User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 50
  1. #1
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unhappy Si può morire per una presa di...PUGNI?

    UN ALTRO PUGILE HA PERSO LA VITA: OLTRE CINQUECENTO IN UN SECOLO


    Morire all’undicesimo round E lo chiamano sport

    www.avvenire.it

    Giorgio De Simone

    Il collega ti chiama dal giornale e certo non ti aspetti che un altro pugile abbia perso la vita. Che l'abbia persa dopo (cinque giorni dopo) aver combattuto per il titolo mondiale. È accaduto a Las Vegas, la città più specializzata al mondo nell'organizzare spettacoli (e non c'è altra parola che «spettacoli», purtroppo), di pugilato. È successo a un pugile, Levander Johnson, che combatteva contro Chavez per il titolo mondiale. All'undicesimo round, il che fa del povero Johnson un pugile dell'undicesimo round che, al contrario degli operai dell'undicesima ora, non riceverà, in questa vita, il premio sperato. È successo e ti domandi: ma come, ancora?

    Te lo domandi come ti potresti domandare se ancora si muore, per esempio, in miniera e la risposta è sì: sul ring si muore ancora e nella generale ignoranza, e nella suprema indifferenza. È vero: da «arte nobile» il pugilato sembra diventato faccenda di pochi. Dove sono i grandi match in tivù? Dov'è il delirare che l'Italia conobbe per i Tiberio Mitri, i Duilio Loi e i Nino Benvenuti? Oggi è il calcio e solo il calcio a trionfare sui mass media. E per tutti noi, avvinghiati come siamo al pallone, la boxe è cosa vecchia, superata, sport d'altri tempi. Per noi quasi non esiste più il pugilato e invece eccolo lì ancora, eccolo lì con le centinaia di giovani che si credono forti e vengono cooptati, assoldati, indotti a battersi per dimostrare che sono i più bravi.

    È questo, in fondo, cioè la corsa a dimostrarsi più bravi, che tiene in vita la Grande Corsa del mondo. Ma quando, per farlo, sali su un ring e lì scopri che il più bravo è l'altro, allora può anche succedere che l'altro ti uccida. E lo può fare, ucciderti, perché ha licenza di farlo, perché il ring è uno di quei luoghi dove si può ammazzare l'avversario senza minimamente sentirsene responsabili. Come in guerra. Non si dovrebbe morire quando si è giovani e invece succede tutti i giorni e tutte le notti, continuamente. E uno dice: ma come, con tutti i morti che ci sono sulle strade, con tutti i giovani che vanno a sbattere il sabato sera, con tutti quegli altri giovani che si fanno saltare con in tasca una bomba, ti preoccupi di uno sfortunato pugile che è salito sul ring sapendo che tra le quattro corde si rischia, sapendo che lì sopra può succedere di tutto come di tutto può capitare al campione che corre su due o quattro ruote?

    Ma il pugilato è considerato uno sport. Come il tennis: uno contro l'altro, con la differenza che sul ring più fai male al tuo avversario e meglio è. Nel pugilato il più forte è chi sa fare più male e, se vede l'avversario barcollare infuria su di lui, se lo vede sanguinare lo colpisce lì dov'è la ferita. Nessuno, su un ring, dà una mano all'avversario per rialzarsi, nessuno sul ring può e deve avere pietà. Senza pietà era il titolo di un famoso film e senza pietà, al di là di tutti i film di Stallone, è il pugilato. Perfino il wrestling, se è vero quello che ci raccontano, è concepito per fare spettacolo e non per far male. La boxe, invece, è concepita per far male ed ecco perché succede che nell'arco di un secolo più di 500 giovani possono salire sul ring e morirvi. Non ci resta che una domanda: fino a quando?
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Firenze, ma vorrei tornare in Svizzera
    Messaggi
    3,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by antonio
    no, non e' uno sport ma e' una tradizione...
    e ricordo che quando si propose di imporre severe restrizioni, se non abolire, questo pseudosport, il Sabato, settimanale ciellino, fece una campagna a favore della boxe poiche' sport popolare e tradizionale...dunque da preservare...
    e bravo Antonio, così riesci a dimostrare l'incredibile influenza di CL per cui se oggi in tutto il mondo si pratica la boxe il merito o il demerito è di una nostra campagna di almeno 20 anni fa (di cui sinceramente non ricordo un bel nulla).
    Come medico potevi dare un contributo certamente più stimolante, viceversa hai preferito elargirci la tua quotidiana dose di livore, e per fortuna che non hai tirato in ballo il nano di Arcore, Dell'Utri e Previti

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    14 Jun 2005
    Località
    Triest / Trst / Trieste
    Messaggi
    1,601
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma cosa centra con la teologia ?

