User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: BER più BER

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito BER più BER

    Ber più Ber

    martedì scorso alla Camera dei deputati Bersani e Cicchitto erano agitatissimi.

    Hanno tutti compreso che la strada percorsa dai partiti è sempre più stretta.

    Che si ricorre ai souvenir per fare politica.
    Anche se questi sono di carattere sacro.
    Si lanciano i souvenir invece di lanciare delle soluzioni.

    E questo è un brutto segnale
    Brutti segnali di tempesta, e quando vi sono segnali di tempesta i pulcini si radunano.
    Qualche burattinaio mette persino delle bombe dimostrative per fare vedere che il momento è grave, perché in effetti non è grave è gravissimo.

    Ed allora vi potrebbe essere una soluzione.

    La pace e la sinergia dei BER

    Ber( lusconi ) e Ber ( sani)
    I due Ber con il seguito di lusconi(?) e di sani (?).

    Ma prima di fare questo occorre rafforzare l'ultima leg(ione) di roma che è la leg(a).
    Innanzi tutto consolidare la forza che riesce a far star bravi i coloni Padani ed allora vengono date per rafforzamento le presidenze delle due regioni altamente produttive .
    L'annuncio è stato dato mentre il presidente del Consiglio è momentaneamente assente.
    Ma non si ha più tempo di aspettare.

    Ricordarsi che la partitocrazia è sempre stata nei pasticci, i pasticci sono la base del sistema.
    Pertanto non si devono dimenticare i Casini.
    Ultima modifica di jotsecondo; 17-12-09 alle 10:12

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Liberista e federalista
    Data Registrazione
    23 Oct 2009
    Località
    Piacenza e Milano
    Messaggi
    776
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    Caro Jot, non condivido per niente il tono dei tuoi posts, sempre molto dietrologici, però devo ammettere che hanno molto fascino: un bel libro ci starebbe assai bene!

    P.s. Sai perché non condivido il tuo tono? Perché, fondamentalmente, non credo alla capacità organizzativa della politica, la quale dovrebbe possedere una strategia di così largo e lungo respiro (ad esempio, per poter concepire un piano "Lega strumento di Roma"), che dovrebbe far ritenere i nostri politici le persone più intelligenti e furbe del pianeta; più furbe persino di CIA, Mossad ed annessi! Possibile? Mah... hefico:
    Frangar non Flectar
    "La terza via tra Stato e mercato è la via più facile per arrivare al Terzo Mondo" (Vaclav Klaus)

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    che stai a ddi', ch'abbozzi nun è un genio ?

  4. #4
    Liberista e federalista
    Data Registrazione
    23 Oct 2009
    Località
    Piacenza e Milano
    Messaggi
    776
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    Citazione Originariamente Scritto da dime can Visualizza Messaggio
    che stai a ddi', ch'abbozzi nun è un genio ?
    Premetto - credo sia necessario, per non essre considerato da voi un minus habens - che non sono leghista. hefico:

    Comunque no, credo che Bossi, come tanti politici in questo inutile Paese, agisca spesso con improvvisazione, "annusando l'aria" ed andando in direzione del vento che, elettoralmente, gli è più favorevole: prova ne è il continuo divagare strategico-organizzativo-politico della Lega.
    Il problema è che, una volta arrivato a Roma, chiunque capisce che non c'è niente da fare, a meno di diventare violenti e mettere giù le ghigliottine in stile-Robespierre, e quindi si tira a campare...
    Frangar non Flectar
    "La terza via tra Stato e mercato è la via più facile per arrivare al Terzo Mondo" (Vaclav Klaus)

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    nessuno qua è dell'allega d'abbozzi.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    a
    Citazione Originariamente Scritto da tojo Visualizza Messaggio
    Caro Jot, non condivido per niente il tono dei tuoi posts, sempre molto dietrologici, però devo ammettere che hanno molto fascino: un bel libro ci starebbe assai bene!

    P.s. Sai perché non condivido il tuo tono? Perché, fondamentalmente, non credo alla capacità organizzativa della politica, la quale dovrebbe possedere una strategia di così largo e lungo respiro (ad esempio, per poter concepire un piano "Lega strumento di Roma"), che dovrebbe far ritenere i nostri politici le persone più intelligenti e furbe del pianeta; più furbe persino di CIA, Mossad ed annessi! Possibile? Mah... hefico:
    Mi dispiace che tu non possa essere in accordo sulla verità.

    Però non devi fartene un cruccio, milioni di persone in italia sono perfettamente sulla tua linea, e pertanto assolutamente non dovrai mai sentirti spaesato.

    La politica è una grande rappresentazione.

