User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Libertà per il Presidente Milosevic!

    INTERNATIONAL COMMITTEE TO DEFEND SLOBODAN MILOSEVIC
    ICDSM Sofia-New York-Mosca www.icdsm.org
    ************************************************** ************
    Velko Valkanov, Ramsey Clark, Alexander Zinoviev (Co-Presidenti),
    Klaus Hartmann (Presidente del Comitato), Vladimir Krsljanin
    (Segretario), Christopher Black (Presidente della Commissione Legale),
    Tiphaine Dickson (Portavoce Legale)

    ************************************************** ************
    18 novembre 2005 Circolare Speciale
    ************************************************** ************

    In questo documento:
    1. Raccolta di firme di iniziativa popolare in Serbia
    2. Comunicato stampa dell’Associazione Sloboda-Libertà
    3. Lettera al Consiglio di Sicurezza dell’ONU
    4. Conclusione urgente dell’ICDSM e dell’Associazione “Sloboda”
    5. Conclusione del team internazionale di specialisti medici
    6. Libertà per Slobodan Milosevic! – Dichiarazione dell’ICDSM adottata
    a Belgrado nella sessione di novembre.

    ************************************************** ******
    Belgrado, 18 novembre. L’Associazione SLOBODA - Libertà ha iniziato a
    raccogliere le firme per una iniziativa popolare in modo da imporre
    all’agenda del Parlamento Serbo la richiesta della liberazione
    temporanea del Presidente Milosevic per il suo stato preoccupante di
    salute e per garantirgli cure appropriate. Secondo la Costituzione
    Serba, sono necessarie 15.000 firme per questa iniziativa.
    ************************************************** ************
    COMUNICATO STAMPA

    Il comportamento del “tribunale” dell’Aja mette in gioco la vita del
    Presidente Milosevic.
    É necessaria una reazione immediata delle autorità in carica e di
    tutta la società in Serbia, come pure del Consiglio di Sicurezza
    dell’ONU, per far cambiare questo comportamento.
    Un team internazionale di medici specialisti dalla Francia, dalla
    Russia e dalla Serbia, che hanno visitato il Presidente Milosevic il 4
    novembre, ha concluso che per lui sono necessarie almeno sei settimane
    di riposo totale, senza alcuna attività fisica o mentale. Sia ben
    chiaro che il peggioramento delle condizioni di salute del Presidente
    Milosevic sono da imputarsi solamente a questo “tribunale”.
    Ciononostante, in questi giorni il “tribunale” ha lanciato una
    pericolosa ed insolente sfida ai diritti dell’uomo, all’Organizzazione
    delle Nazioni Unite, alla professione medica e giuridica, respingendo
    gli accertamenti e le conclusioni dei medici specialisti, e imponendo
    al Presidente Milosevic, malato, di comparire nell’aula del tribunale,
    un atto che ha messo in pericolo la vita stessa del Presidente.
    Noi facciamo appello a tutti i medici, ai giuristi, alle istituzioni
    per la tutela dei diritti dell’uomo e a tutta la gente onesta di questo
    e degli altri paesi ad unirsi all’appello del Comitato Internazionale
    per la Difesa di Slobodan Milosevic e dell’Associazione Libertà, perché
    si agisca immediatamente per fermare il crimine nella sua fase finale.
    Il procedimento all’Aja deve essere sospeso e al Presidente Milosevic
    devono essere riservate cure mediche adeguate in libertà, in modo da
    renderlo idoneo, dopo il suo recupero, a continuare a prendere parte al
    processo.

