User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Massimiliano71
    Ospite

    Angry Ecco un altro frutto del liberismo.

    Da Repubblica.it

    Colti, pagati poco e senza garanzie
    Ecco i 300.000 della partita Iva


    ROMA - Sono quasi 300.000, in aumento dopo l'introduzione della legge Biagi, per oltre due terzi hanno tra i 30 e i 40 anni e un livello alto di istruzione e di professionalità, sono spesso insoddisfatti (si dichiara tale il 48,2% degli uomini e il 53,2% delle donne). Sono i collaboratori professionisti con partita Iva. Una ricerca del Nidil-Cgil in collaborazione con l'Ires, il centro di ricerca del sindacato guidato da Guglielmo Epifani, ne traccia un ritratto, attraverso un campione degli iscritti al Fondo Inps per i parasubordinati.

    Nell'ultimo anno gli iscritti al Fondo sono cresciuti del 10%, soprattutto perché, dopo l'entrata in vigore della legge Biagi, è stato il datore di lavoro a chiedere l'apertura della partita Iva.

    Il 60,7% delle persone considerate hanno almeno la laurea o la specializzazione mentre il 10,4% può contare su un diploma universitario. Le donne in media sono più istruite degli uomini con il 71,3% del totale che ha almeno la laurea. Il 57% fa un lavoro completamente coerente con il proprio titolo di studio ma spesso la condizione del collaboratore non consente di costituirsi una famiglia. Il 76,1% del totale, infatti, non ha figli (il 91,5% fino ai 35 anni) mentre oltre il 29% vive con i genitori o con amici e parenti.

    E' infatti difficile costituire una famiglia dati i bassi livelli di reddito che queste attività comportano: quasi il 40% del campione guadagna meno di 1.000 euro al mese, indipendentemente dall'impegno orario. Solo il 7% del campione guadagna oltre i 2.000 euro al mese mentre il 42,7% può contare su un'entrata tra i 1.000 e i 1.300 euro al mese.

    Guadagnare poco non significa lavorare altrettanto. L'orario medio per le classi di reddito tra gli 800 e i 1.300 euro è molto vicino a quello dei lavoratori dipendenti con 39,6 ore a settimana mentre nel caso di entrate superiori a 1.500 euro al mese gli orari medi superano le 43 ore.

    Non solo: la maggior parte dei collaboratori con partita Iva ha una posizione abbastanza simile a quella del lavoratore dipendente: infatti il 39,4% ha un unico committente mentre il 43,4% ha un committente principale anche se poi conta su altre consulenze.

    La monocommittenza è frequente soprattutto nel gruppo degli under 30 (il 60,9% anche se è presente anche nel gruppo dei meno giovani. La stragrande maggioranza dei professionisti monocommittenti lavora presso la sede dell'azienda (75%) e deve garantire una presenza oraria (70%) per lo più quotidiana (55%).

    Alta la percentuale degli intervistati che si percepisce lavoratore dipendente non regolarizzato (il 43,5%) piuttosto che libero professionista vero e proprio mentre la maggior parte delle persone considerate ha aperto la partita Iva non per scelta, ma come condizione legata al tipo di professione (37%) o imposta dal datore di lavoro (38%).

    Gli intervistati lamentano la mancanza di tutele sociali a partire da quelle previdenziali (la copertura è considerata inadeguata), e da quelle sulla malattia e la maternità. Il 40% del campione comunque preferirebbe un lavoro dipendente, percentuale che sale al 52,2% tra chi ha meno di 29 anni.