    Chi ha il potere grazie a mille cose, tra cui persino il potere del signoraggio, scrive le partiture.
    Poi si cercano le persone che recitano.
    La gente per essere convinta deve avere sempre degli spettacoli a disposizione.

    Il cittadino comune, benpensante ed onesto la pensa come te.

    Vede gli attori che sono dei guitti che recitano bene con oratoria, ma però qualche volte con battute improvvisate che devono inventare sul momento, e appare evidente che vengano considerati degli incapaci. Pertanto non in grado di grandi disegni.

    Si ha ragione circa la loro incapacità, però un po' è anche dovuto che con la nuova legislazione i politici che vanno a roma sono cooptati.
    E si cooptano gli ubbidienti e chi tiene famiglia.

    Non posso convincerti, ma credo che sia dovere in questo piccolo angolo di libertà, di evidenziare (finché si può) non solo i politici romani ma anche la trama di recitazione. .

    Se poi il discorso si sofferma sulla lega , è anche dovuta per evidenziare la grande capacità di recitazione che distingue la sua classe dirigente (ristretta ma incisiva).
    Mai sottostimare il grande canto corale di tutti i politici che continuamente denigrano la lega, per darle quell'alone di credibilità che purtroppo perde durante il percorso, causa il fatto che è stata creata per fare all'incontrario di quello che deve recitare.

    La politica italiana senza lega non mangia.

    Non posso scrivere libri primo perché manca la assoluta capacità, ma poi perché ne risulterebbe una enciclopedia con troppi volumi.
    Poi tanto nessuno leggerebbe, per due motivi
    Uno perché non ci crede e pertanto si ferma dopo poche centinaia di pagine.
    Secondo se invece per un caso capisce, non finisce i volumi, ma scende deciso in strada.

    Però nel piccolo sarà sempre gradito qualsiasi intervento focalizzato su un fatto, su problemi, su situazioni per poter dimostrare, nel limite delle possibilità, la ricchezza di vedute, di capacità, di potere, di determinazione, di furbizia, di disegno che ha chi scrive i copioni.
    Ultima modifica di jotsecondo; 17-12-09 alle 15:11

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,163
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    *bera-n 'orso' (run. bera, got. Bere-)

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    Stampa - Bersani soft, torna l'incubo inciucio - Linea soft di Bersani torna l'incubo inciucio

    Stampa di venerdì 18 dicembre 2009, pagina 7
    Bersani soft, torna l'incubo inciucio - di Bertini Carlo

    Il Pd non può sottrarsi al confronto sulle riforme, ma no alle leggi ad personam: Bersani prova a tenere la barra dritta sulle condizioni per aprire una nuova fase di dialogo con la maggioranza, ma l'offerta di tregua lanciata dal Pdl mette lo stesso in subbuglio il suo partito. Ridotta all'osso, la questione che ha tenuto impegnati ieri i vertici del Pd (con un vertice dei big convocato in serata anche sul nodo regionali) è se il prezzo delle agognate riforme debba essere un'opposizione morbida su quella che D'Alema, in un'intervista al «Corriere», ha definito una leggina ad personam per limitare il danno all'ordinamento e alla sicurezza dei cittadini».

    E' pur vero che D'Alema in serata ha voluto chiarire che «quella che vorrebbe realizzare Berlusconi non è la riforma della giustizia, ma un modo per risolvere i suoi problemi giudiziari». E che «per cambiare il clima bisogna che innanzitutto Berlusconi rispetti le istituzioni» Ma l'agitazione nel Pd era già cresciuta e Bersani ha voluto coinvolgere il partito ai massimi livelli, chiamando a raccolta Veltroni, lo stesso D'Alema, Franceschini, insomma tutti quelli che contano, per valutare la linea da tenere. Anche perché l'aria che tira con la minoranza non è delle migliori e Di Pietro è già col mirino puntato. Oggi si apre a Cortona il plenum di Area Democratica, la corrente di Franceschini che domani tirerà le conclusioni con Veltroni e Gentiloni. Quest'ultimo, ieri mattina, osservava sarcastico: «Ecco Bersani, voteremo contro il legittimo impedimento . Mi sembra il minimo, ma qui non c'è scritto faremo le barricate . Insomma bisogna evitare il rischio di essere accusati del grande inciucio e cioè che il Pdl vada avanti sul processo breve e sul legittimo impedimento e in cmbio, se noi non strepitiamo troppo, ci conceda una bella bicamerale sulle riforme. Bisogna chiedersi ad esempio perché la Finocchiaro ha concesso che sia calendarizzato al Senato il processo breve il primo giorno utile dopo le feste, ben sapendo che senza l'unanimità il calendario deve essere messo ai voti in aula...».

