In una recente intervista, l'amministratore delegato di Telecom Italia, Riccardo Ruggiero, descrive un futuro prossimo in cui "gli italiani avranno a disposizione la banda larga, fino a 20 mega bit, anywhere, ossia sempre e ovunque".
"Nei mesi a venire - continua il manager - offriremo ai nostri abbonati alla Dsl i collegamenti a 20 mega e a febbraio, in occasione delle Olimpiadi di Torino, monteremo una stazione sperimentale che trasmetterà a 20 mega anche sui cellulari.
Si tratta di una tecnologia già nota, il WiMax, fino a oggi usata solo tra postazioni fisse per collegamenti professionali fino a 100 mega.
La Samsung ci ha lavorato intorno e ne ha ottenuto un sistema funzionante anche sui cellulari.
La nuova tecnologia, dal nome Wibro, permetterà di moltiplicare l'attuale banda dei telefonini di circa 5060 volte.
A quel punto si potranno scaricare sul cellulare interi film o cd musicali".
A proposito dei tempi di messa in opera del Wibro, Ruggiero ritiene che "iniziando nel 2007 la commercializzazione del servizio, già nel 2008 la tecnologia dovrebbe essere uno standard abbastanza diffuso sia per gli usi di intrattenimento che per quelli business.
A quel punto, le differenze tra rete fissa e rete mobile scompariranno, grazie all'impiego di una sola piattaforma universale (il Wibro usa infatti il protocollo IP, lo stesso di internet, ndr). Ci saranno poi cambimenti nelle offerte e nelle strategie dei vari operatori. Telecom sta già lavorando a una sorta di offerta flat, indipendente dal mezzo usato".