User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: San Gennaro

  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    17 Mar 2004
    Località
    milano
    Messaggi
    326
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito San Gennaro

    Corriere della Sera, articolo. 20 settembre 2005

    San Gennaro: il sangue è vero

    il miracolo forse


    --------------------------------------------------------------------------------

    di Vittorio Messori


    Tra i guai dell’età c’è la noia del déja-vu . La noia, cioè, che coglie davanti ai rituali ricorrenti cui i media danno voce. Periodicamente, qualcuno annuncia alle agenzie di avere scoperto come ottenere una Sindone eguale a quella diTorino. Di solito, arroventando una statua e sovrapponendole un lenzuolo. Senza spiegarci, tra l’altro, come mai un artista tale da ingelosire un Michelangelo o un Donatello, un genio in grado di scolpire o fondere un’immagine eccelsa come quella sindonica, si sia ridotto a fare l’anonimo falsario di reliquie, invece di diventare ricco e famoso alla corte di papi e imperatori.

    Ma, periodicamente, ecco anche il chimico che proclama di avere trovato la formula di una sostanza eguale al presunto “sangue di San Gennaro“. Il tedio, nel mio caso, è aggravato da una situazione singolare: mi trovo, infatti, tra i pochi laici che, un 19 di settembre, abbiano potuto stare al fianco dell’arcivescovo di Napoli –era allora il cardinal Corrado Ursi– che, sull’altare del duomo di Napoli, impugnava lo splendido reliquiario mentre il sangue “ribolliva“. Che è il termine tradizionale per indicare le bollicine che, talvolta, appaiono sulla superficie durante la liquefazione. Prima di constatare il fenomeno a un palmo di distanza mi ero ovviamente documentato: e non presso qualche sprovveduto devoto, ma pellegrinando tra professori universitari e laboratori di ricerca.

    Pur nell’esiguità dello spazio, tenterò dunque un piccolo promemoria, anche se consapevole che si continuerà sempre con titoli come quello di un quotidiano di ieri: <<San Gennaro, addio! Il miracolo del sangue si fa con un po’ di gel>>. Innanzitutto: su quanto avviene tre volte l’anno a Napoli, la Chiesa non si è mai pronunciata, né mai si pronuncerà ufficialmente, dichiarandolo “miracolo“. La devozione di papi, cardinali, santi non obbliga alcun cattolico (avviene anche per la Sindone o, ad esempio, per le guarigioni di Lourdes) a credere alla soprannaturalità del fatto. La Chiesa si limita a riconoscere la legittimità del culto e a sorvegliare che resti nell’ortodossia; e gli arcivescovi preferiscono parlare di “segno“, piuttosto che di “miracolo“. Comunque, le analisi spettrografiche della sostanza contenuta nelle due antichissime ampolle (una delle quali quasi vuota) sono state eseguite più volte da equipe di molte università, dando risultato unanime: si tratta di sostanza sanguigna. Sia il cardinal Ursi che il suo successore, Michele Giordano, hanno sempre ripetuto di voler mettere la reliquia a disposizione degli studiosi per ogni indagine, purché ne sia garantita l’integrità. E qui sta il problema irrisolvibile: le due ampolle sono, per gli esperti, di fattura romana e sono sigillate con un mastice durissimo, probabilmente coevo. Come mi disse un professore dell’università di Napoli: <<Nel mio laboratorio ho sia potenti laser che trapani elettronici con punte di diamante e potrei tentare di praticare un minuscolo foro per estrarre una goccia da analizzare. Ma se le ampolle, vecchie di più di un millennio e mezzo, dovessero frantumarsi, chi mi garantisce che ce la farei a scappare vivo dalla città?>>.

    Pur senza ulteriori indagini, è però chiaro che quanto c’è in quel reliquiario sfida le leggi che conosciamo. Qualunque sostanza, soprattutto se ematica, da moltissimo tempo avrebbe dovuto ridursi in polvere e non conservare invece un notevole volume e la possibilità di liquefarsi. Ma, soprattutto, ogni scienza naturale, a cominciare dalla fisica, si basa sul principio che a condizioni eguali debbono corrispondere effetti eguali. E’ proprio ciò che non avviene qui: ogni volta, la variazione di volume è diversa, capita che la sostanza si gonfi sino a riempire quasi l’ampolla o che mantenga un volume ben più modesto. Anche il colore è mutevole: dal rosso squillante a quello cupo al grigio al giallastro. Notevolissima è poi la variazione del tempo impiegato nel passaggio dal solido al liquido: ora istantaneo, ora addirittura dopo qualche giorno. Sempre diversi, poi, i tempi e le forme della solidificazione , a fenomeno terminato: dall’immediato al prolungato. Lo scioglimento è indipendente dalla temperatura: avviene –o non avviene– in estate come in inverno. Non è vero che la liquefazione esiga lo scuotimento: come accadde quando io stesso assistevo, il sangue può essere trovato già “ribollente“ senza che alcuno tocchi il reliquiario, cioè all’apertura della serie di casse e di casseforti che impediscono ogni accesso furtivo, visto che esigono una doppia chiave in possesso di persone diverse. Non praticabili neppure le ipotesi della tensione psichica della folla che convoglierebbe energie sul sangue: questo, spesso, è rimasto solido anche dopo giorni di invocazioni appassionate, mentre lo scioglimento si è avuto pure a chiesa vuota.

