User Tag List

Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 68

Discussione: I 10 Comandamenti

  1. #1
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    I 10 Comandamenti

    Spesso si accusa la Chiesa di voler imporre una sorta di LEGGE CATTOLICA contro la predominante follia umana di voler vivere senza le LEGGI DI DIO.....e dimenticando forse che quanto la Chiesa insegna sulla morale e sull'etica non è esclusiva dei cattolici, ma è un patrimonio di conoscenza per tutti gli uomini in ogni tempo (la Parola di Dio è IERI OGGI E SEMPRE)..........

    i Comandamenti sono oggi spesse volte trascurati, presi in giro.....rinterpretati come meglio si crede, dimenticando che di essi Gesù dice: CHI OSSERVA I COPMANDAMENTI FA LA VOLONTA' DEL PADRE MIO........


    Teniamo presente che i comandamenti sulle Tavole della Legge non avevano motivazioni, ne avvertenze, ne punizioni, ma erano scritti in maniera semplice e incisiva, le motivazioni e le spiegazioni le diede Mosè sotto ispirazione, scrivendole nella Bibbia, non certo nelle Tavole Sacre.
    Es 20,1-17: Dio allora pronunciò tutte queste parole dicendo: “Io sono Jahve, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese di Egitto, da una casa di schiavitù:
    Qui vediamo che Dio si presenta all'uomo

    1) Non avrai altri dèi di fronte a me. (ecco il primo comandamento)
    Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che vi è nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. (ecco la l'avvertenza,ndr)
    Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano, (ecco la spiegazione)
    (ecco i favori, ndr) ma che dimostra il suo favore fino a mille generazioni, per quelli che mi amano e osservano i miei comandi.

    2) Non pronuncerai invano il nome del Signore, tuo Dio (ecco il secondo)
    perché il Signore non lascerà impunito chi pronuncia il suo nome invano.
    (ecco l'avvertenza)
    3) Ricordati del giorno di sabato per santificarlo:
    (ecco l'avvertenza) sei giorni faticherai e farai ogni tuo lavoro; ma il settimo giorno è il sabato in onore del Signore, tuo Dio: tu non farai alcun lavoro, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo schiavo, né la tua schiava, né il tuo bestiame, né il forestiero che dimora presso di te. Perché in sei giorni il Signore ha fatto il cielo e la terra e il mare e quanto è in essi, ma si è riposato il giorno settimo. (ecco la spiegazione) Perciò il Signore ha benedetto il giorno di sabato e lo ha dichiarato sacro.
    4) Onora tuo padre e tua madre,
    (ecco l'avvertenza) perché si prolunghino i tuoi giorni nel paese che ti dá il Signore, tuo Dio.

    5) Non uccidere.
    6) Non commettere adulterio.
    7) Non rubare.
    8) Non pronunciare falsa testimonianza contro il tuo prossimo.
    9) Non desiderare la casa del tuo prossimo.
    10) Non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna cosa che appartenga al tuo prossimo»
    La prima parte del decalogo come abbiamo visto è composta di tre elementi: comincia con la presentazione del sovrano, ossia di Dio, e con un abbozzo di prologo storico (v.2); segue il comandamento fondamentale sviluppato in tre membri (vv.3 s. 5a); quindi la sanzione: punizione per i trasgressori e favori per chi osserva i comandamenti (vv.5b 6).

    ....................
    Questi Dieci Comandamenti (o Dieci Parole, come amano dire gli Ebrei) hanno il riepilogo in una parola:

    LEGGE MORALE.....

    oggi sta nascondendo alle nuove generazioni per mezzo dello Stato Laico che vuole fare a meno delle Leggi di Dio la verità su che cosa è la LEGGE NATURALE, IL DIRITTO NATURALE.....da qui e da questo grave errore stanno derivando molti mali...leggiamo cosa dice il Catechismo...........

    415. Che cos'è la legge morale?

    1954-1959; 1978-1979

    La legge morale è opera della Sapienza divina. Prescrive all'uomo le vie, le norme di condotta che conducono alla beatitudine promessa e vietano le strade che allontanano da Dio.