    Franceschini per ora evita sparate, ma fa notare che se lui e Bersani hanno la stessa linea sul no alle leggi ad personam «qualcosa vorrà dire». Pu anche voler dire che la «sua» minoranza è divisa e infatti basta sentire due ex Ppi come Fioroni e Castagnetti per ascoltare una difesa della tesi di Casini del «male minore». «Se loro tolgono dal tavolo il processo breve si può discutere il legittimo impedimento», spiegava Castagnetti, il che non vuol dire che il Pd lo voterà, ma i toni dell'opposizione, si sa, possono essere duri o morbidi. «Il processo breve è un'amnistia - spiegava il responsabile giustizia Andrea Orlando - l'altro è una grazia, dunque è un fatto che la gradazione della gravità è differente. Detto questo, la nostra posizione è diversa da quella di D'Alema. Lui ragiona su un'ipotesi, noi sull'esistente». Peccato che per tutto il pomeriggio i «democrats» e i loro colleghi dell'altro schieramento si siano interrogati su una parolina pronunciata da Bersani, quel «noi siamo contrari a votare adesso il legittimo impedimento».

    Che avrà voluto dire con «adesso»? Non è un caso se dalle parti di Casini giudicano «molto positiva» l'apertura di D'Alema, facendo poi notare che in commissione Giustizia si è cominciato a discutere il testo di Enrico Costa sul legittimo impedimento. In quella sede, ha osservato l'Udc Roberto Rao, l'ex responsabile giustizia Tenaglia, «pur lamentando che il ruolo dei giudici così viene esautorato, ha ammesso che il problema esiste ed è giusto cercare una soluzione .

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    La linea continua.

    Atto del ministro dell'interno per spaventare, e annuncia che farà di tutto per permettere ai candidati aspiranti consiglieri di fare propaganda senza avere paura della propria incolumità, dando con questa promessa corpo al pensiero di un pericolo reale (?)

    Preceduto dall'attentato al Presidente.

    Preceduto questo a sua volta ( 72 ore) dall'articolo del Giornale sul signoraggio, per dimostrare che è pericoloso per chi vuole toccare questo concetto base del potere mondiale.

    Preceduto dalla manifestazione viola di roma contro Berlusconi che ha dimostrato come si possono mobilitare le masse anche senza i partiti.

    Adesso i partiti si sentono spiazzati.

    Assurdo farsi la guerra tra di loro, quando il fine di lucro è il medesimo. .
    Ma pensano di mettersi intorno ad un tavolo e dividere senza insulti, senza rinfacciarsi alcunché, consapevoli che la torta diventa sempre minore.

    I partiti si rendono conto che devono copiare dalle mafie che si dividono il territorio per operare, senza mai fare degli scontri, consapevoli di avere le spalle protette dalla politica. .

    Se i partiti si mettono d'accordo possono ottimizzare i loro furti, le loro rapine.
    Pertanto devono incominciare.

    Anche perché il sistema non può più durare.
    La cuccagna partitocratica sta per finire, non è facendo finta di sacrificare due regioni al Nord , che riescono a durare a lungo.
    Però la partitocrazia pensa che fino a quando lo stato resta unito, e si mantiene in servitù l' ultima colonia romana del Nord è logico arraffare quello che è restato. ( BCE permettendo)

    La prima mossa che si accingono a fare è che ogni partito ed ogni politico “grande o piccolo” deve avere quello che gli sta a cuore.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: BER più BER

    D'Alema rivaluta gli inciuci: alcuni oggi servirebbero - LASTAMPA.it

    D'Alema rivaluta gli inciuci: alcuni oggi servirebbero

    Massimo D'Alema: «Per i comunisti italiani l'inciucio c'è sempre stato»


    Ma Di Pietro: non mi siedo al tavolo col Pdl
    LUCIANO BORGHESAN
    Inciucio. A sinistra si può di nuovo dire, è Massimo D’Alema a ricordare che «per i comunisti italiani c’è sempre stato» e che «certi inciuci sono stati molto importanti per costruire la convivenza in Italia».

    Oggi? «E’ più complicato, invece sarebbero utili anche adesso. Ma questa cultura azionista radicale non ha mai fatto bene al Paese», l’ex leader del Pds contrattacca rispetto a chi - come Antonio Di Pietro - lo attacca per aver lasciato ventilare che è meglio «una leggina ad personam» piuttosto che una legge tipo «processo breve» che impedirebbe la prosecuzione di tanti percorsi giudiziari (altrui). «I comunisti italiani hanno sempre dovuto difendersi da questo tipo di accuse - dice D’Alema - C’è sempre stato qualcuno più a sinistra, una cultura azionista che ha sempre contestato questo, da quando Sofri accusò Togliatti di non voler fare la rivoluzione, dall’art. 7 (Stato e Chiesa) in giù che è stato il primo grande inciucio».
    ((segue))

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226