User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Red face Kalergi, Profeta Dell'europa Meticcia

    Librería Europa



    tiene el placer de invitarle el próximo

    sábado día 5 de Noviembre de 2005 a las 18 horas a la conferencia






    KALERGI,

    FALSO PROFETA DE EUROPA



    El Plan para la destrucción de Europa

    mediante el mestizaje y la sustitución de su población.



    a cargo de Gerd Honsik



    Se ruega asistir vestido con corrección / Prohibido fumar / No traiga su teléfono móvil

    Por tratarse de una celebración privada, queda reservado el derecho de admisión



    Se ofrecerá un refrigerio al público asistente.

    Participación en los gastos: 5 Euros.



    Calle Séneca, 12 bajos (Metro “Diagonal”) E-08006 Barcelona

    Telf.: 932370009 Fax: 934159845

    [email protected]





    ESTA CONFERENCIA TENDRÁ LUGAR

    EN LAS SIGUIENTES FECHAS Y LUGARES:



    MADRID

    Jueves día 3 de Noviembre a las 19’30 horas

    FN-Cespe, Calle Nuñez de Balboa, 31 1º



    ZARAGOZA

    Viernes día 4 de Noviembre a las 19 horas

    Hotel El Príncipe, C/ Santiago, 12 (junto c/ Alfonso y El Pilar)



    BARCELONA

    Sábado día 5 de Noviembre a las 18 horas.

    Librería Europa, Calle Séneca, 12.



    VALENCIA

    Domingo día 6 de Noviembre a las 14 horas.

    Sierra del Espadán

    (Inscribirse para Valencia: [email protected] Telf.: 650117511 y 620261802)



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down LIBRO SUL PIANO KALERGI

    http://www.storicamente.org/03_bibli...e/rambaldi.htm

    Elena Rambaldi
    Paolo Bertella Farnetti, Gli Stati Uniti e l’Unità europea 1940-1950. Percorsi di un’idea, Milano, Franco Angeli, 2004, pp. 304


    In questo volume Paolo Bertella Farnetti affronta il tema del processo di integrazione europea esaminando parallelamente il percorso che vide gli Stati Uniti abbandonare il tradizionale isolazionismo per farsi promotori di quella che per loro fu un’importantissima svolta politica. Con l’intensificarsi della guerra fredda, infatti, i responsabili del Dipartimento di Stato americano cominciarono a preoccuparsi in primo luogo di costruire un’Europa occidentale economicamente, politicamente e socialmente solida, in grado di contrapporsi efficacemente ai sovietici. Da questa svolta, come sottolinea puntualmente l’autore, nacquero le direttive principali della politica americana in Europa negli anni ’40-50: il Piano Marshall, nonché tutta una serie di interventi da parte di personaggi di primo piano del panorama politico statunitense (come Kennan, Fullbright, John Foster Dulles) tesi a fare sì che i governi europei si organizzassero secondo il modello federale USA, tanto che ad un certo punto sembrò che l’idea di federazione europea fosse divenuta più cara agli Stati Uniti che alla stessa Europa. Da qui arrivò anche la spinta che portò Schumann ad ideare il piano originatore della CECA, primo passo concreto verso la realizzazione di una federazione europea. Grande merito va all’autore per avere saputo individuare attraverso gli archivi di alcuni “padri fondatori” dell’Unione le tappe fondamentali del percorso storico esaminato e, soprattutto, per avere sottolineato a dovere il ruolo cruciale - in gran parte dimenticato o comunque sottovalutato - del lavoro pionieristico svolto da Richard Coudenhove-Kalergi, fondatore del movimento federalista di Paneuropa. Il conte Coudenhove-Kalergi, personaggio decisamente cosmopolita, figlio di un diplomatico dell’ex impero austro ungarico, sin dalla fine della Grande Guerra aveva deciso di dedicare tutta la sua vita alla creazione degli «Stati Uniti d’Europa»; qualche anno più tardi pubblicò a Vienna un saggio [Paneuropa, 1923] dove esprimeva le linee fondamentali del suo pensiero. Pur essendo allora il suo un progetto sostanzialmente utopico, il conte ebbe il merito di perseguire i suoi intenti con grande determinazione, riuscendo da un lato ad interessare alle sue idee alcuni fra i più importanti personaggi politici del periodo fra cui, uno su tutti, Winston Churchill (il quale ebbe con lui una fitta corrispondenza e in più occasioni lo sostenne pubblicamente: ad esempio, con il discorso radiofonico tenuto dal premier inglese durante il Congresso di Paneuropa di New York, svoltosi in pieno conflitto mondiale); d’altro lato, si premurò - tramite frequenti viaggi negli Stati Uniti - di “evangelizzare” gli americani per convincerli a diventare i “campioni” del federalismo europeo, attraverso una attività frenetica fatta di conferenze, convegni ed incontri con personaggi della politica e della cultura statunitensi, che tuttavia comincerà a dare i suoi frutti soltanto dopo la fine della seconda guerra mondiale. L’eredità di pensiero del conte non sarebbe andata perduta, ma la figura di Kalergi, come ha notato l’autore, venne eclissata da altri, nonostante egli sia stato il primo a ricevere il Premio «Carlomagno» per il suo impegno nel promuovere l’unità europea ed appartenga senza dubbio di diritto alla schiera dei “padri” spirituali dell’Europa attuale.


    .

  3. #3
    Alvise
    Ospite

    Predefinito

    Coudenhove-Kalergi sognava di creare una "razza ibrida euroafricana" (mi pare siano gli esatti termini da lui usati), che nei suoi vaneggiamenti vedeva affine alla stirpe degli antichi egizi, e come tale capace di portare certi saperi.

    Ho anche letto (non ricordo dove e quindi non garantisco) che Richard Coudenhove-Kalergi fu uno dei precursori della moda della tintarella... il suo colorito lo ripugnava, forse.

    Questo sarebbe uno dei "padri spirituali dell'Europa"... bleah.

  4. #4
    Alvise
    Ospite

    Predefinito

    Questa la sua proposta di bandiera per la Pan-Europa. Niente male, ad essere franchi. Quasi quasi mi dispiace che l'abbia ideata lui (anche se preferire una lettura simbolica differente della croce rossa su circolo).


 

 

Discussioni Simili

  1. Muammar Gheddafi - Il profeta dell'Africa Unita
    Di Legionario nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 16-02-15, 20:19
  2. Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 19-02-14, 01:54
  3. Il piano Kalergi per L'Europa
    Di Identitario nel forum Politica Europea
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 12-11-13, 13:20
  4. Il profeta dell'olocausto parlerà alla camera..
    Di Nazionalistaeuropeo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 25-12-09, 09:09
  5. la fedina penale del profeta dell'Islam, Maometto.
    Di OracoloChirone nel forum Fondoscala
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 28-03-08, 09:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226