User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Auguri Don Benzi^__^



    80 candeline per don Oreste Benzi

    Compie 80 anni il fondatore dell'Associazione Papa Giovanni XXIII. Vorrebbe un regalo speciale: incontrare Benedetto XVI. Ci racconta la sua vita, le sue speranze e i progetti per il futuro. Nel cuore, don Benzi è sempre giovane...

    Festa speciale per don Oreste Benzi, il fondatore dell’Associazione Papa Giovanni XXIII, che oggi compie 80 anni. Per questa giornata, vorrebbe un regalo particolare: incontrare Papa Benedetto XVI. "Avevo un legame forte con Papa Wojtyla - racconta il sacerdote - l'ho incontrato una decina di volte ed ero molto affezionato a lui. Ora mi piacerebbe incontrare il nuovo Papa". Per il momento, però, non sono state avanzate richieste: "Non oso fare una domanda di udienza - ha detto don Benzi - se il Signore vorrà che lo incontri, creerà lui l'occasione giusta".

    Oggi il fondatore dell'Associazione con sede a Rimini raggiunge un traguardo importante: 80 anni spesi al servizio della gente in difficoltà, sempre attivo e impegnato sul fronte dell’emarginazione di strada e nella lotta alla prostituzione. "Ringrazio il Signore per tutto quello che mi ha dato nella vita - ha detto don Benzi - non solo per il mio sacerdozio ma anche per la condivisione che ho sperimentato con gli ultimi, con i giovani, gli emarginati". Ma nel cuore e nello spirito, don Oreste è ancora giovane e 'superattivo'. "Ho sempre avuto in mente che le cose belle prima si fanno e meglio è e che non bisogna avere paura del male che c'è nel mondo, ma del bene che manca". Da qui nasce un grande desiderio: "Voglio la creazione di un mondo dove la giustizia vinca. Dobbiamo impegnarci di più".

    Don Oreste, a chi dedica questi 80 anni? "Ai più poveri dei poveri che ho incontrato nella mia vita - ha confidato - ai malati di Aids, ai carcerati che potrebbero uscire ma non c'è nessuno che li vuole". E poi, "dedico il giorno del mio compleanno all'associazione che continua ad operare attivamente nel mondo". Due sono i progetti che stanno particolarmente a cuore a don Benzi. "L'aiuto ai bambini orfani di genitori malati di Aids, che stiamo sviluppando in Zambia, Tanzania, Kenya. Vorrei però estendere il progetto all'America Latina". "Poi, un altro progetto riguarda l'assistenza alle mamme malate di Aids che danno alla luce bimbi affetti dal virus. C'è in sperimentazione un farmaco che impedisce la trasmissione da madre a figli e vorrei che questo medicinale aiutasse tantissime mamme", ha concluso il sacerdote. Oggi sarà una giornata di festa anche per la comunità Giovanni XXIII. Alle 17.30, don Benzi celebrerà una messa con i suoi "compagni di avventura". Poi, un momento di festa per ricordare il compleanno del loro fondatore, a cui parteciperà tutta la cittadina di Rimini. Si prevede il pienone. Tra le autorità anche il Prefetto e il Questore.

    Don Oreste è nato il 7 settembre 1925 a S. Clemente, un piccolo paesino nell'entroterra riminese. Settimo di nove figli, già a 12 anni entra nel seminario di Rimini. Nel 1949 viene ordinato sacerdote: inizia la sua missione, che svolge soprattutto a contatto con i giovani. Nel 1968, con un gruppetto di ragazzi e con altri sacerdoti, fonda l'Associazione Papa Giovanni XXIII, una comunità che opera nel vasto mondo dell'emarginazione, in Italia, ma anche all'estero. Dall'esperienza nasce la prima Casa Famiglia a Coriano (in provincia di Rimini). Il lavoro dell'associazione si espande sempre più: giunge in Paesi del Terzo mondo come Zambia, Tanzania, Kenya, Sierra Leone, Brasile, Cile, Bolivia, Bangladesh, Croazia, Messico e Kosovo. Negli anni, l'associazione ha dato vita a ben 186 case famiglia, a sei case di preghiera, sette case di fraternità, 15 cooperative sociali, 6 centri diurni, 32 comunità terapeutiche e la Capanna di Betlemme di Rimini dove si offre un'accoglienza "a quei poveri che non hanno il coraggio di chiedere aiuto, andando a cercarli laddove sono".

    www.korazym.org
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Auguri!