    ASSOCIAZIONE LIBERTÀ - COMITATO NAZIONALE PER LA LIBERAZIONE DEL
    PRESIDENTE SLOBODAN MILOSEVIC

    Belgrado, 18 novembre 2005

    ************************************************

    AI MEMBRI DEL CONSIGLIO DI SICUREZZA
    AL SEGRETARIO GENERALE DELL’ONU
    ALL’ALTO COMMISSARIO DELL’ONU PER I DIRITTI UMANI

    Belgrado, 15 novembre 2005

    L’Associazione Libertà-Sloboda di Belgrado si pregia di portare alla
    vostra cortese attenzione e con urgenza alla vostra considerazione i
    tre seguenti documenti che riguardano i diritti umani del Presidente
    pluriennale della Serbia e della Jugoslavia, il Sig. Slobodan Milosevic
    – il Comunicato congiunto del Comitato Internazionale per la Difesa di
    Slobodan Milosevic e dell’Associazione Libertà-Sloboda, la Relazione
    Conclusiva di specialisti medici dalla Francia, dalla Russia e dalla
    Serbia che hanno esaminato di recente il Presidente Milosevic, e la
    Dichiarazione del Comitato Internazionale per la Difesa di Slobodan
    MILOSEVIC.

    Noi riteniamo che Loro dovrebbero agire senza indugio, secondo la
    vostra competenza e i diritti umani universalmente riconosciuti, in
    modo da proteggere la vita e lo stato di salute del Presidente
    Milosevic e da impedire la possibilità di un suo processo in absentia.

    Rispettosamente,

    Il Presidente del Comitato dell’Associazione per la Libertà-Sloboda
    Bogoljub Bjelica

    ************************************************** *******

    COMUNICATO CONGIUNTO DEL COMITATO INTERNAZIONALE PER LA DIFESA DI
    SLOBODAN MILOSEVIC E DELL’ASSOCIAZIONE LIBERTÀ-SLOBODA DOPO L’ASSEMBLEA
    TENUTA A BELGRADO IL 12 NOVEMBRE 2005

    Il Comitato Internazionale per la Difesa di Slobodan
    Milosevic e il Comitato Nazionale-Associazione “Sloboda” per la
    Liberazione di Slobodan Milosevic hanno ricevuto, in data 4 novembre
    2005, un bollettino medico relativo alle condizioni di salute del
    Presidente Slobodan Milosevic, che suscita profonde preoccupazioni
    presso i membri del Comitato Internazionale e Nazionale. Il suo stato
    di salute risulta seriamente compromesso: questo è dovuto ai suoi
    sforzi sovrumani nella lotta per far emergere la verità e alle
    condizioni di detenzione nelle quali sta vivendo. Egli sta investendo
    ulteriori sforzi per vincere in modo definitivo la sua battaglia per la
    verità, e sta facendo tutto questo a detrimento della sua salute alla
    luce delle minacce che ha subito da parte del Tribunale Internazionale
    per i Crimini nella ex-Jugoslavia - ICTY -, che egli non accetta, e che
    il Collegio di Difesa respingerà.
    La nostra opinione è che il prezzo della sua difesa non deve essere
    pagato a scapito della sua salute e della sua vita.
    Noi domandiamo la sospensione immediata del processo almeno per un
    periodo di 6 settimane, come proposto dai medici in modo da
    consentirgli il riposo indispensabile e le cure mediche. Qualsiasi
    tentativo di processarlo in absentia, e quindi abusare delle sue
    deteriorate condizioni di salute, distruggerà ogni illusione su questo
    procedimento.
    “Il Tribunale” deve osservare il consiglio fornito dai medici e
    mostrare rispetto del fatto che la vita umana e la salute sono valori
    sopra tutti gli altri.
    Quando le condizioni di salute del Presidente Milosevic saranno
    ristabilite, egli continuerà con tutte le sue forze la lotta per la
    verità e la giustizia che egli sta conducendo all’Aja a vantaggio e per
    il benessere del popolo Serbo e dell’intera umanità.

    in Belgrado, 12 novembre 2005

    COMITATO INTERNAZIONALE PER LA DIFESA DI SLOBODAN MILOSEVIC
    firmato
    Ramsey Clark Sergei Baburin Velko Valkanov

    ASSOCIAZIONE “SLOBODA” – COMITATO NAZIONALE PER LA LIBERAZIONE DEL
    PRESIDENTE SLOBODAN MILOSEVIC
    firmato
    Bogoljub Bjelica