    416. In che cosa consiste la legge morale naturale?

    1960

    La legge naturale, iscritta dal Creatore nel cuore di ogni uomo, consiste in una partecipazione alla sapienza e alla bontà di Dio ed esprime il senso morale originario, che permette all'uomo di discernere, per mezzo della ragione, il bene e il male. Essa è universale e immutabile e pone la base dei doveri e dei diritti fondamentali della persona, nonché della comunità umana e della stessa legge civile.



    417. È percepita da tutti tale legge?

    1961-1962; 1980-1981

    A causa del peccato, la legge naturale non sempre e non da tutti viene percepita con uguale chiarezza e immediatezza.




    Per questo Dio « ha scritto sulle tavole della Legge quanto gli uomini non riuscivano a leggere nei loro cuori» (sant'Agostino).





    418. Qual è il rapporto tra la legge naturale e la Legge antica?

    1963-1964; 1982

    La Legge antica è il primo stadio della Legge rivelata. Essa esprime molte verità che sono naturalmente accessibili alla ragione e che si trovano così affermate e autenticate nelle Alleanze della salvezza. Le sue prescrizioni morali, che sono riassunte nei Dieci Comandamenti del Decalogo, pongono i fondamenti della vocazione dell'uomo, vietano ciò che è contrario all'amore di Dio e del prossimo, e prescrivono ciò che gli è essenziale.



    419. Come si colloca la Legge antica nel piano della salvezza?

    1963-1964; 1982

    La Legge antica permette di conoscere molte verità accessibili alla ragione, indica ciò che si deve o non si deve fare, e soprattutto, come fa un saggio pedagogo, prepara e dispone alla conversione e all'accoglienza del Vangelo. Tuttavia, pur essendo santa, spirituale e buona, la Legge antica è ancora imperfetta, poiché non dona da se stessa la forza e la grazia dello Spirito per osservarla.



    420. Che cos'è la nuova Legge o Legge evangelica?

    1965-1972; 1983-1985

    La nuova Legge o Legge evangelica, proclamata e realizzata da Cristo, è la pienezza e il compimento della Legge divina, naturale e rivelata. Essa è riassunta nel comandamento di amare Dio e il prossimo, e di amarci come Cristo ci ha amato; è anche una realtà interiore all'uomo: la grazia dello Spirito Santo che rende possibile un tale amore. È «la legge della libertà» (Gc 1,25), perché porta ad agire spontaneamente sotto l'impulso della carità.



    «La nuova legge è principalmente la stessa grazia dello Spirito Santo, che è data ai credenti in Cristo» (san Tommaso d' Aquino).





    421. Dove si trova la Legge nuova?

    1971-1974; 1986

    La Legge nuova si trova in tutta la vita e la predicazione di Cristo e nella catechesi morale degli Apostoli: il Discorso della Montagna ne è la principale espressione.

    ..............
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Sep 2005
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    5,339
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Perchè lo Stato dovrebbe recepire ciò che intende la religione cattolica per morale naturale e non la definizione di morale naturale che ad esempio dà la confessione valdese o quella luterana o l'ebraismo? Vale quella cattolica perchè è quella di maggioranza?

  3. #3
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ragazzosemplice
    Perchè lo Stato dovrebbe recepire ciò che intende la religione cattolica per morale naturale e non la definizione di morale naturale che ad esempio dà la confessione valdese o quella luterana o l'ebraismo? Vale quella cattolica perchè è quella di maggioranza?
    I Valdesi stanno di recente reinterpretando la Bibbia accomodandola ai tempi che corrono giustificando ogni atto illecito degli uomini....idem i Luterani, ma occorre distignuere qui che in queste confessioni non esiste un organo unico, ognuno può dire quello che vuole......la TAVOLA VALDESE dopo alcuni riavvicinamenti verso la Chiesa Cattolica con il Battesimo comune e i matrimoni misti, sta da qualche tempo riprendendo le distanze con una teologia moderna che, ad esempio, legalizza
    l'aborto,
    il divorzio ed ora anche
    l'omosessualità (ho scritto OMOSESSUALITA' e non la persona omosessuale che è accolta ugualmente dalla Chiesa)

