User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito II Congresso di Libertà Cristiana

    In data 24 agosto è stato approvato il nuovo simbolo e il nuovo Statuto di Libertà Cristiana. Li ripropongo di seguito.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito







    Statuto di Libertà Cristiana


    1.Libertà Cristiana (LC) è il partito di Pol che raccoglie tutti i forumisti che condividendo il seguente programma, riconoscono come fondamento dell’agire politico, la legge morale naturale, vera luce della ragione, patrimonio di tutta l’umanità, testimoniata e rivelata positivamente dalla Scrittura, rinnovata in Cristo, ed espressa dalle leggi dello Stato.
    Tutti gli uomini possiedono la ragione e in loro alberga la stilla di un discernimento morale tra la virtù ed il vizio, tra ciò che è da farsi e ciò che deve essere evitato.
    La sola ragione pratica, tuttavia è insufficiente a consentire a tutti gli uomini una vita virtuosa, secondo la legge morale naturale, poiché spesso l’uomo, abbandonato di fronte alle sue sole forze, sceglie l’utile al posto del vero, convincendosi in seguito che le due cose, coincidano.
    Non mancano esempi tuttavia di grandi uomini che, mossi da una ragione correttamente ontologica, hanno veramente sbalordito per la loro corretta visione filosofica, come Aristotele, Confucio, Lao Tse, ecc. La metafisica, infatti, risulta essere l’unica possibile forma filosofica che permetta agli abiti della ragione, di determinarsi nel modo corretto, divenendo morali. La metafisica, in pratica, permette di conoscere e di seguire il giusto ordine naturale.
    Dio perciò, nell’ economia della salvezza, ha voluto che la ragione pratica umana fosse confermata, guidata e istruita dalla Rivelazione, assicurando così un sostegno all’uomo, nel discernere e perseguire la virtù, e santificare se stesso e gli altri.
    Cristo, non ha mutato i principi della legge morale contenuti nell’Antico Testamento, bensì li ha portati a compimento. Da norme etiche, le norme della legge morale, in Lui diventano strumento di salvezza.
    Per consentire agli uomini di vivere secondo i precetti morali naturali, e attraverso di essi, vivere una esistenza dignitosa e pacifica, preparandosi alla salvezza, Dio ha costituito l’Autorità dello Stato. Ogni autorità viene da Dio, e gli uomini, hanno l’obbligo morale di obbedirvi, obbedendo essi, così, al volere di Dio. L’autorità, tuttavia, come tale, deve rispettare la Regalità sociale di Cristo, attraverso la difesa, la promozione, la codificazione del diritto naturale.
    Lo stato pertanto è l’immagine della Regalità di Cristo, e si deve impegnare a rispettarla, nella sequela della legge divina-naturale, nell’espletamento dei poteri esecutivo, legislativo e giudiziario.
    Quando lo Stato, non soltanto infrangendo i precetti della legge morale naturale, in materie sensibili, ma imponendo comportamenti scorretti e disonesti moralmente a tutti i cittadini, degenera in tirannide. Illuminati dal magistero della Chiesa, specialmente da Populorum progressio, possiamo affermare che in casi estremi, e se il bene pubblico lo richiede, e non vi sia il rischio di ingenerare una tirannia peggiore, la cittadinanza è moralmente autorizzata alla resistenza, anche attiva, contro l’ingiustizia.

    2.I membri del partito, riconoscono nello Stato l’autorità legittima, voluta da Dio stesso, al fine di consentire il conseguimento della pace e dell’ordine nelle cose terrene da parte della società, la quale così è guidata al conseguimento del bene comune, ed agevolata al raggiungimento della comunione con Dio, che è il vero fine spirituale dell’uomo, come singolo e come società.
    Chiesa e Stato sono, ciascuno nel proprio ambito, pertanto, indipendenti e sovrani. Essi tuttavia collaborano alla vera promozione della persona umana, ognuno nel proprio campo di applicazione, e nel rispetto della legge morale.

