User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    18 May 2002
    Messaggi
    20,725
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il Corano e il primato della legge

    Il Corano e il primato della legge Stiamo legittimando un doppio binario giuridico

    I terroristi islamici hanno colpito nuovamente Londra mentre il premier britannico Tony Blair sta trattando con un gruppo di «esponenti islamici » sulle nuove misure per contrastare il terrorismo, dopo aver incassato una fatwa (un responso legale islamico) di condanna dei kamikaze dello scorso 7 luglio. In altri termini, il governo di uno Stato sovrano ha ritenuto opportuno sottoporre le proprie decisioni all'approvazione di alcuni cittadini a cui è stato attribuito in modo del tutto discutibile lo status di rappresentanti di una supposta «comunità islamica», percepita come un corpo a sé stante in seno allo Stato di diritto.
    Siamo così arrivati all'Europa del «clero islamico», della fatwa e della sharia, la legge coranica. Dopo essersi distinta come retrovia logistica dei combattenti islamici in Afghanistan, Cecenia, Kashmir, Algeria, Bosnia, Palestina, Egitto, Marocco, Tunisia, Yemen, Iraq, Arabia Saudita, dopo essersi trasformata in una terra di predicazione della Jihad globale intesa come «guerra santa», dopo essersi scoperta «fabbrica di kamikaze » che si fanno esplodere fuori e dentro i propri confini, l'Europa emerge ora comeavanguardia mondiale di uno Stato teocratico islamico in nuce i cui leader sentenziano ciò che i musulmani debbono fare o meno. Tutto ciò all'interno di uno Stato di diritto dove vige un'unica legge che dovrebbe essere osservata da tutti i cittadini e residenti. Tutto ciò tra l'assenso, addirittura la compiacenza delle autorità europee, e perlopiù tra l'indifferenza dell'opinione pubblica.
    La recente immagine di cinque barbuti pachistani in abbigliamento tradizionale che, davanti alla sede del Parlamento, leggono a nome di oltre cinquecento esponenti religiosi del «British MuslimForum» una fatwa di condanna degli attentati che hanno insanguinato Londra lo scorso 7 luglio, è stata accolta dai più come un evento altamente significativo e positivo. Così come accadde il 10 marzo scorso quando l a «Commissione islamica di Spagna » emise una fatwa in cui sent e n z i a v a che «Osama Bin Laden, Al Qaeda e tutti coloro che pretendono di giustificare il terrorismo in nome del sacro Corano sono fuori dall'islam». In entrambi i casi la condanna del terrorismo si fonda su ciò che «il sacro Corano dichiara» e «ciò che l'islam ci insegna».
    Ma ci rendiamo veramente conto di quello che stiamo combinando? Stiamo legittimando il doppio binario giuridico in seno allo Stato di diritto, la legge ordinaria per gli autoctoni e la sharia per i musulmani. E' mai possibile che i musulmani per condannare il terrorismo, il massacro indiscriminato di innocenti, i kamikaze di Bin Laden, debbano obbligatoriamente far riferimento e trarre una legittimità dal Corano? Chi ha detto che i musulmani non debbano invece, al pari di tutti gli altri cittadini, far riferimento alle leggi dello Stato laico e al sistema di valori fondanti della civiltà umana che salvaguardano la sacralità della vita di tutti? E che cosa accadrebbe se in un domani, sempre facendo riferimento al Corano, gli stessi barbuti di Londra e Madrid dovessero sentenziare diversamente da quanto prescrivono le nostre leggi e contemplano i nostri valori?
    Intanto noi oggi, plaudendo alla loro condanna del terrorismo nel nome del Corano, li abbiamo già legittimati come referenti giuridici, abbiamo attribuito loro un potere che abbraccia la sfera della rappresentatività religiosa e politica. Come potremmo in un domani dire loro ci andavate bene quando condannavate le bombe di Madrid e Londra, manon ci andate più bene quando osannate lebombedi Gerusalemme e Bagdad? Inoltre, una volta istituito il doppio binario giuridico, una volta accreditata la sharia in Occidente come fonte legittimante dei valori e della vita dei musulmani, come potremmo rifiutare e denunciare le fatwa emesse da altri sedicenti imam, ulema o mufti? Cosa farà l'Occidente di fronte allo scontro tra opposte fazioni islamiche che si delegittimano e condannano a vicenda a suon di fatwa?
    Tutto ciò avviene già nei Paesi musulmani. Quello che sta avvenendo nella Londra bersagliata dai kamikaze e dalle bombe islamiche, è di fatto la resa agli integralisti e ai terroristi. Il multiculturalismo prima ha lasciato fare ai barbuti della fatwa e della sharia, poi ha partorito il mostro del terrorismo suicida. Sono due facce della stessa medaglia.
    Magdi Allam
    22 luglio 2005

