User Tag List

Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 64

Discussione: Grande centro

  1. #1
    Quo usque tandem???
    Data Registrazione
    01 Jun 2009
    Messaggi
    804
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Grande centro

    Su Il Giornale

    Non è certo solo Lorenzo Cesa, l'europarlamentare dell'Udc considerato molto vicino a Follini, a sottolineare la praticabilità della proposta di Rotondi. Il senatore ex Udc che ha gettato nel mare agitato dai botta e risposta tra Casini e il premier Berlusconi, una sorta di zattera di salvataggio che chiama Ppe italiano, con dentro Forza Italia, Udc, la sua Dc, e fuori An. Una zattera dove i primi a voler salire sembrano proprio quelli dell'Udc, mentre ovviamente quelli che la considerano soltanto un'inutile distrazione dal progetto della Costituente del Partito unitario sono quelli di An, che di questo organismo fanno già parte.
    Il vicesegretario vicario dell'Udc, Mario Tassone sembra tra i più convinti, «a patto - dice - che non sia solo un'ipotesi elettoralistica». Tassone considera valida l'idea di «dar vita a un partito di centro che raccolga le varie esperienze dei cattolici democratici ovunque si trovino». Sulla stessa linea Luca Volontè, che in una intervista al quotidiano Il Mattino immagina scenari politici diversi da quello attuale, e in particolare ritiene possibile un «partito unitario con Udeur e Margherita». «Si tratta di un'idea lanciata due anni fa dal nostro segretario - sottolinea il capogruppo udc alla Camera - e che rimane attuale soprattutto dopo una vittoria referendaria che ha visto da una sola parte tutti i soggetti che appartengono alla storia del Ppe». Una voce diversa è quella di Maurizio Ronconi, senatore dell'Udc, che sostiene che all'ordine del giorno c'è solo «il partito dei moderati al quale sono chiamati a partecipare Fi, Udc e An. Tutto il resto rimane subordinato e tende a indebolire il disegno principale».
    Opposizione netta da parte di esponenti della Margherita. «Per l'amor di Dio - ha commentato Willer Bordon intervistato da Radio Radicale - mi viene da dire: vade retro Satana!». Mentre a Mauro Fabris, coordinatore nazionale dell'Udeur, questa lista di Rotondi appare «come il tentativo disperato di riciclarsi e salvarsi di fronte a un'imminente débâcle elettorale». Per il coordinatore del partito di Mastella, non è il caso di pensare a una riedizione della vecchia Democrazia Cristiana adesso: «Realisticamente se ne potrà riparlare quando Berlusconi uscirà definitivamente dalla scena politica italiana». Ripete la sua posizione Maurizio Gasparri di An: «A meno che non si punti alla scomposizione dei Poli, l'unica via è quella tracciata della Costituente del partito che si ispira al Ppe». Obiettivo a cui lavorare con più convinzione da subito, senza tatticismi, è l'invito di Gasparri. Più polemico il suo successore al ministero della Comunicazione, Mario Landolfi, che definisce la proposta di Rotondi «un divertissement agostano, destinato a rimanere tale». «La Margherita - commenta il ministro di An - non abbandonerà mai il centrosinistra per passare a un ipotetico grande centro. E non è possibile marginalizzare una forza come An». Landolfi sostiene che «fare la sezione italiana del Ppe significa dividere ciò che è già unito per tentare di unire quello che è diviso». Anche il presidente Cossiga in un'intervista a Il Tempo dice no alla proposta di Rotondi. Perché non crede al Ppe, partito da cui si è dimesso, e perché la Dc non può rinascere,
    perché quel partito «era il prodotto eccezionale di contingenze di politica interna». Per Cossiga si tratterebbe di «un'operazione rabberciata». A tutti risponde l'autore della proposta. Rotondi si dice sempre più convinto che la sua è l'unica proposta per rendere il centrodestra più efficace alla prossima scadenza elettorale. «Non ora, ma la Dc si può rifare» - replica a Cossiga, cui contesta che la Dc sia stata irripetibile creazione della Chiesa. «È stata creatura politica di laici indipendenti». E promette di inviargli una tessera onoraria della nuova Dc.
    Da Il Giornale