    ************************************************** ********

    CONCLUSIONI COLLETTIVE DOPO IL CONSULTO MEDICO SULLO STATO DI SALUTE
    DEL SIGNOR SLOBODAN MILOSEVIC, EFFETTUATO IL 04.11.2005

    Tenuto conto dei risultati degli esami medici consultati nella cartella
    clinica e realizzati per la visita del 4 novembre 2005, si può
    concludere che le condizioni di salute del paziente non si sono
    ristabilite e che sono possibili complicazioni. Questo stato necessita
    di ulteriori accertamenti con l’obiettivo di precisare le origini degli
    scompensi presentati.
    Quindi è necessario proporre al paziente un periodo di riposo, che
    comporta la cessazione di tutte le attività fisiche e psichiche per un
    periodo minimo di 6 settimane, cosa che gli consentirà probabilmente di
    diminuire i disturbi, o tutt’al più di stabilizzarli, e poi consentirà
    le procedure diagnostiche supplementari per adattare al meglio la
    terapia.
    Verrà redatto e presentato un ulteriore rapporto definitivo e
    dettagliato da ciascuno specialista.

    IL COLLEGIO MEDICO

    Margarita Shumilina, Ph.D, angiologa

    Professor Florence Leclercq, Ph.D, cardiologa

    Professor Vukasin Andric, Ph.D, otorinolaringoiatra

    ************************************************** *****

    Libertà per Slobodan Milosevic

    Dichiarazione del Comitato Internazionale per la Difesa di Slobodan
    Milosevic

    Belgrado, 12 novembre 2005

    I.

    Noi, rappresentanti del Comitato Internazionale per la Difesa di
    Slobodan Milosevic, nell’assemblea del 12 novembre 2005, a Belgrado,
    sotto gli auspici dell’Associazione Libertà-Sloboda, esprimiamo la
    nostra più profonda indignazione per il proseguimento del processo
    contro il Presidente Slobodan Milosevic condotto davanti al cosiddetto
    Tribunale Internazionale per la ex Jugoslavia (ICTY).

    Durante le sue operazioni, che vanno avanti da dodici anni e mezzo,
    l’ICTY ha dimostrato al mondo che, più che funzionare da istituzione di
    giustizia, mette in campo la costrizione e il ricatto, ed è sottoposto
    a flagranti pressioni delle potenze che effettivamente hanno
    contribuito al massimo alla disgregazione della ex Jugoslavia e alle
    guerre civili che hanno incoraggiato.
    L’ICTY ha dimostrato di essere una istituzione di arbitrarietà e di
    assenza di diritto, non di riconciliazione.
    Le attività dell’ICTY, e in particolare il trattamento ed i
    procedimenti contro Slobodan Milosevic, dimostrano come l’ICTY sia un
    mezzo di ritorsione contro la Repubblica Federale di Jugoslavia (FRY),
    ed in generale contro i suoi cittadini, e contro i Serbi in
    particolare, data la loro resistenza alla frantumazione della ex
    Jugoslavia e la loro difesa eroica contro l’aggressione della NATO nel
    1999.
    L’aver messo sotto accusa Slobodan Milosevic ha trasferito la
    responsabilità per questa aggressione e per gli atti di terrorismo
    commessi dall’UCK, l’Esercito di Liberazione del Kosovo KLA, sulle sue
    vittime. [1]

    Perciò, l’ICTY ha mostrato al mondo intero che il suo ruolo più
    importante consiste nel legittimare e legalizzare le violazioni più
    flagranti del diritto internazionale, così come i peggiori crimini
    commessi durante lo smembramento della ex Jugoslavia e l’aggressione
    della NATO contro la RF di Jugoslavia. Per tutto questo l’ICTY non è
    una istituzione di giustizia. Invece, è un mezzo per la realizzazione
    di particolari obiettivi specifici, un simbolo di discriminazione e di
    violenza legalizzata.
    La messa in stato di accusa dell’ex Presidente della Serbia e della RF
    di Jugoslavia per presunti crimini nel Kosovo - Metohija veniva
    intentata il 24 Maggio 1999 nel bel mezzo dell’aggressione NATO contro
    la RF di Jugoslavia. Questa guerra illegale era in contrasto con la
    Carta della NATO, con la Carta dell’ONU e con il diritto
    internazionale. Questa aggressione rappresenta un crimine contro la
    pace, il supremo crimine internazionale.