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Jun 2004
    Messaggi
    16,607
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    lucido Allam, come sempre; questo articolo fa riflettere, e dovrebbe far riflettere soprattutto coloro che hanno sempre in bocca la parola "laico" quando si parla di valori cristiani. Commenti dei "laici" di casa nostra?

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    18 May 2002
    Messaggi
    20,725
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ItaloConservatore
    lucido Allam, come sempre; questo articolo fa riflettere, e dovrebbe far riflettere soprattutto coloro che hanno sempre in bocca la parola "laico" quando si parla di valori cristiani. Commenti dei "laici" di casa nostra?
    infatti io mi considero laico (non ateo, che è diverso, e non lo sono affatto) e credo che non si possa essere laici verso il cattolicesimo e "osservanti integralisti" verso l'Islam.
    Purtroppo nella coalizione di cui, in fondo, faccio parte c'è in diversi settori un doppiopesismo che trovo ormai esasperante.

  4. #4
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    28 Aug 2005
    Località
    molise
    Messaggi
    39
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Apprezzo molto Magdi Allam come Khaled Fouad Allam (deputato dell'ulivo) studioso di diritto islamico e molto critico verso le "abitudini" di alcuni paesi che conosce bene; tuttavia credo che la questione sia mal posta: cioè, io credo che anzichè utilizzare sempre l'aggettivo "islamico", ci si dovrebbe riferire ai singoli popoli musulmani (molti dei quali non sono neanche arabofoni). E' chiaro che se si interpella "La Consulta Islamica di...", i loro leader parlino in nome del Corano e non della legge,; solo interrogando le singole comunità-marrocchina, algerina, tunisina, egiziana etc-che si può tastare la percezione che gli immigrati hanno sul primato della legge sulla sharia. Insomma è come se interpellassero un vescovo sull'aborto, lui lo condannerrebe in nome della propria legge religiosa anche se esiste una legge dello Stato che lo permette con buona pace dei prelati.

  5. #5
    Non prevalebunt
    Data Registrazione
    28 Mar 2007
    Località
    Europe
    Messaggi
    2,736
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Interessi poco confessabili

    Citazione Originariamente Scritto da willy Visualizza Messaggio
    Il Corano e il primato della legge Stiamo legittimando un doppio binario giuridico