    3.LC riconosce come causa del decadimento materiale e spirituale della società attuale, l’abbandono di un corretto sistema filosofico metafisico in base al quale concepire la stessa realtà. Il relativismo razionalista che si è instaurato al posto della sana ontologia, costituisce una vera dittatura del soggettivismo, che impedisce qualsiasi affermazione oggettiva, sul “vero” e sul “giusto”, relegando tutte le affermazioni nel campo dell’opinione, la cui validità o meno, non è data dal fatto che essa sia in sé giusta o sbagliata, ma dalla mera volontà della maggioranza degli interessati. LC è fermamente convinta che tutti gli esempi di Stati che hanno fondato la propria ideologia ed autorità, sulla mentalità moderna (id est relativista), hanno dimostrato drammaticamente i propri limiti: così i governi illuministi, con la dittatura dell’empirismo scientista, il terrorismo rivoluzionario con i conseguenti governi liberali ottocenteschi, che ne furono una emanazione moderata, le ideologie che dalla concezione politica e spirituale di Hegel, attraverso le successive rielaborazioni di Marx, Feuerbach e Nietzche che hanno prodotto il nazionalsocialismo (in tutte le sue forme) ed il comunismo, la demagogia relativista e l’attuale utilitarismo edonista. Denotando un comune denominatore, l’abbandono cioè di un corretto fondamento ontologico, che basa l’azione politica sulla giustizia, queste forme di governo hanno dimostrato che il pensiero moderno, è incompatibile con la vera giustizia.
    LC, si impegna per il recupero dei fondamenti ontologici dell’azione politica.


    4.L’adesione a LC è aperta a tutti i forumisti che ne condividano il progetto. I membri del partito, riconoscono e fanno proprie tutte le istanze del presente statuto.


    5.LC riconosce, professa obbedienza e crede la Santa Chiesa Cattolica, Apostolica e Romana il cui capo, Gesù il Cristo, è visibilmente rappresentato in terra dal Sommo Pontefice Romano.


    6.LC si fa portatrice del messaggio di liberazione per l’uomo portato da Cristo.
    La “liberalitas” di cui vuole essere portavoce, è il sano liberalismo, cristianamente inteso, che si fonda sulla triplice libertà personale/spirituale (diritto alla vita per tutti gli esseri umani, libertà religiosa e di pensiero), politica (libertà di associazione e di resistenza allo Stato oppressore) ed economica (diritto alla proprietà, libertà nell’impresa e nel commercio).
    LC crede fermamente che la promozione della libertà dell’Uomo, in questo senso, sia semplicemente l’affermazione più nobile della dignità della Persona umana, in quanto tale. Combatte perciò con risolutezza le ideologie, le congregazioni e i movimenti di qualsiasi genere, che contro tale dignità sacra ed inviolabile, si oppongano.

    7.LC riconosce le condanne della Chiesa al comunismo, al socialismo, al marxismo, come assolutamente giuste, valide ed attuali.
    Parimenti rifiuta anche tutti gli altri sistemi statali che derivino dalla filosofia moderna, come il nazismo ed il fascismo.
    LC lavora perché partiti politici e tutte le associazioni di cittadini, riconosciute e non, espressione di ideologie nefaste, eversive dell’ordine sociale, distruttrici dell’ordine democratico, vengano messi al bando, come anticostituzionali.

    8.LC crede fermamente nella libertà, nell’uguaglianza e nella fratellanza di tutti gli uomini, in quanto persone. Per questo motivo rifiuta tutte le teorie che tendano ad intaccare questi supremi valori, instillando discriminazioni tra ceti sociali, razze, ed appartenenze religiose.
    La libertà religiosa deve essere tenuta in considerazione secondo il magistero della Chiesa e la retta ragione, ossia permettere la libertà dell’atto di fede, ed evitare il pericolo di indifferentismo.
    Il corretto esercizio della libertà religiosa, non può però trascendere il rispetto delle leggi dello Stato, della dignità della Persona umana, dell’ordine pubblico, e del buon costume.

    9.LC non crede nella distinzione tra fazioni politiche, tra destra e sinistra, distinzioni queste, che alimentano solamente l’odio tra gli uomini. LC si pone come seguace della legge morale naturale, e pertanto rivolge il suo messaggio a tutti gli uomini. I limiti dell’azione politica, sono riscontrabili appunto laddove tale azione contraddica i principi morali che sono alla base della dottrina del partito.