    Molto altro, ci fosse lo spazio, si potrebbe estrarre dalla ricca bibliografia scientifica, opera non di visionari e maniaci ma di autorevoli docenti universitari, spesso agnostici o atei, ma sorpresi davanti a un fenomeno fisico che sembra contrastare proprio le leggi della fisica. Come ha detto uno di quegli esperti: <<Il mistero di questo coagulo è che sembra vivere e respirare, in modi sempre diversi e imprevedibili>>. La fede, lo dicevo, non si gioca di certo su queste ampolle; ma è illusorio pensare di liberarsi di esse dettando, spensierati, una ricetta per un gel casalingo.


    © Corriere della Sera

    http://www.et-et.it/articoli2005/a05i20.htm

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by antonio
    ma un esame spettrofotometrico e' stato fatto?

    nessun dubbio sul fenomeno supernaturale, paranormale o che dir sivoglia.

    ma, perlomeno, l'esame spettrofotometrico sarebbe necessario per poter asserire che e' sangue.

    altrimenti si fa affidamento sulla buona fede.
    beninteso le altre deduzioni son pertinenti e incontestabili.
    punto.
    Un esame fu fatto alcuni anni fa dal prof. Baima Bollone di Torino che evidenziò trattarsi di sangue.

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    30 Jun 2005
    Messaggi
    470
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ecco cosa dicono a tal proposito sul forum Laico:

    http://www.politicaonline.net/forum/...hreadid=192295

  4. #4
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by CTALIMC
    Ecco cosa dicono a tal proposito sul forum Laico:

    http://www.politicaonline.net/forum/...hreadid=192295
    Infatti. Mi domando che ne capisce un'astrofisica di queste cose????

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    659
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Di scienza, probabilmente, ne capisce più di un Teologo, con tutto il rispetto possibile per la teologia

  6. #6
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by sagrado
    Di scienza, probabilmente, ne capisce più di un Teologo, con tutto il rispetto possibile per la teologia
    Già ... ma senz'altro meno di un medico-legale di fama

  7. #7
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La prima notizia certa del miracolo della liquefazione di San Gennaro risale al 17 agosto del 1389. Quel giorno, nel corso della festa dell'Assunta, fu mostrata ai fedeli la reliquia del sangue di San Gennaro: il sangue era liquefatto "come fosse appena sgorgato".

    Le cronache raccontarono di questo fatto come se fosse la prima volta che avveniva. E da allora in poi attorno al nome del santo crebbe sempre più la storia del miracolo della liquefazione nonostante i continui richiami della comunità scientifica sull'autenticità di quello che i credenti continuano a chiamare ancora oggi "il miracolo di San Gennaro".

    La prima notizia certa del miracolo della liquefazione del sangue di San Gennaro risale al 17 agosto del 1389 ; per la festa dell'Assunta il partito filoavignonese indisse grandi festeggiamenti cittadini per accogliere un'ambasceria proveniente da Avignone nel corso dei quali vi fu anche l'esposizione pubblica della reliquia del sangue di San Gennaro. La cronaca racconta che il sangue si era liquefatto come se fosse sgorgato quel giorno stesso dal corpo del santo e se ne ricava l'impressione che il miracolo avvenisse per la prima volta. Da allora il culto si andò intensificando sempre più con frequenti notizie dell'avvenuto miracolo.

    Il sangue di San Gennaro è custodito in due balsamari vitrei di piccole dimensioni e di foggia diversa databili ai primi decenni del IV secolo.Tre le date fisse del ricorrente prodigio: vigilia della prima domenica di maggio (prima traslazione), il 16 dicembre (anniversario dell'eruzione vesuviana del 1631) e il 19 settembre (data del martirio). Il sangue per liquefarsi può metterci pochi secondi come mezz'ora o giorni, allora la gente prega perché ciò avvenga. A questo proposito conviene spendere due parole sulle cosiddette "parenti di San Gennaro", che fanno parte del patrimonio etnico e culturale scaturito, nel corso dei secoli, dalla pietà popolare; esse usano espressioni semplici e confidenziali "santo nuosto", "guappone", "faccia ngialluta" e via di seguito, preghiere dialettali da recuperare e assolutamente da non emarginare, sono voce della lingua viva napoletana, come da recuperare è la testimonianza delle tante conversioni avvenute. In questa pietà popolare, mista fra il sacro ed un profano che comunque non è irriverente, il fedele accoglie l'invito alla conversione, alla confessione, ed alla partecipazione Eucaristica.

    Un altro aspetto delle tradizioni legate al miracolo di San Gennaro è dato dalla processione. E' una tradizione che si perde nei secoli, ricorda la prima traslazione delle reliquie del martire dall'agro Marciano alla catacomba extramuraria di Napoli ad opera, come si è detto del vescovo Giovanni I. Anticamente il clero vi partecipava con ghirlande di fiori sulla testa, tradizione abolita nel Seicento. Questa processione, dal popolo detta anche "processione delle statue" per la presenza delle statue dei santi compatroni, è un autentico spettacolo di fede e di folclore.

    La liquefazione delle reliquie di sangue
    una proposta di spiegazione

    ( A cura di Marcello Guidotti, http://www.nemesi.net )

    Un miracolo è un evento che si presenta all'esperienza umana con caratteristiche tali che le leggi naturali conosciute sembrano annullate o sospese, di modo che è generalmente attribuito all'intervento della potenza divina: svariati eventi descritti nel Vecchio e Nuovo Testamento sono considerati miracoli.
    Molti filosofi razionalisti hanno respinto il concetto di miracolo: David Hume sosteneva che un miracolo è una violazione del comune corso della natura e perciò non può verificarsi. Tuttavia, questa argomentazione - a rigore un'affermazione - presuppone una completa conoscenza del "comune corso" della natura. E dal momento che non possiamo vantare una simile conoscenza, si presenta più corretta la posizione di Sant'Agostino, il quale definì i miracoli non come qualcosa di "contrario alla natura" ma come qualcosa di opposto solo a "ciò che conosciamo della natura".

