User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito siamo in buona compagnia

    «La situazione del debito greco è grave» - Corriere della Sera

    la commissione ue: entro febbraio nuova deadline per atene per sistemare i conti
    «La situazione del debito greco è grave»
    Parla il ministro degli Esteri della Svezia, Paese che ha la presidenza di turno dell'Unione europea
    Cecilia Malmstrom (Afp)
    MILANO - La situazione del debito in Grecia è «molto grave». Lo ha affermato il ministro degli Esteri svedese Cecilia Malmstrom. La Svezia è il Paese che ha la presidenza di turno dell'Ue. «È una situazione difficile, che richiede tempo, coraggio politico e riforme», ha indicato il ministro svedese, sottolineando che i greci «sanno quello che devono fare, ma sono in difficoltà». «Noi siamo una famiglia e cerchiamo di sostenerci gli uni con gli altri», ha osservato Malmstrom, confermando che la crisi greca non è ufficialmente all'ordine del giorno dei lavori del consiglio Ue, che si apre nel pomeriggio, ma che i leader europei ne parleranno informalmente.

    MERKEL - Il futuro della Grecia interessa tutta l'Europa e se ne discuterà nelle prossime ore al vertice dei capi di Stato e di governo dell'Unione europea ha successivamente confermato il Cancelliere tedesco, Angela Merkel, durante una conferenza stampa a Bonn, spiegando che «Ciò che accade a uno Stato membro dell'Ue riguarda anche tutti gli altri perché abbiamo una moneta unica, il che vuol dire una responsabilità comune». «Sono certa - ha aggiunto la Merkel - che discuteremo della Grecia nel nostro prossimo incontro. Ho parlato del Patto di stabilità e di crescita nel mio intervento e questo costituirà la base che utilizzeremo per parlare della crisi».

    COMMISSIONE - Sulla questione greca è intervenuta anche la Commissione Ue che ha spiegato che indicherà entro i primi di febbraio la nuova scadenza entro la quale la Grecia dovrà risanare propri conti, riportando il livello di deficit proprio entro i parametri del Patto Ue di stabilità e di crescita. Lo ha ribadito Amelia Torres, portavoce del commissario Ue agli affari economici e monetari, Joaquin Almunia. Torres ha ricordato come Almunia abbia già assicurato come la Commissione Ue stia vigilando da vicino la situazione greca, in stretto contatto con il presidente dell'Eurogruppo, e sia pronta ad assistere la Grecia secondo ciò che prevede il trattato della Ue. «Di recente - ha quindi spiegato la Torres - abbiamo dato la nostra valutazione sulle finanze pubbliche greche e sulle azioni intraprese dal governo di Atene, sottoponendole al consiglio Ecofin che le ha approvate». «Ora - ha ricordato la portavoce - entro due mesi dovremo mettere a punto delle nuove raccomandazioni per la Grecia, raccomandazioni che indicheranno per la Grecia una nuova deadline».

    DEBITO - Poco dopo il vice ministro delle Finanze Philippos Sahinidis spiegava che il debito pubblico della Grecia ha raggiunto l’ammontare complessivo di «300 miliardi di euro», il livello «più rilevante della storia della Grecia moderna».

    PROBLEMA ECONOMICO - Intanto Ewald Nowotny, Governatore della Banca nazionale austriaca ha dichiarato che gli «alti» livelli di deficit raggiunti da Paesi come Grecia, Irlanda e Spagna «sono motivo di preoccupazione per la Bce» che «sta seguendo con molta attenzione l'andamento delle finanze pubbliche» nei Paesi membri in un contesto di generale peggioramento per effetto della crisi finanziaria e della recessione. Nowotny ha aggiunto che «Non è compito della Bce contribuire a disinnescare questo tipo di situazioni. Non fa parte del nostro mandato. L'adesione all'Eurozona non deve essere considerata come una soluzione a problemi strutturazioni nazionali. Ogni singolo Paese membro deve continuare a fare i propri "compiti a casa"». Nowotny ha poi spiegato che nessuno degli Stati a rischio deficit «sarà salvato» dalla Bce.
    10 dicembre 2009

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: siamo in buona compagnia

    Dall'articolo sembra che la Grecia sia al tracollo.
    Poi attraverso altri giornali si comprende che il debito pubblico greco è pari al 120% del PIL .

    Questa percentuale viene esposta come simbolo di catastrofe.

    Ma l'italia che sta raggiungendo velocemente il debito pubblico pari al 115% del Pil italiano in quale situazione si trova?..

    L'Europa ha tre penisole in ordine di grandezza partendo da ovest.
    La penisola iberica, poi la penisola italica ed infine la penisola greca.
    Sono penisole che si inoltrano nel mare e si avvicinano al mondo africano, pertanto la mentalità semitica ha influenzato la cultura, anche etnicamente, di questi popoli peninsulari.

