User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Il ritorno di Re Leone

  1. #1
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Il ritorno di Re Leone

    vi segnalo questo articolo di Bacialli sul Gazzettino di oggi:



    Domenica, 18 Settembre 2005





    IL RITORNO DEL LEONE
    di LUIGI BACIALLI

    Il leone ferito è tornato sul Monviso e ha ripreso a ruggire. Umberto Bossi ieri ha celebrato il rito dell'ampolla e oggi con il suo quartino di acqua del Po è a Venezia per galvanizzare le truppe del Nordest. A Riva degli Schiavoni, dopo aver versato l'acqua del fiume in laguna, suonerà, come sempre, la carica, e ricorderà ai leghisti che tra tanti partiti apprendisti stregoni che cercano formule magiche per ottenere più voti, il suo è l'unico a trascurare le alchimie per cementare un rapporto leale e concreto con la gente. È questa, oggi, la forza del condottiero padano e non a caso ieri il Senatùr ha indugiato sui limiti delle manfrine, dei trabocchetti, dei cambiamenti in corsa per meri fini elettorali e non certo con l'intenzione di aiutare il Paese ad uscire dal guado in cui si trova.C'è un abisso tra l'approccio di Bossi e quello di altri leader dei due Poli. Lui sale sul Monviso e chiede che a dicembre 100 mila padani vadano a Bruxelles a protestare contro una politica comunitaria che discrimina e penalizza l'Italia; gli altri si dedicano alle scaramucce e alle lotte fratricide e perdono consensi perché "il popolo", così lo chiama sempre l'Umberto, avverte quanto sia insensibile, distante e indifferente il Palazzo. "Tutti per Bossi, Bossi per tutti" si leggeva su molti cartelli sistemati dai fedelissimi lungo il sentiero che conduce alle sorgenti del grande fiume. Lui è un capo adorato dai suoi, gli altri sono capi e basta. Lui capisce prima degli altri che i cittadini ne hanno le tasche piene dei teatrini e delle liti da cortile e infatti, a pochi mesi dalle elezioni, ordina ai suoi di lasciare che siano gli altri alleati a scannarsi per la proporzionale con sbarramento al 4\%, i collegi blindati e le poltrone. In questo Bossi è in linea con il premier Berlusconi, sospettato di aver semplicemente finto una disponibilità al ritorno al proporzionale perché Alleanza nazionale e Udc finissero con lo sbranarsi a vicenda, come sta poi effettivamente accadendo. E alla fine il nemico dell'unità d'Italia tante volte richiamato all'ordine dal Quirinale, dopo aver rinunciato a programmi secessionisti preferendo quelli federali, si trova persino dalla parte del Presidente Ciampi, che se la prende con quanti minano la stabilità del governo e delle istituzioni attraverso riforme inutili e opportunistiche. Bossi, diceva ieri un leghista con l'elmo vichingo, se ne sta come un cinese sulla riva del fiume e attende di veder passare i cadaveri. All'interno della coalizione rafforza l'asse con Forza Italia, ormai vitale per la tenuta del centrodestra in Lombardia e in Veneto, e si libera degli altri partiti considerati scomodi orpelli impostati ancora sul vecchio e logoro schema delle correnti, dove il leader è continuamente vessato e insidiato da troppi luogotenenti che strepitano e che sgomitano. "Il lungo sonno del Senatùr", così intitolai più di un anno fa un fondo sulla malattia di Bossi. Il sonno è durato un po' meno del previsto e al risveglio chi aveva alzato un po' troppo la cresta è stato rimesso subito in riga. Ma anche qui, Calderoli, Maroni, Castelli e gli altri papaveri della Lega non hanno la vocazione della congiura ai danni del leader come avviene sistematicamente negli altri partiti dove non a caso il capo non gode dell'affetto e della costante protezione della base.
    A un seminario della Margherita che si conclude oggi a Lignano Sabbiadoro alcuni politologi hanno fatto notare che nel Nordest il vento che tira verso il centrosinistra potrebbe anche, alla fine dei conti, deludere le aspettative. Non è detto insomma che un elettore deluso dal centrodestra decida di votare per l'Unione, e in questo caso i pareri concordavano nell'attribuire agli indecisi e ai non leghisti un voto "di protesta" che potrebbe premiare quella che qualcuno ha definito la volgare coerenza e il becero pragmatismo della Lega.

