User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Degno di lode

  1. #1
    Ecogiustiziere Insubre
    Data Registrazione
    05 Apr 2004
    Località
    Dove c'è bisogno di me, in Insubria
    Messaggi
    3,516
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Degno di lode

    DOPO QUATTRO ANNI DI DURE BATTAGLIE
    Maroni sblocca i fondi Inail e investe in eccellenza
    571 milioni di euro solo a Milano per trasformare il capoluogo lombardo in capitale della Scienza

    FRANCESCA CASSANI
    --------------------------------------------------------------------------------
    Milano - «Siamo riusciti dopo quattro anni di duro lavoro a sbloccare finalmente il tesoro dell’Inail che è pari a 3 miliardi e mezzo di euro, (7 mila miliardi di lire), e abbiamo deciso di investirlo in progetti di eccellenza».
    A dirlo è il ministro del Welfare Roberto Maroni che ieri a Palazzo Marino a Milano, in compagnia del sindaco Gabriele Albertini e di numerosi esponenti del mondo scientifico milanese tra i quali Umberto Veronesi, ha spiegato come verrà speso parte dell’avanzo che ogni anno l’Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul lavoro accumula e che altro non è che la differenza tra i contributi versati e ciò che viene pagato in termini assicurativi.
    «571, 698 milioni di euro verrano investiti a Milano e finanzieranno progetti legati al campo della ricerca scientifica e medica» - ha spiegato il ministro che si è detto «lieto» del fatto che il consiglio d’amministrazione dell’Inail, per la prima volta all’ unanimità, abbia appoggiato la sua proposta decidendo di investire nell’Ieo (istituto europeo di Oncologia), nella nuova sede dell’Istituto nazionale neurologico “Carlo Besta”, nell’Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori, nell’Università Bicocca e nel Polo universitario ospedaliero dell’Humanitas di Rozzano. É infatti a questi cinque grandi strutture milanesi che verrà destinata parte dei fondi che l’Inail accantonava per poi spenderli nel campo immobiliare e che mirano così a far diventare il capoluogo lombardo «capitale della scienza». Ma non solo. Accanto ai progetti milanesi legati alla sanità e all’istruzione ce ne è anche uno relativo alla cittadella della sicurezza che sorgerà a Napoli. Questo però è solo un primo passo. «Ci sono ancora circa 2 miliardi e 70 milioni di euro da investire - ha spiegato il ministro - che puntiamo di sbloccare entro il prossimo gennaio». Nuove risorse parte delle quali verranno anche destinate alll’Istituto San Raffaele di don Luigi Verzè che ha espresso la sua gratitudine all’esponente leghista. «C'è voluto il ministro Maroni per semplificare un pò le cose e per attuare uno spirito decisionista», ha detto il fondatore della fondazione San Raffaele. «Dopo 14 anni di tribolazioni Maroni ha ammesso il San Raffaele di Olbia ai finanziamenti Inail. E per questo lo ringrazio». Don Verzè ha anche ricordato di essere stato uno dei primi a «spaccare la trincea al di là della quale c'erano i fondi Inail» e a permettere «di accedere a quella provvidenza di Dio».
    Già, perchè quella del ministro Maroni è una vera novità sotto tutti i punti di vista. Tanto per incominciare non vengono più previste «spese a pioggia» alle diverse regioni, bensì vengono premiate le eccellenze, dunque progetti specifici e di qualità. In secondo luogo l’Inail di Maroni non mira al ritorno economico, ma a quello sociale.
    «L’Inail come tutti gli enti - ha spiegato il responsabile del Welfare - investe a garanzia delle proprie prestazioni e ovviamente quando uno investe lo fa per avere un reddito e non per fare beneficienza. In questo caso credo che debba però prevalere il ritorno sociale dell’investimento parlando di grandi istituti di ricerca scientifica e molecolare piuttosto che l’investimento in termini finanziari, non è un attico di lusso o un appartamento, è finanziamento dell’Istituto tumori, del Besta e dello Ieo, quindi il ritorno che Inail ha è il ritorno che tutta la società ha se si sviluppa la ricerca scientifica. Per qesto tipo di investimento ritengo che una percentule di reddito adeguata sia inferiore all’1 per cento proprio perchè c’è un grande ritorno in termini sociali che l’investimentoin un appartamento di lusso non ha».
    Per quel che riguarda Milano, inoltre, Maroni ha chiesto al sindaco Albertini di «fare da garante all’unicità degli interventi» che non devono essere visti come «cinque finanziamenti distinti ma uno complessivo in 5 istituti per fare Milano la capitale europea dellla scienza». Augurio condiviso anche dall’ex ministro della Sanità e direttore scientifico Ieo Umberto Veronesi che ha parlato di «svolta nel panorama politico del nostro Paese». I 571,698 milioni di euro verranno così divisi: 120 serviranno per la nuova sede dell’istituto neurologico “Carlo Besta”, 240,476 verranno spesi per la ristrutturazione dell’Istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori, ormai obsoleto con i suoi 80 anni di attività alle spalle; 73,500 porteranno alla creazione di un nuovo edificio per le facoltà di Sociologia e Giurisprudenza dell’Università Bicocca, 45,878 verranno investiti nella costruzione di un nuovo polo universitario ospedaliero all’Istituto clinico Humanitas di Rozzano; e infine 91,844 euro porteranno alla creazione di un nuovo complesso immobiliare per l’Istituto Europeo di Oncologia ( con Ifom, Semm e Università di Milano) che vuole creare un vero e proprio Campus e soprattutto un centro di ricerca sulla biomedicina molecolare.
    «Sono orgoglioso di essere l'ospite di questo piano d’investimenti nazionale - ha detto Albertini - perché la città potrà porsi nuovi record e ancora più ambiziosi traguardi. La presentazione oggi a Milano di questa iniziativa è un onore - ha proseguito il sindaco - che si è voluto concedere a quanti nella nostra città sono impegnati da anni in questa missione dell’uomo per l’uomo. Il piano varato dal ministero del Welfare è una scelta d’impegno sociale per il benessere della collettività. Un impegno questo per la vita quotidiana dei cinque istituti milanesi che ne beneficeranno e che sono l'orgoglio della città e punti di riferimento assoluti nel mondo».