    Purtroppo i miracoli poco si prestano ad aggiungere qualcosa alla nostra conoscenza della natura, in quanto - per definizione - sono caratterizzati dall'unicità, e solo se si presentassero con una certa frequenza potrebbero essere studiati con il dovuto rigore scientifico. Però accanto ad ineffabili "miracoli" che hanno la caratteristica dell'unicità o comunque dell'imprevedibilità del loro verificarsi (statue che lacrimano, improvvise guarigioni, ecc.), se ne indica un altro che si ripete con sorprendente regolarità.
    Nel Duomo di Napoli, nella cappella dedicata a San Gennaro, sono custodite due ampolle ermeticamente chiuse, contenenti - secondo la tradizione - il sangue del Santo. Questo sangue, che si presenta raggrumato, ha la singolare caratteristica di liquefarsi a scadenze regolari.

    Comunque, l'evento non è così regolare: è accaduto che le ampolle mostrate agli illustri personaggi che visitano la cappella del tesoro, che in queste occasioni il sangue si è fluidificato molte volte, mostrando una notevole quanto sfaccettata "personalità". Ad esempio, durante la campagna di Napoleone in Italia, nel giugno del 1799, il generale francese Championnet entrò a Napoli con le sue truppe e, per prevenire disordini, pensò alle miracolose ampolle: perentoriamente sollecitò il cardinale ad intercedere perché avvenisse il miracolo... e San Gennaro acconsentí. Nel 1986, il cardinale di Napoli, Michele Giordano, mentre saliva i gradini del Duomo, cercò di baciare un'ampolla... San Gennaro, evidentemente compiaciuto da tale devozione, fece il miracolo. E così il 6 maggio 1989, durante la processione guidata ancora dal cardinale Giordano dalla Basilica di Santa Chiara al Duomo. Anche il 18 maggio 1992, in occasione della visita di Andrew Bertie, Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta, le ampolle - estratte dalla teca in cui sono custodite - hanno mostrato il sangue prontamente fluidificatosi dopo un minuto di preghiere. Per contro, mostrando uno "spirito" repubblicano, il miracolo non si é mai verificato in presenza dei sovrani di Casa Savoia. E nemmeno in occasione della visita di papa Pio IX il secolo scorso e di papa Giovanni Paolo II nel novembre 1990. Faceva freddo o... San Gennaro è indispettito per una vecchia bolla pontificia del XVII secolo?

    La bolla, vietava l'ostensione della reliquia - pena la scomunica - a chiunque, con la sola eccezione del Papa, dei suoi rappresentanti e dei membri della casata Colonna, prìncipi amministratori della regione. La bolla venne dimenticata nella prima metà del secolo successivo, quando ripresero le ostensioni pubbliche. ()

    Battute a parte.....il testo di questo studioso (che fra l'altro non si ritiene un credente, ma espone il tema in modo onesto...) appare interessante.....e dopo tutta la sua requisitoria, ossia dopo aver riconosciuto che comunque non ha una spiegazione da dare... conclude così:

    Da quanto discusso, appare evidente che il modo più corretto per concludere questa discussione, che ha fini puramente speculativi ed è propriamente inerente l'epistemologia, è ricordare la cosiddetta "scommessa di Pascal"...

    supponiamo di accettare la dottrina della Chiesa Cattolica. Se la Chiesa è nel falso, non guadagneremo né perderemo, ma se è nel vero otteniamo la possibilità di andare in cielo. Se viceversa non accettiamo la dottrina cattolica, ci neghiamo la possibilità della salvazione. Dunque, conviene credere...

    ma con lo stesso ragionamento dovremmo credere a tutte le religioni? William James sosteneva fermamente la sua volontà di credere. Magari in quella cristiana perché ha il conforto dei miracoli. Bertrand Russell affermava la sua volontà di dubitare. Ma, in conclusione, il punto in discussione è la fede. E la fede, almeno quella nelle cose celesti, non deve aver bisogno di prove. Cosí, la posizione corretta è quella di monsignor Luigi Pignatello portavoce del cardinale Giordano, intervistato a proposito del miracolo di San Gennaro: "E' la fede che vi attribuisce un intervento di Dio", precisando però che il suo non è scetticismo: "Dico soltanto che non ho bisogno di miracoli!"

    .............
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    2,974
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Lightbulb Re: San Gennaro

    19 SETTEMBRE 2018: Mercoledi della Quattro Tempora di settembre (digiuno e astinenza: oggi, venerdì e sabato), NOSTRA SIGNORA DI LA SALETTE (anniversario dell’apparizione della Madonna avvenuta in Francia a La Salette il 19 settembre 1846), SAN GENNARO, VESCOVO DI BENEVENTO E MARTIRE, PATRONO PRINCIPALE DELLA CITTÀ E DEL REGNO DI NAPOLI, ED I SUOI COMPAGNI, MARTIRI…




    “19 SETTEMBRE: SAN GENNARO, VESCOVO E MARTIRE, E I SUOI COMPAGNI, MARTIRI.”
    Guéranger, L'anno liturgico - San Gennaro, Vescovo e Martire, e i suoi Compagni Martiri
    http://www.unavoce-ve.it/pg-19set.htm




    San Gennaro - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/san-gennaro/
    «19 settembre, San Gennaro, Vescovo e Martire.