    I terroristi islamici hanno colpito nuovamente Londra mentre il premier britannico Tony Blair sta trattando con un gruppo di «esponenti islamici » sulle nuove misure per contrastare il terrorismo, dopo aver incassato una fatwa (un responso legale islamico) di condanna dei kamikaze dello scorso 7 luglio. In altri termini, il governo di uno Stato sovrano ha ritenuto opportuno sottoporre le proprie decisioni all'approvazione di alcuni cittadini a cui è stato attribuito in modo del tutto discutibile lo status di rappresentanti di una supposta «comunità islamica», percepita come un corpo a sé stante in seno allo Stato di diritto.
    Siamo così arrivati all'Europa del «clero islamico», della fatwa e della sharia, la legge coranica. Dopo essersi distinta come retrovia logistica dei combattenti islamici in Afghanistan, Cecenia, Kashmir, Algeria, Bosnia, Palestina, Egitto, Marocco, Tunisia, Yemen, Iraq, Arabia Saudita, dopo essersi trasformata in una terra di predicazione della Jihad globale intesa come «guerra santa», dopo essersi scoperta «fabbrica di kamikaze » che si fanno esplodere fuori e dentro i propri confini, l'Europa emerge ora comeavanguardia mondiale di uno Stato teocratico islamico in nuce i cui leader sentenziano ciò che i musulmani debbono fare o meno. Tutto ciò all'interno di uno Stato di diritto dove vige un'unica legge che dovrebbe essere osservata da tutti i cittadini e residenti. Tutto ciò tra l'assenso, addirittura la compiacenza delle autorità europee, e perlopiù tra l'indifferenza dell'opinione pubblica.
    La recente immagine di cinque barbuti pachistani in abbigliamento tradizionale che, davanti alla sede del Parlamento, leggono a nome di oltre cinquecento esponenti religiosi del «British MuslimForum» una fatwa di condanna degli attentati che hanno insanguinato Londra lo scorso 7 luglio, è stata accolta dai più come un evento altamente significativo e positivo. Così come accadde il 10 marzo scorso quando l a «Commissione islamica di Spagna » emise una fatwa in cui sent e n z i a v a che «Osama Bin Laden, Al Qaeda e tutti coloro che pretendono di giustificare il terrorismo in nome del sacro Corano sono fuori dall'islam». In entrambi i casi la condanna del terrorismo si fonda su ciò che «il sacro Corano dichiara» e «ciò che l'islam ci insegna».
    Ma ci rendiamo veramente conto di quello che stiamo combinando? Stiamo legittimando il doppio binario giuridico in seno allo Stato di diritto, la legge ordinaria per gli autoctoni e la sharia per i musulmani. E' mai possibile che i musulmani per condannare il terrorismo, il massacro indiscriminato di innocenti, i kamikaze di Bin Laden, debbano obbligatoriamente far riferimento e trarre una legittimità dal Corano? Chi ha detto che i musulmani non debbano invece, al pari di tutti gli altri cittadini, far riferimento alle leggi dello Stato laico e al sistema di valori fondanti della civiltà umana che salvaguardano la sacralità della vita di tutti? E che cosa accadrebbe se in un domani, sempre facendo riferimento al Corano, gli stessi barbuti di Londra e Madrid dovessero sentenziare diversamente da quanto prescrivono le nostre leggi e contemplano i nostri valori?
    Intanto noi oggi, plaudendo alla loro condanna del terrorismo nel nome del Corano, li abbiamo già legittimati come referenti giuridici, abbiamo attribuito loro un potere che abbraccia la sfera della rappresentatività religiosa e politica. Come potremmo in un domani dire loro ci andavate bene quando condannavate le bombe di Madrid e Londra, manon ci andate più bene quando osannate lebombedi Gerusalemme e Bagdad? Inoltre, una volta istituito il doppio binario giuridico, una volta accreditata la sharia in Occidente come fonte legittimante dei valori e della vita dei musulmani, come potremmo rifiutare e denunciare le fatwa emesse da altri sedicenti imam, ulema o mufti? Cosa farà l'Occidente di fronte allo scontro tra opposte fazioni islamiche che si delegittimano e condannano a vicenda a suon di fatwa?
    Tutto ciò avviene già nei Paesi musulmani. Quello che sta avvenendo nella Londra bersagliata dai kamikaze e dalle bombe islamiche, è di fatto la resa agli integralisti e ai terroristi. Il multiculturalismo prima ha lasciato fare ai barbuti della fatwa e della sharia, poi ha partorito il mostro del terrorismo suicida. Sono due facce della stessa medaglia.
    Magdi Allam
    22 luglio 2005
    Quanto sopra è noto da tempo ma evidentemente più politici, e di diversa appartenenza, hanno interesse a lasciar che le cose seguano questo binario, sia pure per scopi opposti. E' un po' come quando Prodi e Solana insistevano a finanziare Arafat, negli ultimi anni del suo regno, quanto tutti, fino all' ultimo palestinse, sapevano benissimo che il 90% dei soldi se li intascav a il nosro eroe.
    Le problematiche islamiche sono note e stranote, probabilmente sono in molto, sia a dx che sx, a desiderare lo scontro.