    E' davvero impossibile un ritorno dei cattolici ad una casa comune?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Quo usque tandem???
    Data Registrazione
    01 Jun 2009
    Messaggi
    804
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Su Il Giornale
    Francesca Angeli

    da Roma

    Non ha bisogno di dimostrare la sua lealtà verso Silvio Berlusconi. Non ha nulla da farsi perdonare dal premier perché non esistono ipotesi di complotto. Pierferdinando Casini rivendica di essere stato un marito fedele nella Casa delle Libertà. «Io nel centrodestra ci sono stato nella buona e nella cattiva sorte» ricorda il presidente della Camera, che non rinuncia a dare una stoccata all'antagonista di sempre, la Lega. «Mentre Bossi tradiva - ammonisce - io mi prendevo gli insulti insieme a Berlusconi. Dunque non accetto lezioni sul tradimento da nessuno».
    Dunque l'Udc è stata fedele. Non è detto che lo sarà in futuro perché per continuare a restare dentro l'alleanza del centrodestra pone condizioni precise. Le stesse di cui i centristi parlano da mesi ed alle quali è chiaro che non rinunceranno, pena l'abbandono della Casa delle Libertà. A costo di correre da soli alle elezioni del 2006. «Non sono lo spartiacque tra il bene e il male - dice Casini -. Serve una novità: se questa ci sarà bene altrimenti ognuno è artefice del proprio destino». Come a dire che la responsabilità della sconfitta ricadrà su chi non ha voluto ascoltare le ragioni dell'Udc, ovvero Berlusconi.
    L'attesissimo intervento di Casini alle giornate di Cortina non delude le aspettative. Quello del presidente della Camera è un discorso a tutto tondo che affronta i temi cruciali che in questi giorni agitano il mondo politico: il grande centro rilanciato da Mario Monti; il problema dell'identità culturale dell'Europa affrontato da Marcello Pera a Rimini. Ma prima di tutto Casini ancora una volta affronta i nodi politici intorno ai quali si sta avvitando la coalizione di centrodestra.
    Ed è chiaro che Casini non intende mollare sulla necessità di un cambiamento di registro radicale nel centrodestra.
    «Berlusconi ha un punto debole - dice Casini -. Me lo dicono anche quelli di Forza Italia. È quello di non riuscire a passare da un'alleanza carismatica a un'alleanza politica. E questo dovrebbe essere interesse di Berlusconi». Se si vuole che l'alleanza sopravviva, al di là della vittoria o no alle elezioni «occorrono novità e coraggio per creare un centrodestra basato sui valori andando oltre la figura di Berlusconi, Casini e quant'altri». Non si tratta di mettere in discussione il primato dell'attuale capo di governo. «Che Berlusconi sia il leader della Cdl non lo dico io ma i numeri. Lui è il leader del partito di maggioranza relativa». Ma il punto di partenza per riconquistare gli elettori delusi e sfiduciati deve essere un altro. «Quanto alla premiership non accetto una discussione che parta dalla fine - insiste -. L'inizio del discorso è che tutta la Casa delle Libertà deve discutere sui valori. Io non credo che la mia posizione sia minoritaria, forse lo è nell'establishment ma non nell'elettorato».
    Insomma il centrodestra può tornare ad essere protagonista ma «servono verità e responsabilità». Berlusconi non si illuda, prosegue Casini, non si vincerà «con qualche spot in più o qualche manifesto in più per la campagna elettorale, perché gli italiani hanno un grado di disincanto molto forte». Secondo Casini bisogna chiedersi «tutti assieme come mai i giovani vanno ad ascoltare il Papa e non vengono ai comizi dei politici».
    E ancora una volta Casini torna a dire che il centrodestra deve «mettersi in discussione», riconoscere gli errori fatti e mettere in piedi «un grande partito dei moderati». Condivisibile quindi l'intervento di Monti. «Dice quello che dicono tanti e che dico pure io: serve una potente iniezione di centro alla politica italiana che si contende la guida politica del Paese - osserva Casini -. La proposta di un centro autonomo può nascere solamente dalla presa d'atto dell'irriformabilità dei due poli». Insomma il terzo polo può nascere soltanto come consueguenza del fallimento dei primi due, della loro incapacità di rinnovarsi. Ed invece «il bipolarisimo si gioca al centro - dice Casini -. Questo significa avere dei poli che si battono e che si contendono la guida del Paese su valori di centro». Ma quali sono questi valori? Quelli di identità rivendicati da Pera il cui intervento ha suscitato un fiume di polemiche? Casini apprezza la «profondità della riflessione» del presidente del Senato. Certo termini come «meticciato» lo lasciano perplesso ma non scandalizzato. «Non userei scomuniche clericali contro un laico che si è posto il problema identitario del nostro Paese», osserva.
    Un accenno anche alla riforma federalista fatta dal centrodestra. Proprio la devolution voluta dalla Lega è uno dei motivi di attrito più forte con l'Udc che ha più volte minacciato di non votarla. «Non è certo peggiorativa rispetto a quella fatta dal centrosinistra sul titolo V della Costituzione - dice Casini - ma il problema sono le norme sul rapporto tra le due Camere».