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Nov 2003
    Messaggi
    4,895
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La boxe pericolosa, ma cissono anche tanti altri sport pericolosi, a parte che secondo me in questo caso basterebbe poco perchè tragedie del genere non avvenissero, basterebbe usare il paratesta come nella boxe dilettantistica, chiaro che abolirli sarebbe completamente un'utopia, anche il grande Enzo Ferarri quando moriva qualche suo pilota si interrogava a fondo sul significato di certe competizioni

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Jul 2002
    Messaggi
    16,996
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    Ma queli restrizioni. Se la "violenza" vi da fastidio , non la guardate..

    Il numero di gente che muore in altri sport più nobili è infinitamente più alto però nessuno si scandalizza.
    La famosa artista idolo delle folle :" si figuri che uno ha addirittura scritto che avrei dovuto investire i MIEI soldi comprando un bar! Io!!!! La barista!!!!"

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    06 Feb 2005
    Messaggi
    252
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    scusate ma io non sono minimamente daccordo.
    la Boxe è un grande sport.

    ora mettendomi nei panni della gente si possono vedere due tipi di problemi.
    uno che si preoccupa per la salute dei contendenti(che ha un suo senso), ed uno relativo alla violenza che sarebbe presente nel pugilato (il "dover far del male al prossimo").

    mi occupo del secondo, perchè è quello che proprio non sta ne in cielo ne in terra.
    bisogna proprio non aver la più pallida idea del mondo del pugilato oltre che a esser provvisti di una certa propensione allo scandalizzarsi fine a se stesso.
    se ci sono ancora oggi degli sport, dove viene insegnato cosa significhi il sacrificio e il rispetto di chi si trova con noi a competere o ad allenarsi, il pugilato è uno dei pochi.
    io le palestre di pugilato le ho frequentate e questo lo testimonio nella maniera più assoluta.
    se qualcuno vuole associare salire sul ring, ad un match giudato dall'odio, bhe forse sta farisaicamente confondendo la forma con la sostanza, perchè ci sono dozzine e dozzine di altri sport, assolutamente non violenti (almeno così crede la gente), dove è evidente come sia spesso totalmente assente il rispetto dell'avversario.
    dove l'insulto o il fallo scorretto ai danni dell'avversario, non è l'eccezione, ma la norma.
    si guardi il mondo del calcio, dove i ragazzini sono cresciuti e attorniati da genitori esagitati che passano il tempo delle partite ad insultare a dx e sx, e dove i ragazzini buoni a giocare finiscono per diventare viziati e con in testa solo il guadagno facile.
    quella è violenza.

    e non mi si tiri fuori Tyson che da fuori di matto...quel ragazzo era in prigione una volta al mese prima di iniziare a mettersi i guantoni...anzi se vogliamo la boxe poteva essere un modo per tirarlo fuori dai guai (come è sempre stato per molti in Usa).

    siamo tutti daccordo poi che i soldi di oggi han rovinato il pugilato,
    ma questo ve lo dicono gli appassionati del pugilato stessi.
    eppure i Tyson rimangono eccezioni, mentre i Totti che sputano in faccia alle persone, sono presenti e come norma più che eccezione, non solo ad alti livelli, ma anche nelle partite di categoria infima.
    perchè è lapalissiana per chi le ha conosciute la differenza di mentalità dei due mondi.

    riguardo alla salute...
    l'unico vero problema della boxe sono i microtraumi al cervello che nella vecchiaia possono farsi sentire per un pugile professionista di categiora pesante (quindi pugni più potenti) che ha combattuto per una vita, senza le opportune pause che oggi si pensa debbano esserci.
    ma non è certo una cosa automatica o che riguarda la maggioranza dei pugili!
    se vogliamo dirla tutta, di sport dove la gente muore sul colpo c'è ne sono molto altri...e non serve tirare in ballo gli sport motoristici...o estremi...la gente muore anche per contrasti a calcio o ad Hockey...cadendo da cavallo, o giocando a rugby.
    o che dire del SUMO?
    i danni del pugilato, in confronto ai danni alla salute che si provocano i sumoti ingurgitando tonnellate di cibo al giorno, sono un inezia.

    a dirla tutta poi io mi sono sempre fatto male o rotto qualcosa giocando al popolarissimo calcio, piuttosto che facendo boxe.
    ma fa parte di quelle cose di cui è difficilissimo convincere per esempio...una madre ...come convincerla che dovrebbe esser più preoccupata se mi faccio 1000km in macchina piuttosto che se su un aereo...ma non c'è la si fa...il luogo comune è duro a morire.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Jul 2002
    Messaggi
    16,996
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    Si, è una impressione sbagliata.
    La famosa artista idolo delle folle :" si figuri che uno ha addirittura scritto che avrei dovuto investire i MIEI soldi comprando un bar! Io!!!! La barista!!!!"