    10. LC riconosce nella Repubblica Italiana, la legittima autorità statale, e come tale le presta il dovuto ossequio. I membri del partito, sono tenuti al rispetto delle pubbliche istituzioni.

    11.LC esprime la sua amicizia per quelle nazioni che, incarnando l'ideale di vita occidentale, radicato nella tradizione cristiana, promuovono e difendono la cultura della libertà, della democrazia e della dignità dell'uomo: guarda con simpatia ad ogni iniziativa volta ad assicurare la pace- tranquillitas ordinis- nel mondo e ad esportare i valori della democrazia, intesa tomisticamente, nei paesi dove essa è negata ai cittadini.

    12.LC crede nel principio di autodeterminazione dei popoli, e nel diritto di ogni popolo ad essere rappresentato da uno Stato legittimo.

    13. LC rifiuta una azione politica basata sull’assistenzialismo, che favorisca il parassitismo ed i privilegi di ceti sociali, di aree geografiche e di categorie di persone, a discapito di altre. Nell’affermare categoricamente il principio di uguaglianza sostanziale di tutti i cittadini, il partito esige che a parità di diritti corrisponda una parità di doveri.

    14.LC è promotrice, nel solco della tradizione cristiana e liberale, di un decentramento politico ed amministrativo, volto a dare maggiore dignità democratica allo Stato.
    Il governo dei liberi cittadini, si dovrà basare anzitutto sulla famiglia, vero mattone dell’edificio sociale.
    Lo stato deve riconoscere alla famiglia, istituita da Dio come prima cellula della società, e fondata sul sacramento del matrimonio e sulle unioni civili eterosessuali, il ruolo sussidiario che svolge, nell’educazione e formazione civica dei cittadini, e pertanto deve incoraggiarla con un adeguato trattamento economico e fiscale.
    Lo Stato ha l’onere di proteggere la famiglia, di salvaguardarne l’unità e di promuoverne lo sviluppo.
    Il governo dello Stato sia per quanto possibile, sempre più delocalizzato ed affidato alle competenze territoriali. E’ giusto che anche le tasse siano pagate dai cittadini, per i bisogni del proprio territorio.
    I comuni, siano organizzati in modo da essere la più vivida espressione dell’unione delle famiglie residenti in una medesima città. A sua volta, le provincie siano l’espressione federale dell’insieme dei comuni, e le Regioni lo siano delle Provincie.
    Alle Regioni, spetteranno le prerogative statali vere e proprie, come pure esercitare i poteri esecutivo, legislativo e giudiziario, in forma delegata nel rispetto delle leggi nazionali. La Repubblica Italiana, dovrà essere la federazione delle regioni indipendenti d’Italia, e limiterà la propria azione di governo, alle solo prerogative interregionali, e nelle materie di indirizzo e di utilità nazionale.

    15. In materia fiscale, lo Stato punterà ad adottare un sistema di prelievo prevalentemente indiretto, volto ad incrementare la circolazione dei beni, la produzione della ricchezza ed il commercio.
    L’esazione fiscale non dovrà mai essere repressiva della dignità della persona umana.
    I proventi fiscali dovranno essere impiegati nel modo migliore, per favorire la promozione del cittadino, evitando gli abusi e gli sprechi.
    Nel calcolo delle aliquote contributive, si avrà particolare cura a non volere punire i produttori della ricchezza nazionale, ne a considerare la proprietà come un crimine nei confronti delle persone più svantaggiate.
    Lo stato assicurerà una vita dignitosa alle persone più svantaggiate, favorendone soprattutto il riscatto attraverso il lavoro, o contribuendo, in mancanza di soluzioni alternative, al reddito.
    L’esercizio dei diritti e dei doveri legati alla vita politica e democratica, dovrà anche tenere considerazione del ruolo svolto dal cittadino nella società, evitando di identificare l’uguaglianza degli uomini come una indistinta massificazione.