    I Luterani invece sono divisi nel loro interno..... la loro teologia è ancora legata ai suoi più grandi Teologi come il Bonhoeffer..... e altri, non esiste una direttiva volta a legalizzare una morale omosessualista anche se in alcune chiese luterane il passo è stato fatto, ma senza appunto nessuna decisione unanime........

    Altro aspetto:

    I Valdesi nascono nel 1200 da Pietro Valdo e solo nel 1600 aderiscono alla Riforma Protestante, dunque queste che stiamo citando sono cristiani dissociati dalla Chiesa, dal Ramo principale......le Scritture che essi HANNO RICEVUTO, NON AVEVANO ALCUN DIRITTO DI RISCRIVERLE ADEGUANDOLE AI VENTI DI OGGI E ALLE MODE DI OGGI......

    Leggiamo la 1Gv.2, 12....
    che dice:

    18 Figlioli, questa è l'ultima ora. Come avete udito che deve venire l'anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi.
    Da questo conosciamo che è l'ultima ora.
    19 Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri; se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi; ma doveva rendersi manifesto che non tutti sono dei nostri.
    20 Ora voi avete l'unzione ricevuta dal Santo e tutti avete la scienza.
    21 Non vi ho scritto perché non conoscete la verità, ma perché la conoscete e perché nessuna menzogna viene dalla verità.
    ......................

    le parole chiave sono:

    erano dei nostri, ma sono usciti di mezzo a noi....e doveva rendersi manifesto che non erano dei nostri.....
    ABBIAMO RICEVUTO LA SCIENZA.........
    Noi CONOSCIAMO LA VERITA'........

    chi è questo NOI?

    La Chiesa esiste da duemila anni..200 dopo arrivano i Valdesi...500 anni arrivano i Luterani.......2000 anni dopo questi RISCRIVONO LA CREAZIONE.........ergo sono loro ad essere usciti da noi e non il contrario

    ariergo il DIRITTO NATURALE, LA LEGGE NATURALE è quella che da sempre la Chiesa ha definito tale e non può mutare dopo 2000 anni di storia senza rischiare di riscrivere una nuova Bibbia......

    Per concludere gli Ebrei infatti non accettano l'omosessualità......

    e non dirmi esagerata se ti rammento che in atto una devastazione culturale volta ad eliminare IL CRISTIANESIMO DALLA STORIA DELL'UOMO........

    Non vale quella cattolica per questioni di maggioranza, anche perchè NON E' VERO CHE SIAMO LA MAGGIORANZA...tutti i Protestanti messi insieme con le loro 36.000 denominazioni hanno superato il miliardo........ loro son in aumento noi in calo......

    Paolo VI disse ........

    "Ciò che mi colpisce, quando considero il mondo cattolico, è che all'interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero di tipo non-cattolico, e può avvenire che questo pensiero diventi domani il più forte. Ma esso non rappresenterà mai il pensiero della Chiesa. Bisogna che sussista un piccolo gregge, per quanto piccolo esso sia" (Jean Guitton, Paolo VI segreto, pp 152-153)
    ..........
    Gesù ci ammonisce:

    Matteo 13:41
    Il Figlio dell'uomo manderà i suoi angeli, i quali raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti gli operatori di iniquità

    Matteo 18:7
    Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all'uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!

    Luca 17:1
    Disse ancora ai suoi discepoli: «È inevitabile che avvengano scandali, ma guai a colui per cui avvengono....

    .....

    Rammenta Paolo nella 2Tess.:

    Perciò, fratelli, state saldi e mantenete le tradizioni che avete apprese così dalla nostra parola come dalla nostra lettera....

