User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,889
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Fini e la bella favola della modernità.

    In Val di Susa, finisce la bella favola della modernità

    MASSIMO FINI

    Caro Direttore, le oligarchie di potere, di destra e di sinistra,. entrambe responsabili del progetto Tav, hanno cercato di domare la rivolta della gente della Val di Susa, con un metodo vecchio come il mondo: il "divide et impera". Hanno convocato a Roma i cosidetti "rappresentanti" del popolo della Val di Susa, il presidente della Regione Piemonte. quello della Provincia, il sindaco di Torino. i sindaci dei paesi valsusini, i responsabili delle Comunità montane, e li hanno bellamente infinocchiati facendogli firmare un accordo capestro.

    La Tav si farà e i manifestanti, o meglio i loro rappresentanti, si sono impegnati a lasciare liberi i cantieri In cambio le operazioni d'inizio d'opera verranno sospese fino alla conclusione delle Olimpiadi invernali.
    Un patto "leonino" in tutti i sensi perché anche ciò che si dà "in cambio" in realtà interessa solo il Governo: che non sia disturbata un'altra, e inutile. "grande opera", vale a dire le Olimpiadi della neve.

    Ma la gente della Val di Susa non c'è cascata, E preannuncia per sabato prossimo una manifestazione a Torino, "autogestita", senza cioè, i suoi "rappresentanti". In ogni caso, comunque vada a finire la vicenda, della Val di Susa non è che un inizio. E il sintomo di qualcosa di molto più imponente, che non si fermerà e non può essere fermato. ' Quella della Val di Susa infatti non è una rivolta ecologista. E una rivolta localista, antiglobalista. antimodernista.


    Può anche essere che la Tav non abbia quell'impatto ambientale che molti temono.
    Ma il punto non è questo, non è più questo. Ma è che la gente si è stufata di vedersi passare sopra la testa decisioni che, oltre a toglierle i propri tradizionali punti di riferimento, arricchiscono in astratto la nazione, ma impoveriscono in concreto le persone, dal punto di vista esistenziale ma, da qualche tempo, a causa della globalizzazione, cioè della spietata competizione fra Stati, anche da quello economico.

    E non ha nessuna intenzione di "mettersi il cuore in . pace". quel che interessa, in Val di Susa come altrove, in Italia come in tutto il mondo occidentale, non è collegarsi sempre più velocemente con questo o con quello, ma avere una vita più semplice, più serena, più equilibrata, più coesa, , più umana, anche se, eventualmente, più povera..


    Poco importa che la sinistra abbia cercato di strumentalizzare la situazione. Perché la rivolta della gente della Val di Susa è contro le oligarchie politiche, tanto della destra che della sinistra. e quelle economiche, che sono le uniche a trarre sicuramente dei vantaggi da un'opera colossale come la Tav.
    Ed è completamente fuori strada il Governo quando addebita la rivolta agli "anarchici insurrezionalisti". Non si può delegittimare una rivolta che ha visto uniti sindaci e assessori di ogni colore politico, parroci, operai, impiegati, pensionati, donne. casalinghe, modelle, ragazzi, cioè l'intera Val di Susa, con argomenti alla Bush.
    Quella del Val di Susa è una rivolta antimodernista. Ed è significativo che questa gente. fino a ieri pacifica e ubbidiente, abbia scelto, per chiamarsi a raccolta, uno stremito antico come le campane delle chiese.

    Si vuole tornare nelle dimensioni del villaggio, a comunità più piccole, più controllabili dove le persone abbiano almeno l'impressione di decidere da se il proprio destino. Dice: ma l'interesse nazionale?
    In un mondo globalizzato non esistono più interessi nazionali ma solo lontanissimi interessi globali ai quali i primi sono subordinati, Inoltre, come ho cercato di spiegare in un paio di articoli, l'Occidente, con gli attacchi alla Jugoslavia e all'Iraq, ha commesso il formidabile errore di abbattere il principio di sovranità nazionale abbattendo però, con esso, anche quello di appartenenza nazionale.

