Mercoledí 20.07.2005 17:09

Di Antonino D'Anna

"La visita del Papa Benedetto XVI alla sinagoga di Colonia durante il viaggio in Germania del mese prossimo segnerà la seconda visita della storia ad un luogo di culto ebraico da parte di un capo della Chiesa cattolica. La visita di quattro giorni sarà il primo viaggio all'estero del pontefice dalla morte di Papa Giovanni Paolo ad aprile scorso.

Giovanni Paolo è stato il primo Papa a rendere visita ad una sinagoga nel 1986, quando si recò al tempio ebraico di Roma. Per mantenere tali rapporti con la comunità ebraica, il pontefice terrà un discorso alla sinagoga di Colonia a mezzogiorno di venerdì 19 agosto. Papa Benedetto, tedesco, ha servito brevemente nel gruppo della 'gioventù di Hitler', la cui partecipazione all'epoca era obbligatoria. Non è mai stato membro del partito nazista e faceva parte di una famiglia che si opponeva al regime.

Da quando Benedetto ha assunto il ruolo di Papa, ha garantito alla comunità ebraica in tutto il mondo il suo impegno nella lotta contro l'antisemitismo e nella riflessione sulle implicazioni morali e storiche dell'Olocausto. Il Papa prenderà parte nei dialoghi ecumenici e incontrerà i rappresentanti tedeschi della comunità musulmana, con l'obbiettivo, stabilito all'inizio del suo papato, di migliorare i rapporti interreligiosi."

Fin qui la notizia: due sono i punti più interessanti. Il primo, che si tratta di un altro Pontefice a rendere visita ad una sinagoga, segno che il dialogo iniziato con il Concilio Vaticano II sta continuando a dare i suoi frutti e Benedetto XVI è deciso a continuare sulla strada del predecessore; il secondo, che si tratta di un Pontefice tedesco.