User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 30
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I Vescovoni contro la devolution e a difesa del parassitismo meridionale

    ROMA - I vescovi italiani si dichiarano critici sulla riforma della Costituzione votata mercoledi in via definitiva dal Senato e che probabilmente sarà sottoposta a referendum. I vescovi ricordano «l'esigenza che in ambito sanitario il federalismo sia solidale e preveda meccanismi di eventuali perequazioni tra le regioni». «Si tratta - ha sottolineato Monsignor Giuseppe Merisi della Commissione episcopale per la Sanità - di un'esigenza che nasce dalla base e che noi facciamo presente nel rispetto per le competenze delle istituzioni civili a ciò collegate». Ma oltre alla Sanità, anche il giudizio complessivo resta sospeso. Lo si capise da quanto riporta il Servizio di Informazione Religiosa: «Cambiamenti assai rilevanti e non sempre del tutto chiari nella forma di governo. Il testo della riforma infatti - si legge in una nota - lungi dal limitarsi alla cosiddetta "devolution", su cui si è fatto il massimo del battage, comporta cambiamenti assai rilevanti e non sempre del tutto chiari nella forma di governo, tanto da portare a quella che allora sì si potrebbe chiamare una 'seconda Repubblica». Secondo l'agenzia dei vescovi, «è necessario che si sviluppi di qui alla scadenza referendaria un pacato ma profondo dibattito, guardando alla sostanza dei problemi e non agli interessi a breve degli schieramenti e delle forze politiche, che la cronaca ci dimostra siano assai mutevoli».».

    TUTELARE LE REGIONI MERIDIONALI - L'aspetto della regionalizzazione della sanità è quello tuttavia posto più in rilievo dai vescovi italiani. Facendo riferimento alla prolusione del cardinale Camillo Ruini, presidente della Cei, che ha sottolineato la necessità di tutelare le regioni meridionali nei meccanismi di regionalizzazione della sanità, monsignor Merisi ha rinnovato «l'auspicio che il federalismo - ha detto - che rispettiamo e che da tante parti è stato incoraggiato, sia solidale e preveda, se necessario, qualche meccanismo di perequazione». La cinquantacinquesima Assemblea generale della Cei in corso ad Assisi ha dibattuto ieri e questa mattina i problemi collegati alla sanità ed alla presenza della chiesa nelle istituzioni di assistenza e cura. monsignor Merisi non ha escluso che dal dibattito di questa mattina e da quello del pomeriggio emergano ulteriori «preoccupazioni» sulle ricadute delle riforme sull'assistenza sanitaria italiana.

    LA CRITICA - Questo argomento è affrontato anche nella relazione tenuta all'Assemblea della Cei da Antonio Cicchetti, direttore amministrativo dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e dedicata allo «scenario socio legislativo nell'ambito della sanità». «Se in sostanza - rileva Cicchetti - soprattutto nei primi quattro anni di funzionamento del cosiddetto patto interno di stabilità, la quantità di risorse assegnata alle diverse regioni non è cambiata, in pratica questa ripartizione non nasce più da una scelta centrale basata su criteri di solidarietà condivisi ma da una negoziazione tra regioni che avviene sul tavolo della Conferenza Stato-Regioni, dove le regioni più ricche hanno la forza anche morale di pesare di più nelle scelte». Sempre a proposito di regionalizzazione e federalismo Cicchetti osserva che «lo Stato dovrebbe avere competenza anche sulle linee generali della sanità e cioè sulla distribuzione e conseguente efficacia e qualità dei servizi al cittadino». Garantire «la pari accessibilità ed equità del cittadino alle cure» per la relazione sottoposta ai vescovi richiede la riduzione delle liste di attesa e la «attenuazione del divario tra nord e sud con conseguente riduzione dell'emigrazione sanitaria e dei viaggi della speranza». Cicchetti esorta a «porre la massima attenzione nella formazione di venti servizi sanitari regionali».

    LE PERPLESSITA' - In precedenza il Servizio Informazione Religiosa della Cei (Sir) aveva sottolineato che sarà «il popolo sovrano a dire se questa stagione di riforme costituzionali votate a maggioranza porterà ad un nuovo equilibrio costituzionale oppure resterà consegnata agli archivi come uno dei capitoli della lunga ed aggrovigliata transizione di questo decennio». Secondo l'agenzia dei vescovi, «è necessario che si sviluppi di qui alla scadenza referendaria un pacato ma profondo dibattito, guardando alla sostanza dei problemi e non agli interessi a breve degli schieramenti e delle forze politiche, che la cronaca ci dimostra siano assai mutevoli». «Il nostro Paese è chiamato a molteplici sfide, nello scacchiere europeo ed internazionale: può giocare un ruolo significativo, perchè dispone di grandi potenzialità, ma per farlo deve potere contare su una struttura istituzionale e su attori politici adeguati». Secondo il Sir, «conforta il riferimento, ancora attualissimo, al dibattito costituzionale di sessant'anni fa ed ai grandi che l'animarono, primo fra tutti Alcide De Gasperi di cui da poco si sono concluse le celebrazioni del cinquantenario». «Il suo esempio giustamente rilanciato può ben rappresentare un punto di riferimento, sicuro e creativo, per tutti».


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La Chiesa?
    Nel giro di venti anni ci sarà un prete
    ogni 50 km, se ci sarà!
    La Chiesa ha molti altri grossi problemi ,
    pensi a quelli, la Devolution
    non li riguarda.