    16.Nei confronti della tutela della società dalla criminalità, lo Stato dovrà essere garante nei confronti dei cittadini, di una esistenza tranquilla e pacifica, e di una giustizia efficiente e rapida.
    Il sistema penale, dovrà soddisfare i due requisiti basilari di ogni pena, ossia la difesa della società, e la juxta vindicatio nei confronti del reo.
    Qualsiasi tipo di programma riabilitativo nei confronti del reo, non potrà effettuarsi a discapito dei summenzionati principi. Per il partito, il lavoro coatto dei galeotti, è uno strumento giusto, per riscattare col lavoro la propria pena, e contribuire al risarcimento coi frutti del lavoro, coloro che sono stati colpiti dall’azione delittuosa.
    I tempi dei procedimenti giudiziari dovranno essere compatibili con l’esigenza di giustizia del popolo.
    Si dovrà evitare, attraverso la scelta di opportuni protocolli, che le norme di garanzia del giusto processo, vengano usate dai delinquenti a discapito degli onesti cittadini.
    LC è conscia che la proprietà sia una delle espressioni massime della dignità della persona umana. Pertanto è fautrice di un rinnovamento giuridico, volto a dare maggiore protezione alla proprietà, e nel contempo a punire più severamente i delitti contro di essa. I delitti contro la proprietà, subdoli ed abietti, devono essere considerati a tutti gli effetti, degli attentati alla dignità dell’Uomo, e come tali, equiparati ai delitti contro la persona, sempre considerando i diversi gradi di gravità, poiché se questi impediscono o limitano la vita, il bene sommo, quelli la rendono gravosa ed insopportabile. Da sempre la tradizione cattolica ha identificato come peccati gravissimi, che gridano vendetta la cospetto di Dio, equiparandoli come gravità, atti contrari alla legge morale naturale, poiché lesivi della dignità della Persona umana, sia ostacolando il propagarsi della vita, sia sopprimendo una vita, sia opprimendo economicamente, sia frodando il frutto del lavoro.
    LC si batte affinchè venga reintrodotto il reato di insolvenza dei debiti, con la conseguente pena di reclusione.

    Per quanto riguarda la pena capitale, potrà essere adottata, ma si limiteranno i casi di applicazione ai reati più gravi, contro Dio, la Persona umana e la società, tenuto anche conto del sentimento di giustizia dei cittadini, e valutando l’applicabilità caso per caso, una volta avuta la certezza della colpevolezza del reo, al di là di ogni ragionevole dubbio e quando questa fosse l'unica via praticabile per difendere efficacemente dall'aggressore ingiusto la vita di esseri umani.
    In materia di diritto del lavoro, LC auspica la liberalizzazione dei mercati, e lo snellimento delle norme di tutela dei lavoratori, per creare un mercato del lavoro più libero, e meno opprimente nei confronti dei datori di lavoro.

    17.LC esprime la propria convinzione nella necessità delle riforme dell’assetto costituzionale, riconoscendo come inadeguate le attuali strutture repubblicane. Propone di riformare la Repubblica in senso presidenziale, facendo coincidere le cariche di Primo Ministro e di Capo dello Stato, arrivando così all’elezione diretta del Presidente della Repubblica.
    Auspica inoltre che il parlamento sia riformato, ponendo accanto ad una Camera dei deputati, rappresentanti politici del popolo, un Senato, espressione della base regionale dello Stato.

    18.L’ammissione nel partito è fatta previa domanda in forma semplice al presidente, o al segretario, che nel caso ha l’obbligo di comunicarlo al presidente. I membri del partito ne fanno parte fino a che non esprimano la volontà di uscire, o vengano espulsi dal presidente.
    Il decreto di espulsione è controfirmato dal segretario, e non può che essere comminato per inosservanza dello statuto o condotta ritenuta moralmente disdicevole.
    Le cariche sociali del partito sono:
    -Il presidente
    -Il segretario
    -I presidi
    -L’assemblea dei membri, che si raduna in Congresso.

