User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post Pericolo Malpensa: la security è israeliana

    Maurizio Blondet
    16/11/2005

    MILANO - Sere fa, un nostro lettore ha chiacchierato con un giovanotto (italiano) che è impiegato alla «security» presso l'aeroporto milanese di Malpensa.
    Uno di quelli che controllano i passeggeri all'imbarco, al bisogno li frugano e ispezionano i bagagli.
    Una guardia giurata? «No», ha risposto il giovane: «Siamo dipendenti di un'azienda privata a cui è stata appaltata la sicurezza dei due aeroporti [dunque anche Linate]. Azienda israeliana».
    Poi il giovanotto si è dilungato con piacere sull'addestramento che con i suoi colleghi, ha detto, ha ricevuto da «agenti del Mossad».
    I nomi di tutti coloro che s'imbarcano vengono controllati e confrontati a «un database».
    Se spunta un nome «non gradito», il palmare in dotazione, in collegamento permanente coi computer centrali, dà l'allarme.
    Gli addetti sono invitati ad affidarsi al loro «bad feeling», il loro naso.
    Se il naso segnala qualcosa, il povero passeggero è portato in una stanza, spogliato completamente e sottoposto ad ispezione corporale.
    E tutto ciò, nota giudizioso il lettore, non fatto da poliziotti di Stato, ma da dipendenti privati in appalto: con tanti saluti alla nostra privacy.



    E il database?
    Si domanda il lettore: è stato fornito agli israeliani dal nostro Ministero dell'Interno?
    In quel caso, a un governo straniero, con ovvii agganci col Mossad, è stato consegnato un elenco riservato.
    E in ogni caso, nessun italiano può ormai volare da Milano a Roma se non è gradito agli israeliani.
    Ma il fatto più allarmante è il nome della ditta: «International Consultants on Targeted Security», ICTS.
    Ma non è la ditta, si domanda il lettore, che si stava occupando della sorveglianza, il fatale 11 settembre, del Boston Logan Airport, e lasciò passare i 19 presunti kamikaze-piloti arabi?
    E' la stessa azienda che «sorvegliava», si fa per dire, anche l'aeroporto Liberty di Newark e il Dulles di Washington, da cui partirono gli altri tre aerei, coi cosiddetti «terroristi» a bordo.
    Ed è la stessa identica ICTS che ha l'appalto della sorveglianza del De Gaulle di Parigi; e che l'aveva anche il giorno in cui lasciò passare il «terrorista» Richard Reid, quello con la scarpa esplosiva (un bricoleur, inglese ma «islamico» fai-da-te, e squilibrato: nulla in comune con gli splendidi piloti suicidi dell'11 settembre).



    Un'azienda di rara inefficienza, a cui governi «amici» di Israele continuano a garantire grassi contratti.
    O forse, invece, l'azienda più efficiente nel suo campo, manovrare terrorismo e strategia della tensione aerea?
    Un ingranaggio necessario nelle stragi di Stato da attribuire a «terroristi islamici»?
    Il sospetto è forte.
    La ICTS è registrata in Olanda, ma tutta la sua dirigenza è israeliana (1).
    Il suo capo è Ezra Harel, un nome famoso nel Mossad, o meglio lo era.
    Perché dal novembre 2003, l'amico Harel risulta «deceduto» per infarto - sulla cinquantina - mentre navigava sul suo yacht al largo della Palestina.
    Secondo la Reuters (2), Harel era un miliardario sospetto: messo in galera e rilasciato su cauzione dalla giustizia israeliana per imbrogli e malversazioni, insieme al socio Menachem Atzmom, anche lui direttore della ICTS.
    Strano che il nostro ministro dell'Interno appalti un incarico così delicato a una ditta, i cui due presidenti sono dei pregiudicati.
    L'amore per Israele è cieco.

    Del resto, la morte dell'amico Harel è stata provvidenziale: non può essere chiamato a deporre, caso mai si aprisse un'inchiesta vera sull'11 settembre.
    Perché non si sa mai.
    Tant'è che uno dei primi decreti emanati da Bush dopo la strage del World Trade Center, il «Patriot Act», contiene fra le pieghe di articoli e commi un codicillo che intima: «aziende di sicurezza estere sono immuni da denunce e querele conseguenti ai fatti dell'11 settembre».
    Il codicillo è pensato apposta per la ICTS: vieta ai familiari delle vittime dell'11 settembre di chiamare in giudizio la ditta per inadempienza o negligenza, magari anche solo per chiederle di risarcire i danni.
    Nonostante questo, alla Corte federale di New York, distretto Sud, pende una querela collettiva contro vari imputati, fra cui la ICTS.
    Il «decesso» di Ezra Harel è, come si capisce, una protezione aggiuntiva.
    Siamo sicuri che l'amico è vivo e vegeto (ci fa piacere per lui), solo ha dovuto cambiare identità e passaporto.
    Non è difficile, per il Mossad.

