User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'industria dell'Immigrato

    | Venerdi 28 Ottobre 2005 - 14:11 | |

    L’immigrazione selvaggia è ormai una minaccia percepita chiaramente dagli italiani, a parte le vestali idiote del politicamente corretto a tutti i costi e coloro che sul traffico degli immigrati ci guadagnano miliardi.
    Caritas/Migrantes l’organizzazione cattolica specializzata in “assistenza agli immigrati”, una vera e propria industria dell’assistenza, ha presentato ieri a Roma il suo annuale dossier sul fenomeno, sulla obiettività del quale ovviamente non possiamo giurare. Intanto il titolo è già un programma: "Immigrazione è globalizzazione".
    In verità non dissentiamo: in effetti l’immigrazione è la globalizzazione della miseria per i popoli e la globalizzazione della ricchezza per le organizzazioni internazionali che gestiscono il potere nel mondo.
    Tornando al dossier, questo presenta soltanto una fotografia dell’immigrazione “regolare”, pertanto solo la parte emersa dell’iceberg, il resto è fuori. Ebbene secondo questa fonte gli immigrati in Italia sarebbero oggi 2.800.000, praticamente raddoppiati rispetto a cinque anni fa. La stessa Caritas, ma forse non vuole spaventarci troppo. prevede un nuovo raddoppio entro i prossimi dieci anni.
    La popolazione straniera ufficiale sfiora così il 5% del totale; dalla maggior parte dei sociologi questo è considerato il limite massimo, travalicato il quale è impossibile frenare il conflitto tra la comunità originaria del territorio e “gli invasori”.
    Poiché, però, questo è solo un dato parziale, in realtà l’Italia ha già sforato questo livello di allarme e si appresta a doppiarlo nei prossimi anni. Poiché poi la distribuzione non è omogenea nel territorio, esistono aree nelle quali gli italiani sono già diventati minoranza in casa loro, con tutte le tensioni immaginabili.
    Caritas/Migrantes 2005 vuole però fornire nel suo dossier un’immagine tutta diversa, presentandoci l’invasore come un benefattore buono e bravo, semmai gli ignoranti siamo noi.
    Così sottolinea che i residenti stranieri laureati sono il 12,1% mentre tra gli italiani sono solo il 7,5%. Anche i diplomati stranieri sono il 27,8% contro il 25,9% di quelli italiani. Tra le donne, poi, il livello di istruzione è persino "molto più alto". Il dossier ci fa poi sapere che sono diminuiti i rimpatri degli immigrati irregolari. Il documento della Caritas/Migrantes, che elabora dati del ministero dell'interno, ha registrato un calo di circa il 5% in un anno. Nel 2003 erano il 61,6% delle persone da allontanare, sono stati il 56,8% nel 2004 (pari a 105 mila provvedimenti). Il dossier ci segnala, inoltre, che la maggioranza degli irregolari che arrivano in Italia lo fa via terra e non via mare. A ricorrere ai gommoni è appena il 10 del totale. Un altro 15% passa attraverso le frontiere mentre la gran parte di irregolari entra con visti regolari, ma poi non esce alla scadenza di questi permessi.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Totila
    Ospite