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    30 Mar 2007
    Località
    San Donà di Piave
    Messaggi
    2,235
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hatukase Visualizza Messaggio
    Quanto sopra è noto da tempo ma evidentemente più politici, e di diversa appartenenza, hanno interesse a lasciar che le cose seguano questo binario, sia pure per scopi opposti. E' un po' come quando Prodi e Solana insistevano a finanziare Arafat, negli ultimi anni del suo regno, quanto tutti, fino all' ultimo palestinse, sapevano benissimo che il 90% dei soldi se li intascav a il nosro eroe.
    Le problematiche islamiche sono note e stranote, probabilmente sono in molto, sia a dx che sx, a desiderare lo scontro.
    Hatù, i politici tendono a vedere certe cose con la visione diversa da quella dei cittadini, il blocco islamico con tutte le sue contraddizioni che porta dietro continuerà a crescere sia dal punto di vista economico che demografico.

    Lo fanno perchè hanno paura di farseli nemici, perchè l'utero europeo oramai non fa più figli. Un buon argomento sul quale riflettere.

  7. #7
    رباني
    Data Registrazione
    04 Nov 2006
    Località
    Mitteleuropa
    Messaggi
    6,917
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    93

    Predefinito

    Certamente avrete giá avuto a che fare con un assicuratore.
    Questi viene in casa vostra, si accomoda in salotto, gli portate un caffé e lui vi chiede come stanno i bambini e dove siete stati in vacanza l'anno scorso.
    Dopo i convenevoli comincerá a raccontarvi di catastrofi (tutte vere), di incidenti (tutti veri), di situazioni familiari disastrose dopo un infortunio (tutte vere) e, dopo avervi terrorizzato un buon quarto d'ora, durante il quale avete sempre annuito con la testa, tirerá fuori il suo jolly. Volete difendervi da un destino cosí terribile? "Síííííí! Griderete voi! Volete lasciare i vostri figli indifesi di fronte alla brutalitá del destino? Noooooooo! Siete convinti che dovete subito fare qualcosa? Sííííí!

    Allora firma qui! Sotto la polizza del serafino, oggi in offerta speciale per soooooooooli 500 € al mese. Potete rifiutare la firma e continuare a guardare i vostri figli negli occhi?

    In realtá, della polizza non avete nessun bisogno e con la vostra firma avete assicurato il destino dell'assicurazione, dell'assicuratore e dei SUOI figli.

    Lo stesso fa Magdi Allam.
    Descrive dei fatti di cronaca (veri), cita una serie di avvenimenti politici (veri), illustra una serie di rapporti politici e sociali (veri) e quando ormai tutti siamo terrorizzati e angosciati dal suo racconto, ecco arrivare la stangata (falsa e nascosta tra le righe) :
    NON É POSSIBILE NESSUN RAPPORTO CON L'ISLAM; ISLAM MILITANTE E ISLAM MODERATO SONO LE DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA.
    Bontá sua.
    La realtá é diversa.
    La guerra (jiahd) in nome dell'Islam é la bugia.
    Voler distinguere cittadini di QUESTA religione da cittadini di QUELLA religione é la brutta copia dell'antisemitismo nazista.
    Il confine della ragione non é fra una religione e l'altra e nemmeno fra religione e laicismo.
    Il confine della ragione é fra uomini di buona volontá e uomini col kalashnikov.
    O fra uomini di buona volontá e istigatori.