    Così il defunto Ezra Harel non deve spiegare come mai, ad esempio, non si sono mai visti i video registrati che mostravano tutti i passeggeri imbarcati sui fatali aerei dell'11 settembre.
    Nemmeno uno.
    Quello che viene continuamente mostrato è il video che mostra un paio di «terroristi suicidi» (uno dei due è Mohammed Atta) che passa al check-point del Portland Maine International airoport, giusto in tempo per saltare sulla coincidenza che lo porterà al Boston Logan, da cui - ci assicura la versione ufficiale - partiranno per il folle volo.
    Ma come mai c'è il video del Portland Maine, e non quello del Boston Logan?
    Si è visto anche un altro video, diramato ai media da una ditta di avvocati (la Motley Rice LLC del South Carolina), che mostrava due giovani arabi al Boston Logan; ma poi è stato ritirato.
    Due cose lo rendevano un evidente falso.
    Il video di sorveglianza mancava dell'ora e della data sovrimpressa (anche quello del Maine Portland ha questa strana lacuna); e la telecamera che ha ripreso dispone di una mobilità stupefacente per una Tv di sorveglianza: zooma sui due arabi, poi li segue col suo sguardo elettronico.
    Come fosse manovrata da un vero regista, intenzionato a concentrare la nostra attenzione su quei due.



    Inutile ricordare che dei 19 terroristi arabi subito denunciati dall'FBI come autori del mega-attentato, nove sono risultati vivi e ignari: piloti di linee aeere arabe o maghrebine, studenti che avevano denunciato il furto o lo smarrimento del passaporto, e così via.
    Alla fine l'FBI ha ammesso che «nessuna» delle 19 identità è sicura.
    Anche se i grandi media continuano a parlarci di Mohamed Atta & Co.
    Aggiungiamo un altro particolare a memoria: anche la scuola di volo di Venice, Florida, dove Atta e i suoi hanno imparato a pilotare (male i Cessa, non i Boeing 707), era gestita da due «olandesi». Veri olandesi, stavolta, e coinvolti in strani incidenti di volo dopo l'11 settembre.
    Insomma, questo è il background professionale della ditta a cui è stata affidata la sicurezza dei due aeroporti di Milano, e probabilmente anche di Roma Fiumicino.
    E' la ditta israeliana che ci scheda ogni volta che prendiamo un aereo.
    E che deciderà, quando verrà il giorno, se un aereo italiano carico di passeggeri dovrà cadere, sequestrato e lanciato contro qualche torre da terroristi islamici.
    Siamo in mano loro, del Mossad e dei suoi assassini già coinvolti nell'11 settembre.
    E a metterci nelle loro mani, è il nostro governo.
    Se accadrà la tragedia, ricordiamocelo.

    Maurizio Blondet




    --------------------------------------------------------------------------------
    Note
    1) Stephen M. St.John, «911 Dutch threat?», rense.com, 15 novembre 2005.
    2) ICTS International NV Officials Being Investigated 2003 May 30 5:22 PM
    ICTS International NV reported that on May 25, 2003, Mr. Ezra Harel, the Chairman of ICTS International N.V. was detained and subsequently released on bail in Israel by the investigative authorities of the Israeli Securities Authority in connection with a criminal investigation under Israeli law involving an unrelated company in which Mr. Harel was a former director and controlling shareholder. Mr. Menachem Atzmon, a director of ICTS International N.V. was also detained and subsequently released on bail in the same matter. Mr. Atzmon may be deemed a former controlling shareholder of the unrelated company. The substance of the Israeli Securities Authority's questioning of Mr. Harel and Mr. Atzmon is not known, since a gag order is in effect in connection with the investigation.





    Copyright © - EFFEDIEFFE - all rights reserved.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Prima il metrò di Roma, ora Malpensa...Che strano.
    Di solito quando c'è un golpe si occupano le stazioni, aeroporti e TV. Chissà che la prossima security-mossad non sia quella di Saxa Rubra.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito magari !

    che la occupino e se la tengano. il direttore generale lo hanno già pronto e quelli entrati a saxa rubra con le tessere dei partiti si convertiranno istantaneamente al nuovo padrone.
    spero solo che i cittadini non paghino più il canone, anche se il mossad è in grado di stanarli casa per casa e antenna per antenna.

  4. #4
    El Criticon
    Ospite

    Predefinito Macccheccc ...

    ... basta, va!

    Quando i popoli si rassegnano o magari anche allegramente scelgono di vivere quali abominevoli schiavi dei più satanici invasori ... tutto può accadere ... (non sto pensando alla NATO - sia chiaro - non vorrei poi che qualcuno mi desse del maleducato ...

 

 

Discussioni Simili

  1. Easyjet apre Malpensa-Bari e Malpensa-Barcellona e altre novità
    Di cesare.caldi nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 25-07-07, 21:59
  2. Malpensa: la security è israeliana...
    Di Totila nel forum Politica Estera
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 17-11-05, 17:00
  3. Allarme Rosso alla metro di Roma: la Security è israeliana!
    Di Zefram_Cochrane nel forum Politica Estera
    Risposte: 206
    Ultimo Messaggio: 14-09-05, 13:20
  4. Allarme Rosso A Roma: La Security E' Israeliana
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-09-05, 15:58
  5. security
    Di landingFCO nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-05-04, 03:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226