Quattro marinai italiani sono rimasti gravemente feriti nella tromba d'aria che si e' abbattuta sulla base alla periferia sud di Catania.
Secondo quanto si e' appreso, i militari in servizio al secondo gruppo elicotteri di Maristaeli, sono stati schiacciati da parti di strutture che sono state divelte e sollevate in aria dalla forza distruttrice del vento.

Maltempo: tromba d'aria su base militare Catania - Sicilia - ANSA.it

E' morto Davide Di Cara,29 anni, uno dei 4 militari della Marina rimasti feriti nella tromba d'aria sulla la base elicotteri di Maristaeli. L'elicotterista e' deceduto per i postumi di un gravissimo trauma cranico. Gli altri suoi tre colleghi rimasti colpiti dalla copertura di un hangar si trovano ricoverati con prognosi riservata in ospedale a Catania. Di Cara, originario di Palermo, era un sottocapo della Marina militare in servizio al secondo gruppo elicotteri di Maristaeli, la cui base e' a sud di Catania, vicina all'aeroporto internazionale di Fontanarossa. I suoi colleghi rimasti gravemente feriti sono i marescialli Angelo Di Fede, 38 anni, di Noto (Siracusa) e Nicola Magaldi, 39 anni, e l'allievo motorista Andrea Signore, 26 anni, di Roma. Tutti sono ricoverati, sedati farmacologicamente, nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi di Catania. I medici si sono riservati la prognosi. I quattro, assieme ad altri tre militari della Marina, stavano effettuando controlli ad un elicottero in manutenzione a Maristaeli, quando una tromba d'aria ha scoperchiato una struttura tensostatica, la cui copertura si e' violentemente abbattuta sul velivolo. L'impatto e' stato attutito da una pala del rotore principale che ha rallentato lo schianto della copertura.


Maltempo: tromba d'aria a Catania, morto un militare - Sicilia - ANSA.it