User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Cristo e Nash

  1. #1
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Cristo e Nash

    il comandamento di gesù cristo:

    "Ama il prossimo tuo come te stesso" può essere visto come un equi8librio di strategie dominanti?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Puoi esplicitare il significato della tua domanda? Grazie..

  3. #3
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    mi sa che qua la gente non conosce la "teoria dei giochi", ma d'altra parte la domada non mi sembra molto intelligente, non si può applicare le leggi dell'economia alla religione.

  4. #4
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by uva bianca
    mi sa che qua la gente non conosce la "teoria dei giochi", ma d'altra parte la domada non mi sembra molto intelligente, non si può applicare le leggi dell'economia alla religione.
    non è un legge delle economia è una legge matematica che è stata applicata alla economia, lo stasso nash era un matemantico e d' economia non ne capiva nulla cmq il succo è questo
    il signor Smith Adam economista e filosofo morale Scozzese sosteneva che "l'ambizione individuale serve al bene comune", e di conseguenza "il risultato migliore si ottiene quando ogni componente del gruppo fa ciò che è meglio per sé" il signor Nash John sostenne invece che "il risultato migliore si ottiene quando ogni componente del gruppo fa ciò che è meglio per sé e per il gruppo, secondo la teoria delle dinamiche dominanti" che può essere interpretato come il comandamento di Gesù Cristo, i un rapporto "persona"-> "prossimo"

  5. #5
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I 2 comandamenti del Signore non vanno letti, nè applicati, in chiave utilitarista.

  6. #6
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Adam Smith è comunemente considerato il sostenitore, per eccellenza, della opportunità di fare affidamento esclusivamente sul mercato.
    Smith ha certamente contribuito in modo decisivo a chiarire la logica del meccanismo di mercato; ma ha anche analizzato alcune delle sue più importanti limitazioni. In tema di interessi, Smith si oppose a vietarli per legge, eppure sostenne la necessità di restrizioni di legge, imposte dallo Stato, quanto ai massimi tassi praticabili.

    La motivazione sottesa alla logica interventista di Smith è che i segnali del mercato possono rivelarsi fuorvianti e che dall'operare del libero mercato può risultare un grande spreco di capitale, in seguito all'investimento privato in progetti che sembrano promettere immediati profitti e al conseguente spreco di risorse sociali da parte dei privati.

    Nel marzo 1787 Jeremy Bentham scrisse una lunga lettera ad Adam Smith, rimproverandolo e argomentando in favore della piena libertà del mercato. È un curioso episodio nella storia del pensiero economico: il filosofo utilitarista, l'interventista, il riformatore fa lezione al propugnatore, al guru dell'economia di mercato, predicando le virtù dell'allocazione delle risorse stabilita liberamente dal mercato.

    Nel valutare gli affari e la finanza Smith e Bentham condividevano un'impostazione, al fondo, consequenzialista; ma Bentham obiettava alla tesi di Smith che tassi di interesse troppo alti avrebbero indotto "prodighi" e "progettatori di iniziative chimeriche" a fare spreco di risorse sociali, mettendo fuori mercato quanti intendessero investire capitali in usi più produttivi.
    Quanto ai prodighi, o agli stravaganti spendaccioni, Bentham scriveva: "non è tra loro che dobbiamo cercare i clienti che comunemente domandano denaro ad alti tassi di interesse" (pag.
    136). E si dilungava ad argomentare che quelli che Smith trattava da "progettatori di iniziative chimeriche" - iniziative svariate tutte miranti a far denaro rapidamente - erano anche gli innovatori e i pionieri del progresso e del cambiamento (pagg. 137-143).

    Nel dibattito contemporaneo il problema di un tasso legale massimo non è più di attualità. Sotto questo profilo è ben chiaro che Bentham ha avuto ragione su Smith. È importante, tuttavia, esaminare perché Smith si fosse formato un'opinione così negativa dell'impatto sul sistema economico di "prodighi" e "progettatori di iniziative chimeriche". Ciò che lo toccava profondamente era il problema dello spreco di risorse sociali e della perdita di capitale produttivo.

    http://lgxserver.uniba.it/lei/rassegna/000903e.htm

    ****************

    e questo va bene.....ma non capisco che c'azzecca con L'AMARE IL PROSSIMO COME AMI TE STESSO....
    La frase di Gesù non parte da una condizione economica nè per una condinzione economica........ essa è stata detta per un rapporto fra le persone:
    se mi amo egoisticamente facendo del danaro un dio...le conseguenze di come amerò il mio prossimo saranno appunto catastrofiche.......ecc.ecc.ecc..........

    Non vedo una connessione fra la frase del Cristo e una soluzione economica.......

    Fraternamente caterina LD
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-01-13, 14:43
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-01-13, 14:24
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-09-11, 13:03
  4. John Nash
    Di Jaki nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-10-04, 23:00
  5. nash antisemita e le lobbies giudaiche
    Di caracalla nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 28-03-02, 17:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226