User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Arjuna
    Ospite

    Predefinito pillola abortiva

    http://www.repubblica.it/2005/i/sezi...a/pillola.html

    L'ospedale Sant'Anna autorizzato dal ministero
    La "facilità" d'utilizzo osteggiata dalla Curia

    Torino, via alla pillola abortiva
    chirurgo e anestesia non servono più


    Sperimentazione dopo 5 anni di battaglia. È la prima in Italia. La pastiglia RU46 si può prendere entro le prime 7 settimane e agisce in poche ore


    di VERA SCHIAVAZZI

    TORINO - Abortire legalmente senza intervento chirurgico né anestesia, con un semplice farmaco, restando in ambulatorio per poche ore. Da alcuni giorni anche le donne italiane, come le francesi, le svizzere e molte altre, possono farlo in un grande ospedale pubblico, al 'Sant'Anna' di Torino. La sperimentazione, autorizzata dal ministero della Salute, è partita dopo cinque anni di battaglie dei medici torinesi, ed in particolare del ginecologo radicale Silvio Viale, in servizio proprio al 'Sant'Anna'.

    La richiesta di poter utilizzare le pastiglie di RU486 era stata infatti avanzata fin dal 2000, rimbalzando da un comitato di bioetica ad un ufficio ministeriale fino al 'sì' definitivo giunto solo ora e che autorizza soltanto 400 interruzioni di gravidanza 'sperimentali'. Ma nonostante la riservatezza scelta dall'ospedale, il tam-tam tra ginecologi e pazienti è già partito, e le richieste sono numerose, alcune già accolte. Ma come funziona il farmaco? RU486 (da non confondersi con la cosiddetta 'pillola del giorno dopo', che si utilizza invece entro i tre giorni da un rapporto sessuale non protetto, senza sapere se la gravidanza c'è oppure no) può essere utilizzato entro i primi 49 giorni dal concepimento, cioè nelle prime sette settimane.

    I farmaci che provocano l'aborto farmacologico sono in realtà due, il mifepristone, che si prende il primo giorno e blocca gli effetti del progesterone, necessario alla gravidanza, e il misoprostol, una sostanza della famiglia delle prostaglandine che provoca l'aborto. La maggior parte delle donne (50-60%) abortisce nelle prime 4 ore dopo aver ingerito le pillole del secondo tipo, il 20-25% nelle prime 24 ore, il 10% nelle ore successive: i sintomi sono quelli di un'interruzione spontanea, con dolori e perdite simili, anche se più intensi, a quelli mestruali.

    Solo in una percentuale di casi variabile tra il 2 e il 5 si rende necessario un successivo intervento simile al normale aborto chirurgico che la legge autorizza nei primi 90 giorni di gravidanza. E nel foglio informativo per le pazienti si precisa che l'embrione, che in questa fase della gravidanza ha dimensioni tra i 5 millimetri e il centimetro e mezzo, non potrà essere visto dalla donna, perché confuso tra le perdite di sangue.

    Proprio la 'facilità' dell'aborto farmacologico ha suscitato in questi anni le proteste di esponenti della politica e del mondo cattolico. Per prima era arrivata, già nel 2001, una nota della Curia torinese che condannava il possibile 'primato negativo di Torino, unica città in Italia a rendere più facile l'aborto'.

    Contemporaneamente, una pressione trasversale esercitata dalle rappresentanti piemontesi del centrosinistra si era associata alla richiesta di Viale e del primario del 'Sant'Anna' Mario Campogrande per chiedere che l'RU486 potesse venir utilizzato al più presto. La giunta regionale di centrodestra, sostituita soltanto nella scorsa primavera da quella di segno opposto guidata da Mercedes Bresso, aveva a sua volta utilizzato ogni possibile strumento per rinviare la decisione, in sostanziale sintonia col ministero.

    Ai dubbi etici e medici erano seguiti quelli farmacologici (l'RU486 non è in vendita in Italia ed è nato per un uso diverso da quello abortivo). Nel 2002, ad un primo sì, seguirono altri rinvii, e il lungo viaggio di una pratica che pareva essersi persa nei meandri di qualche corridoio romano. Soltanto a fine 2004 l'Istituto superiore di Sanità da un lato e il Comitato bioetica della Regione fecero arrivare al 'Sant'Anna' un primo parere positivo, seguito da ulteriori mesi di pratiche e trattative con la casa farmaceutica francese che produce le pastiglie. Il 1° settembre, il minuscolo spazio destinato alla sperimentazione ha aperto i battenti: 3 letti dove le donne possono restare in attesa che le pastiglie facciano effetto.

    (10 settembre 2005)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dal punto di vista etico non c'è differenza, il tutto così è reso più facile, vissuto con più distacco, meno che una passeggiata.

  3. #3
    Silvioleo
    Ospite

    Predefinito

    che gran schifo,io non riesco a capacitarmi...

  4. #4
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    certo, tuttavia l'aborto così diventa proprio come prendere una caramella...

  5. #5
    Silvioleo
    Ospite

    Predefinito

    ma che eticamente un ci sia differenza è chiaro,solo che ora la decisione di abortire sarà ancora meno sofferta...una mentos tira l'altra...

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    Pistoia fraz.San Felice
    Messaggi
    2,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il pericolo è che i metodi semplificatori aumentino l'incapacità di distinguere l'aborto dai metodi contracettivi.
    Credo però che valga più l'educazione che non la guerra alla pillola,
    Una volta tanto chiedo io una cosa al governo italiano ed alle regioni:
    che interpretino la legge sull'aborto per come è scritta e la facciano così applicare in ogni fase nelle strutture.
    Questo allo stato laico si può e si deve chiedere.
    Se verrà fatto vedremo che gli aborti diminuiranno, e non poco.

  7. #7
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by silvano
    Il pericolo è che i metodi semplificatori aumentino l'incapacità di distinguere l'aborto dai metodi contracettivi.
    Credo però che valga più l'educazione che non la guerra alla pillola,
    Una volta tanto chiedo io una cosa al governo italiano ed alle regioni:
    che interpretino la legge sull'aborto per come è scritta e la facciano così applicare in ogni fase nelle strutture.
    Questo allo stato laico si può e si deve chiedere.
    Se verrà fatto vedremo che gli aborti diminuiranno, e non poco.
    Finalmente....una voce chiara
    concordo......occorre infatti ricordare che la 194 si apre con un impegno innanzi tutto volto a SOSTENERE L'EVENTUALE MADRE NEI SUOI BISOGNI PIù NECESSARI........ma questo è stato spesso disatteso a causa di medici dal verdetto facile volto ad una immediata decisione abortiva........
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  8. #8
    Silvioleo
    Ospite

    Predefinito

    ma tanto oggi abortisce chiunque per qualunque motivo...cosa volete applicare...sull'educazione concordo.

  9. #9
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E i fautori delle presunte "morali laiche" sono d'accordo....

  10. #10
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Questa volta sono d´accordo perfettamente con Antonio su tutti i suoi post!

    PS. Ci sono un po´ troppi provocatori, che fine ha fatto la Romana Inquisizione di questo sito?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Pillola RU, in Italia solo via web
    Di anarchico_dissacratore nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 13-04-10, 00:49
  2. Legalizzata in Italia la pillola RU486
    Di Morfeo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 228
    Ultimo Messaggio: 05-08-09, 15:05
  3. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-07-08, 20:21
  4. Favorevole all' uso in Italia della pillola RU 486?
    Di Ricardinho nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 04-02-08, 18:48
  5. La pillola abortiva RU-486 in Italia
    Di jeanjan83 nel forum Cattolici
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 24-09-05, 21:41

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226