User Tag List

Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 76

Discussione: Il Papa e la Liturgia

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il Papa e la Liturgia

    "[...] a causa dei diversi errati tentativi di restauro o di ricostruzione, nonché per il disturbo arrecato dalla massa dei visitatori, questo affresco è stato messo gravemente a rischio e minaccia di andare in rovina, se non si provvede rapidamente a prendere le misure necessarie per porre fine a tali influssi dannosi" (ibidem).

    Con questa metafora che parte dall'immagine di un affresco l'allora card. Ratzinger deninciava una riforma liturcica "fatta troppo frettolosamente" e "a tavolino e non nello sviluppo vivente della tradizione".. cito da diverse interviste e testi presi in internet.

    Altrove denuncia l'uso dell'altare rivolto al popolo, ma anche l'idea dei tradizionalisti di celebrare "davanti al tabernacolo",,,

    Infine ha dichiarato più volte che una liturgia più tradizionale renderebbe più possibile il dialogo con gli ortodossi.

    Che ne pensate? Sperie ora che questo scontento della riforma fatta male è diventato papa?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Napoléon I
    Ospite

    Predefinito Re: Il Papa e la Liturgia

    Originally posted by silvano
    "[...] a causa dei diversi errati tentativi di restauro o di ricostruzione, nonché per il disturbo arrecato dalla massa dei visitatori, questo affresco è stato messo gravemente a rischio e minaccia di andare in rovina, se non si provvede rapidamente a prendere le misure necessarie per porre fine a tali influssi dannosi" (ibidem).

    Con questa metafora che parte dall'immagine di un affresco l'allora card. Ratzinger deninciava una riforma liturcica "fatta troppo frettolosamente" e "a tavolino e non nello sviluppo vivente della tradizione".. cito da diverse interviste e testi presi in internet.

    Altrove denuncia l'uso dell'altare rivolto al popolo, ma anche l'idea dei tradizionalisti di celebrare "davanti al tabernacolo",,,

    Infine ha dichiarato più volte che una liturgia più tradizionale renderebbe più possibile il dialogo con gli ortodossi.

    Che ne pensate? Sperie ora che questo scontento della riforma fatta male è diventato papa?
    I miei complimenti, Silvano, per avere dato il "calcio d'inizio", ed avere aperto il 3d di analisi della riforma liturgica del rito romano.

    Alla tua domanda, rispondo immediatamente, dicendo che la penso come il papa, e credo che sarà senz'altro l'uomo giusto per ridare dignità, lustro e doecoro alla liturgia, nel rispetto della tradizione e del magistero della Chiesa Cattolica.

    Per quanto riguarda l'analisi vera e propria, direi di definire i termini della discussione. Molti infatti sono i riti ed i testi da analizzare. Direi di cominciare con il Messale, esaurita la cui sinassi, potremmo vedere il Breviario, il Rituale, il Pontificale e il Cerimoniale dei vescovi.

    Occorre stabilire quale versione del Messale prendere in considerazione.
    Per il rito antico, direi che è opportuno utilizzare l'edizione del 1962, con osservazioni ad hoc, sulle variazioni del rito, rispetto alle edizioni di san Pio X (rito edito da Benedetto XV nel 1920), e di Pio XII (si farà un' analisi ulteriore solo per la settimana santa). Per il rito attuale, direi sia opportuno avvalersi del messale del 1975 (2° edizione tipica) con le opportune segnalazioni di variazioni, tra l'edizione del 1970, e quella del 2003. Per il testo italiano del Messale, mi sembra opportuno riferirsi alla traduzione della CEI, del 1984 (comunemente eperibile anche sotto forma di messalino, come quello PIEMME, di mons. Inos Biffi).

    Per la versione italiana del lezionario del rito antico, sarà opportuno utlizzare il lezionario del Card. Lercaro, del 1960, mentre per il nuovo lezionario italiano, la traduzione CEI della Bibbia (ad es. Bibbia di Gerusalemme).

    Per il lezionario latino, la Biblia Vulgata, ed. sisto-clementina, con l'aggiunta (non la sostituzione) del salterio approvato da Pio XII nel 1946 (per i libri che lo adottarono) per quanto concerne il rito antico, la medesima Vulgata per l'edizione del 1975 del messale, la Neo-Vulgata per le edizioni successive.

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Va bene l'oranigramma così preciso,
    Dal momento che penso che la Liturgia rispecchi una Chiesa e che questa liturgia romana disturbi assai (disturbava in realtà anche la messa letta precedente ma quella - almeno - aveva l'alternativa) il dialogo con gli ortodossi, come ben aveva notato il card.Ratzinger. Il senso del sacro, del divino sono costitutivi dell'esperienza di fede ed oggi difficilmente si scorgono nelle chiese cattolicoromane a partire dalle nuove architetture e dai malsani adattamenti delle vecchie.
    Dal momento che, data la mia provenienza ed anche i miei personali interessi per la storia del culto interverrò sulla scia dello schema che hai tracciato.

  4. #4
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,676
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vescovo Silvano, ma lei prima di divenire sacerdote greco-ortodosso era già sacerdote Cattolico?