    Se esistono valori sovranazionali superiori a quelli nazionali ciò vale sia nel grande che nel piccolo, cioè nel locale. Quando le scrivevo sembravano cose teoriche, lontane, la rivolta della Val di Susa ne è invece una prima concretizzazione.
    Del resto 'doveva essere evidente anche ai "padroni del vapore", che una globalizzazione così spinta avrebbe provocato, come reazione, una localizzazione altrettanto spinta, alla ricerca di identità e di radici che stiamo perdendo. Val di Susa emblematizza lo scontro dei decenni a venire.

    Che non sarà più fra un liberalismo trionfante e un marxismo morente, tra Destra e Sinistra, ma fra modernisti e antimodernisti. Fra elites politiche, economiche e intellettuali, ancora convinte della bontà dello Sviluppo avviatosi con la Rivoluzione industriale, e razionalizzato dall'Illuminismo, e popolazioni esasperate, del Primo e di ogni mondo, che ha finito di credere alla bella favola della Modernità.

    Massimo Fini www.massimofini.it

    fonte: la Padania Mercoledì 14 dicembre 2005

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,973
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    quel che interessa, in Val di Susa come altrove, in Italia come in tutto il mondo occidentale, non è collegarsi sempre più velocemente con questo o con quello, ma avere una vita più semplice, più serena, più equilibrata, più coesa, , più umana, anche se, eventualmente, più povera..
    E' un errore di ragionameto impressionante: nel mondo moderno è impossibile avere una vita più semplice, equilibrata, frugale (che è un idillio che forse non si è mai verificato nell'arco della storia umana) , se si è poveri...i poveri non contano mai niente, senza indipendenza economica non hanno neppure nessuna indipendenza politica nè autorevolezza nei confronti dei più ricchi, che, magari, li potranno inondare dei lro rifiuti e delle loro scorie senza doverci pensare due volte, come oggi avviene. Questi intellettuali completamente irresponsabili che non hanno mai lavorato in vita loro non pagheranno mai le conseguenze di quello che scrivono, ma a pagarle sarà la gente normale se dà loro retta!
    E' molto più probabile avere quel tipo di vita desiderata (equilibrata, umana...) se si accetta la modernità: la competizione globale c'è, è una legge che da sempre regola i destini dei popoli che a loro piaccia o meno, inesorabile come le leggi della fisica, e che pesa nella stessa identica misura sui potenti come sui meno potenti, sulle cd. "oligarchie economiche" (in competizione tra loro) come sui "popoli", e sui singoli individui nella vita di tutti i giorni.

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,889
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da novis


    la competizione globale c'è, è una legge che da sempre regola i destini dei popoli che a loro piaccia o meno
    hai assolutamente ragione, la competizione globale, regola i destini dei popoli che a loro piaccia o meno.
    il guaio è che le regole le scrivono coloro che hanno la forza di imporle agli altri e la consapevolezza di non essere tenuti a rispettarle........

  4. #4
    PADANIA NEL CUORE
    Data Registrazione
    07 Apr 2003
    Località
    dall'amata Padania
    Messaggi
    1,731
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Completamente d'accordo con Massimo Fini .
    Persino le leggi della fisica , in base alla teoria sperimentale, non hanno valore assoluto ma validità fin quando la realtà non le smentisce ( i fisici essendo persone pensanti hanno un po' più di cervello di certo pattume politico).
    La globalizzazione selvaggia imposta da una elite economico-massonica esiste come esiste il cancro o l'aids.Non per questo va accettata ma va combattuta.
    Sono solo i primi timidi segni di una reazione che provocherà grossi problemi ai profeti del mondo di plastica che confondono la realtà con un videogioco.
    Una volta Bossi dava con pazienza spiegazioni chiare alla base.
    Oggi imperversa il berlusconismo sinonimo di totale mancanza di intelligenza.( anche nel senso di lettura della realtà)
    TIOCH FAID AR LA'