    “A Pozzuoli, in Campania, i santi Martiri Gennaro, Vescovo della città di Benevento, Festo suo Diacono, e Desiderio Lettore; Sosio, Diacono della Chiesa di Miseno; Procolo, Diacono di Pozzuoli; Eutichio ed Acuzio. Tutti questi, dopo le catene ed il carcere, furono decapitati sotto il Principe Diocleziano. Il corpo di san Gennaro fu portato a Napoli ed onorevolmente sepolto nella chiesa, dove pure si conserva ancora in una ampolla di vetro il sangue del beatissimo Martire, che, posto in presenza della sua testa, si vede liquefarsi e bollire, come se fosse sparso di fresco”.
    O martire invitto e mio potente avvocato san Gennaro, io umile vostro servo mi prostro innanzi a voi, e ringrazio la Santissima Trinità della gloria che vi ha elargita nel Cielo, e della potenza che vi comunica sulla terra a pro di quelli che a Voi ricorrono. Mi compiaccio soprattutto per quel miracolo strepitoso che dopo tanti secoli si rinnova nel vostro sangue, già versato per amore di Gesù, e per tale singolare privilegio vi prego di soccorrermi in ogni mia bisogna e specialmente nelle tribolazioni che adesso mi straziano il cuore. Così sia.»
    http://www.sodalitium.biz/wp-content...-1-200x300.jpg





    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/

    "S. Messa in provincia di Verona - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/s-messa-provincia-verona/

    “Sodalitium - IMBC.”
    https://www.youtube.com/user/sodalitium

    “Omelie dell'I•M•B•C a Ferrara.”
    https://www.facebook.com/OmelieIMBCFerrara/

    http://www.oratoriosantambrogiombc.it/
    “Oratorio Sant'Ambrogio – Milano - Offertur Oblatio Munda (Malachia 1, 11)”




    «Don Floriano Abrahamowicz - Domus Marcel Lefebvre.
    XVII domenica d. Pentecoste (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=3mksL5RX-FQ
    XVII domenica d Pentecoste (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=DxA2PnjagQQ
    https://www.youtube.com/user/florianoabrahamowicz/
    http://www.domusmarcellefebvre.it/
    Ogni giovedì alle ore 20.30 ha luogo la lettura in diretta di una o due questioni del Catechismo di San Pio X.
    http://www.domusmarcellefebvre.it/santa-messa-1.php
    La Santa Messa tutte le domeniche alle ore 10.30 a Paese, Treviso.»





    Novità libraria: Racconti miracolosi - Centro Studi Giuseppe Federici
    https://www.facebook.com/giuseppe.federici.5?tn-str=*F
    “Processione di San Gennaro a Napoli nel 1952.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...05&oe=5C1856D1








    https://www.sursumcorda.cloud/
    https://www.sursumcorda.cloud/sostienici/libri.html
    https://www.sursumcorda.cloud/sostie...si-detail.html
    https://www.facebook.com/CdpSursumCorda/
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...73&oe=5C233A08





    "19 settembre 1870, l’ultimo giorno del potere temporale dei Papi."
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...24&oe=5C2FF23F






    “Gloriosissimo Patriarca San Giuseppe, gran protettore dei moribondi, Vi prego per i Vostri principali dolori e principali allegrezze che aveste vivendo, che vogliate benignamente difendermi nella mia morte da tutte le insidie del demonio, e confortare l’anima mia in quel periglioso passo, affinché per mezzo Vostro, felicemente io voli da questa temporale vita, all’eterna e beata. Gesù, Maria e Giuseppe siate Voi sempre la mia compagnia.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...da&oe=5C5F95BE







    https://www.facebook.com/catholictradition2016/
    «Sancti et Sanctae Dei, orate pro nobis.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...2b&oe=5C259388





    “AD I VESPERAS IN FESTO SANCTI JANUARII, EPISCOPI BENEVENTANI ET MARTYRIS AC PRÆCIPUI PATRONI CIVITATIS ET REGNI NEAPOLITANI.
    (Primi Vespri della Festa di San Gennaro, Vescovo Beneventano e Martire e Patrono principale della Città e del Regno di Napoli)
    Duplex I classis cum Octava.
    (Doppio di I classe con Ottava)
    Beatus Januarius * Præsul et Martyr inclytus extinxit impetum ignis, obturavit ora ferarum, et in occisione gladii pro Christo mortuus legitimi certaminis coronam accepit.
    Il beato Gennaro, * Vescovo e Martire inclito, estinse l'impeto del fuoco, chiuse le bocche delle fiere, e morto nell'uccisione di spada per Cristo, ricevette la corona del giusto combattimento.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...fa&oe=5C2666F9





    «AVVISO SACRO.
    Domani, 19 Settembre, la Pagina e il Canale Christus vincit saranno in diretta dalla Cattedrale di Napoli per la solenne esposizione delle Ampolle del Sangue di San Gennaro, Patrono della Città e del Regno di Napoli, in attesa della liquefazione dello stesso, e per pregare il Santo di ottenerci da Iddio l'infinita Misericordia.
    Rimanete connessi sempre per la Maggior Gloria di Dio.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...d5&oe=5C22C11F





    "NOVENA IN PREPARAZIONE DELLA FESTA DI SAN GENNARO, VESCOVO DI BENEVENTO E MARTIRE, PATRONO PRINCIPALE DELLA CITTÀ E DEL REGNO DI NAPOLI.
    (10 - 18 Settembre)


    ℣. Deus, ☩ in adiutorium meum intende.
    ℞. Domine, ad adiuvandum me festina.
    Gloria Patri.

    [℣. Provvedi, ☩ o Dio, al mio soccorso.
    ℞. Signore, affrettati ad aiutarmi.
    Gloria al Padre.]