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si.
    Il mio cammino verso l'ortodossia è stato molto tormentato e questo forse spiegherà anche la mia attuale collocazione in un Sinodo antiecumenista anche se moderato. Quando mi rivolsi au un Vescovo del Patriarcato di Costantinopoli mi sentii dire: ma Padre!... lei è uno stimato teologo e predicatore... chi glielo fa fare di diventare ortodosso!
    Capii subito che non era aria. Entrai nel Patriarcato di Mosca e quando divenni ortoddosso tutto fu fatto di nascosto perchè essendo io - all'epoca - il vice del Delegato ecumenico della CEI ero persona nota e non si dovevano urtare gli equilibri! Finchè fu esarca Vlarimir, ora primate di Ucraina, le cose andarono decentemente. Tolto lui capii perfettamente l'aria che tirava e pensai di cabiarla. Pensai alla Serbia perchè speravo che lì si respirasse ancora l'aria del grande padre Giustino Popovic! mal me ne incolse: l'ecumenismo aveva guastato anche i suoi più ferventii discepoli e mi ritrovai un Vescovo che a Zagabria benedisse il popolo insieme al papa subito dopo che questi aveva beatificato Stepinac. Era troppo. Citai quel Vescovo dinanzi al Sinodo ma invano. Allora scrissi una lettera al Patriarca Pavle e me ne andai dove sono ora. E ci sto bene, pur con tutti i limiti degli uomini . E ora anche col peso dell'episcopato.

  6. #6
    Ut unum sint!
    Data Registrazione
    21 Jun 2005
    Messaggi
    4,584
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    caspita... uno scoop
    eminenza, lei che e' anche "del mestiere" (del non sbaglio e' laureato in psicologia) potrebbe dirmi cosa ne pensa di una mia supposizione.
    Io comincio a pensare che spesso l'antiecumenismo della maggiorparte degli ortodossi italiani dipende dal fatto che sono quasi tutti ex cattolici convertiti. E se uno e' cattolico e prende la decisione di diventare ortodosso (per me la parola conversione non e' adatta al contesto, casomai "ritorno"), lo fa perche' ha vissuto un suo personalissimo rapporto di conflittualita' con la Chiesa Cattolica, per personali e validissime ragioni che possono essere molteplici, e quindi e' portato a non riuscire a concepire alcun dialogo con i soggetti da cui si e' fuggiti.
    Puo' darsi mi sbagli. Ovviamente se lei vuolesse darmi un suo parere, essendoci passato in prima persona e conoscendo molto meglio di me la psiche umana, per me sarebbe molto importante (magari anche in pvt)

    Scusate l'OT

    Tornando IT, se la nuova liturgia dev'essere preludio al relativismo assoluto e distruggere la sacralita' delle funzioni religiose allora va bene tornare all'antico ma il difetto non e' nella liturgia in se quanto nel modo di celebrare di alcuni parroci.
    Io ho vissuto alti momenti di spiritualita' durante un ritiro, quando in una baita di montagna abbiamo celebrato attorno ad un tavolo (sgomberato da tutto). Ci siamo comunicati usando del pane (fermentato perche' quello avevamo...) e abbiamo assunto anche la seconda specie passandoci il calice e bebendo il vino. Abbiamo recitato in seguito i vespri, poi ci siamo raccolti in silenzio a meditare su un passo del vangelo per due ore e poi abbiamo fatto la risonanza....
    sembravamo una comunita' cristiana del primo secolo
    UT UNUM SINT!

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non so per gli altri ma io personalmente non avevo nessun rapporto conflittuale con la chiesa cattolica. Anzi sono grato della ottima preparaziione teologica che ho ricevuto e che mi ha permesso, attraverso un approccio diretto ai Testi Scritturistici ed ai Padri di alimentare il mio ritorno.
    Certo che quando uno, con sforzi e sacrifici rientra in quella che ritiene essere la Chiesa Cattolica ed Apostolica, non desidera che lo si faccio poi uscire dalla finestra.
    Ma sia ben chiaro che io non sono contrario a dialogare, sono contrario all'ecumenismo come lo vediamo oggi : diplomatico, confuso, raffazzonato e relativista.

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sulla seconda parte del testo:
    no, non assomigliava per niente ad una antica comunità ma solo ad un gran pasticcio.

  9. #9
    Napoléon I
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by silvano
    Va bene l'oranigramma così preciso,
    Dal momento che penso che la Liturgia rispecchi una Chiesa e che questa liturgia romana disturbi assai (disturbava in realtà anche la messa letta precedente ma quella - almeno - aveva l'alternativa) il dialogo con gli ortodossi, come ben aveva notato il card.Ratzinger. Il senso del sacro, del divino sono costitutivi dell'esperienza di fede ed oggi difficilmente si scorgono nelle chiese cattolicoromane a partire dalle nuove architetture e dai malsani adattamenti delle vecchie.
    Dal momento che, data la mia provenienza ed anche i miei personali interessi per la storia del culto interverrò sulla scia dello schema che hai tracciato.
    Bene. Allora vuoi cominciare tu?

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Troppo onore! preferisco comincino gli altri. Vorrei però sottolineare che è bene che tutto quanto si afferma sia documentato e se ne indichino le fonti.

 

 
Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 10-05-11, 09:02
  2. Papa Ratzinger e liturgia postconciliare
    Di torquemada nel forum Cattolici
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 20-05-05, 15:31
  3. Il Papa: la liturgia è azione che Cristo stesso compie
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-03-05, 10:45
  4. il papa romano e la liturgia
    Di vescovosilvano nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-07-02, 21:55
  5. Il papa romano e la liturgia
    Di vescovosilvano nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-07-02, 21:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226