    Durante il bombardamento criminale della RF di Jugoslavia, durato 78
    giorni, gli aggressori hanno ammazzato e ferito migliaia di civili,
    distrutto infrastrutture economiche e di trasporto, tentato di uccidere
    il Presidente Milosevic bombardando la sua residenza, usato bombe a
    frammentazione ed ad uranio depleto, e provocato distruzioni per un
    ammontare di 100 miliardi di dollari. Per colmo di ironia, sono state
    lanciate accuse contro Slobodan Milosevic per presunti crimini contro
    la Croazia e la Bosnia-Erzegovina.

    Per contro, l’ICTY non ha messo sotto accusa nessun leader dei paesi
    membri della NATO o pilota per i crimini commessi durante l’aggressione.
    Invece l’ICTY ha promosso la messa in stato di accusa, con il sostegno
    dell’Amministrazione Clinton, contro Slobodan Milosevic, un capo di
    stato democraticamente eletto che è rimasto alla guida del suo paese, a
    difendersi dall’aggressione.
    Il Presidente Milosevic, che è stato obbligato a combattere nel suo
    paese il terrorismo avallato dall’esterno, è stato coinvolto nella
    “Guerra al Terrorismo”, essendo stato messo sotto processo da quegli
    stessi che hanno acceso i conflitti etnici e che hanno creato le
    organizzazioni terroristiche nei territori della ex RFJ. Noi non
    accettiamo che il Presidente Milosevic venga accusato da coloro che
    hanno appoggiato il terrorismo, e si armonizzavano con questo, mentre
    ancora oggi dichiarano di combatterlo.

    Arrestando Slobodan Milosevic illegalmente e trasferendolo all’ICTY,
    sono state stracciate sia la Costituzione della RF di Jugoslavia, che
    la Costituzione della Serbia. Quindi, il rapimento e la consegna del
    Presidente Milosevic all’ ICTY rappresentano una violenza alla
    costituzione democratica ed un fatto senza precedenti nella storia
    moderna. Coloro che hanno perpetrato questo atto vergognoso devono
    assumersene la responsabilità davanti ai cittadini della Serbia e
    davanti alla storia.

    II

    Allo stato attuale, dopo che solo una parte dei testimoni a difesa è
    stata interpellata nell’interesse del Presidente Milosevic davanti
    all’ICTY, si può sottolineare con certezza che il procedimento
    accusatorio della cosiddetta Procura dell’Aja nei suoi confronti ha
    subito una disfatta!
    L’opinione pubblica mondiale e gli esperti hanno potuto verificare,
    dopo aver sentito le testimonianze prodotte dall’Accusa, che il
    procedimento contro Slobodan Milosevic per il crimine di genocidio è
    completamente senza fondamento e non è confortato nemmeno da un singolo
    straccio di prova oggettiva. Non solo non esiste alcuna prova per
    l’accusa di genocidio, ma non esiste nemmeno alcuna prova per ognuno
    dei punti della messa in stato di accusa.
    Attraverso la forza delle argomentazioni della verità, il Presidente
    Milosevic ha completamente distrutto tutte le menzogne addotte contro
    di lui nel cosiddetto Atto Formale di Accusa.

    Naturalmente non esistono prove contro Slobodan Milosevic. Purtuttavia,
    è in atto un procedimento. L’organizzazione dell’ICTY ha tentato,
    imponendo le sue regole per l’andamento processuale, conformandole e
    adattandole alle proprie necessità politiche, di impedire a Slobodan
    Milosevic le sue dimostrazioni della verità. Questa è la ragione per
    cui il tribunale sta ora tentando di limitare il tempo necessario ai
    testimoni che egli ha invitato a deporre.
    Questo deve essere impedito!