  8. #8
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Faccio alcune considerazioni....non sparate sul pianista

    il soggetto è il pugilato che portando con sè un atto violento che può condurre ALLA MORTE....... implica ovviamente che chi con coscienza lo pratica, sapendo di POTER UCCIDERE IL PROPRIO FRATELLO......compie un atto illecito.......

    Non si tratta di stare sempre li a condannare, questo NON sarebbe necessario se usassimo la testa.......se con la ragione io so che un pugno che dò potrebbe portare l'altro alla morte.........io credo che non si chiama più sport.....ma omicidio preterintenzionale.......

    E' ovvio che nelle regole SPORTIVE questo è palese, cioè regolare..... chi va lo sa rischi che corre...e appunto mi
    i chiedo: fino a che punto è lecito abusare di uno sport che so che può condurre un altro alla morte per CAUSA MIA?

    qui non è un tribunale........cerchiamo di capire e meditare.......

    Fraternamente Caterina
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Jul 2002
    Messaggi
    16,996
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    Mah, se la visione dei pugni disturba, basta cambiare canale.
    La famosa artista idolo delle folle :" si figuri che uno ha addirittura scritto che avrei dovuto investire i MIEI soldi comprando un bar! Io!!!! La barista!!!!"

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    06 Feb 2005
    Messaggi
    252
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Caterina guarda ti salvi perchè sei donna e certe cose capisco possano apparirti in un certo modo
    ma altrimenti ti sparavo eccome
    perchè dire che boxando con un pugno posso uccidere è proprio un discorso irragionevole alla ennesima potenza.
    e cercherò di spiegarti perchè.

    in primo luogo se basta la mera "possibilità" senza occuparci di quanto sia realisticamente probabile stiamo già esprimendo un assurdo.
    non posso escludere di ucciderti nemmeno quando ti do un passaggio in macchina.
    un judoka se proietta con violenza l'avversario può tranquillamente spezzargli l'osso del collo, se questo non è buono a cadere.
    un pilota non può escludere di ammazzare piloti o spettatori quando sale su una macchina.
    un giocatore di baseball non può escludere che la sua pallina, battuta non sfasci il cranio di qualcuno...
    ci sono i morti anche nei contrasti dei giocatori di calcio.
    ed infatti sono cose che capitano, con + o - frequenza.

    se l'approccio con cui tratti la boxe avesse senso...
    sarebbero ben altri gli sport da bandire...
    perchè in un discorso di morale cristiana nemmeno il suicidio è ammesso.

    a questo link c'è come esempio statistico un elenco dei morti in svizzera per sport.
    http://www.upi.ch/ricerca/statistica...1/usp_t_01.htm

    bene osserva quali sono gli sport che ogni anno fanno morti...
    gli sport d'acqua, gli sport di montagna, gli sport invernali, ecc
    le morti dovute al pugilato (assenti in svizzera come quasi ovunque) sono assolutamente rare...
    tu puoi dire che solo perchè c'è ne è qualcuna... ma io ti dico che ci sono anche per chi va in bicicletta...senza tirare in ballo chi scende dal pordoi a 90kmh, ma riferendomi a chi va da casa al panettiere.

    sciare è ben più pericoloso per la propria vita e per quella del prossimo che fare pugilato.
    sorpresa?
    e allora Caterina aboliamo lo sciare?
    se vogliamo essere coerenti.
    come invitare qualcuno sulla propria barca a vela...ti assicuro che è più facile finire in mare e rimanerci, piuttosto che morire per dei pugni sul ring.

    e se il discorso è considerare "non incidente" quel che avviene sul ring, perchè il pugno è voluto....stiamo facendo dialettica politicamente corretta...non combattono con le spade, combattono con pugni e guantoni, e l'esperienza ha mostrato che realisticamente è un attività che non uccide.
    se all'interno di questo contesto, capita l'incidente, il pugno del pugile è un arma quanto lo è la prua della barca che ne capotta un altra annegando un uomo dell'altrui equipaggio.

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 61
    Ultimo Messaggio: 19-01-14, 22:59
  2. Risposte: 61
    Ultimo Messaggio: 17-08-13, 18:15
  3. Risposte: 71
    Ultimo Messaggio: 16-04-13, 12:10
  4. Presa a pugni una 19enne attivista di Giovane Italia
    Di Defender nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 85
    Ultimo Messaggio: 14-02-11, 13:12
  5. Commessa presa a pugni: i rapinatori sono tre bambini rom
    Di 100% Antikomunista nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 15-05-10, 12:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226