    [Data pubblicazione: 06/09/2005]
    da "la Padania"
    Iunthanaka
    Conte della Martesana

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ok, yurj, pero' in questo caso si tratta in sostanza
    di finanziamenti pubblici alla ricerca scientifica
    (finanziati
    dalle tasse dei lavoratori), come anche il tuo partito ha sempre
    chiesto. L'itaglia e' sempre fra gli ultimi nelle classifiche
    di finanziamento pubblico della ricerca, per una volta
    che si fa qualcosa....

    Semmai ci si puo' chiedere perche' ricorrere a fondi pensione
    per questo scopo, anziche' aumentare i finanziamenti
    diretti dello stato alla ricerca. Ma non e' colpa di Maroni.

  3. #3
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Ottimo veramente!

    Il ministro del Welfare Roberto Maroni, dopo una battaglia durata tre anni, riesce a sbloccare i fondi infruttiferi Inail e a portare fin da ora a Milano oltre 571.000 euro da investire in strutture a carattere economico-sociale. E un’altra vagonata di milioni di euro si abbatterà sulla capitale lombarda entro il prossimo febbraio.
    Lo sblocco dei fondi Inail destinati agli investimenti immobiliari contribuirà a realizzare il “grande progetto” di “Milano capitale europea della scienza”.
    È l’auspicio del ministro leghista, che è stato l’artefice principale di quest’operazione. Un’operazione che già in questa prima fase liberererà risorse per oltre 1,5 miliardi di euro dei quali circa 570 arriveranno a Milano. Finanziamenti che serviranno tra l’altro, per costruire la nuova sede dell’Istituto nazionale Neurologico Carlo Besta; per la ristrutturazione dell’Istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori; per un nuovo stabile per le facoltà di Sociologia e Giurisprudenza dell’università Bicocca; per la costruzione di un complesso immobiliare per l’Istituto europeo di oncologia (con Ifom, Semm e Università di Milano) che vuole creare un vero e proprio Campus e un Centro di ricerca sulla biomedicina molecolare. E infine i fondi serviranno anche per un nuovo polo universitario ospedaliero all’Istituto clinico Humanitas di Rozzano. «Non si tratta di cinque progetti distinti - ha precisato il ministro - ma di un finanziamento per un progetto strategico: fare di Milano la capitale della scienza». Maroni ha chiesto al sindaco di Milano Gabriele Albertini di essere il coordinatore di questi progetti, del loro stato di avanzamento.

    Ma vediamo nel dettaglio progetti finanziati dall’operazione-Maroni.