    La presunzione di colpevolezza, la illimitata durata della detenzione,
    la responsabilità retroattiva, le accuse segrete e le testimonianze
    segrete, così come l’uso dei servizi segreti per raccogliere prove,
    queste sono solo alcune delle più evidenti attestazioni del fatto che
    non esiste alcuna giustificazione per l’esistenza dell’ ICTY come
    organismo legale, e ancor meno come istituzione che opera sotto il
    patrocinio delle Nazioni Unite.
    Noi consideriamo iniquo il procedimento contro il Presidente Milosevic.
    Inoltre, ogni accelerazione dei tempi del processo rappresenta un
    incoraggiamento per i nemici della verità e dell’affermazione dei fatti.
    Tutti i fatti suddetti evidenziano che il procedimento giudiziario è
    nullo. Quello che noi domandiamo è che questa farsa di processo venga
    sospesa, e che il Presidente Milosevic venga rilasciato.

    III

    La lista seguente elenca dettagliatamente i più comuni tipi di abuso
    inflitti al Presidente Milosevic.

    A.

    1. Il 28 giugno 2001, il Presidente Milosevic viene prelevato a
    forza, illegalmente, senza darne conoscenza alla sua famiglia e alle
    specifiche istituzioni legali della RFJ, e tradotto al penitenziario
    dell’Aja in violazione dei provvedimenti costituzionali e legali
    esistenti nella RFJ e internazionalmente. L’appello per l’Habeas Corpus
    presso le Corti Olandesi non è stato convalidato, malgrado i fatti
    evidenti che dimostravano come questo fosse un caso di sequestro di
    persona.

    B. I diritti e le prerogative del Presidente Milosevic nel
    penitenziario dell’Aja sono stati totalmente cancellati.

    1. Molte volte i suoi inalienabili diritti a rappresentarsi e a
    difendersi personalmente sono stati messi in discussione. Sono stati
    dedicati lunghi periodi a discussioni formali, rendendo i preparativi
    della difesa più tediosi e facendo perdere del tempo. La quantità di
    materiale presentato dall’Accusa non solo è irrilevante ma anche
    enorme, e questo ha influenzato negativamente l’andamento del
    procedimento e lo stato di salute del Presidente Milosevic.

    2. Malgrado gli sforzi giganteschi, sostenuti dall’opinione
    pubblica mondiale, non si sono avuti miglioramenti delle condizioni di
    salute del Presidente Milosevic, e questo è dovuto ai ripetuti ostacoli
    frapposti dall’ICTY. Non si vedono all’orizzonte soluzioni mediche
    soddisfacenti, sebbene il procedimento contro il Presidente Milosevic
    vada avanti da quattro anni. L’ICTY, in nome dell’efficienza, ha
    imposto un calendario snervante per la presentazione della Difesa, che
    ha prodotto allarmanti conseguenze sullo stato di salute del Presidente
    Milosevic. Le argomentazioni dell’Accusa non sono state sottoposte a
    tali restrizioni!

    3. Sono state imposte limitazioni al diritto di ricevere visite e
    di avere contatti telefonici e questo è inumano e fondamentalmente ha
    l’obiettivo di aumentare lo stress psicologico, fisico ed emozionale
    del Presidente Milosevic. Queste e altre forme vessatorie sono state
    applicate per diminuire le capacità di difesa del Presidente Milosevic,
    e per ottenere un ulteriore deterioramento della sua salute.

    4. Le richieste numerose, e ampiamente supportate da specialisti
    medici e legali e da una larga opinione pubblica, per il rilascio
    temporaneo del Presidente Milosevic fino a questo momento sono state
    ripetutamente respinte sotto le pressioni dell’Accusa.