  3. #3
    PADANIA NEL CUORE
    Data Registrazione
    07 Apr 2003
    Località
    dall'amata Padania
    Messaggi
    1,731
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ancora un intervento indebito in un campo che non è di competenza del clero e questo a poche ore dall'approvazione della blandissima riforma costituzionale.
    Che dire se non che dietro a queste intrusioni forse più che un teorico amore verso il prossimo ci sono interessi concreti di vil danaro.Ci sono vescovoni legati ad associazioni che con il Pdreterno nulla hanno a che vedere.
    Come sempre, per questi beccamorti, prevale sul Dio trino il dio quattrino.
    Cmq hanno disintegrato le sfere anche alle damazze della S. Vincenzo.
    TIOCH FAID AR LA'

  4. #4
    figlio di Zeus e Danae...
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    1,325
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Normale

    Per forza gli toglie una bella fetta di potere !

    che cosa vi aspettavate ?

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,624
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Non sono anticlericale, ma la CEI sta davvero rompendo i santissimi con le sue interferenze !

  6. #6
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E questo allora?

    TELEVIDEO RAI:

    Ruini: "Chiesa non viola laicità Stato"
    "L'impegno della Chiesa a favore della
    persona umana (...) non rappresenta una
    violazione della laicità della Repub-
    blica", ma "un contributo offerto alla
    libertà di ciascuno". La Chiesa è "con-
    sapevole di dover essere fattore di u-
    nità e non di divisione italiana". Lo
    dice il card.Ruini all'Assemblea Cei.

    Ruini sollecita fondi per le politi-
    che familiari e le "grandi infrastrut-
    ture nel Sud" nella Finanziaria.
    Il con-
    tenimento della spesa pubblica, dice,
    "non deve comportare una compressione
    dei fondi per le fasce più deboli".

    --------------------
    Ora, che i vescovi si siano autoproclamati
    portavoci esclusivi dell'unico dio creatore
    dell'universo ecc ecc, affari loro e di chi ci crede.
    Fintanto che parlano di teologia, affari loro.
    Ma dobbiamo credere che un mattino questo
    dio onnotente ha squarciato le nubi del cielo
    ed e' apparso a Ruini, dicendo Camillo! fai shtanziare
    piu' soldi al Sud di quella penisola situata vicino
    all'Africa nel 3o pianeta della stella Sole, Sagittarius Arm
    della Via Lattea, Gruppo Locale, ecc ecc

    Fa parte del piano divino per il buon funzionamento
    dell'universo?


    Qui siamo proprio alla farsa. Siamo a livelli di...
    "Oggi vi leggero' qualche brano tratto dal vangelo secondo me , era la prima dumenica dell'anno di grazie 1968,allo stadio di san siro il celo da sereno di colpo si scuro' ,tutti i nuvoli hann' accuminciat' a scuntrarse,spuntavano saette ,lambi, un burdello dentro il celo ,di colpo spunta il crapino di Dio ,un bell'uomo sui 40 anni ,e indica con il suo indice putente lo stadio di san siro e dice...Gianni! ciapp' questo pallone (un Tango) e vai in giro pe' il mondo a insegnare il giuoco del calcio"

  7. #7
    Ecogiustiziere Insubre
    Data Registrazione
    05 Apr 2004
    Località
    Dove c'è bisogno di me, in Insubria
    Messaggi
    3,516
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Normale

    In Origine Postato da bastet
    Per forza gli toglie una bella fetta di potere !

    che cosa vi aspettavate ?
    Ah sì, e cosa te lo fa pensare?
    Sei in grado di spiegarci tecnicamente il motivo preciso di questa tua affermazione, per favore?

    Grazie mille in anticipo.
    Iunthanaka
    Conte della Martesana

  8. #8
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,408
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Normale

    In Origine Postato da Iunthanaka
    Ah sì, e cosa te lo fa pensare?
    Sei in grado di spiegarci tecnicamente il motivo preciso di questa tua affermazione, per favore?

    Grazie mille in anticipo.
    Mette mano all'itaglia una e indivissibbile. Intollerabile, chissà cosa potrebbe succedere in seguito. Non si sa mai.
    Quei pedofili la sanno lunga.

  9. #9
    Ecogiustiziere Insubre
    Data Registrazione
    05 Apr 2004
    Località
    Dove c'è bisogno di me, in Insubria
    Messaggi
    3,516
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Normale

    In Origine Postato da Eridano
    Mette mano all'itaglia una e indivissibbile. Intollerabile, chissà cosa potrebbe succedere in seguito. Non si sa mai.
    Quei pedofili la sanno lunga.
    Ripeto: TECNICAMENTE.
    Niente slogan, grazie.
    Iunthanaka
    Conte della Martesana

  10. #10
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,408
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Normale

    In Origine Postato da Iunthanaka
    Ripeto: TECNICAMENTE.
    Niente slogan, grazie.
    Nessuno slogan; con la riforma devolutiva passa un principio, nient'altro.
    Tecnicamente il vaticano continuerà a consumare le nostre risorse, come sempre.
    Ma l'affermazione del principio porta con sè un pericolo per il futuro, questo lo sanno, perchè hanno usato questa strategia fin dal principio della loro esistenza.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 02-09-06, 19:27
  2. Interrogazione al ministro della Difesa Meridionale
    Di LIBERAMENTE nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 112
    Ultimo Messaggio: 18-06-06, 20:59
  3. Clonopoli : La mia difesa a Meridionale.
    Di Malik nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 16-03-06, 17:45
  4. i vescovoni...
    Di carbonass nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-01-05, 12:00
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-04-03, 18:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226