    Falsi profeti e falsi maestri sono coloro che conducono il gregge a dissociarsi DALLA PAROLA (=SCRITTURE SACRE) E DALLA LETTERA (=TRADIZIONE MAGISTERO) ...CHE GLI APOSTOLI INIZIARONO A SEMINARE 2000 ANNI FA.....

    *************


    Fraternamente caterina LD
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Sep 2005
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    5,339
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non hai comunque risposto alla mia domanda, posto che nè nei dieci comandamenti, nè nel Vangelo trovi alcun riferimento all'omosessualità, io ti chiedo:

    Perchè lo Stato dovrebbe recepire ciò che intende la religione cattolica per morale naturale e non la definizione di morale naturale che ad esempio dà la confessione valdese o quella luterana o l'ebraismo? Vale quella cattolica perchè è quella di maggioranza?

  5. #5
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vale quella cattolica perchè è quella vera.

  6. #6
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ragazzosemplice
    Non hai comunque risposto alla mia domanda, posto che nè nei dieci comandamenti, nè nel Vangelo trovi alcun riferimento all'omosessualità,

    Io ti rispondo ma sei tu che NON accetti la legittima POSIZIONE DELLA CHIESA
    nell'altro 3d hai fatto domande che mi hanno fatto capire che non hai letto nulla di quanto è stato inserito non solo da me ma anche da altri sui Docmuenti della Chiesa........ergo io non ho la bacchetta magica.........uno sforzo devi farlo anche tu.....abbia pazienza nel leggere, non rispondere subito e medita......

    Ora risponderò e ti dimostrerò che i Dieci Comandamenti parlano anche dell'omosessualità (ATTO, COME ATTO......)
    ma prima è necessario ribadire queste parole degli apostoli:

    Leggiamo la 1Gv.2, 12....
    che dice:

    18 Figlioli, questa è l'ultima ora. Come avete udito che deve venire l'anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi.
    Da questo conosciamo che è l'ultima ora.
    19 Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri; se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi; ma doveva rendersi manifesto che non tutti sono dei nostri.
    20 Ora voi avete l'unzione ricevuta dal Santo e tutti avete la scienza.
    21 Non vi ho scritto perché non conoscete la verità, ma perché la conoscete e perché nessuna menzogna viene dalla verità.
    ......................

    le parole chiave sono:

    erano dei nostri, ma sono usciti di mezzo a noi....e doveva rendersi manifesto che non erano dei nostri.....
    ABBIAMO RICEVUTO LA SCIENZA.........
    Noi CONOSCIAMO LA VERITA'........è la Scrittura che lo dice giusto?

    chi è questo NOI?

    La Chiesa esiste da duemila anni..200 anni dopo arrivano i Valdesi...500 anni e arrivano i Luterani.......2000 anni dopo questi RISCRIVONO LA CREAZIONE.........ergo sono loro ad essere usciti da noi e non il contrario

    ariergo il DIRITTO NATURALE, LA LEGGE NATURALE è quella che da sempre la Chiesa ha definito tale e non può mutare dopo 2000 anni di storia senza rischiare di riscrivere una nuova Bibbia......

    dunque: Una colpa commessa contro la verità comporta la riparazione, se ha procurato un danno ad altri.....(Ottavo comandamento non dire falsa testimonianza)
    .....
    Il Nono comandamento che dice di non desiderare la donna d'altri.....è stato ABUSIVAMENTE LEGATO AL SOLO DESIDERIO DELL'UOMO VERSO LA DONNA E NON ANCHE ALLA RECIPROCITA', CIOE': NON DESIDERARE L'UOMO D'ALTRI...ma questo è comprensibile se teniamo a mente come abbiamo sempre detto che la Bibbia NON è un testo SCIENTIFICO, ma è DIO CHE CI STA DICENDO QUALCOSA..... ed è stata scritta da autori che vivevano nel proprio tempo e dunque si esprimevano con concetti del loro tempo.....