    C. Vessazioni ed abusi contro la famiglia del Presidente Milosevic

    1. Oltre alle pressioni esercitate sul Presidente Milosevic
    durante la sua detenzione nel penitenziario dell’Aja, è aumentata la
    sua persecuzione attraverso le negazioni delle cure per la sua malattia
    e gli abusi inflitti ai suoi parenti più prossimi.

    2. Noi vogliamo sottolineare l’indicibile vergogna per cui a sua
    moglie da quasi tre anni è impedito fargli visita. I suoi figli non
    hanno avuto mai la possibilità di incontrarlo.

    3. È cosa sbalorditiva ma vera che tutti i parenti prossimi adulti
    della sua famiglia sono stati imputati con accuse assurde. Nessuna di
    queste è stata comprovata, e quella contro suo figlio è stata fatta
    cadere. Al presente, queste accuse ridicole, non accompagnate da
    prove, e decisioni speciali per la limitazione degli ingressi
    nell’ambito dell’Unione Europea che sono state invocate contro i
    famigliari del Presidente Milosevic, rendono impossibile per la sua
    famiglia di visitarlo. Queste limitazioni all’ingresso sono state
    rafforzate dalle decisioni dell’Accusa.

    4. Sua moglie è stata accusata senza prove di aver influenzato
    illegalmente una decisione di assegnare un appartamento ad un’altra
    persona.

    5. L’accusa contro il figlio del Presidente Milosevic, che era in
    forza da almeno quattro anni, e secondo la quale egli avrebbe
    presumibilmente picchiato e intimidito un giovane membro di un gruppo
    di opposizione politica, è stata ritirata solo un mese fa. Vecchie
    accuse contro di lui sono state reiterate, e ne sono state prodotte di
    nuove di recente.

    6. Sua figlia, per poter vivere indisturbata, ha dovuto trasferirsi
    in Montenegro. Fin dal 2002 era stata tormentata da un mandato di
    comparizione, con l’intenzione di condannarla per il suo comportamento
    tenuto durante la notte del sequestro di persona del Presidente
    Milosevic.

    7. Tutte queste accuse sono pretestuose e malignamente sbandierate
    dai vari mezzi di informazione che cercano di aumentare le molteplici
    pressioni esercitate sul Presidente Milosevic.

    8. A nostra conoscenza, questa è la prima volta che una persona
    messa sotto processo vede i membri della sua famiglia accusati con lui,
    e per una serie di reati inventati. Queste accuse esercitano sul
    Presidente Milosevic una pressione collaterale. E questo è procurato
    con l’intento di demolire le sue capacità di difesa.

    IV.

    In considerazione di tutto questo, noi, membri del Comitato
    Internazionale per la Difesa di Slobodan Milosevic esigiamo dal
    Consiglio di Sicurezza dell’ONU, allo scopo di consentire al
    Presidente Milosevic di portare a completamento la sua difesa e alla
    luce dei fatti che sono stati in modo tanto evidente comprovati:

    1. Che il processo contro Slobodan Milosevic venga interrotto,

    2. Che vengano tutelate la salute e la vita del Presidente
    Milosevic,

    3. Che vengano sospese tutte le forme di pressione sul Presidente
    Milosevic e sui membri della sua famiglia,

    4. Che il processo contro il Presidente Milosevic venga sospeso
    fino a conseguire la normalizzazione delle sue condizioni di salute.

    5. Il comitato Internazionale per la Difesa di Slobodan Milosevic
    sottolinea le disastrose conseguenze della disgregazione della
    Repubblica Federale di Jugoslavia -RFJ-, e il fatto che l’arresto e il
    processo politico contro il Presidente Milosevic hanno fornito un
    ulteriore incoraggiamento alla messa in opera di atti di terrorismo -
    compresi veri e propri pogrom - nel Kosovo-Metohija .

    6. Il Consiglio di Sicurezza deve far terminare le operazioni del
    Tribunale ICTY, che non ha di certo contribuito al processo di
    riconciliazione. Al contrario, esso ha solo peggiorato le relazioni
    inter-etniche nel territorio dell’ex Repubblica Socialista Federativa
    di Jugoslavia - RFSJ.