    Sempre sullo stesso tema!


  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    08 Jun 2003
    Località
    Lazio
    Messaggi
    256
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito DC

    www.lademocraziacristiana.it

    Attualmente pare l'unica riconosciuta...leggere le sezioni dedicate al riconoscimento presenti nel sito!

    Grazie!

  4. #4
    Quo usque tandem???
    Data Registrazione
    01 Jun 2009
    Messaggi
    804
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Di nuove democrazie cristiane ce ne sono tante, per me l'unico vero erede è il mio partito, l'UDC!!!
    Non sono per le restaurazioni: Il mio sogno è un centrodestra dalla Margherita ad Alleanza Nazionale, senza però le parti più estremiste della lega e dell'estrema destra!
    Tu come la vedi?

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    08 Jun 2003
    Località
    Lazio
    Messaggi
    256
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Paperinik82
    Di nuove democrazie cristiane ce ne sono tante, per me l'unico vero erede è il mio partito, l'UDC!!!
    Non sono per le restaurazioni: Il mio sogno è un centrodestra dalla Margherita ad Alleanza Nazionale, senza però le parti più estremiste della lega e dell'estrema destra!
    Tu come la vedi?
    La vedo molto difficile..cmq Rotondi per quanto ne so si muove verso Berlusconi e anche la Mussolini sta facendo accordi con Moffa..ti dice niente??
    La lega sarebbe fuori da questo centrismo..infine la Margherita non mi sembra d'accordo, l'Udc quasi tutta si, AN per ora no..e c'è troppo casino per il leader.
    A sinistra invece viene da piangere se si pensa che i leader sono tremila e non ha nessuno un cavolo di programma...ma tanto qui da noi per governare che serve un programma????

  6. #6
    Lampo
    Ospite

    Predefinito

    In origine postato da Alessio

    A sinistra invece viene da piangere se si pensa che i leader sono tremila e non ha nessuno un cavolo di programma...ma tanto qui da noi per governare che serve un programma????
    Alessio si stanno per svolgere le primarie....
    Ciascun candidato ha le sue priorità di programma e chi vincerà dovrà tener conto delle priorità di tutti....

  7. #7
    Lampo
    Ospite

    Predefinito

    In origine postato da Paperinik82
    Di nuove democrazie cristiane ce ne sono tante, per me l'unico vero erede è il mio partito, l'UDC!!!
    Non sono per le restaurazioni: Il mio sogno è un centrodestra dalla Margherita ad Alleanza Nazionale, senza però le parti più estremiste della lega e dell'estrema destra!
    Tu come la vedi?
    L'UDC non è erede di nulla !
    L'erede della DC è il PPI che è confluito nella Margherita !

    Margherita di centrodestra ?

  8. #8
    Quo usque tandem???
    Data Registrazione
    01 Jun 2009
    Messaggi
    804
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Lampo
    L'UDC non è erede di nulla !
    L'erede della DC è il PPI che è confluito nella Margherita !

    Margherita di centrodestra ?
    Sempre la stessa storia...
    PPI???

  9. #9
    Quo usque tandem???
    Data Registrazione
    01 Jun 2009
    Messaggi
    804
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Alessio
    La vedo molto difficile..cmq Rotondi per quanto ne so si muove verso Berlusconi e anche la Mussolini sta facendo accordi con Moffa..ti dice niente??
    La lega sarebbe fuori da questo centrismo..infine la Margherita non mi sembra d'accordo, l'Udc quasi tutta si, AN per ora no..e c'è troppo casino per il leader.
    A sinistra invece viene da piangere se si pensa che i leader sono tremila e non ha nessuno un cavolo di programma...ma tanto qui da noi per governare che serve un programma????
    In effetti di programmi non se ne vedono...
    Tanto il centrosinistra non regge anche se vince.
    Spero solo che se vincono non facciano troppi danni!!!

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    08 Jun 2003
    Località
    Lazio
    Messaggi
    256
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Paperinik82
    In effetti di programmi non se ne vedono...
    Tanto il centrosinistra non regge anche se vince.
    Spero solo che se vincono non facciano troppi danni!!!
    Se vincono di certo non sarà Prodi il vero leader..come anni fa va su e poi lo rimandano a casa!

 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Il grande centro
    Di Livio nel forum Fondoscala
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 26-09-07, 13:28
  2. Grande centro
    Di Paperinik nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 02-09-07, 14:55
  3. Il grande centro?
    Di Nebbia nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 17-04-07, 17:32
  4. Il grande centro o la grande ammucchiata?
    Di lupin nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 09-12-06, 15:30
  5. Grande centro
    Di Lollo87Lp nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 10-09-05, 21:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225