    Questo non vuol dire che ad ogni generazione dobbiamo riscrivere la Bibbia, altrimenti quel Testo non sarebbe più UNICO NEL SUO GENERE......... dobbiamo piuttosto, ad ogni generazione, cercare nella Bibbia le risposte adeguate, cioè: E' L'UOMO A DOVERSI CONFORMARE ALLA BIBBIA E NON VICEVERSA......: Il nono Comandamento, dunque.... richiede di vincere la concupiscenza carnale nei pensieri e nei desideri...

    Questo Comandamente è strettamento legato ALL'ATTO SESSUALE FRA L'UOMO E LA DONNA, il fatto che non si parli esplicitamente della sodomia, va da sè che essa è identificata in quei rapporti tra UOMO E UOMO E DONNA CON DONNA, CONDANNATI SALL'APOSTOLO PAOLO........e questo atto è identificato negli ATTI DISORDINATI dal momento che Gesù, venendo a completare la Legge ha messo ordine all'atto sessuale in Mt.19 dove parla della CREAZIONE DI DIO: UOMO E DONNA LI CREO' PERCIO' L'UOMO LASCERA' LA SUA CASA E SI UNIRA' ALLA DONNA E I DUE SARANNO UNA CARNE SOLA... se leggiamo l'inizio di Matteo 19 Gesù fa riferimento proprio alla Legge di Mosè che aveva come base I DIECI COMANDAMENTI..

    sempre dal Compendio:

    527. Che cosa richiede il nono Comandamento?

    2514-2516; 2528-2530

    Il nono Comandamento richiede di vincere la concupiscenza carnale nei pensieri e nei desideri. La lotta contro tale concupiscenza passa attraverso la purificazione del cuore e la pratica della virtù della temperanza.



    528. Che cosa proibisce il nono Comandamento?

    2517-2519; 2531-2532

    Il nono Comandamento proibisce di coltivare pensieri e desideri relativi alle azioni proibite dal sesto Comandamento.



    529. Come si giunge alla purezza del cuore?

    2520

    Il battezzato, con la grazia di Dio e lottando contro i desideri disordinati, giunge alla purezza del cuore mediante la virtù e il dono della castità, la limpidezza d'intenzione, la trasparenza dello sguardo esteriore ed interiore, la disciplina dei sentimenti e dell'immaginazione, la preghiera.



    530. Quali altre esigenze ha la purezza?

    2521-2527; 2533

    La purezza esige il pudore, che, custodendo l'intimità della persona, esprime la delicatezza della castità, e regola sguardi e gesti in conformità alla dignità delle persone e della loro comunione. Essa libera dal diffuso erotismo e tiene lontano da tutto ciò che favorisce la curiosità morbosa. Richiede anche una purificazione dell'ambiente sociale, mediante una lotta costante contro la permissività dei costumi, basata su un'erronea concezione della libertà umana.

    .............

    dunque: Una colpa commessa contro la verità comporta la riparazione, se ha procurato un danno ad altri.....
    .....

    Ora stiamo scoprendo pian piano uno di questi ABUSI CONTRO I COMANDAMENTI DI DIO........che sono, come dicevamo la LEGGE NATURALE.......IL DIRITTO NATURALE.....
    Oggi la nostra società si è spaccata in tre parti:

    1) favorevoli all'omosessualità (badate bene non ho detto all'aomosessuale...);

    2) coloro che con la Chiesa difendono la Legge e il diritto naturale........

    3) gli indiffernti, coloro che "tutto va bene purchè non mi mettete in mezzo...e purchè tutti poi ci vogliamo bene"......

    il punto 3) però non và d'accordo con L'OTTAVO COMANDAMENTO:
    NON DIRE FALSA TESTIMONIANZA....
    uno direbbe "ma mica sto mentendo"! bè diciamo che esistono molti modi di offuscare la verità.....e l'indifferenza ne è uno......soprattutto quando non solo si è indifferenti, ma si finisce con il GIUSTIFICARE IL PECCATO che tale Comandamento vieta per il bene stesso dell'uomo........