    7. Si deve prendere la decisione di garantire al Presidente
    Milosevic del tempo addizionale, tale che i testimoni che egli ha
    programmato di produrre abbiano l’opportunità di deporre.

    8. Il Presidente Milosevic ha ricercato l’unità della Federazione
    Jugoslava, e perciò si è battuto sempre contro l’aggressione straniera
    e il terrorismo. Sono quelli che hanno incitato e appoggiato il
    terrorismo nel territorio dell’ex RFSJ, e in particolare nella RFJ -
    nel Kosovo-Metohija – che dovrebbero essere portati davanti alla
    giustizia, indifferentemente dalla loro nazionalità e dalla loro
    posizione sociale!

    9. Immediatamente devono essere messe in atto tutte le misure
    necessarie per consentire una diagnosi adeguata delle condizioni di
    salute del Presidente Milosevic, e per permettere a vari team medici di
    esaminarlo.

    10. Devono essere intrapresi tutti i passi necessari, inclusa la
    liberazione temporanea del Presidente Milosevic, per consentire al suo
    stato di salute di normalizzarsi.

    11. Siano immediatamente abolite, senza indugio, tutte le limitazioni
    a che il Presidente Milosevic possa ricevere la visita dei membri della
    sua famiglia.

    12. tutto questo si rende necessario per assicurare condizioni normali
    alla ripresa e alla conclusione del processo condotto illegalmente
    contro il Presidente Milosevic davanti al Tribunale Internazionale per
    i Crimini nella ex Jugoslavia (ICTY).

    [1] “Terrorismo” è qui definito a designare atti di violenza che
    prendono come obiettivo e vengono scatenati contro la popolazione
    civile di uno stato sovrano, contro i quali questo stato ha il diritto
    (e l’obbligo) di proteggere i suoi cittadini, e atti di violenza
    perpetrati contro quegli agenti dello stato inviati a protezione delle
    popolazioni civili e della costituzione. La definizione da noi proposta
    non è quella che continua ad essere usata dalle stesse potenze che
    hanno mosso una guerra di aggressione contro la Jugoslavia: le quali
    indicano come terrorismo l’esercizio legittimo della resistenza dei
    popoli contro l’aggressione e l’occupazione del loro paese.

    ************************************************** ****

    URGENTE APPELLO DI RACCOLTA DI FONDI

    ******************************

    Il Presidente Milosevic ha la verità e la legge dalla sua parte. Per
    usare questo vantaggio in modo da riacquistare la sua libertà, noi
    dobbiamo lottare contro questo tribunale completamente discreditato e i
    suoi protettori attraverso atti condotti professionalmente che devono
    chiamare in causa le Associazioni degli Avvocati, la Corte Europea, gli
    organi in carica delle Nazioni Unite e i mezzi di informazione di massa.
    La nostra esperienza ha dimostrato che il lavoro di volontariato ad hoc
    non è sufficiente ad affrontare questi compiti. I fondi assicurati in
    Serbia bastano solo a coprire le spese di soggiorno e operative degli
    assistenti legali (uno per volta) del Presidente Milosevic all’Aja. I
    fondi assicurati dalla sezione di Germania dell’ICDSM (ancora sempre la
    sola con contribuzioni regolari) sono sufficienti solo a coprire il
    lavoro minimo addizionale all’Aja connesso con i contatti e la
    preparazione dei testimoni dall’estero. Tutto il resto è carente.

    Recentemente, l’attività di raccolta di fondi della sezione Tedesca è
    stata presa di mira da un attacco senza fondamento della Guardia di
    Finanza in Germania. Questo rende necessario da parte vostra uno
    sforzo straordinario, drammaticamente urgente! Anche le attività di
    base della difesa all’Aja sono alla corda!

