User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    12 Apr 2005
    Messaggi
    829
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Wink il falso processo a Milosevich di Massimo Fini

    Che fine ha fatto il processo a Slobodan Mil osevic? L'autocrate jugoslavo fu più o meno rapito a Belgrado ricattando il governo serbo di allora ("se non ce lo date non vi faremo avere i quattrini del Fondo monetario internazionale per ricostruire ciò che vi abbiamo distrutto" dissero gli americani) fu portato di forza in Olanda e messo alla sbarra davanti al Tribunale Speciale dell'Aja per "i crimini di guerra commessi nella ex Jugoslavia". Lo si accusava di tutto: massacri e torture in Croazia, tentato genocidio in Bosnia, progrom in Kosovo. Il processo iniziò nel febbraio del 2002 fra squil li di tromba e una spasmodica attenzione della stampa occidentale. Poi, a poco a poco, non se n'è sentito più parlare. Nemmeno qualche corrispondenza di poche righe. Che cos'è successo? Forse il processo è finito senza che noi ce ne siamo accorti? No, il processo continua, è arrivato non so se alla centesima udienza, ma nessuno, in Occidente, ne parla più. Come mai? Il motivo è semplice: Mil osevic, che è avvocato e fa da sè, ha il grave torto di difendersi troppo bene. E ciò avviene non tanto perché è uno specialista del diritto, ma perché ha troppe buone ragioni dalla sua. Se quelli di cui è accusato sono dei crimini dovrebbero essere portati alla sbarra un mezzo centinaio di Capi di Stato, compresi alcuni premier di irreprensibil i paesi democratici, e qualche migliaio di generali (compreso quello Schwarzkopf che, prima di fare la sua trionfale passeggiata nel deserto, uccise con i bombardamenti su Bagdad e Bassora, 32.195 bambini "effetti collaterali" naturalmente), il che, oltre che improbabil e, sembra giuridicamente azzardato perché bisognerebbe considerare un crimine la guerra in sè, criminali tutti coloro che la ordinano e quelli che la fanno obbedendo a ordini, che diventerebbero, evidentemente, tutti il legittimi. Abbiamo già detto altre volte, ma non ci stancheremo mai di ripeterlo, che i processi che i vincitori fanno ai vinti, invece di passarli onestamente per le armi come si faceva in tempi meno ipocriti e meno falsamente "garantisti", principiati con Norimberga, sono un'aberrazione giuridica e una farsa tragica. Così li considerava il liberale Benedetto Croce. Ma anche il quotidiano inglese "The Guardian", pur'esso liberale e pur'esso con molti dubbi sulla legittimità di quel processo (si sa che Winston Churchil l era decisamente contrario), scrisse, nel 1946, "Il processo di Norimberga apparirà giusto o sbagliato nella storia a seconda del futuro comportamento delle nazioni che ne sono responsabil i". Eh già. Ecco una delle ragioni per cui il processo a Slobodan Mil osevic è diventato particolarmente imbarazzante, dopo quello che, durante questi anni in cui era prigioniero, hanno combinato gli americani. A Guantanamo, dove tengono i prigionieri in gabbie all'aperto, il luminate a giorno ventiquattro ore su ventiquattro, e i loro carcerieri gli pisciano addosso oltre che sul Corano. Ad Abu Graib, dove dei mil itari esponenti della cultura superiore, rappresentanti di quella che Gianni Riotta sul Corriere della Sera chiama "la buona fede americana" (16/1), hanno esercitato sui prigionieri un sadismo sessuale privo di alcuno scopo (nemmeno di farli confessare) che non fosse quello di dar finalmente, e liberamente, sfogo alla loro sozzura. Coll'uso del fosforo (ma "bianco", per carità) sugli insorti di Falluja (finalmente abbiamo scoperto che le famose "armi di distruzione di massa" in Iraq ci sono realmente: le usano gli americani). Insomma ciò che sospettava "The Guardian" dopo Norimberga, che i vincitori non fossero moralmente poi tanto migliori dei vinti, al punto di poterli giudicare, cosa che poi si dimostrò perché nei cinquant'anni successivi Usa e Urss non si fecero mancare niente, vale anche per i processi a Mil osevic e a Saddam Hussein. I vincitori dovrebbero accontentarsi di esser tali. Perché se si entra nel merito giuridico dei crimini dei vinti poi diventa molto difficil e far finta che non esistano quelli dei vincitori.
    WaLd

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    E' la tecnica dei processi democratici: grande esposizione mediatica per qualche settimana e poi il silenzio.

 

 

Discussioni Simili

  1. il finto processo a Milosevich di Massimo Fini
    Di waldgaenger76 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-11-05, 00:22
  2. Sul processo a Saddam lo spettro di Norimberga di Massimo Fini
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-10-05, 11:19
  3. Massimo Fini sul processo-farsa contro Saddam
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-10-05, 19:13
  4. Massimo Fini: "Il vero problema è la lunghezza del processo"
    Di Tomás de Torquemada nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-11-02, 17:40
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-09-02, 20:45

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226