    Purtroppo il destino nei disegni della provvidenza ha creato delle culture varie che servono a salvare il genero umano attraverso la diversità

    E la cultura semitica, che si basa sulla provvidenza ha determinato dei problemi.
    Tale cultura non può sopportare ed accettare la mentalità europea continentale dello sviluppo e conseguentemente, per rincorrere il modo di vivere europeo, deve confrontarsi con l'indole dei suoi abitanti e il debito diventa parte determinante della impostazione economica di queste tre terre.

    E adesso si grida che qualcosa non va.

    Lo sbaglio di unire nello stato italia un parte continentale dell'Europa con una terra di cultura semitica ha creato una incongruenza che farà pagare il tutto al sistema europeo.

    L'esempio dell'italia di contrarre debiti, essendo protetta in modo totale dalle retrologge, ha fatto a scuola guida agli altri paesi, ma mentre per l'italia si chiudono tutti e due gli occhi altrimenti salta l'unità dello stato, le altre due penisole devono darsi una regolata.

    E adesso bisogna vedere come si barcamenano i poteri europei.
    Ultima modifica di jotsecondo; 10-12-09 alle 21:28

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Località
    Brèsa
    Messaggi
    2,808
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: siamo in buona compagnia

    Jot,pensa solo all'enorme differenza tra la Grecia di 2000 e passa anni con Aristotele,Atene e i grandi filosofi e confrontala con la Grecia di oggi.

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,479
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: siamo in buona compagnia

    Ai tempi del primo governo Prodi era al 124%.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: siamo in buona compagnia

    Citazione Originariamente Scritto da Dragonball Visualizza Messaggio
    Jot,pensa solo all'enorme differenza tra la Grecia di 2000 e passa anni con Aristotele,Atene e i grandi filosofi e confrontala con la Grecia di oggi.
    Si insegna che la civiltà greca fu assimilata dai Romani.
    Adesso dopo secoli sono i Greci che imparano da roma.

    L'italia purché rimanga unita, per non scontentare gli Illuminati che l'hanno imposta, può permettersi di fare quanti debiti vuole. ( è una eccezione unica nel campo europeo).

    E dato che il segreto del perché esiste l'italia non è tale, essendo conosciuto, Spagna e Grecia si sentono autorizzati di imitare il governo romano nello sviluppo del debito pubblico.
    .

    Debito pubblico italiano che continuerà a crescere.
    Infatti Tremonti ha riferito che il debito aumenterà solamente se determinato dalle spese per la casa integrazione.

    La cassa integrazione permette di mantenere nel campo del lavoro centinaia di migliaia di persone che altrimenti verrebbero licenziati.
    In tal modo il governo può vantarsi di aver in percentuale meno disoccupati, mentre invece il sistema produttivo e lavorativo va a rotoli.

    La casa integrazione è indispensabile per mantenere calmo il Nord dove il calo della produzione sta creando vuoti paurosi. Perché se la situazione non viene controllata, ne va dell'unità dello stato.
    In quanto è ormai assodato che il Sud è quello che sfrutta la situazione, e se anche la crisi mondiale non è colpa del meridione, tuttavia nell'immaginario comune è il capro espiatorio ed è facile che si determinano delle velleità secessioniste.

    Pertanto l'italia può fare i debiti senza soste per la cassa integrazione, perché è una necessità politica e di rispetto per chi la ha voluta .
    Ma Grecia e Spagna non hanno questo problema e pertanto devono mettersi in riga.

    Piccolo avvertimento da ricordare per il futuro.
    Le banconote dell'Euro dell'italia, Grecia e Spagna hanno come cifra, prima del numero di serie, rispettivamente le lettere “”S”” -””Y”” e “”V””.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: siamo in buona compagnia

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Ai tempi del primo governo Prodi era al 124%.
    Qualche sprovveduto giornalista, in televisione, accenna che forse è ipotizzabile come la Grecia abbia un bilancio falso.

    Voce circolante già alcuni anni or sono all'atto dell'entrata della Grecia nella Europa.

    L'argomento è molto delicato e non si deve mai assolutamente trattarlo anche di sfuggita.

    Vi dovrebbe essere per l'Europa una regola per cui uno stato non può entrare nella area dell'Euro, se non è in grado di fare bilanci falsi senza che i falsi vengano alla luce del sole in modo assoluto, neanche come semplice illazione.

    Ossia gli stati che non sono in grado di creare una classe dirigente che possa manovrare i conti, non sono all'altezza di poter entrare nella comunità dell'Euro.

    Per esempio in italia, dove da secoli alberga la maestria politica, non si parla di falsi nel bilancio pubblico, ma si parla di finanza CREATIVA, termine appropriato inventato da Tremonti.

    L'Euro è una moneta “posticcia” e pertanto non deve avere di questi problemi.
    Ne va della montatura creata dai poteri finanziari.
    Ultima modifica di jotsecondo; 11-12-09 alle 11:23

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 07-09-13, 19:21
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-08-08, 10:06
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-02-07, 02:12
  4. Una nuova buona notizia: siamo arrivati nell'aprile 2006
    Di brunik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 02-04-06, 18:28
  5. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 03-05-02, 17:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226