    Predefinito Re: L'industria dell'Immigrato

    Originally posted by Der Wehrwolf
    | Venerdi 28 Ottobre 2005 - 14:11 | |

    L’immigrazione selvaggia è ormai una minaccia percepita chiaramente dagli italiani, a parte le vestali idiote del politicamente corretto a tutti i costi e coloro che sul traffico degli immigrati ci guadagnano miliardi.
    Caritas/Migrantes l’organizzazione cattolica specializzata in “assistenza agli immigrati”, una vera e propria industria dell’assistenza, ha presentato ieri a Roma il suo annuale dossier sul fenomeno, sulla obiettività del quale ovviamente non possiamo giurare. Intanto il titolo è già un programma: "Immigrazione è globalizzazione".
    In verità non dissentiamo: in effetti l’immigrazione è la globalizzazione della miseria per i popoli e la globalizzazione della ricchezza per le organizzazioni internazionali che gestiscono il potere nel mondo.
    Tornando al dossier, questo presenta soltanto una fotografia dell’immigrazione “regolare”, pertanto solo la parte emersa dell’iceberg, il resto è fuori. Ebbene secondo questa fonte gli immigrati in Italia sarebbero oggi 2.800.000, praticamente raddoppiati rispetto a cinque anni fa. La stessa Caritas, ma forse non vuole spaventarci troppo. prevede un nuovo raddoppio entro i prossimi dieci anni.
    La popolazione straniera ufficiale sfiora così il 5% del totale; dalla maggior parte dei sociologi questo è considerato il limite massimo, travalicato il quale è impossibile frenare il conflitto tra la comunità originaria del territorio e “gli invasori”.
    Poiché, però, questo è solo un dato parziale, in realtà l’Italia ha già sforato questo livello di allarme e si appresta a doppiarlo nei prossimi anni. Poiché poi la distribuzione non è omogenea nel territorio, esistono aree nelle quali gli italiani sono già diventati minoranza in casa loro, con tutte le tensioni immaginabili.
    Caritas/Migrantes 2005 vuole però fornire nel suo dossier un’immagine tutta diversa, presentandoci l’invasore come un benefattore buono e bravo, semmai gli ignoranti siamo noi.
    Così sottolinea che i residenti stranieri laureati sono il 12,1% mentre tra gli italiani sono solo il 7,5%. Anche i diplomati stranieri sono il 27,8% contro il 25,9% di quelli italiani. Tra le donne, poi, il livello di istruzione è persino "molto più alto". Il dossier ci fa poi sapere che sono diminuiti i rimpatri degli immigrati irregolari. Il documento della Caritas/Migrantes, che elabora dati del ministero dell'interno, ha registrato un calo di circa il 5% in un anno. Nel 2003 erano il 61,6% delle persone da allontanare, sono stati il 56,8% nel 2004 (pari a 105 mila provvedimenti). Il dossier ci segnala, inoltre, che la maggioranza degli irregolari che arrivano in Italia lo fa via terra e non via mare. A ricorrere ai gommoni è appena il 10 del totale. Un altro 15% passa attraverso le frontiere mentre la gran parte di irregolari entra con visti regolari, ma poi non esce alla scadenza di questi permessi.

    Frattini dice che abbiamo bisogno ancora di milioni di immigrati...

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,218
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: L'industria dell'Immigrato

    Originally posted by Der Wehrwolf
    | Venerdi 28 Ottobre 2005 - 14:11 | |


    Caritas/Migrantes 2005 vuole però fornire nel suo dossier un’immagine tutta diversa, presentandoci l’invasore come un benefattore buono e bravo, semmai gli ignoranti siamo noi.

    Stasera il TG4 dell'Emiglio ha commentato il rapporto della Caritas e ha propinato una serie di interviste con dichiarazioni entusiastiche della popolazione per l'arrivo degli ospiti.
    E' arrivato perfino a trovare dichiarazioni positive tra i residenti di via Padova a Milano, dove sembrerebbe che non esistano problemi di alcun genere.........



  4. #4
    Totila
    Ospite

    Predefinito Re: Re: L'industria dell'Immigrato

    Originally posted by Maxadhego
    Stasera il TG4 dell'Emiglio ha commentato il rapporto della Caritas e ha propinato una serie di interviste con dichiarazioni entusiastiche della popolazione per l'arrivo degli ospiti.
    E' arrivato perfino a trovare dichiarazioni positive tra i residenti di via Padova a Milano, dove sembrerebbe che non esistano problemi di alcun genere.........


    E meno male che questi sono i nostri alleati...

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito sono gli alleati

    cosa pretendi da fozzitaglia ?
    l'unico "pensatore" che hanno è pera ...
    sono gli alleati che ci meritiamo.

 

 

Discussioni Simili

  1. L'INSOSTENIBILE COSTO DELL'IMMIGRATO
    Di Pensiero Nazionale nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-04-11, 00:41
  2. Potenzialità espresse dell'immigrato
    Di alessandro74 (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 16-12-06, 00:08
  3. Potenzialità espresse dell'immigrato
    Di alessandro74 (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-12-06, 18:46
  4. L'Industria dell'Olocausto
    Di Wandervogel nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-01-05, 11:07

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226