User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Una ‘menorah d’oro’ al presidente del Senato,M.Pera,sincero amico dei giudei

    Una ‘menorah d’oro’ al presidente del Senato, Marcello Pera, sincero amico della comunità
    ebraica e dello Stato di Israele da molti anni,
    da quando era il professor Pera e non ancora il
    presidente Pera”. A consegnarglielo è stata la
    Benè Berith, organizzazione ebraica
    internazionale, nel corso di una cerimonia che si
    è svolta al Tempio di Adriano a Roma.

    In particolare il riconoscimento è stato
    assegnato al presidente Pera per il discorso
    contro l’antisemitismo pronunciato lo scorso
    gennaio al Palazzo di Vetro di New York in
    occasione della giornata della memoria.

    La seconda carica dello Stato ha ripercorso
    alcuni passaggi di quel suo discorso, in cui tra
    l’altro, ha sostenuto che se si cede “al ricatto
    e alla paura” allora “non avremo maggiori
    strumenti per combattere il razzismo
    anti-ebraico, di quanti ne abbiamo per
    contrastare il razzismo fondamentalista e
    terrorista che mette a rischio la coesistenza
    pacifica”. Il presidente Pera si è detto sorpreso
    delle reazioni che suscitò quell’intervento,
    soprattutto da parte di quanti definirono le sue parole coraggiose.

    “C’è del merito nel dire ciò. Non mi pare. Ci
    vuole del coraggio? Non credo. E incompatibile
    con la mia funzione? Non mi pare. Certo, - ha
    aggiunto - forse è politicamente un po’
    scorretto, un linguaggio che solitamente non si
    usa. A me piace essere rispettoso ed educato, ma
    non mi piace essere ipocrita quando sono chiamato
    a parlare. Forse questo linguaggio è un po’
    minoritario, non è molto diffuso e forse è anche
    un po’ scomodo. Ma allora - ha concluso - ho
    capito tutto: se questo linguaggio è minoritario
    e scomodo, ma ha qualche dose di verità, allora
    merito la menorah che mi è stata data questa sera”.

    La cena di gala è stata anche occasione per
    conferire un riconoscimento, per il compimento
    dei suoi 90 anni, al rabbino capo emerito della
    comunità ebraica di Roma, Elio Toaff. Alla serata
    erano presenti anche: il ministro delle
    Comunicazioni Mario Landolfi, il ministro per i
    Rapporti con il Parlamento Carlo Giovanardi, il
    presidente dei senatori di Forza Italia Renato
    Schifani e il rabbino capo della comunità ebraica di Roma Riccardo Di Segni.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking

    Pera suona la carica


    di Fabrizio De Feo -

    Marcello Pera chiama a raccolta per il convegno «Il dovere dell’identità», alcuni amici: quelli che il presidente della fondazione Magna Carta, Gaetano Quagliarello, definisce «icone della lotta al relativismo culturale». Un pacchetto di mischia composto da un cattolico praticante come Alfredo Mantovano, un’ebrea come Fiamma Nirenstein, un musulmano come Magdi Allam e un laico come Marcello Pera (con Gianni Alemanno seduto in prima fila). Apparentemente un mosaico incomponibile.

    Ma il richiamo all’identità profonda dell’Europa e dell’Occidente, diventato il vessillo dell’attività politico-intellettuale del presidente del Senato, riesce nel miracolo. E alla fine le diverse culture confluiscono in un bacino di idee e valori che trascende le appartenenze.

    «La battaglia in difesa dei valori che costituiscono l’identità dell’Europa non è finita. Noi siamo pronti, anche se dovremo ricoprire il ruolo di una minoranza creativa» annuncia Marcello Pera. Nessuna cedevolezza, insomma.

    E un appello alle forze politiche «più vicine». «Noi siamo intenzionati a continuare, ce lo chiede sempre più gente a cui vogliamo dare voce chiara. A quelle forze politiche che per cultura, storia e ideali sono più affini chiediamo di essere ascoltati».

    Lo spartito della fermezza viene suonato da tutti gli ospiti. Alfredo Mantovano vede l’Europa affetta da una sorta di «sindrome di Monaco». E ricorda come «oggi in Europa ci sia chi pensa di ammansire la bestia con la comprensione, i sorrisi e le concessioni.

    Non funzionò a Monaco e non funzionerà neppure stavolta». Fiamma Nirenstein ricorda come il «roccioso» cemento identitario sia stato ciò che ha tenuto in vita Israele. Magdi Allam usa toni durissimi verso la magistratura italiana. Denuncia la crisi di valori dell’Islam. E lancia un monito sull’impossibilità di scendere a patti con il terrorismo. E poi, a riannodare i fili del discorso, sale sul palco il presidente del Senato. «Quando ci chiamano con disprezzo giudei o crociati, noi siamo accusati non di aver fatto ma di essere qualcosa: i rappresentanti della tradizione giudaico-cristiana» spiega. È necessario «difendere questa identità perché la stiamo smarrendo. L’Europa ha così poca fede nella propria identità che crede che essa sia la causa e non il bersaglio degli attacchi che subisce».

    Pera, si sposta poi su altri terreni. «Ha ragione Benedetto XVI, la laicità deve essere sana. E lo Stato non deve confinare le religioni professate dai propri cittadini nella loro sfera privata». Non manca un salace riferimento a Romano Prodi. «Tutti ricordiamo la campagna dei laicisti al tempo del referendum. Tutti schierati e non mancò qualche cattolico adulto. Allora chi oggi fa il maratoneta si cimentò nella corsa a ostacoli, ma inciampò». Dalla procreazione assistita alla 194 il passo è breve. «L’aborto resta una soppressione di una vita. La conquista della 194 non consiste nell’aver introdotto un diritto di abortire ma nell’aver posto un limite agli aborti clandestini». L’ultimo passaggio è per la «bella notizia» della grande affluenza alle urne in Irak.

    «Tutto questo dimostra che la libertà è contagiosa»

    da “Il Giornale”

 

 

Discussioni Simili

  1. Senato/ A Pera 'amico Di Israele' Il Premio Menorah D'oro
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-07-05, 23:52
  2. Pera, presidente del Senato. Vergogna!!!
    Di Ibrahim nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 09-06-05, 17:42
  3. ma il presidente del Senato Pera li ha fatti gli auguri
    Di myisbetter nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 25-10-04, 22:20
  4. Il Presidente del Senato Pera,
    Di marylory nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-01-04, 20:26
  5. Cossiga: il presidente del senato Pera è un massone.
    Di brunik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-03-02, 15:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226