    Non mancheranno sondaggi in cui verrà previsto, anche nel caso di un eventuale sconfitta del centrodestra alle prossime politiche dell'aprile 2006, una sensibile crescita della Lega, che ciacola meno degli altri e mediamente realizza, o comunque riesce a lasciare questa impressione nell'elettore, più degli altri partiti della Casa della libertà. Bossi lo sa e non a caso, abbandonato il cielodurismo, è impegnato nel riaffermare l'identità della Lega e il suo radicamento nel territorio. Non a caso ieri si è detto amareggiato dall'epilogo della vicenda Antonveneta, perché avrebbe preferito una grande banca lombardo-veneta a quella targata Amsterdam. Gli va bene persino il bipolarismo con due sole bandiere, dove in genere si perde molta visibilità e cala l'autonomia, perché sa che le peculiarità di un partito o di un capo non dipendono dal disegno di un progetto ma dai suoi contenuti, non dalle parole e dalle sparate, e anche in questo Bossi è strategicamente maturato, ma dai fatti.

    Luigi Bacialli



    mah....che ne pensate?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    PADANIA NEL CUORE
    Data Registrazione
    07 Apr 2003
    Località
    dall'amata Padania
    Messaggi
    1,731
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    penso che se un giornalista ostile da sempre alla Lega arriva a lodare Bossi c'è veramente da preoccuparsi.
    Significa , per me, che:
    1) La Lega è sotto controllo;
    2) Bossi, suo malgrado, viene utilizzato da chi lo ha sempre osteggiato per fini di ricomposizione e quindi per riportare la Lega nell'alveo dell'anormale normalità della politica ita(g)liana.
    3)Si preannuncia, quasi si auspica, una crescita( ma non eccessiva) della Lega dovuta al passaggio dall'utopismo padano alla concretezza italica.
    4) si procede speditamente verso la normalizzazione del fenomeno Lega.
    Bacialli è un giornalista che non mi è mai piaciuto,lo ricordo all'epoca del secessionismo spesso deridere Bossi e i Leghisti con argomentazioni da asilo infantile.
    In ogni caso ha torto.
    Oggi a Venezia i leghisti hanno gridato chiaramente cosa vogliono e tutti l'hanno sentito.
    La lega non sarà mai sotto controllo, ha gli anticorpi e prima o poi li farà agire.
    TIOCH FAID AR LA'

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,394
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Il ritorno di Re Leone

    In origine postato da pensiero
    vi segnalo questo articolo di Bacialli sul Gazzettino di oggi:



    Domenica, 18 Settembre 2005

    IL RITORNO DEL LEONE
    di LUIGI BACIALLI

    C'è un abisso tra l'approccio di Bossi e quello di altri leader dei due Poli. Lui sale sul Monviso e chiede che a dicembre 100 mila padani vadano a Bruxelles a protestare contro una politica comunitaria che discrimina e penalizza l'Italia; gli altri si dedicano alle scaramucce e alle lotte fratricide e perdono consensi perché "il popolo", così lo chiama sempre l'Umberto, avverte quanto sia insensibile, distante e indifferente il Palazzo.


    Luigi Bacialli



    mah....che ne pensate?

    ne penso tutto il bene possibile, Bacialli ha detto la verità.

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,404
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Bacialli è un italiano.
    Diffidare sempre. Come di Massimo Fini. Pardon, massimo fini.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito bacialli rappresenta una percezione del mondo itagliano esterno alla lega

    gli itagliani sono rassicurati : la secessione non ci sarà più, la lega è rientrata all'ovile dei partiti che agiscono in itaglia.
    beh intanto raccogliamo nuove truppe, cerchiamo di aumentare i consensi. se l'inquietudine che ha paralizzato la germania nell'ultimo mese (tale da far sballare previsioni consolidate) premiando tanto i liberali che l'estrema sinistra è foriera di novità anche in itaglia, si può pensare a un incremento notevole sia della lega che di rifondazione.
    intanto amentiamo il nostro peso elettorale e poi stiamo a guardare il precipitare degli eventi : la secessione è dietro l'angolo, alla faccia di bacialli.

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il Gazzettino, per quanto riguarda il Veneto,
    è il peggior nemico della Lega e dei Federalisti
    in genere, per esempio il giorno dopo la Festa
    dei Veneti a Cittadella non si è vista una riga una
    sull'evento.
    Se Il Gazzettino incomincia a parlare bene di Bossi
    è l'ennesima conferma che qualcosa non va nel
    movimento.
    Probabilmente hanno scoperto che l'Umberto
    in fondo è italianissimo nei suoi difetti e quindi
    sanno come renderlo innoffensivo, di conseguenza
    uno innocuo si può anche elogiare.
    Del resto peggio di così: ai minimi storici come voti,
    indebitato fino al collo, in continua emorragia di fiducia,
    chi ha portato il movimento sull'orlo del disastro
    non può non essere visto con simpatia dal nemico.

 

 

Discussioni Simili

  1. Il Leone del Deserto
    Di Ivan nel forum Cinema, Radio e TV
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-10-11, 19:17
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-12-06, 23:16
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-12-03, 20:27
  4. Il leone.....
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-09-03, 23:08
  5. Il ritorno del Re Leone
    Di Nirvana nel forum Tuttosport
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 29-08-02, 20:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226