    Il congresso è convocato dal presidente e dal segretario congiuntamente.
    Il presidente ha la rappresentanza politica del partito di fronte alla società, ne dà le linee guida di indirizzo, e regola la vita all’interno del movimento.
    Il segretario, coadiuva il presidente nella rappresentanza, e funge da rappresentante del partito presso il parlamento di Pol.
    Possono essere istituite liberamente delle commissioni, preposte da un preside, nelle materie che le alte cariche riterranno opportune.
    Il congresso può eleggere il presidente, il quale nomina il segretario ed i presidi, congiuntamente col segretario.
    Le norme elettorali interne vengono stabilite con decreto delle alte cariche.
    Le cariche di partito sono incompatibili,eccezion fatta per il segretario, con l’elezione al parlamento di Pol.
    I parlamentari di LC rispondono delle propria condotta al segretario del partito, il quale risponde solo al presidente. Il presidente, a sua volta rivolge le direttive del partito, da applicarsi in parlamento, al solo segretario.

    19.L’appartenenza alla massoneria è vietata. Sono vietate altresì l’appartenenza a tutti i gruppi, partiti politici, sette , movimenti, associazioni culturali e non, che esprimano idee contrarie alla dottrina cattolica, complottino contro la Chiesa, siano stati da essa condannate, od abbiano finalità eversive.

    20.L’attività propagandistica del partito, si può svolgere col consenso del presidente o del segretario. Tale consenso può essere sia espresso che presunto. Qualora le alte cariche del partito revochino il consenso ad una attività, essa deve cessare, e se continua, non può più essere svolta in nome del partito.

    21. Il partito vuole essere un vero movimento di idee, che al di là dell’ambito virtuale, possa contribuire alla crescita politica della Nazione e dei membri. Non è pertanto esclusa una costituzione formale in movimento politico-culturale.

  3. #3
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In data 24 agosto è stato nominato presidente il forumista Napolèon I. In data 25 agosto egli ha accettato la nuova carica.

  4. #4
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ALL'ORDINE DEL GIORNO


    -Rinnovo delle tessere di adesione al partito virtuale.

    -Istituzione delle commissioni che sono riportute opportune e nomina dei presidi.

    -Varie ed eventuali.

  5. #5
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come prevede l'articolo 18: Il congresso è convocato dal presidente e dal segretario congiuntamente, attendiamo il ritorno del Presidente per aprire il II Congresso di Libertà Cristiana.

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,382
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Thomas Aquinas
    In data 24 agosto è stato nominato presidente il forumista Napolèon I. In data 25 agosto egli ha accettato la nuova carica.
    Ma il presidente non dovrebbe essere eletto dal congresso?

    P.S.
    Il simbolo è da rivedere...

  7. #7
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si, può essere eletto dal congresso. Tuttavia, essendoci già, non si è provveduto.

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,382
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Beh ma se si fa un congresso c'è anche un rinnovo delle cariche, che devono avere la legittimazione del congresso.

  9. #9
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    Bello!!!!.........
    ma I.H.S.V. sta per???


    Thomas dice:


    ALL'ORDINE DEL GIORNO


    -Rinnovo delle tessere di adesione al partito virtuale.

    -Istituzione delle commissioni che sono riportute opportune e nomina dei presidi.

    -Varie ed eventuali.
    ...................

    tessere di adesione? come??? cosa????

    ma il presidente sarebbe quello che votammo a giugno?
    Insomma.Thomas spenditi un pò di più chi legge a mio parere non capisce un granchè..
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  10. #10
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    No, quello di giugno erano le elezioni del parlamento di pol. Il congresso è interno al partito e deve definire solo quanto all'ordine del giorno.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I°Congresso:NUOVA LIBERTA' CRISTIANA
    Di Celtic nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 264
    Ultimo Messaggio: 05-06-06, 10:04
  2. Congresso: Nuova Libertà Cristiana
    Di Celtic nel forum Conservatorismo
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 15-05-06, 10:51
  3. III Congresso di Libertà Cristiana
    Di Thomas Aquinas nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-10-05, 22:18
  4. Congresso straordinario di Libertà Cristiana
    Di Colombo da Priverno nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 16-09-05, 16:02
  5. I Congresso di Libertà Cristiana
    Di Thomas Aquinas nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-03-05, 18:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226