    Per rendere più praticabile il modo di inviarci le vostre donazioni,
    noi siamo in grado ora di darvi il conto di una organizzazione amica in
    Austria (vedi sotto). Vi preghiamo di inviare le vostre donazioni a
    questo conto, per colmare la lacuna prodotta dopo il congelamento del
    conto in Germania. Tenete presente che tutti i trasferimenti bancari
    all’interno dell’Unione Europea sono ora allo stesso prezzo che
    all’interno di ogni paese.

    ************************************************** *********

    C’è immediato bisogno di 3000-5000 EURO al mese.
    La nostra storia e il nostro popolo ci obbligano a procedere
    necessariamente con questa azione. Ma, senza questi fondi, questo non
    sarà possibile.
    Vi preghiamo di organizzare con urgenza l’attività di raccolta di fondi
    e di inviare le donazioni al seguente conto:

    Jugoslawisch-Österreichische
    Solidaritäts-Bewegung. (JÖSB)
    Bank Austria
    IBAN AT49 1200 0503 8030 5200
    BIC BKAUATWW

    ************************************************** **********

    Tutte le vostre donazioni saranno usate per le attività legali e le
    altre necessarie che si accompagnano, sotto le indicazioni o con il
    consenso del Presidente Milosevic. Per ottenere informazioni
    addizionali sull’uso delle vostre donazioni o per ottenere ulteriori
    indicazioni sul modo più efficiente di inviare donazioni o effettuare
    trasferimenti bancari, vi preghiamo di non esitare a contattarci:

    Peter Betscher (Tesoriere ICDSM) E-mail: peter_betscher @ freenet.de
    Phone: +49 172 7566 014

    Vladimir Krsljanin (Segretario ICDSM) E-mail: Slobodanvk @ yubc.net
    Phone: +381 63 8862 301

    ************************************************** *************

    Per la verità e i diritti umani contro l’aggressione!
    Libertà per Slobodan Milosevic!
    Libertà e giustizia per i popoli!
    Per conto di Slobodan e dell’ICDSM,

    Vladimir Krsljanin,
    Assistente per le Relazioni con l’Estero del Presidente Milosevic

    ************************************************** ***********

    SLOBODA ha urgente necessità delle vostre donazioni.
    Per trovare dettagliate istruzioni, vi preghiamo di andare a:
    http://www.sloboda.org.yu/pomoc.htm

    Per unirvi ed aiutare questa lotta, visitate:
    http://www.sloboda.org.yu/ (Sloboda/Freedom association)
    http://www.icdsm.org/ (Comitato Internazionale per la Difesa di
    Slobodan Milosevic ICDSM)
    http://www.free-slobo.de/ (sezione Tedesca dell’ICDSM)
    http://www.free-slobo-uk.org/ (sezione Britannica dell’ICDSM)
    http://www.icdsm-us.org/ (sezione USA dell’ICDSM)
    http://www.icdsmireland.org/ (sezione Irlandese dell’ICDSM)
    http://www.pasti.org/milodif.htm (sezione Italiana dell’ICDSM)
    http://www.wpc-in.org/ (Comitato per la Pace nel Mondo-World Peace
    Council)
    http://www.geocities.com/b_antinato/ (centro antiNATO dei Balcani
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    El Criticon
    Ospite

    Predefinito

    Con tutto quello che bolle in pentola, anzi nelle pentole geopolitiche, sara' ben difficile che qualche "istituzione" europea ponga fine a quella pietosa buffonata che e' stato e tuttora e' il cosiddetto processo Milosevic ...

 

 

Discussioni Simili

  1. Morte del Presidente Slobodan Milosevic
    Di Veneto Governo nel forum Veneto
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 16-03-06, 08:10
  2. Il Presidente della Republica Federale Yugoslava Slobodan Milosevic. Onore.
    Di Capitano Nemo nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 14-03-06, 14:36
  3. Morto in carcere ex presidente jugoslavo Milosevic
    Di PINOCCHIO (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 13-03-06, 09:17
  4. Liberta' per Milosevic !Subito!
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-11-02, 11:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226