    Dicono le Scritture:

    Se il fratello persiste nell’errore, non sarà il giudizio della comunità in quanto tale a condannarlo, bensì il fatto che lui stesso si autoesclude dall’assemblea dei credenti. Così avviene nella scomunica pronunciata dalla Chiesa; essa non fa altro che constatare una separazione già avvenuta nel cuore e nel comportamento di un cristiano.


    Ez 33,7-9
    Se tu non parli all’empio, della sua morte chiederò conto a te.

    Così dice il Signore: “Figlio dell’uomo, io ti ho costituito sentinella per gli Israeliti; ascolterai una parola dalla mia bocca e tu li avvertirai da parte mia.
    Se io dico all’empio: Empio, tu morirai, e tu non parli per distoglier l’empio dalla sua condotta, egli, l’empio, morirà per la sua iniquità; ma della sua morte chiederò conto a te.
    Ma se tu avrai ammonito l’empio della sua condotta perché si converta ed egli non si converte, egli morirà per la sua iniquità, tu invece sarai salvo”.

    Parola di Dio

    Ma tu mi dirai: un momento, io non sto parlando di desiderare l'uomo di un altro.......
    e qui arriviamo al Matrimonio.......ALL'ADULTERIO....OGNI RAPPORTO SESSUALE AL DI FUORI DEL MATRIMONIO E' UN ADULTERIO.......

    IL SESTO COMANDAMENTO:
    NON COMMETTERE ADULTERIO



    487. Quale compito ha la persona umana nei confronti della propria identità sessuale?

    2331-2336; 2392-2393

    Dio ha creato l'uomo maschio e femmina, con uguale dignità personale, e ha iscritto in lui la vocazione dell'amore e della comunione. Spetta a ciascuno accettare la propria identità sessuale, riconoscendone l'importanza per tutta la persona, la specificità e la complementarità.



    488. Che cosa è la castità?

    2337-2338

    La castità è la positiva integrazione della sessualità nella persona. La sessualità diventa veramente umana quando è integrata in modo giusto nella relazione da persona a persona. La castità è una virtù morale, un dono di Dio, una grazia, un frutto dello Spirito.



    489. Che cosa comporta la virtù della castità?

    2339-2341

    Essa comporta l'acquisizione del dominio di sé, come espressione di libertà umana finalizzata al dono di sé. È necessaria, a tal fine, un'integrale e permanente educazione, che si attua in tappe di crescita graduale.



    490. Quali sono i mezzi che aiutano a vivere la castità?

    2340-2347

    Sono numerosi i mezzi a disposizione: la grazia di Dio, l'aiuto dei sacramenti, la preghiera, la conoscenza di sé, la pratica di un'ascesi adatta alle varie situazioni, l'esercizio delle virtù morali, in particolare della virtù della temperanza, che mira a far guidare le passioni dalla ragione.



    491. In quale modo tutti sono chiamati a vivere la castità?

    2348-2350; 2394

    Tutti, seguendo Cristo modello di castità, sono chiamati a condurre una vita casta secondo il proprio stato: gli uni vivendo nella verginità o nel celibato consacrato, un modo eminente di dedicarsi più facilmente a Dio con cuore indiviso; gli altri, se sposati, attuando la castità coniugale; se non sposati, vivendo la castità nella continenza.



    492. Quali sono i principali peccati contro la castità?

    2351-2359; 2396

    Sono peccati gravemente contrari alla castità, ognuno secondo la natura del proprio oggetto: l'adulterio, la masturbazione, la fornicazione, la pornografia, la prostituzione, lo stupro, gli atti omosessuali. Questi peccati sono espressione del vizio della lussuria. Commessi su minori, tali atti sono un attentato ancora più grave contro la loro integrità fisica e morale.



    493. Perché il sesto Comandamento, benché reciti «non commettere adulterio», vieta tutti i peccati contro la castità?

    2336

    Benché nel testo biblico del Decalogo si legga «non commettere adulterio» (Es 20,14), la Tradizione della Chiesa segue complessivamente gli insegnamenti morali dell'Antico e del Nuovo Testamento, e considera il sesto Comandamento come inglobante tutti i peccati contro la castità.