    I. Gloriosissimo nostro Protettore San Gennaro, ammiriamo il fervente vostro zelo, e la cura pastorale che esercitaste con tanta premura pei vantaggi spirituali del vostro gregge. Umilmente vi preghiamo, che vogliate ora dal Cielo provvedere ai bisogni di questa nostra Città, come delle nostre case e famiglie.
    Pater, Ave e Gloria.

    II. Gloriosissimo nostro Protettore San Gennaro, ammiriamo la vostra generosa costanza con la quale confessaste avanti il tiranno Timoteo la santa Fede di Gesù Cristo. Umilmente vi preghiamo d'intercederci costanza e fedeltà per confessare ed osservare la santa legge di Dio.
    Pater, Ave e Gloria.

    III. Gloriosissimo nostro Protettore San Gennaro, ammiriamo la vostra confidenza in Dio segnandovi col segno della santa Croce, ed entrando in quella accesa fornace, donde ne usciste illeso. Umilmente vi preghiamo che, come Voi per divino aiuto foste liberato da quelle voraci fiamme, così noi siamo liberi da quelle dell'inferno mediante la vostra intercessione.
    Pater, Ave e Gloria.

    IV. Gloriosissimo nostro Protettore San Gennaro, ammiriamo la vostra eroica sofferenza in sopportare tanti crudeli tormenti. Umilmente vi preghiamo ad ottenerci da Dio sofferenza per tollerare con merito i travagli di questa misera vita.
    Pater, Ave e Gloria.

    V. Gloriosissimo nostro Protettore San Gennaro, ammiriamo la sublime gloria a cui vi ha innalzato Iddio per i vostri eccelsi meriti. Umilmente vi preghiamo d'intercederci da Lui che, vivendo una santa vita ed imitando le vostre eroiche virtù, possiamo far parte della vostra gloria in Cielo.
    Pater, Ave e Gloria.

    ℣. Ora pro nobis, sancte Januari.
    ℞. Ut digni efficiamur promissionibus Christi.

    Oremus.
    Deus, qui per beati Januarii Martyris tui atque Pontificis confessionem et sanguinem, admirabili testimonio ac triumpho Ecclesiæ tuæ fidem illustrare dignatus es: quæsumus; ut ejusdem nos fidei consortio et patrocinio munitos, triumphi etiam et gloriæ participes efficias.
    Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia sæcula sæculorum.
    ℞. Amen.

    [℣. Prega per noi, o San Gennaro.
    ℞. Affinché siam fatti degni delle promesse di Cristo.

    Preghiamo.
    Dio, che, con mirabile testimonianza e trionfo, ti sei degnato di illustrare la fede della tua Chiesa per mezzo della confessione e del sangue del beato Gennaro, tuo Martire e Vescovo: ti chiediamo che, possedendo la stessa fede e muniti del suo patrocinio, siamo fatti partecipi del suo trionfo e della sua gloria.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
    ℞. Amen.]"
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...b5&oe=5C36BF27







    https://www.radiospada.org
    https://www.facebook.com/radiospadasocial/?fref=nf

    “19, 21 e 22 settembre 2018: Quattro Tempora di settembre ---> digiuno e astinenza.”
    https://www.radiospada.org/2016/09/l...-di-settembre/

    “19 SETTEMBRE 2018: SAN GENNARO, VESCOVO, E I SUOI COMPAGNI, MARTIRI.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...a5&oe=5C5FDA94





    “Era il 19 settembre 1870.
    Le truppe italiane avevano completato l’investimento della città eterna, e l’ultimo atto del dramma cominciato nel 1859 stava per recitarsi; il sacrifizio stava per consumarsi. Sempre fedeli alla nostra divisa, noi speravamo contro ogni speranza, domandavamo a Dio un miracolo! Io aveva ricevuto il comando alla porta di S. Giovanni in Laterano, quando fui avvertito che il Santo Padre entrava alla Scala Santa.Non esagero: sembravami che intorno alla fronte del nostro augusto Pontefice risplendesse l’aureola dei Santi e dei Martiri. Ognuno aveva coscienza che stesse per compiersi alcun che di straordinario. Giunto all’ultimo gradino dopo essersi curvato a baciare la Croce che segna la traccia del Sangue del Salvatore, il Santo Padre, levando le braccia come Mosè alla vista della terra di Canaan, rivolse questa preghiera al Dio degli eserciti: «O tu, gran Dio, mio Salvatore, tu di cui io sono il servo dei servi, tu di cui io sono l’umile rappresentante, ti supplico, per questo prezioso Sangue, caduto al tuo divin Figlio in questi luoghi stessi, e del quale io sono il supremo dispensatore; ti supplico, pei tormenti, pel supplizio del tuo divin Figlio che salì volontariamente questa scala di obbrobrio, per offrirsi in olocausto dinanzi a Cesare, dinanzi a quel popolo che lo insultava e pel quale andava a morire sopra una croce infame , oh! ti prego, abbi pietà del tuo popolo e della tua Chiesa, tua diletta figlia. Sospendi il tuo corruccio, la tua giusta ira. Non permettere a mani infami di venire a contaminare la tua dimora. Perdona al mio popolo, che è tuo, che ha fatta rossa del suo sangue questa terra benedetta. E se una vittima si richiede, o mio Dio! prendi il tuo indegno servo, il tuo indegno rappresentante! Pietà, mio Dio! pietà, te ne prego; mi checché avvenga, sia fatta la tua santa volontà!». Noi tutti piangevamo. Mai più non assisterò ad una scena tanto sublime e straziante ad un tempo. Aspettai il Santo Padre sulla porta, e, avendo fatto schierare i miei in ordine di battaglia, pregai il Pontefice di benedirci... Le donne del popolo gli afferravano le mani, sì avvinghiavano alla sua sottana, gridando: «Coraggio, Santo Padre coraggio!» (Da: Pio IX ad Imola e Roma. Memorie inedite di Francesco Minocchieri, pubblicate ed illustrate a cura di Antomaria Bonetti, Napoli 1892, Stab. Tip. Librario di A. & Salv. Festa, pagg.178-185).”