    Questi sono i frutti della politica liberista portata avanti negli ultimi 10 anni da tutti i governi di destra e di sinistra.
    Questa è la famosa flesibiltà del lavoro: lo sfruttamento.
    Penso che sia un argomento che sta a cuore a tutti i movimenti della nostra area...perchè non iniziare tutti insieme una battaglia contro la riforma del mondo del lavoro? Eppure questi sono gli argomenti che avvicinerebbero a noi migliaia di persone che la sinistra ha lasciato abbandonate a se stesse

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sempre Avanti
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    74,329
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io sono un libero professionista in partita IVA e, pur essendo soddisfatto del mio lavoro, confermo che ho dovuto fare un piano pensionistico privato per non finire in mezzo ad una strada quando arriverà il momento.
    Riaffiorano i ricordi degli anni di passione
    ritorna il vecchio sogno per la rivoluzione.
    Racconti senza fine di gente che ha pagato
    non puoi mollare adesso la lotta a questo stato.
    La rivoluzione è come il vento, la rivoluzione è come il vento.

  3. #3
    Volksgemeinschaft
    Data Registrazione
    24 Mar 2004
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,625
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Questi sono i frutti della politica liberista portata avanti negli ultimi 10 anni da tutti i governi di destra e di sinistra.
    Questa è la famosa flesibiltà del lavoro: lo sfruttamento.
    Penso che sia un argomento che sta a cuore a tutti i movimenti della nostra area...perchè non iniziare tutti insieme una battaglia contro la riforma del mondo del lavoro? Eppure questi sono gli argomenti che avvicinerebbero a noi migliaia di persone che la sinistra ha lasciato abbandonate a se stesse

    hai ragione.
    Il problema è che risposte dall'interno (del sistema liberista) è difficile darne. Per poter dare delle risposte che non siano palliativi, occorre essere in grado di formulare critiche fondate che sappiano mettere in crisi tutto l'impianto liberista/capitalista.
    Ora considerato che la maggioranza dei nostri connazionali è sorda a certe valutazioni, non è gridando slogan che possiamo risultare credibili.
    Il lavoro da fare sarebbe tanto, occorrerebbe innanzi tutto che l'ambiente si compattasse e che cominciasse veramente a cercare di dare delle risposte serie a quelle che sono le problematiche che ci circondano.
    Qua e là si levano alcuni voci che varrebbe la pena di prendere in considerazione, purtroppo finchè rimangono casi isolati sono destinate a autoconsumarsi.
    Non so perchè, ma questo disgraziato ambiente sembra proprio incapace di risollevarsi e di cominciare a marciare con passo deciso.
    In tutta sincerità non vedo spiragli all'orizzonte.

  4. #4
    Massimiliano71
    Ospite

    Predefinito

    Testo originale scritto da Fenris
    Io sono un libero professionista in partita IVA e, pur essendo soddisfatto del mio lavoro, confermo che ho dovuto fare un piano pensionistico privato per non finire in mezzo ad una strada quando arriverà il momento.
    Io dall'aprile del 2002 (cioè da quando mi sono laureato) al marzo del 2005 ho lavorato con le forme di contratto più strane: praticantato, tirocini formativi, collaborazioni occasionali, co.co.co e contratti a progetto e se finalmente nel marzo del 2005 non trovavo un lavoro (che mi piace veramente tanto) a tempo indeterminato sarei stato costretto a prendere la partita IVA per continuare a lavorare esclusivamente per la solita società che precedentemente mi impiegava a progetto.
    Pensa che mi era stato anche offerto un posto da assistente di direttore amministrativo di una grossa società fiorentina, con l'obiettivo di diventare entro 1 anno vice-direttore amministrativo, ma alla sola condizione di prendere partita IVA...fortunatamente ho trovato il mio attuale lavoro: prendo di meno rispetto a quello che avrei preso come assistente ma ho la sicurezza del posto, un buon stipendio e un lavoro gratificante professionalmente.
    Il problema è che il mio caso (il posto fisso) sta diventando un'eccezione e non più la regola in Italia.

  5. #5
    Massimiliano71
    Ospite

    Predefinito

    Testo originale scritto da Wandervogel
    Non so perchè, ma questo disgraziato ambiente sembra proprio incapace di risollevarsi e di cominciare a marciare con passo deciso.
    In tutta sincerità non vedo spiragli all'orizzonte.
    Non essere così pessimista!
    Facciamo tutto quello che è nelle nostre forze dopotutto non pioverà per sempre...almeno spero!
    E poi la situazione del nostro ambiente è grave ma non seria!