    494. Qual è il compito delle autorità civili nei confronti della castità?

    2354

    Esse, in quanto tenute a promuovere il rispetto della dignità della persona, devono contribuire a creare un ambiente favorevole alla castità, anche impedendo, con leggi adeguate, la diffusione di talune delle suddette gravi offese alla castità, per proteggere soprattutto i minori e i più deboli.



    495. Quali sono i beni dell'amore coniugale, al quale è ordinata la sessualità?

    2360-2361; 2397-2398

    I beni dell'amore coniugale, che per i battezzati è santificato dal Sacramento del Matrimonio, sono: unità, fedeltà, indissolubilità e apertura alla fecondità.



    496. Quale significato ha l'atto coniugale?

    2362-2367

    L'atto coniugale ha un duplice significato: unitivo (la mutua donazione dei coniugi) e procreativo (l'apertura alla trasmissione della vita). Nessuno deve rompere la connessione inscindibile che Dio ha voluto tra i due significati dell'atto coniugale, escludendo l'uno o l'altro di essi.



    497. Quando è morale la regolazione delle nascite?

    2368-2369; 2399

    La regolazione delle nascite, che rappresenta uno degli aspetti della paternità e maternità responsabili, è oggettivamente conforme alla moralità quando è attuata dagli sposi senza imposizioni esterne, non per egoismo, ma per seri motivi e con metodi conformi ai criteri oggettivi della moralità, e cioè con la continenza periodica e il ricorso ai periodi infecondi.



    498. Quali sono i mezzi immorali per la regolazione delle nascite?

    2370-2372

    È intrinsecamente immorale ogni azione - come, per esempio, la sterilizzazione diretta o la contraccezione -, che, o in previsione dell'atto coniugale o nel suo compimento o nello sviluppo delle sue conseguenze naturali, si proponga, come scopo o come mezzo, di impedire la procreazione.



    499. Perché l'inseminazione e la fecondazione artificiali sono immorali?

    2373-2377

    Sono immorali perché dissociano la procreazione dall'atto con cui gli sposi si donano mutuamente, instaurando così un dominio della tecnica sull'origine e sul destino della persona umana. Inoltre l'inseminazione e la fecondazione eterologa, con il ricorso a tecniche che coinvolgono una persona estranea alla coppia coniugale, ledono il diritto del figlio a nascere da un padre e da una madre conosciuti da lui, legati tra loro dal matrimonio e aventi il diritto esclusivo a diventare genitori soltanto l'uno attraverso l'altro.



    500. Come va considerato un figlio?

    2378

    Il figlio è un dono di Dio, il dono più grande del matrimonio. Non esiste un diritto ad avere figli («il figlio dovuto, ad ogni costo»). Esiste invece il diritto del figlio di essere il frutto dell'atto coniugale dei suoi genitori e anche il diritto di essere rispettato come persona dal momento del suo concepimento.



    501. Che cosa possono fare gli sposi, quando non hanno figli?

    2379

    Qualora il dono del figlio non fosse loro concesso, gli sposi, dopo aver esaurito i legittimi ricorsi alla medicina, possono mostrare la loro generosità mediante l'affido o l'adozione, oppure compiendo servizi significativi a favore del prossimo. Realizzano così una preziosa fecondità spirituale.



    502. Quali sono le offese alla dignità del matrimonio?

    2380-2391; 2400

    Esse sono: l'adulterio, il divorzio, la poligamia, l'incesto, la libera unione (convivenza, concubinato), l'atto sessuale prima o al di fuori del matrimonio.

    ***************

    Fraternamente Caterina LD
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    659
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In ogni caso la condanna di tutte le pratiche sessuali "illecite" è una interpretazione delle scritture e hai giustificato questa interpretazione in quanto la Bibbia era stata scritta da uomini che parlavano agli uomini del loro tempo... Ma allora mi chiedo perchè la tua interpretazione o meglio quella di alcuni padri della chiesa deve essere migliore di quella dei valdesi o dei luterani?

