User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Archeologia: i Celti? Non così barbari ed ignoranti...

    BERLINO - I Celti, che i greci chiamavano il 'Popolo Nascosto', intorno al VI secolo avanti Cristo sembravano sul punto di fondare in Europa centrale quello Stato che invece non si sono mai dati, secondo scoperte compiute quest'estate da archeologi tedeschi vicino a Sigmaringen, Germania meridionale, non lontano dal confine con la Svizzera.

    A settembre scorso in un campo di granturco appena mietuto, in quello che una volta era un insediamento celtico noto come Heuneburg ed oggi si trova alla periferia di Sigmaringen, sono tornati alla luce alcuni gioielli d'oro lavorati finemente, che gettano nuova luce su una societa' considerata non solo dagli antichi esclusivamente dedica all'alcol, alla violenza ed alle armi, i tipici barbari senza cultura, stile di vita o spiritualita'.

    Cosi' li vedevano i greci e i romani, cosi' li vedono anche oggi gli appassionati di Asterix. I Galli, con i Galati, sono considerati i parenti piu' stretti dei Celti originari, la cui comparsa in Europa avviene intorno al 900 a.C ed il loro primo insediamento sarebbe a Halstatt, nelle Alpi vicino all'odierna Salisburgo, in Austria. Un mese prima gli stessi archeologi dell'universita' di Tubinga, avevano trovato in un altro posto dei dintorni di Sigmaringen i resti di una porta in pietra, lunga 12 metri e profonda otto metri, che era stata sicuramente l'accesso ad un centro abitato. La grande porta, datata al VI secolo a.C, era stata costruita con blocchi calcarei, squadrati con precisione.

    Una strada lastricata con brecciolino portava ad un fossato, largo dieci metri, davanti alle mura del borgo fortificato su uno spuntone di roccia. Anfore e coppe trovate nel borgo fortificato provano gli stretti rapporti allora esistenti con la Grecia. I ben conservati tronchi dell'impianto di protezione, attraverso i loro anelli concentrici, rivelano anche la data esatta di costruzione: il 578 avanti Cristo.

    Heuneburg si rivela cosi' la piu' vecchia citta' d'Europa in stretto contatto con aree del Mediterraneo, 100 anni prima dell'ascesa di Atene a grande potenza. Le ricerche continuano, e per questo gli scienziati sono prudenti: finora non hanno ancora trovato luoghi importanti della vita urbana, come un mercato oppure un luogo sacro.

    Ci sono pero' prove dell'esistenza di una necropoli e di quartieri abitati da artigiani specializzati, e cio' fa pensare ad una societa' dove gia' funzionava la divisione del lavoro. Nella necropoli e' stata trovata un'altra tomba, dove era sepolto un bambino di due anni con ricchi doni per l'aldila'. Ora, per gli esperti, a seppellire il proprio figlio in maniera cosi' prestigiosa non puo' essere stato un semplice contadino, bensi' un esponente di un ceto sociale, interessato a distinguersi dalle famiglie circostanti grazie alla ricchezza. In termini moderni si potrebbe parlare quasi di ''nobili''.

    E questo porta alla conclusione che i Celti della Germania meridionale non potevano essere quei barbari assolutamente ignoranti, descritti dalla propaganda degli antichi romani. In quel periodo i Celti, mentre l'Italia centrale era sotto l'influsso etrusco, commerciavano gia' con Sciti e Greci, oltre che con gli Etruschi. E proprio negli anni del fulgore dell' Heuneburg, arrivarono ad occupare buona parte del continente europeo a nord delle Alpi, l'area baltica e l'Asia Minore. Una avanzata inarrestabile, favorita principalmente dalla superiorita' tecnica delle armi in possesso dei guerrieri che guidarono questi popoli durante le migrazioni.

    Perche' i Celti non si siano mai dati uno Stato unico, in quasi mezzo millennio di predominio sull'Europa centrale, non e' noto. Forse le nuove scoperte a Sigmaringen potrebbero aiutare a svelare il mistero.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    HIROSHI SHIBA
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sickboy
    il celticismo è una sconcezza

    Perchè ?

  3. #3
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,946
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sickboy
    il celticismo è una sconcezza
    Taci.

  4. #4
    www.noterdechedelada.net
    Data Registrazione
    16 Mar 2005
    Località
    al di qua dell'adda
    Messaggi
    2,196
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sickboy
    il celticismo è una sconcezza
    il celtismo non è afatto una sconcezza, è una parte della nostra storia, così come lo sono i longobardi, i goti, l'età comunale, etc., perchè vergognarsene?

    Magari riducendolo ai SOMari con le corna a Pontida si può anche dire che sia una sconcezza, ma così su due piedi e per partito preso
    Valtrumplino sicuramente

    Lombardo forse

    Padano..per quel che resta

    Italiano MAI!

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Beli Mawyr
    Tu non stai bene
    la sconcezza sono certi suoi thread "cazzeggianti" a dir la verità

  6. #6
    sognatore
    Data Registrazione
    11 Nov 2004
    Località
    "Viviamo tutti sotto il medesimo cielo, ma non abbiano lo stesso orizzonte" K. Adenauer
    Messaggi
    735
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Nanths
    la sconcezza sono certi suoi thread "cazzeggianti" a dir la verità
    questa volta quoto alla potenza ennessima...

  7. #7
    figlio di Zeus e Danae...
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    1,325
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito ancora..

    Citazione Originariamente Scritto da raggioverde
    questa volta quoto alla potenza ennessima...
    qualche settimana fa vi avevo suggerito di non rispondergli nemmeno ... è solo un "provocatore da forum" !

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,966
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    I Celti non erano barbari e ignoranti, ma senz'ombra di dubbio erano anni luce indietro rispetto ai Romani e per questo hanno perso nella storia e di loro non è rimasta quasi traccia. Se fossimo vissuti a quei tempi molto probabilmente avremmo desiderato essere considerati romani anzichè celti, perchè saremmo stati molto più ricchi, avremmo avuto molto più benessere, più igiene, avremmo avuto istituzioni civili molto più avanzate ecc..., perchè sono queste le cose desiderabili per ogni persona, e a queste si dà comunemente il nome di "civiltà".
    Troppo comodo e troppo facile ora rispolverare il mito dei Celti(che noi qui, ammettiamolo, non l'abbiamo mai veramente vissuto, a differenza per es. degli irlandesi) in funzione antiromana quando godiamo pienamente di tutti i frutti materiali della civiltà occidentale, che è nata da quella romana.

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,966
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sickboy
    cazzo finalmente uno che ragiona.

  10. #10
    libero veneto
    Data Registrazione
    27 Jul 2005
    Località
    Libero Stato di Venezia
    Messaggi
    575
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se è per questo la civiltà in italia l’hanno portata i Greci, allora…
    Ritengo, però, che nonostante lo smisurato tentativo di globalizzazione culturale che stiamo subendo, qualcosa degli antichi Celti, come qualcosa degli antichi Veneti, sia rimasto.
    Ci sono, a tutt’oggi, evidenti differenze culturali tra le zone abitate in maggioranza da Celti Cenomani (ad esempio la provincia di Verona) e le zone abitate in maggioranza dai Veneti (ad esempio il Veneto centrale) e questo nonostante gli avvenimenti storici siano stati similari per queste aree (a parte la situazione iniziale).
    Come si può spiegare, allora, tutto questo?

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226