User Tag List

Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 64
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Barista condannato a 4 mesi per razzismo. Ennesima intrusione dello schtato.

    Nuova sentenza della Cassazione sulla discriminazione razziale
    il gestore di un locale di Verona non serviva extracomunitari
    Razzista rifiutare caffè a immigrati
    condanna a 4 mesi per un barista


    ROMA - E' razzista non servire in un bar il caffè a clienti extracomunitari. Nuova sentenza della Cassazione in tema di discriminazione razziale. La Suprema corte ha confermato la condanna a 4 mesi di reclusione nei confronti di L.Z., un barista di 43 anni di Verona che dal giugno '98 al 14 novembre del '99 si era sistematicamente rifiutato di servire le consumazioni. Finché un giorno due nordafricani, lavoratori con regolare permesso di soggiorno, chiesero l'intervento.

    Il rifiuto di servire il caffè agli extracomunitari, era stato messo in pratica anche dalla sorella del gestore del bar,. E.Z. (condannata separatamente) che, il 14 novembre del '99, di fronte alla richiesta di due nord africani, aveva risposto "questa è la mia casa e do il caffè a chi voglio io".

    Di fronte alle insistenze dei due, che nel frattempo avevano chiesto l'intervento della polizia, la sorella aveva chiamato il fratello che, aveva ribadito il rifiuto, invitando i due immigrati ad aspettare fuori dal locale le forze dell'ordine. Nemmeno l'arrivo dei poliziotti aveva scoraggiato il barista che aveva confermato loro di non intendere servire nel proprio locale gli immigrati "per non avere problemi a causa loro".

    Non solo. L.Z. aveva confermato che "da tempo osservava la prassi di non servire gli extracomunitari, in particolare i nord africani, a causa dei disordini che erano soliti provocare quando abusavano nel bere e che avevano determinato la chiusura temporanea di altri bar vicini". Una autodifesa inutile.

    La III Sezione penale (sentenza 46783), respingendo il ricorso ha confermato la condanna mettendo in chiaro che la discriminazione razziale è "ravvisabile in atti, individuali o collettivi, di incitamento all'offesa della dignità di persone di diversa razza, etnia o religione, ovvero in comportamenti di effettiva offesa di tali persone, consistenti in parole, gesti e forme di violenza ispirati in modo univoco da intolleranza".

    E tra gli atti di discriminazione, scrive ancora il relatore Aldo Grassi, deve essere inserito anche "il comportamento di colui il quale imponga condizioni più svantaggiose o si rifiuti di fornire ad uno straniero beni o servizi offerti al pubblico".

    Inoltre i due nord africani "non risulta che, quel giorno, nè in passato, avessero mai tenuto comportamenti tali da renderli pericolosi o indesiderabili, anzi in sede di merito - rimarcano ancora gli 'ermellini' - è stato accertato che erano muniti di regolare permesso di soggiorno ed avevano avuto atteggiamento rispettoso".

    Dunque la Suprema corte ha fatto una mezza marcia indietro rispetto ad una pronuncia di un paio di settimane fa, quando aveva giudicato con una certa tolleranza l'espressione 'sporco negro'. E per sgomberare il campo da ogni dubbio, la Cassazione cita anche la Convenzione internazionale sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale con la quale si è voluto "assicurare pari dignità sociale ai cittadini di ogni Stato e a reprimere penalmente i comportamenti che costituiscono espressione di discriminazione razziale o etnica".

    (21 dicembre 2005)
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    8,612
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tanto ne hanno già abbastanza dei loro di locali, nella mia città stanno impestando tutto il centro e zone limitrofe verie

  3. #3
    motan
    Ospite

    Predefinito

    Han fatto bene a condannarlo.
    Se io avessi un locale e di punto in bianco decidessi di non servire a clienti americani, perchè mi stanno sulle palle?

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 May 2003
    Località
    gallia cisalpina
    Messaggi
    4,702
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da motan
    Han fatto bene a condannarlo.
    Se io avessi un locale e di punto in bianco decidessi di non servire a clienti americani, perchè mi stanno sulle palle?
    Motan,
    io penso che se quei nordafricani si presentassero alla buvette dei magistrati nel loro palazzo di giustizia,dove si svolge un servizio pubblico,sono sicuro che verrebbe loro rifiutato il servizio invocando la particolarità del servizio bar che non è rivolto al pubblico ma ai soli dipendenti operanti nel palazzo di giustizia.
    Ma poi chi potrebbe mai contestare la parola o il parere di un magistrato che interpreta la Legge?

  5. #5
    motan
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tucidide
    Motan,
    io penso che se quei nordafricani si presentassero alla buvette dei magistrati nel loro palazzo di giustizia,dove si svolge un servizio pubblico,sono sicuro che verrebbe loro rifiutato il servizio invocando la particolarità del servizio bar che non è rivolto al pubblico ma ai soli dipendenti operanti nel palazzo di giustizia.
    Ma poi chi potrebbe mai contestare la parola o il parere di un magistrato che interpreta la Legge?
    Al di là delle polemiche sui magistrati, rimane il fatto che se uno ha un bar, deve servire tutti, non discriminare in base alla nazionalità o al colore della pelle, o a presunti reati dei loro connazionali.
    Se uno paga e non pianta grane, non esistono motivi a cui attaccarsi, se non il razzismo.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Dec 2012
    Località
    Etna
    Messaggi
    23,152
    Mentioned
    189 Post(s)
    Tagged
    33 Thread(s)

    Predefinito

    condanna sacrosanta!! come si fa a contestare questa condanna???
    la gente di colore negli stati uniti si è battuta per anni prima di poter conquistare il diritto ad essere serviti nei bar e nei ristoranti!! e nel 2005 in italia vuoi che un barista si permetta di discriminare la clientela?? se apri un esercizio pubblico non puoi sceglierti i clienti, se i clienti creano disordini (e non sono solo gli extracomunitari a ubriacarsi e creare disordini) chiami la polizia e ci pensano loro... se vuoi avere la facoltà di sceglierti la clientela ti apri un club privato e fai entrare solo chi vuoi!

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    8,612
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ed è quello che succederà tra non molto in tutte le nostre città non ti preocuppare, alla faccia della società multietnica imposta come una verità ecumenica.

  8. #8
    Io_secedo
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da motan
    Han fatto bene a condannarlo.
    Se io avessi un locale e di punto in bianco decidessi di non servire a clienti americani, perchè mi stanno sulle palle?
    Faresti bene: nessuno ha il diritto di stare in un locale senza essere gradito al proprietario...non stiamo parlando di luoghi pubblici.

  9. #9
    Io_secedo
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da matrix82ct
    se vuoi avere la facoltà di sceglierti la clientela ti apri un club privato e fai entrare solo chi vuoi!
    Peccato non sia cosi'...se apri un club per fumatori di pipe Sirchia arriva a romperti i coglioni pure li'...e allora i proprietari si ribellano.

  10. #10
    motan
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Io_secedo
    Faresti bene: nessuno ha il diritto di stare in un locale senza essere gradito al proprietario...non stiamo parlando di luoghi pubblici.
    Peccato che la Cassazione dica il contrario.

    - E tra gli atti di discriminazione, scrive ancora il relatore Aldo Grassi, deve essere inserito anche "il comportamento di colui il quale imponga condizioni più svantaggiose o si rifiuti di fornire ad uno straniero beni o servizi offerti al pubblico".

 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226