L'agenda del papa per i prossimi tre mesi

di Mattia Bianchi/ 25/09/2005

Tre mesi di impegni per Benedetto XVI: il Sinodo dei vescovi, l’incontro con i bambini, le canonizzazioni e le celebrazioni del Natale. Il programma di ottobre, novembre e dicembre diffuso ieri dal Vaticano.

CITTA’ DEL VATICANO - Il Sinodo dei vescovi, l’incontro con i bambini, una visita in una parrocchia romana e poi le celebrazioni per il Natale. I prossimi tre mesi si annunciano ricchi di impegni per papa Benedetto XVI. La sua “agenda” è stata comunicata dal maestro delle celebrazioni liturgiche mons. Piero Marini e prevede numerosi appuntamenti, a cominciare dall’ormai imminente Sinodo dei vescovi. Il papa presiederà infatti la celebrazione d’apertura il prossimo 2 ottobre nella basilica di San Pietro e poi quella di chiusura, prevista per domenica 23 ottobre. Durante la Santa Messa, con cui tra l’altro si conclude l’Anno dell’Eucaristia voluto da Giovanni Paolo II, verrà celebrata la Giornata missionaria mondiale e saranno canonizzati i beati Józef Bilczewski, Gaetano Catanoso, Zygmunt Gorazdowski, Alberto Hurtado Cruchaga e Felice da Nicosia. Il 15 ottobre, momento suggestivo con l’incontro di Benedetto XVI con i bambini della Prima Comunione, mentre il 9 e il 29 si svolgeranno a Roma i riti di beatificazione del cardinale Clemens August Graf von Galen, di Josep Tápies e 6 compagni martiri e di María de los Ángeles Ginard Martí.

Nel mese di novembre, il papa sarà impegnato in due celebrazioni significative: venerdì 11, nella basilica di San Pietro, è in programma la Santa Messa in suffragio dei cardinali e vescovi defunti nel corso dell’anno, mentre sabato 26, alla vigilia della prima domenica di Avvento, sempre in San Pietro, saranno recitati i Primi Vespri. Per quanto riguarda i nuovi beati (che a differenza di quanto avveniva con Giovanni Paolo II non sono più proclamati dal papa, ma dai cardinali), saliranno agli onori degli altari Eurosia Fabris (Domenica 6 nella cattedrale di Vicenza), Charles de Foucauld, Maria Pia Mastena e Maria Crocifissa Curcio (Domenica 13 nella basilica di San Pietro), Anacleto Gonzáles Flores e 7 Compagni martiri, Giuseppe Trinità Ranger, Andrea Solá Molist, Leonardo Pérez, Dario Acosta Zurita e Giuseppe Sánchez del Rio (Domenica 20 nella cattedrale di Guadalajara in Messico.

A dicembre, vengono confermati alcuni appuntamenti cari a Giovanni Paolo II come l’omaggio all’Immacolata in piazza di Spagna a Roma. Giovedì 8, il papa presiederà la Santa Messa nella basilica di San Pietro, in cui verrà ricordato anche il 40° anniversario della conclusione del Concilio Ecumenico Vaticano II. Nel pomeriggio, invece, alle 16 uscirà dal Vaticano per raggiungere la celebre piazza romana dove è posta la statua della Madonna. Domenica 18, quarta domenica di Avvento, Benedetto XVI riprenderà la tradizione delle visite in parrocchia, rendendo così visibile in un modo particolare e suggestivo il suo ministero di vescovo della Capitale. Per Natale, invece, il papa presiederà la Santa Messa della Notte nella basilica di San Pietro (24 dicembre), mentre la mattina del 25, dalla Loggia delle benedizioni impartirà la benedizione "Urbi et Orbi". Ultimo impegno dell’anno, i primi vespri di ringraziamento, previsti alle ore 19 di sabato 31 dicembre.


www.korazym.org