    Istituto neurologico Carlo Besta - nuova sede

    L’Istituto Carlo Besta (istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico) è una delle strutture di eccellenza a livello internazionale per l’attività di assistenza e ricerca in campo neurologico.
    La sua attuale ubicazione è del tutto inadeguata rispetto all’evolversi della normativa concernente la sicurezza degli edifici e degli impianti tecnologici, la facilità di accesso, l’esigenza di “umanizzare” le degenze e potenziare la ricerca scientifica mediante la creazione di nuovi laboratori.
    Il progetto per la nuova sede risponde a tali esigenze e favorisce la peculiare caratteristica dell’Istituto: porsi come complesso dipartimentale nel quale possano esprimersi compiutamente la collaborazione e l’interscambio continuo tra laboratori di ricerca e settore clinico, nonché l’interazione tra le diverse specialità, favorendo lo spostamento delle equipe mediche rispetto a quello del paziente, spesso non autonomo.
    L’immobile sarà costituito da quattro corpi di fabbrica tra loro direttamente interconnessi e collegati che ospiteranno le degenze (mediche e chirurgiche), la piastra di diagnosi e cura, il polo della ricerca e il polo amministrativo. La strutturazione tiene conto delle linee di sviluppo prevedibili nell’ambito delle neuroscienze per i prossimi anni.
    L’iniziativa rientra nell’accordo di programma stipulato tra il ministero della Salute, la Regione Lombardia, il Comune di Milano, l’Università di Milano Bicocca e lo stesso Istituto Carlo Besta per l’insediamento nella zona Bicocca di nuove strutture universitarie e di ricerca scientifica.
    L’importo previsto per l’acquisto del terreno e la realizzazione dell’immobile è di 120 milioni di euro.


    Istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori - acquisto e ristrutturazione dell’immobile

    L’Istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori costituisce centro di eccellenza a livello internazionale per l’attività di assistenza e ricerca in campo oncologico.
    L’Inail effettuerà l’acquisto dell’immobile e alcuni lavori di ristrutturazione concordati con lo stesso Istituto.
    L’importo complessivamente previsto per l’acquisto dell’immobile e i lavori di ristrutturazione è di circa 240,476 milioni di euro.


    Università di Milano Bicocca: acquisto di un immobile per i servizi alla didattica

    L’Università di Milano Bicocca ha rappresentato l’esigenza di disporre di ulteriori spazi per ospitare le strutture didattiche e consentire il decongestionamento delle strutture attuali, mediante il trasferimento in un nuovo edificio delle facoltà di Giurisprudenza e Sociologia e di tre dipartimenti.
    Il nuovo immobile sarà destinato a servizi didattici (aule, spazi studio studenti e laboratori informatici, didattici e scientifici) e spazi dipartimentali (studi, uffici, laboratori scientifici).
    L’iniziativa rientra nell’accordo di programma stipulato tra il ministero della Salute, la Regione Lombardia, il Comune di Milano, l’Istituto neurologico Carlo Besta e la stessa Università per l’insediamento nella zona Bicocca di nuove strutture universitarie e di ricerca scientifica.
    L’importo complessivamente previsto è di 73,500 milioni di euro.


    Istituto europeo di Oncologia: acquisto di un complesso immobiliare

    L’iniziativa intende dare vita a un quartiere della scienza completamente inserito nel tessuto della città di Milano (Milano sud, zona Ripamonti).
    Il progetto architettonico e infrastrutturale nasce attorno al già esistente Ifom (Fondazione Istituto Firc di oncologia molecolare). In immobili limitrofi a quelli dell’Ifom troveranno sede laboratori di ricerca oncologica sperimentale dell’Ieo (Istituto europeo di oncologia) e della sede della Semm (Scuola superiore europea di medicina molecolare), in modo da realizzare un vero e proprio campus.
    Nel suo insieme, il campus sarà costituito da laboratori destinati alla ricerca e alla formazione universitaria e post-universitaria, da laboratori didattici, servizi tecnologici disponibili a utenti interni ed esterni, strutture di supporto, oltre a un’area satellite comprendente edifici residenziali, servizi comunitari e ricreativi e aree parcheggi.
    L’importo complessivamente previsto per l’acquisto è di 91,844 milioni di euro.


    Polo universitario ospedaliero di Rozzano: acquisto di un immobile

    L’Istituto clinico Humanitas è stato inserito nel Polo universitario dell’Ospedale San Paolo e pertanto deve realizzare nuove strutture per ospitare le attività didattico-scientifiche e di riabilitazione per le quali è stata stipulata apposita convenzione di attuazione con il Comune di Rozzano.
    Il complesso immobiliare comprenderà un Centro di riabilitazione con strutture dedicate alla degenza e alla riabilitazione, un’area dedicata alla didattica universitaria, un’area dedicata alla ricerca e un auditorium suddivisibile in aule.
    L’importo complessivamente previsto per l’acquisto è di 45,878 milioni di euro.


    www.ilfederalismo.net

 

 

Discussioni Simili

  1. Benvenuti al Sud (con 100 e lode)
    Di Galaad nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 197
    Ultimo Messaggio: 10-08-11, 20:30
  2. Lode al Pansasy
    Di Palvesario nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-03-08, 19:59
  3. Lode ad Anna K
    Di nicolas eymeric nel forum Destra Radicale
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 12-09-06, 11:05
  4. Lode a te Tinto
    Di Dufresna nel forum Fondoscala
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 16-12-05, 01:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226