    “Il 19 settembre 1846, circa alle tre del pomeriggio, su una montagna vicina al villaggio di La Salette (Diocesi di Grenoble), la Vergine Santissima si degnava apparire a Mélanie Calvat e Maximin Giraud.”





    https://upload.wikimedia.org/wikiped...La_Salette.jpg






    https://escogitur.files.wordpress.co.../lasalette.gif




    “Roma (il Vaticano) perderà la fede e diventerà la sede dell'Anticristo (cfr. seconda lettera ai Tessalonicesi 2,4).”



    https://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1633
    Ranieri Cossettini, Roma, l'apostasia e l’abominio della desolazione, Edizioni Segno, Tavagnacco (Udine) 2017.
    https://www.edizionisegno.it/img.asp...e%2FRoma%2Ejpg


    https://www.agerecontra.it/category/arai-daniele/
    FATIMA 2017: IL 3º SEGRETO SEMPRE PIÙ CHIARO


    “IL SEGRETO DE LA SALETTE (5/95)
    IL SEGRETO DE LA SALETTE (5/95)
    Attualità del messaggio della Santa Vergine IL SEGRETO DE LA SALETTE (5/95)
    Il 19 settembre 1846, a Melania Calvat e a Massimo Giraud apparve la Madre di Dio.”


    https://novusordowatch.org/we-had-been-warned/
    "We Had Been Warned: Catholic Prophecies & Predictions of our Dark Times."




    :: Corsia dei Servi :: La Chiesa del Vaticano II è occupata da una loggia massonica
    “(…) Sono convinto che si scoprirà poco a poco che il Vaticano II ha a che fare con una loggia massonica! Né più né meno. Lo si scoprirà, forse, di qui a breve. Verranno pubblicati dei nomi con le appartenenze massoniche, con i gradi di massoneria, con le appartenenze alle logge!...
    Non può essere altrimenti! Eseguono alla perfezione il lavoro delle logge massoniche per non essere, almeno, dei sostenitori delle logge massoniche.
    Non è possibile, non è possibile! E tutto ciò si verifica in ogni settore. Non è possibile che il Papa, ispirato dallo Spirito Santo e sostenuto dallo Spirito Santo per bocca di Nostro Signore Gesù Cristo, possa fare una cosa del genere. In questo, sono d’accordo con voi, non è possibile, è incompatibile.
    (…) in realtà, non è possibile che un Papa possa fare questo! Dunque, non è Papa! Beh, il ragionamento non fa una piega! Il ragionamento non fa una piega! (…)
    A questo proposito, ci sono state delle apparizioni che lo hanno detto, e queste apparizioni sono state riconosciute dalla Santa Sede! Parliamo di Fatima! Parliamo di La Salette! Hanno detto che il demonio sarebbe salito sino al gradino più alto della Chiesa!
    Io non ne so nulla, non so se il gradino più alto si riferisce al Segretario di Stato e si ferma lì, o se va ben oltre e arriva fino al Papa! Io non ne so nulla. Fino a colui che si dice Papa… io non lo so. E voi lo sapete, non è una cosa impossibile. E i teologi hanno studiato il problema. I teologi hanno studiato il problema per sapere se sia una cosa possibile, per esempio, che una papa possa essere eretico, quindi scomunicato, quindi tutti i suoi atti illegittimi e invalidi.
    E se, per ipotesi, - io non so nulla, di nuovo non mi fate dire cose che non dico, io non lo so! – ma alla fine, premesso che lo si scopra, si scoprisse pian pianino la sua appartenenza alla massoneria... Immaginate che il Papa sia stato iscritto ad una loggia massonica prima della sua elezione! Era già scomunicato! Scomunicato, quindi la sua elezione è invalida! Non può essere Papa! E noi avremmo, nel frattempo, un Papa che non è Papa! Sono cose possibili! (…)
    Mons. Marcel Lefebre - Febbraio 1976, traduzione di chiesaepostconcilio.blogspot.it”

    :: Corsia dei Servi :: Il pensiero di Mons. Lefebvre che si evince dalle sue parole, non dalle interpretazioni altrui
    “[…] Perché, ancora una volta, chi è il Papa, se non colui che ci dà i tesori della Tradizione e il tesoro del Deposito della Fede e la vita soprannaturale per mezzo dei sacramenti e del Sacrificio della Messa? […] Se accadesse che il Papa non fosse più il servitore della verità, non sarebbe più Papa. […]
    Mons. Marcel Lefebvre - Omelia nella S. Messa celebrata a Lille, in Francia, il 29 agosto 1976”

    Conferenza di Mons. Marcel Lefebvre, ai seminaristi di Ecône, 8 giugno 1978 - La contro-Chiesa conciliare: contraffazione della Chiesa cattolica