  8. #8
    BERLUSCOPERTA.BLOGSPOT.CO M
    Data Registrazione
    18 Jan 2004
    Località
    EGUAGLIANZA E' LAICISMO - LAICISMO E' LIBERTA' - LIBERTA' E' DEMOCRAZIA - DEMOCRAZIA E' LEGALITA' - LEGALITA' E' EGUAGLIANZA
    Messaggi
    7,783
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gran bell'articolo.
    ..Perchè i giudici invece di applicare la legge la interpretano

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Jul 2007
    Messaggi
    55
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Certamente avrete giá avuto a che fare con un assicuratore.
    Questi viene in casa vostra, si accomoda in salotto, gli portate un caffé e lui vi chiede come stanno i bambini e dove siete stati in vacanza l'anno scorso.
    Dopo i convenevoli comincerá a raccontarvi di catastrofi (tutte vere), di incidenti (tutti veri), di situazioni familiari disastrose dopo un infortunio (tutte vere) e, dopo avervi terrorizzato un buon quarto d'ora, durante il quale avete sempre annuito con la testa, tirerá fuori il suo jolly. Volete difendervi da un destino cosí terribile? "Síííííí! Griderete voi! Volete lasciare i vostri figli indifesi di fronte alla brutalitá del destino? Noooooooo! Siete convinti che dovete subito fare qualcosa? Sííííí!

    Allora firma qui! Sotto la polizza del serafino, oggi in offerta speciale per soooooooooli 500 € al mese. Potete rifiutare la firma e continuare a guardare i vostri figli negli occhi?

    In realtá, della polizza non avete nessun bisogno e con la vostra firma avete assicurato il destino dell'assicurazione, dell'assicuratore e dei SUOI figli.

    Lo stesso fa Magdi Allam.
    Descrive dei fatti di cronaca (veri), cita una serie di avvenimenti politici (veri), illustra una serie di rapporti politici e sociali (veri) e quando ormai tutti siamo terrorizzati e angosciati dal suo racconto, ecco arrivare la stangata (falsa e nascosta tra le righe) :
    NON É POSSIBILE NESSUN RAPPORTO CON L'ISLAM; ISLAM MILITANTE E ISLAM MODERATO SONO LE DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA.
    Bontá sua.
    La realtá é diversa.
    La guerra (jiahd) in nome dell'Islam é la bugia.
    Voler distinguere cittadini di QUESTA religione da cittadini di QUELLA religione é la brutta copia dell'antisemitismo nazista.
    Il confine della ragione non é fra una religione e l'altra e nemmeno fra religione e laicismo.
    Il confine della ragione é fra uomini di buona volontá e uomini col kalashnikov.
    O fra uomini di buona volontá e istigatori.
    Quoto totalmente

  10. #10
    .... .....
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Nel tempo...
    Messaggi
    29,040
    Mentioned
    60 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito

    Gli Istigatori sono gli agenti del male.....coloro che sono incaricati dai tempi..di affrettare la decomposizione dei sistemi..separando così il grano dall'oglio...o coloro che sono irrimediabilemente corrotti..da chi contiene dentro di se il germe della nuova vita..
    E' normale che nell'ultima fase della discesa ciclica..si affrettino gli Imbonitori dell'Apocalisse..gli Appiccatori d'Incendi..e gli Untori della Desolazione..ma..pur essendo necessari..e normali...guai a chi li sostiene e aiuta....
    Bisogna dare all'uomo non ciò che desidera..ma ciò di cui ha bisogno...
    (la via diretta non è la più breve)

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 20-09-08, 12:33
  2. Il Primato Della “peshitta”
    Di Affus nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-04-06, 22:20
  3. il primato della chiesa
    Di mooceleste nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-06-05, 13:04
  4. Il Primato del Successore di Pietro nel mistero della Chiesa
    Di Colombo da Priverno nel forum Chiesa Ortodossa Tradizionale
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 22-12-03, 14:48
  5. Contro la globalizzazione e il primato della tecnocrazia
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-10-02, 17:53

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226