  3. #3
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    IL PERSONAGGIO
    L’associazione Giovanni XXIII festeggia il suo fondatore, da sempre in prima linea nella battaglia per liberare le donne dalla schiavitù e dallo sfruttamento

    Benzi, ottant'anni per dire «sì» a Dio

    Don Oreste: «Non ho meriti miei, ma sono convinto che il Signore ha un progetto per ognuno di noi e io ho solo tentato di accoglierlo Ho cercato di non perdere mai la "coincidenza" con Dio che viene»


    Da Roma Pino Ciociola

    Settantadue anni fa, una sera il papà arrivò un po' più tardi del solito: s'era fermato ad aiutare un'auto scivolata con due ruote nel torrente in piena vicino San Clemente, paesino dell'entroterra riminese. Entrò a casa, e sistemò la sua bicicletta raccontando subito quel che era successo, ma soprattutto spalancando gli occhi di gioia nel dire, in dialetto romagnolo, che poi l'uomo alla guida, uno dei proprietari terrieri della zona, «mi ha stretto la mano!». Quella sera Oreste era un piccoletto, sveglio, che aveva otto anni: «M'impressionò il suo racconto. Ma capii molto tempo dopo, nella mia giovinezza, perché quel gesto colpì tanto mio padre da fargli ricordare solo più tardi anche le due lire di ricompensa ricevute per il suo aiuto: lui apparteneva a quella massa di uomini e donne che credono di non valere nulla tanto da chiedere quasi scusa di esistere. Quando lo realizzai, decisi che nel mio sacerdozio avrei scelto di essere al fianco di coloro che pensano di non essere niente». E non è più tornato su quella scelta. Anzi.
    «La coincidenza con Dio»
    Don Oreste Benzi oggi compie ottant'anni: lo stanno festeggiando - mentre leggete - la sua Associazione, le sue ragazze e i suoi ragazzi, i suoi compagni di viaggio da una vita, ma anche la stessa "sua" Rimini.
    «Vedi - dice, felice - sembra la considerazione di un presuntuoso, ma penso che rifarei tutto quanto ho fatto in questi ottanta anni. Sai perché? Non per meriti miei, ma perché sono convinto che il Signore ha un progetto per ognuno di noi e io ho cercato sempre di rispondergli sì. Ho cercato insomma di non perdere mai la... coincidenza con Dio che viene».
    "Follia" sulla statale
    È vero, don Oreste ha la tonaca lisa, dorme qualche ora per notte e spesso in macchina, è sempre in giro ad aiutare prostitute e tossici e sbandati, ma quel che impressiona perché spazza via la sua età è la sua gioiosa "follia". Ha l'anima, la passione, l'entusiasmo di un ragazzo. Forse il cuore, anche. Sicuramente la capacità di inventare solari pazzie che sulle prime fanno sorridere, poi cambiano dentro. E spesso disturbano gli osservatori benpensanti che giudicano il mondo dalla loro rassicurante finestra.
    Immaginate i cupi bordelli di Chisinau, la capitale moldava. Oppure, più vicina, la statale che da Rimini va a Ravenna: ragazze sotto la luna o la pioggia in minigonna, trucco pesante e tristezza lungo il ciglio della strada, una ogni cinquanta o cento metri.
    Immaginate, alle tre di notte, questo prete che scende da un'auto sorridendo e portando fra le dita cinque o sei Rosari, che si avvicina. Immaginate loro che scappano ridendo sguaiate e poi invece gli si fanno intorno, chiacchierano insieme e, prima di tornare al loro "lavoro", prendono un biglietto con il telefono dell'Associazione scritto a penna e poi gli chiedono, dolcissime, una Coroncina di quelle che tiene fra le dita. E lui, risalendo in macchina, che ti sussurra «vedrai, qualcuna domani chiamerà e la tireremo fuori da qui».
    Gioia di bambino