    “Conferenza di S. Ecc. Mons. Marcel Lefebvre Fondatore della Fraternità San Pio X ai seminaristi di Ecône 8 giugno 1978
    - estratti -
    La contro-Chiesa conciliare: contraffazione della Chiesa cattolica […]
    Con quale Chiesa abbiamo a che fare? – vorrei sapere – se ho a che fare con la Chiesa cattolica, o se ho a che fare con un’altra Chiesa, con una contro-Chiesa, con una contraffazione della Chiesa.
    Ora, io credo sinceramente che noi abbiamo a che fare con una contraffazione della Chiesa e non con la Chiesa cattolica. Perché? Perché essi non insegnano più la fede cattolica. Essi non difendono più la fede cattolica. Non solo non insegnano più la fede cattolica e non difendono più la fede cattolica, ma insegnano altra cosa, essi immischiano la Chiesa in qualcosa di diverso della Chiesa cattolica.
    Questa non è più la Chiesa cattolica. Costoro sono seduti sulla sede dei loro predecessori, tutti questi cardinali che sono nelle congregazioni e tutti questi segretari che sono in queste congregazioni o alla Segreteria di Stato, sono seduti dov’erano i loro predecessori, ma non continuano il lavoro dei loro predecessori. Essi non hanno più la stessa fede, né la stessa dottrina, né la stessa morale dei loro predecessori. Allora, non è più possibile. E principalmente, il loro grande errore è l’ecumenismo. Essi insegnano un ecumenismo che è contrario alla fede cattolica. […]
    Io penso che si può, che si debba anche credere che la Chiesa è occupata. Essa è occupata da questa contro-Chiesa. Da questa contro-Chiesa che conosciamo bene e che i papi conoscevano perfettamente e che i papi hanno condannato nel corso dei secoli. Fino ad oggi per quattro secoli la Chiesa non ha cessato di condannare questa contro-Chiesa che è nata soprattutto col protestantesimo, che si è sviluppata col protestantesimo e che è all’origine di tutti gli errori moderni, e che ha distrutto ogni filosofia e che ci ha portato a tutti questi errori che conosciamo e che i papi hanno condannato: liberalismo, socialismo, comunismo, modernismo, sillogismo e che so io. E noi ne moriamo. I papi hanno fatto di tutto per condannare tutto questo. Ed ecco che oggi coloro che sono assisi sui seggi di quelli che hanno condannato queste cose, ecco che oggi sono d’accordo praticamente con questo liberalismo e con questo ecumenismo. Ebbene, noi non possiamo accettarlo.
    E più le cose si chiariscono, più noi ci accorgiamo che questo programma che è stato elaborato nelle logge massoniche – tutto questo programma, tutti questi errori sono stati elaborati nelle logge massoniche – ebbene, ci accorgiamo molto lentamente e con precisione sempre più grande che in Vaticano vi è molto semplicemente una loggia massonica. E che oggi, quando ci si trova davanti un segretario di congregazione o un cardinale, che sono seduti sul seggio o negli uffici in cui si trovavano dei santi cardinali, cardinali che avevano la fede cattolica e che difendevano la fede cattolica della Chiesa e che erano uomini di Chiesa, ebbene ci si trova davanti un massone! E allora, siamo forse davanti alla stessa cosa? Eppure richiedono la stessa obbedienza.
    Certo, una volta ci si chiedeva di obbedire alla fede, ci si faceva fare il giuramento antimodernista, ci si faceva fare la professione di fede, ma oggi, questa gente, quale fede ci chiede di professare? Non è più la stessa. Ma ecco che si chiede sempre: obbedienza, obbedienza, obbedienza! Ah! Sì, ma anche se fosse… Obbedienza alla Chiesa, si! Obbedienza a ciò che la Chiesa ha sempre comandato, sì! Obbedienza alla fede della Chiesa, sì! Ma obbedienza alla Massoneria, no! E questo, voi lo sapete è sicuro!
    Ultimamente, mi hanno portato dei documenti che sembrano del tutto veridici, dei documenti che mostrano della corrispondenza tra Bugnini e il gran maestro della Massoneria su tutta la riforma liturgica; nei quali il gran maestro della Massoneria chiede a Bugnini di applicare la riforma del famoso Rorca, il prete apostata che aveva predetto già tutto ciò che si doveva fare e che aveva già previsto tutto quello che si doveva fare quando il Vaticano sarebbe stato occupato della Massoneria: - Ecco cosa bisogna fare. E allora, adesso il gran maestro della Massoneria chiede a Bugnini di applicarlo!
    […] Noi siamo i più obbedienti alla Chiesa e a tutto ciò che la Chiesa ha sempre insegnato, ha sempre voluto, ma non a degli uomini che lavorano alla distruzione della Chiesa dall’interno della Chiesa. Il nemico è all’interno della Chiesa. Il Papa Pio X l’aveva annunciato. La Salette l’aveva annunciato. Fatima l’ha annunciato. Tutto è stato annunciato in maniera pubblica. Si sapeva che il nemico si sarebbe introdotto all’interno della Chiesa. Ebbene, lo è! Lo è! […]
    noi non vogliamo seguire questi orientamenti massonici dell’ecumenismo e tutti questi nuovi orientamenti che sono stati forgiati nelle logge massoniche. […]
    E’ una loggia massonica che è arrivata a penetrare all’interno del Vaticano e che dirige tutto, e che evidentemente non ci può vedere. E’ chiaro, è evidente. Noi siamo di ostacolo al loro piano, al loro piano di distruzione del sacerdozio, di distruzione della Messa, di distruzione della liturgia. E’ evidente! […]”

    Omelia di Mons. Marcel Lefebvre a Ecône, 30 giugno 1988, Santa Messa per le consacrazioni episcopali
    “Omeliadi S. Ecc. Mons. Marcel Lefebvre Fondatore della Fraternità San Pio X nella Santa Messa per la consacrazione dei quattro nuovi vescovi della Fraternità Ecône, 30 giugno 1988
    (…) E poi conoscete bene le apparizioni de La Salette, in cui la Madonna dice che Roma perderà la Fede, che a Roma vi sarà un’eclisse. Capite cosa questo possa significare da parte della Santissima Vergine. E infine il segreto di Fatima, che è ancora più vicino a noi. Senza dubbio il terzo segreto di Fatima doveva far delle allusioni a queste tenebre che hanno invaso Roma, queste tenebre che invadono il mondo a partire dal concilio. (…)”

