User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    23 Mar 2005
    Località
    veneto
    Messaggi
    236
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Stefani Balocchi Giorgetti Fuori Dalle Palle

    La Popolare di Milano che doveva correre in aiuto fu costretta a ritirarsi

    Banca della Lega, rinviato il salvataggio

    Rischio bocciatura, la Bpi ci avrebbe ripensato e anche il Carroccio prende tempo

    Sarà stato «un affare», come scrive "La Padania", ma la Bpi (già "Lodi") avrebbe deciso di non portare a compimento il salvataggio di Credieuronord, la banca della Lega, voluto da Gianpiero Fiorani. Caduto Antonio Fazio, meglio un rinvio. Per ora. In attesa di capire come andranno le inchieste giudiziarie. E magari anche le elezioni. Certo è che per i vertici dell'istituto di credito padano naufragato dopo una manciata di anni di gestione disastrosa, la fine dell'incubo torna ad allontanarsi.

    Pareva quasi fatta, pareva. Al perfezionamento della operazione organizzata dall'ex condottiero lodigiano mancava soltanto l'ultima ratifica, fissata entro il 31 dicembre. A mezzanotte il tappo d'una bottiglia di spumante avrebbe potuto infine segnare l'uscita da un tunnel di sospetti, ricorsi, denunce, polemiche. Macché: tra le clausole dei patti c'era quella che l'accordo per la fusione tra la defunta banca leghista e la fioraniana «Reti bancarie Holding» poteva essere annullato in caso di nuove bacchettate degli ispettori di Bankitalia o di sopraggiunte grane giudiziarie. L'arresto dell'ex astro nascente della finanza e l'uscita di scena del Governatore hanno fatto precipitare la situazione. Risultato: piuttosto che rischiare una bocciatura del salvataggio, evento catastrofico, gli stessi ambasciatori leghisti avrebbero chiesto un po' di tempo. Tempo che la BPI, retta da un CdA che deve essere rinnovato entro il 28 gennaio prossimo e non ha oggi né la forza né la voglia di fare passi traumatici, sarebbe stata ben lieta di concedere. Mediazione: né l'annullamento delle intese, né la loro accettazione definitiva.

    Solo un rinvio al 30 giugno prossimo. Tanto più che, secondo il presidente del Comitato amici di Credieuronord (gli azionisti rovinati dalla perdita di oltre l'80% del capitale) Fabrizio Fenoglio, ex segretario della Lega di Asti, «gira voce di un'altra tegola in arrivo per le cause intentate dai creditori coinvolti nei maneggi di Carmen Gocini». Cioè la curatrice fallimentare condannata mesi fa in primo grado a otto anni di carcere per aver sottratto in un decennio al Tribunale milanese 35 milioni di euro poi riciclati parte nella banca della Lega e parte nella ex «Radio 101» dei fratelli Angelino e Caterino Borra, loro pure travolti da una condanna a otto anni di galera. Come andrà a finire il tormentone? Mah... Benedetto mesi fa da «La Padania» come «un affare» fatto da Fiorani ("Non si piglia una sòla. Né ha fatto beneficenza") il salvataggio della banca leghista potrebbe diventare, secondo Bruno Tabacci, uno dei punti focali del caso politico-giudiziario. Scrisse allora il direttore del quotidiano leghista Gianluigi Paragone: «Certo, Fiorani non è un pisquano e sapeva che il risvolto politico sarebbe venuto da sé. Fiorani s'è costruito una cambiale politica». E questo è il punto. Tanto più che, per quanto ha potuto ricostruire il "Corriere", la cronistoria del salvataggio di Credieuronord contiene diversi elementi che andrebbero approfonditi.

    Primo fra tutti il ruolo della Popolare di Milano. Prima della Bpl, infatti, una richiesta di aiuto per evitare il tracollo della banca del Carroccio, la cui raccolta del capitale era stata promossa da una lettera firmata Bossi («la banca deve essere solo nostra», «avrà sportelli in tutta la Padania», «il minimo di acquisto è di 20 azioni cioè di un milione per studenti, casalinghe e pensionati... ») era stata rivolta all'istituto di credito milanese presieduto da Roberto Mazzotta. Il quale, all'appello di una delegazione «mista» politico-societaria, aveva risposto installando un suo uomo di fiducia a verificare i conti. Verifica conclusa con questa risposta: bruciato il patrimonio di partenza con quattro o cinque prestiti scriteriati dati "in famiglia", serviva un robusto aumento di capitale. Primo, per tornare al minimo di contanti richiesti dalla legge per tenere una banca sia pur minuscola. Secondo, per ripianare i debiti. Terzo, per ripartire. Dopo di che la BPM avrebbe assorbito i due sportelli, a Milano e Treviso, che costituivano coi loro clienti e le tesorerie di un po' di comuni guidati dalla Lega, l'unica vera ricchezza non ancora dilapidata. Una soluzione prudente, che avrebbe però accollato tutta la disfatta finanziaria sulle spalle dei politici, dei gestori e degli azionisti leghisti. Ogni passaggio, ha scritto "la Padania", venne «eseguito sotto la regia di Consob. Bankitalia diede parere positivo all'accordo con la Bpm; anche l'assemblea dei soci ratificò quell'intesa di massima. L'operazione sembrava volgere verso l'esito positivo ma — magia — Bpm si dileguò. Perché? Non bastavano le valutazioni positive di Consob e Bankitalia? Ci fu un input politico di non salvar la banca vicina alla Lega?» In realtà, ha rivelato Bruno Tabacci a un convegno Cisl senza essere mai smentito dall'interessato che sedeva in prima fila, «Mazzotta fu raggiunto da una telefonata della vigilanza di Bankitalia che gli disse di lasciar perdere, ché al salvataggio di Credieuronord ci avrebbe pensato qualcun altro».