    «Il mio ricordo più brutto, o forse solo più pauroso, è quando un "magnaccia" mi puntò la pistola sul viso - racconta - ma poi è andata a finire bene».
    I più belli sono due: uno appena dello scorso 29 novembre, «quando andammo con la comunità in udienza da Giovanni Paolo II», l'altro molto più antico, per il quale bisogna fare nuovamente un salto indietro nel tempo e a San Clemente, il paesino dov'è nato.
    «Avevo quasi otto anni e la mia maestra, Olga Badani, un giorno ci parlò così bene degli scienziati, dei pionieri e dei sacerdoti che io tornai a casa dalla scuola e dissi a mia madre "mamma, io diventerò prete". Da allora la gioia di esserlo mi è rimasta sempre la stessa e proprio come quella di un bambino!».
    Il sogno e il progetto
    Era famiglia molto povera, quella di don Oreste: papà operaio (che «non sempre aveva lavoro»), mamma e lui, settimo di nove figli. Entra nel seminario di Rimini nel 1937, quando ha dodi ci anni, e dopo altrettanti ne esce sacerdote, ordinato il 29 giugno 1949. Ed è nel 1968 che nasce la prima casa famiglia dell'Associazione Papa Giovanni XXIII, fondata insieme ad altri sacerdoti e diversi volontari.
    «I momenti peggiori della mia vita sono quando vedo una persona disperata: mi sento impotente, piccolo, una nullità di fronte a loro. Allora però cerco di aiutare quella persona e metto tutto nelle mani della Madonna».
    La fede di don Oreste è inscalfibile. È la certezza che spinge a muovere la sua meravigliosa "follia" per amore degli altri. «Credo che tutta la nostra vita è immersa nell'Amore del Signore. Lui, come ogni papà, vuole farci partecipi del suo sogno per noi, che è anche progetto di salvezza». C'è Giampiero con lui, il responsabile del servizio antitratta internazionale dell'Associazione, e il suo cellulare squilla a ripetizione: cercano don Oreste per gli auguri. Lui lo ripete: «In questi anni ho cercato sempre di non dire no a Dio».
    Buon compleanno
    «No, sai - aggiunge poi di colpo, mentre ci stiamo salutando - a pensarci meglio c'è una cosa che cambierei dei miei ottant'anni: lotterei molto più contro il mio orgoglio e tutti i miei difetti». Ci sarà il tempo: oggi è quello di godere dei tuoi ragazzi che ti fanno festa, don Oreste. Buon compleanno.


    Avvenire - 7 settembre 2005

  4. #4
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    Il momento più toccante del Giubileo visto dagli schermi di Piazza San Pietro: Papa Giovanni Paolo II accarezza i capelli di Anna, ex prostituta nigeriana colpita da AIDS, salvata dalla strada da don Benzi e morta poco dopo ma da DONNA LIBERA.
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  5. #5
    Napoléon I
    Ospite

    Predefinito

    Una gran brava persona, auguri!

 

 

Discussioni Simili

  1. Il Governatore nei suoi anni migliori
    Di Anton Hanga nel forum Destra Radicale
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 06-06-09, 20:38
  2. D'Alema e i suoi 60 anni (da membro del Kgb)
    Di Newborn nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-04-09, 22:55
  3. Il CN festeggia in S. Pietro i suoi 40 anni
    Di niocat55 (POL) nel forum Cattolici
    Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 21-01-09, 21:09
  4. Auguri a Pietro Ingrao per i suoi 90 anni!!!
    Di Barbera nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 28-03-05, 10:29
  5. Auguri a Pietro Ingrao per i suoi 90 anni!!!
    Di Barbera nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-03-05, 18:46

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226