    “Mgr LEFEBVRE L'Église est occupée par une loge maçonnique”
    https://www.youtube.com/watch?v=XSuBwJ4xuns
    “Mons. Marcel Lefebvre denunzia l'apostasia di Roma”
    https://www.youtube.com/watch?v=UqGpHKbSNmk




    http://www.cmri.org/ital-index.html

    "Centro Studi Giuseppe Federici - sito ufficiale"
    http://www.centrostudifederici.org/

    "Sito ufficiale del Centro Culturale San Giorgio, tratta di messaggi subliminali, rock satanico, occultismo, massoneria"
    http://www.centrosangiorgio.com/

    "sito dedicato alla crisi dottrinale nella chiesa cattolica"
    http://www.crisinellachiesa.it/

    https://www.agerecontra.it/
    https://www.agerecontra.it/category/arai-daniele/
    https://www.facebook.com/Traditio.Verona.it/

    https://www.facebook.com/pietroferrari1973/

    “Non Una Cum - Roman catholics sedevacantists.”
    https://www.facebook.com/romancatholicsnonunacum/

    https://www.facebook.com/fidecatholica/

    http://www.traditionalmass.org/

    https://novusordowatch.org/

    ": Quidlibet : ? A Traditionalist Miscellany — By the Rev. Anthony Cekada"
    http://www.fathercekada.com/

    https://www.truerestoration.org/


    "Sede Vacante -"
    http://www.catholique-sedevacantiste.fr/

    https://militesvirginismariae.wordpress.com/



    “Louis-Hubert Remy
    Pour La Salette lire le dossier du Cardinal Lepidi :
    http://www.a-c-r-f.com/documents/R_P...alette_20p.pdf
    http://www.a-c-r-f.com/documents/Can...La-Salette.pdf


    http://ddata.over-blog.com/xxxyyy/0/...la-Salette.PDF
    “«CES PAGES ONT ETE ECRITES POUR LA PURE VERITÉ» L'APPARITION DE LA TRES SAINTE VIERGE SUR LA SAINTE MONTAGNE DE LA SALETTE LE SAMEDI 19 SEPTEMBRE 1846 Simple Réimpression du Texte Intégral publié par Mélanie avec l'Imprimatur de Sa Gr. Mgr SauveurLouis, Comte ZOLA, évêque de Leccè, en 1879, suivi de quelques pièces justificatives. Le Tout Publié avec l'IMPRIMATUR du R. P. A. LEPIDI, O. P., Maître du Sacré-Palais, Assistant Perpétuel de la Congrégation de l'Index, Délivré à Rome le 6 Juin 1922.”


    La Salette : vérités et mensonges, conséquences contemporaines | Le CatholicaPedia Blog

    “(…) L’abbé Paladino, dans sa brochure La Voix n°28/29, mettra en évidence l’opportunisme de l’abbé Ricossa : « D’abord, notre article n’avait pas pour but de démontrer que le Secret avait été approuvé par l’Église, mais seulement de dire que ce Secret illustre la situation actuelle comme l’abbé Ricossa lui-même l’avait écrit à l’époque. Est-il discourtois de remarquer qu’à notre connaissance ce dernier n’adhérait pas à la thèse de Cassiciacum en 1986 tandis qu’en 1999 il en est devenu l’un des principaux défenseurs ? Or, en 1986 l’abbé Ricossa était favorable au Secret et depuis 1999 il y est opposé. On peut légitimement se demander si ce n’est pas l’adoption de la thèse guérardienne qui est la vraie raison de son changement d’attitude. Il est vrai qu’il s’est déjà défendu de cette accusation mais on ne peut nier que le Secret de la Salette ne s’accorde pas vraiment avec la thèse de Cassiciacum.» (…)”


    https://i0.wp.com/wordpress.catholic.../442.jpg?w=600








    Ligue Saint Amédée
    http://liguesaintamedee.ch/
    https://www.facebook.com/SaintAmedee/
    «Intransigeants sur la doctrine ; charitables dans l'évangélisation [Non Una Cum].»
    “19 Septembre 1846 : apparitions de La Salette (France).”
    19 septembre : Saint Janvier, Évêque et Martyr (? 305) :: Ligue Saint Amédée
    “19 Septembre : Saint Janvier, Évêque et Martyr († 305).”
    http://liguesaintamedee.ch/applicati...nt_janvier.jpg







    Sancte Januari, ora pro nobis!!!
    NOSTRA SIGNORA DI LA SALETTE , PREGATE PER NOI!!!
    Luca, Sursum Corda - Habemus Ad Dominum!!!
    ADDIO GIUSEPPE, mio caro fratello di sangue e spirito, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    NOI 2 insieme, uniti OLTRE LA MORTE ed il tragico DESTINO SIA IN TERRA CHE IN CIELO, per SEMPRE VEDREMO LA LUCE - SURSUM CORDA!

 

 

Discussioni Simili

  1. W San Gennaro!
    Di robdealb91 nel forum Campania
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 19-09-18, 23:37
  2. Per San Gennaro
    Di robdealb91 nel forum SS Calcio Napoli
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-09-08, 14:57
  3. De Gennaro chi?
    Di Abdullah nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-01-08, 17:29
  4. San Gennaro
    Di ZEUS nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-11-07, 09:01
  5. San Gennaro
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 21-09-05, 03:43

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226