'Unità" come il diessino Macaluso, coscienza critica e scomoda, da sempre, della sinistra italiana, ma stranamente lasciano indifferenti sindacati e sindacalisti. Un disinteresse totale e assoluto, che sa di colpevole negligenza e consente a politici senza scrupoli di assumere con stipendi e
    parcelle d'oro chi vogliono, come e quando vogliono. Avviene anche questo, purtroppo, nella politica italiana.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Apr 2005
    Località
    45,33 N , 9,18 E
    Messaggi
    17,827
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ringrazio PIEMONTE LIBERO di avere attirato la mia attenzione sul problema : ho votato e quasi sicuramente VOTERO' UNIONE ma questo modo di fare deve essere ASSOLUTAMENTE CORRETTO.

    Ho visto che il pbm e' stato posto al Consiglio Nazionale DS : aspetto sviluppi e se questi comportamenti non saranno corretti mi auguro che i DS tolgano la fiducia a MARRAZZO ed a chiunque pratichi il sottogoverno ad un livello superiore dei predecessori ( non conosco altre realta' ma in LAZIO riuscire fare peggio di STORACE e' davvero INCREDIBILE )

    Riporto fondo di Padellaro sull'Unita' del 15/07 e mi scuso anch'io per la lunghezza :

    esempio
    di Antonio Padellaro

    Bisogna dare atto ai Democratici di sinistra di aver saputo affrontare senza timidezze la questione della moltiplicazione degli incarichi (e quindi delle poltrone, e quindi degli emolumenti e quindi delle auto blu) in alcune regioni governate dall’Unione. È stato il segretario Piero Fassino a lanciare davanti al consiglio nazionale della Quercia un appello alla sobrietà dei comportamenti, al rigore morale e alla necessità di contrastare «in modo fermo ed esplicito manifestazioni di ministerialismo e di ostentazione di potere». L’Unione, cioé, non può limitarsi a dire ciò che vorrà fare nel 2006 ma deve dimostrare «adesso, qui e ora, affidabilità» nelle 16 regioni su 20, nelle 74 province su 108, nei 5000 comuni su 8000 in cui è stata chiamata a governare. Concetti che ritroviamo nell’ordine del giorno presentato da Fabio Mussi, Giorgio Napolitano e Cesare Salvi, e approvato dall’assemblea, in cui si chiede di revocare le decisioni «sbagliate» adottate in quelle regioni e ai Ds di impegnarsi per una riduzione dei costi della politica. Salvi ha detto di avere appreso con sconcerto dalla lettura dei giornali che nella regione Lazio (centrosinistra), dopo le recenti elezioni, il numero degli assessori è aumentato da 12 a 16, le commissioni da 14 a 24, il personale di segreteria da 253 a 292, oltre a 13 consulenti esterni per i quali sarebbero previste remunerazioni elevatissime.
    Non è finita perché in Calabria tutti e 30 i consiglieri di maggioranza (centrosinistra) sono presidenti di commissione, ovvero assessori, ovvero capigruppo.
    E ognuno può godere di un autista, di un addetto stampa, di una segretaria, una vicesegretaria, un assistente laureato e uno diplomato. In Campania (centrosinistra) sono state istituite sei nuove commissioni speciali portando a 18 il numero totale delle commissioni consiliari. «Non ho letto», ha concluso Salvi, «smentite, chiarimenti o spiegazioni politiche». Sempre sulla Campania Fabio Mussi ha sollevato lo «scandalo» dei doppi incarichi. «So», ha detto, «di diversi casi di membri di governo regionale e provinciale che hanno contemporaneamente ancora responsabilità di partito. O si tratta di stakanovismo e sconfinato amore per il lavoro o di qualcos’altro». Mussi ritiene si tratti «di qualcos’altro».
    Questa la cronaca dei fatti che, in quanto a franchezza di linguaggio, crediamo abbia pochi precedenti nella vita degli altri partiti dove, in questi casi, vige la regola delle tre scimmiette (non sento, non parlo, non guardo); e dove certi problemi si preferisce nasconderli, insieme alla polvere, sotto il tappeto.
    Già s’intravedono i primi tentativi della destra di interpretare a proprio uso e consumo una questione che attiene non alle beghe di cortile ma alla qualità della democrazia e delle istituzioni. Quindi, precisano i dirigenti della Quercia, nessun attacco a questo o a quel governatore; e meno che mai nessun regolamento di conti interno alla coalizione. Il problema è che il costo della politica non può avere dimensioni inaccettabili, tanto più in un momento di crisi economica e di difficoltà per i conti pubblici e per i bilanci familiari. Su questi argomenti, insomma, l’Unione non può dare il cattivo esempio.
    Del resto, chiamato in causa dai giornali su una macchina burocratica accusata di autogratificarsi con poltrone, aumenti di stipendio e auto di servizio, il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, ha già risposto trattarsi di falsità. Ha sostenuto, anzi, di avere tagliato all’osso il suo staff risparmiando 1milione e 200mila euro. A proposito di privilegi ha raccontato che il suo capo-ufficio stampa continua a usare il motorino. Quanto alla moltiplicazione delle commissioni ha spiegato che non sono tante se produrranno con rapidità leggi a favore dei cittadini. Di tono analogo la risposta del governatore Loiero che ha accusato i media nazionali di malevola attenzione sulla Calabria smentendo di avere uno staff di quindici giornalisti (sarebbero soltanto due).
    C’è un altro tentativo della destra, più scoperto e insieme più maldestro: trasformare in una sorta di questione morale della sinistra la richiesta di maggior rigore e maggiore autocontrollo che la sinistra rivolge a se stessa e ai propri alleati. Chi, nelle regioni dell’Unione, non ha saputo resistere alle tentazioni del potere ha commesso sicuramente peccato grave. Ma una classe di governo guidata da un signore inseguito dalle procure di mezza repubblica per inchieste che spaziano dalla corruzione a Cosa Nostra, sulla questione morale dovrebbe avere il buon gusto di tacere.
    Infine, lo «scandalo» della moltiplicazione delle poltrone può essere opportuno se sarà servito a ricordare al gruppo dirigente del centrosinistra che la competizione con la destra si gioca sui programmi alternativi e su una pratica della politica ispirata al rigore e al rispetto della cosa pubblica. Il pericolo da evitare è il berlusconismo senza Berlusconi: una volta, cioé, tramontato questo regime il protrarsi di una pratica di occupazione del potere sotto altre bandiere. Il bisogno di cambiamento è fortemente sentito soprattutto dai tanti che alla politica partecipano, per passione, con umiltà. Pensiamo, per esempio, ai trecentomila volontari delle feste dell’Unità. In fondo anche loro svolgono un secondo lavoro. Gratis e senza auto blu.

 

 

Discussioni Simili

  1. Interessante
    Di Rexal nel forum Fondoscala
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19-04-11, 00:05
  2. Interessante
    Di trilex nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 03-08-07, 17:59
  3. Un'intervista interessante....molto interessante...
    Di Gianfranco nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 04-10-06, 18:07
  4. Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 24-08-04, 17:38
  5. Sorseggiando champagne a Mach 2...(lunghetto)
    Di venexiano nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 01-07-03, 00:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226