  6. #6
    legio_taurinensis
    Ospite

    Predefinito

    Sono completamente d'accordo e dalla mia firma si sara' capito.

    Io sono uno dei piu' acerrimi detrattori del liberismo(come teoria economica) del materialismo etico che ne consegue, all'interno del tessuto sociale.

    Il liberismo è il piu' grosso crimine verso l'umanità, perchè fa tornare la civiltà indietro di secoli, reinserendo logiche di sfruttamento e di schiavitu' nelle zone piu' degradate del mondo e un sistema sociale precario e immorale in quelle sviluppate. L'alternativa al liberismo non è necessariamente il comunismo o il fascismo, ma una semplice presa di coscienza da parte delle masse(lavoratrici in primis) verso il ritorno alla concezione comunitarista e statalista, dell'economia e dell'amministrazione. Ora pero', proporre simili modelli è utopistico.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Assicurazione privata

    Meno male che ho fatto una assicurazione privata altrimenti a 75 anni.............................non aspettate troppo a pensare alla vecchiaia !

    Anche se avrete la pensione INPS metteteci accanto qualcosa !

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Aug 2013
    Messaggi
    14,308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Assicurazione privata

    Meno male che ho fatto una assicurazione privata altrimenti a 75 anni.............................non aspettate troppo a pensare alla vecchiaia !

    Anche se avrete la pensione INPS metteteci accanto qualcosa !

  9. #9
    Massimiliano71
    Ospite

    Predefinito Re: Assicurazione privata

    Testo originale scritto da Ferruccio
    Meno male che ho fatto una assicurazione privata altrimenti a 75 anni.............................non aspettate troppo a pensare alla vecchiaia !

    Anche se avrete la pensione INPS metteteci accanto qualcosa !
    Non i fondi pensione integrativi: ragazzi sono un'inculata pazzesca! Scusate il termine ma è l'unico col quale si possono definire: sono stati fatti attenti studi ed è venuto fuori che nel migliore dei casi un giovane di 30 che inizia a farsi la pensione integrativa ora versando l'intero fondo trattamento fine rapporto (quindi se lavora per 35 anni nello stesso posto non vedrà un euro di liquidazione) vedrà integrarsi la pensione dell'INPS per non più del 22% (soltanto se l'andamento dei mercati finanziari sarà stato eccellente per i prossimi 30 anni!).
    Quindi, visto che la pensione dell'INPS sarà il 50% dell'ultimo stipendio andrà a prendere, se tutto va bene, non più del 70% dell'ultimo stipendio.
    Molto meglio scegliere per il TFR (che ha una rivalutazione fissa ma garantita, mentre i fondi pensioni sono legati all'andamento delle borse) e utilizzarlo alla fine per passare una vecchiaia serena.
    Se poi uno riesce a mettere da parte un gruzzoletto in altro modo tanto meglio, ma i fondi pensione sono un pozzo senza fondo, ricordatevelo!

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Jun 2004
    Messaggi
    2,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Testo originale scritto da Fenris
    Io sono un libero professionista in partita IVA e, pur essendo soddisfatto del mio lavoro, confermo che ho dovuto fare un piano pensionistico privato per non finire in mezzo ad una strada quando arriverà il momento.
    Non voglio andare off-topic, ma c'è da fidarsi della previdenza privata?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ecco il liberismo di Renzi.
    Di dDuck nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 10-11-12, 07:23
  2. Ecco un altro cazzaro!!
    Di Il Pretoriano nel forum Destra Radicale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 23-02-08, 18:21
  3. Risposte: 147
    Ultimo Messaggio: 07-11-07, 21:42
  4. CdL: ecco un altro perseguitato
    Di ossoduro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 28-10-05, 15:48
  5. Guerre, povertà e liberismo: ecco gli amici dell'Aids
    Di Roderigo nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-07-02, 17:48

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225