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Sep 2005
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    5,339
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per prima cosa i documenti della Chiesa li ho letti, visto che mi riguardano da vicino e il catechismo l'ho studiato durante il catecumenato.
    Quello che dovevo dire sul fatto che i testi di Genesi sulla creazione NON abbiano carattere PRESCRITTIVO, ma eziologico, l'ho già scritto e dunque non mi ripeterò. Nel Vangelo poi si parla di matrimonio e non di omosessualità, che non viene mai presa in considerazione, nemmeno in relazione ai divieti di Levitico, che per altro riguardavano la prostituzione sacra maschile praticata dai popoli pagani vicini a Israele. La Chiesa delle origini non ha inserito nei canoni del Vangelo alcun detto di Gesù in merito, posto che Gesù abbia mai detto qualcosa di particoalre sull'argomento.
    Domandati invece se quei documenti, che arrivano ad auspicare un esclusione degli omosessuali dall'insegnamento nella scuola, nello sport, dalla carriera militare ecc.., spiegano veramente in chiave cristiana ciò che pretendono di affermare. Io sono giunto alla conclusione in tutta COSCIENZA, dopo lunga e sofferta rifessione, con annessa depressione, e dopo aver approfondito l'argomento sotto diversi aspetti, che ciò che scrive la chiesa cattolica in quei documenti non solo è sbagliato ma profondamente ingiusto e fonte di dolore e sofferenza per milioni di persone.
    Ritengo poi che ciò che riguarda le leggi dello Stato sui temi delle scelte personali delle persone non debba essere strettamente legato alla loro appartenenza confessionale.
    Per altro non vedo in quale modo il riconoscimento delle unioni omosessuali possano danneggiare la società? Forse un'approvazione dello Stato causerebbe un'"epidemia" di omosessualità? (Sappiamo bene però che l'omosessualità non può essere indotta dall'esterno) Forse che tutti gli adolescenti e i giovani lascerebbero le proprie morose o fidanzate per mettersi con qualche loro coetaneo? Nessuno finora ha mai spiegato in cosa consista tale nocumento al bene della società nè in che modo si verificherebbe qualora lo Stato decidesse di dare tutela legale alle coppie omosessuali.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    659
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dimenticavo: vista l'interpretazione restrittiva data al settimo, come ti spieghi le immagini sacre e il fatto che molti animi semplici pregano più le immagini dei santi che il Creatore?

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Sep 2005
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    5,339
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per correttezza rispondo:

    il settimo comandamento si riferisce al divieto di creare idoli che rappresentino Dio cone le sembianze di una persona o di un animale, come facevano i popoli pagani confinanti con Israele.
    Il Cristianesimo sostiene che Dio in Gesù Cristo s'è fatto visibile assumendo la natura umana, dunque è rappresentabile poichè ci sono persone che ne hanno fatta esperienza sensibile, l'hanno visto, toccato, sentito parlare.
    Per i Cristiani poi la divinità di Cristo non risiede nelle immagini di lui che vengono venerate, come ad esempio sostenevano quei pagani che pensavano ad esempio che la divinità avesse sede anche nell'immagine o nella statua che rappresentava la divinità.
    Le immagini diCristo o dei Santi o le stesse reliquie hanno la funzione di dare una rappresentazione iconografica ai contenuti della fede, ma ad esse non è riservata alcuna adorazione.

 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I 10 comandamenti
    Di Supermario nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-09-09, 02:53
  2. 10 Comandamenti
    Di Danny nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 19-08-05, 17:23
  3. I Dieci Comandamenti
    Di Affus nel forum Cattolici
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 18-01-04, 16:02
  4. 10 comandamenti
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 09-11-02, 23:41
  5. I 9 comandamenti
    Di Shaytan (POL) nel forum Musica
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 26-07-02, 12:27

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226