    E chi era questo misterioso cavaliere su un bianco cavallo padano? Gianpiero Fiorani. Che dopo essersi fatto carico di un accordo che con Stefano Stefani e Giancarlo Giorgetti e Maurizio Balocchi e tutti gli altri leghisti di spicco coinvolti nella sventurata gestione era assai più «generoso» di quello prospettato dalla Popolare di Milano, si presentò a Tabacci, racconta il deputato udc, invitandolo a essere «meno spigoloso» con il Governatore. Come assai meno spigoloso, da quel momento, diventò il Carroccio. Che dopo aver bollato Fazio come «dottore in Teologia mortale» e aver addirittura organizzato fiaccolate per invitarlo a dimettersi in seguito ai crac della Cirio e della Parmalat, diventò il suo più appassionato guardiano.

    Sergio Rizzo
    Gian Antonio Stella

    21 dicembre 2005
    Corriere.it

    E I SOLDI DEI PADANI DOVE SONO FINITI???????

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' giusto che chi abbia sbagliato paghi e pure salato :mad
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    31 Mar 2005
    Località
    venezia
    Messaggi
    1,511
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Shaytan
    E' giusto che chi abbia sbagliato paghi e pure salato :mad
    eh si, sarebbe giusto... ma che silenzio su sto sito....

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    16 Nov 2005
    Località
    Provincia di Monza e Brianza
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    silenzio eh? la gente esce alle 170 da lavoro ecco il perchè...
    nelle zone rosse invece ci dovrebbe essere molto più movimento

  5. #5
    Valsesia=Lega al 50%
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Messaggi
    2,367
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    chi ha sbagliato pagherà...

    ma a quanto apre con la banca di fiorani hanno sbagliato un po' tutti?

    destra sinistra centro..

    gli ideali non sbagliano mai..quindi si prende uno a uno chi ha sbagliato e lo si prende a calci..

    vedi d'alema con la sua barchetta finanziata dalla banca di lodi,vedi il leghista di turno se ci ha speculato..
    VALSESIA libera.. Paolo Tiramani

  6. #6
    www.noterdechedelada.net
    Data Registrazione
    16 Mar 2005
    Località
    al di qua dell'adda
    Messaggi
    2,196
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pablito el drit
    chi ha sbagliato pagherà...

    ma a quanto apre con la banca di fiorani hanno sbagliato un po' tutti?

    destra sinistra centro..

    gli ideali non sbagliano mai..quindi si prende uno a uno chi ha sbagliato e lo si prende a calci..

    vedi d'alema con la sua barchetta finanziata dalla banca di lodi,vedi il leghista di turno se ci ha speculato..
    Fuori dai, fuori dai, fuori dai coglioni..

    gli amici dei terroni, fuori dai coglioni!!!
    Valtrumplino sicuramente

    Lombardo forse

    Padano..per quel che resta

    Italiano MAI!

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ieri, su Radio Radicale, uno del comitato credieuronord ha invitato a una bella riflessione in chiusura d'intervista: come si fa a pensare di gestire l'indipendenza della Padania se non si è capaci di gestire una banca con due sportelli????

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito non c'è problema

    quando la padania sarà indipendente, la lega avrà cessato il suo scopo.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,051
    Mentioned
    64 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    lo scopo della lega era la padania libera ?

    se per quello faremo in tempo a vedere segretario della lega il figlio di bossi
    prima di avere la padania libera e indipendente stato della confederazione
    degli stati uniti d'america, visto la piega che le cose stanno prendendo
    otgnitanto mi chiedo come mai il prezzo non lo mettano in dollari sulla padania ,invece che in euro, tanto l'importante è gridare libertà,sapere poi cosa si vuole dalla vita è un fatto acccessorio, vedesi i festeggiamenti tra i legaioli per la devolution,vantare un progresso una legge sulla devolution che con la clausola dell'interesse nazionale non ti permette di cambiare nulla di fatto in campo economico, e fa in modo che sia possibile continuare una carriera a una classe politica allucinante, tipo maroni che con la riforma dell'articolo 18 mi ha apperto definitivamente gli occhi su cos'è la lega,brava a dire il tutto e il contrario di tutto come fa bossi

  10. #10
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ken il warriero
    tipo maroni che con la riforma dell'articolo 18 mi ha apperto definitivamente gli occhi su cos'è la lega
    Invece su quella doveva andare fino in fondo, non lasciar da solo Maroni in mezzo ai calabraghe che hanno voluto cedere alle menzogne dei sindacati e dei parassiti. La merda è comunque di una tale quantità che ci sono cose ben peggiori di questa...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226