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,973
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da eleichem
    Completamente d'accordo con Massimo Fini .
    Persino le leggi della fisica , in base alla teoria sperimentale, non hanno valore assoluto ma validità fin quando la realtà non le smentisce ( i fisici essendo persone pensanti hanno un po' più di cervello di certo pattume politico).
    Senti, le leggi della fisica avranno validità fino a quando qualcuno non le smentisce, ma il fatto che i corpi sono attratti vero il basso INESORABILMENTE (fino ad oggi lo si è spiegato con la forza di gravità ) è tale da aver dominato la vita di tutti gli esseri umani e animali e vegetali dall'alba del mondo...esattamente come la legge della concorrenza ha dominato la vita degli uomini dall'alba del mondo.

  6. #6
    Forumista junior
    Data Registrazione
    16 Oct 2010
    Messaggi
    39
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da novis
    Senti, le leggi della fisica avranno validità fino a quando qualcuno non le smentisce, ma il fatto che i corpi sono attratti vero il basso INESORABILMENTE (fino ad oggi lo si è spiegato con la forza di gravità ) è tale da aver dominato la vita di tutti gli esseri umani e animali e vegetali dall'alba del mondo...esattamente come la legge della concorrenza ha dominato la vita degli uomini dall'alba del mondo.
    peccato che della causa della forza di gravità non ci siano spiegazioni ancora oggi se non a grandi linee tipo la relatività generale di Einstein ma nulla sulla reale causa gravità-meccanicaquantistica ovvero di come due corpi riescano ad attrarsi!
    x le leggi del mercato è la stessa cosa, arriverà il giorno che qualcuno come massimo fini riuscirà a vedere oltre! sempre che non sia censurato come accade anche a lui del resto!

    massimo fini dovrebbe essere un esempio per la lega altro che gli attuali fantocci forcaioli e filo berlusconisti

  7. #7
    Meda sabios paris
    Data Registrazione
    02 Dec 2004
    Località
    Atlantide
    Messaggi
    5,064
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sono d'accordo in linea di massima con Massimo Fini. Solo una lancia a favore della competizione: il problema è che questa avviene il più delle volte fra individui dello stesso Popolo, mentre invece dovrebbe avvenire tra Popoli uniti organicisticamente e organizzati in famiglie, o Clan, Gilde, o corporazioni, Villaggi/Città, Nazioni (nel senso Tedesco di Heimat e non di Stati)...... Tali Popoli sono uniti tra loro da una cultura, religione, storia, mentalità Comune (alla faccia del multiculturalismo) e occupano un territorio, monopolizzandolo (ad es. in Veneto solo cultura Veneta!), e decidono comunemente con chi allearsi o contro chi combattere......
    La vera battaglia avviene tra individualismo edonista (di cui gli USA costituiscono oggi il massimo rappresentante) e comunità, e per i veri Patrioti Nazionalisti, federalisti o Indipendentisti, e NON imperialisti, non dovrebbe esser difficile scegliere!
    Sia l'America, sia Al Kaeda vogliono imporre agli altri Popoli la loro cultura, quindi sono imperialisti e come tali da abborrire e combattere con tutte le forze....
    L'errore della Destra è di essersi omologata alla sinistra nell'abbattere le culture locali a vantaggio del liberismo globale......

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,973
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mambodisera
    peccato che della causa della forza di gravità non ci siano spiegazioni ancora oggi se non a grandi linee tipo la relatività generale di Einstein ma nulla sulla reale causa gravità-meccanicaquantistica ovvero di come due corpi riescano ad attrarsi!
    Peccato che il fatto dell'attrazione sia per l'appunto un fatto e non un'opinione . Forse non avrei dovuto riferirmi a "leggi della fisica inesorabili" ma a "fatti naturali inesorabili", va meglio così?

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226