User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Angry Verona di fine anno 2005, meglio di così si muore...

    dall'Arena:

    Tentata violenza sessuale, immigrato arrestato dalle Volanti dopo un inseguimento. Il gip convalida l’arresto

    Aggredita vicino a piazza Bra
    La gente sente le grida e la salva

    Sta per essere stuprata, ma le sue grida di terrore attirano i passanti e riesce a salvarsi dalla violenza.
    È accaduto domenica, in un pomeriggio in cui moltissime persone erano in giro a cercare regali di Natale, nella frenesia dello shopping delle festività, quando ogni metro quadrato di centro era calpestato da migliaia di persone al minuto.
    Ma se la grande quantità di persone non è servita a frenare il malvivente, ha almeno impedito che lui mettesse in atto fino in fondo il suo proposito.
    Un immigrato irregolare dell’Est è stato arrestato domenica pomeriggio con l’accusa di tentata violenza sessuale nei confronti di un’italiana. Il fatto è avvenuto in via dei Mutilati, nell’area poco frequentata che collega quella strada a via Manin, attraverso due rampe di scale che si trovano dietro l’ex garage di via Manin.
    E Verona ha dimostrato di non essere Bologna, perché quando i passanti hanno sentito le richieste d’aiuto della donna non hanno esitato ad allertare la polizia e a soccorrere la ragazza in stato di choc.
    La polizia, appena arrivata sul posto, è stata anche aiutata nella ricerca dell’uomo ormai in fuga grazie alle indicazioni di un paio di extracomunitari che avevano assistito alla scena.
    Radu Pleska, 23 anni, ieri mattina è comparso davanti al giudice per le indagini preliminari Marzio Bruno Guidorizzi difeso d’ufficio dall’avvocato Paola Montresor. Il giudice ha convalidato l’arresto, disponendo per lui la detenzione in carcere. L’imputato s’è avvalso della facoltà di non rispondere.
    Domenica pomeriggio, la ragazza, che ha problemi psichiatrici, era in Bra a passeggio. Pleska le si avvicina, forse già ubriaco e le offre da bere del vino da una bottiglia. E la giovane accetta perché si sente sola, perché non le capita spesso d’essere corteggiata, perché non è mentalmente attrezzata a difendersi.
    Poi i due si dirigono in via dei Mutilati. Il ragazzo la costringe a scendere nel vallo che non è di passaggio proprio perché mal frequentato.
    Secondo il racconto fatto dalla donna alla polizia, l’uomo la colpisce al volto e la butta a terra. Le sfila i pantaloni e gli slip, poi si abbassa i calzoni. La donna è terrorizzata, ma riesce a urlare, a divincolarsi. Scappa via, torna alla strada mezza nuda e chiede aiuto.
    Una scena terribile anche per chi se la trova davanti e chiama la polizia che arriva subito, sente i testimoni che però nella concitazione non vengono identificati. Le volanti si mettono sulle tracce dell’uomo descritto e lo rintracciano, portandolo in questura.
    La donna non esita a riconoscerlo. La descrizione corrisponde completamente e ci sono ulteriori dettagli inequivocabili che inchiodano l’uomo, che viene quindi arrestato.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Chissà come mai questo clandestino, gira tranquillamente nelle strade di Verona invece di essere già da tempo, stato messo su un volo charter e rispedito al suo paese natale...
    Misteri...

  3. #3
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Totila
    Chissà come mai questo clandestino, gira tranquillamente nelle strade di Verona invece di essere già da tempo, stato messo su un volo charter e rispedito al suo paese natale...
    Misteri...
    Mah, sarà forse perchè ci sono in giro, in questa società, oltre che troppi farabutti, anche troppi imbecilli, troppi dementi che non riescono proprio a capire che l'unico modo per cambiare le cose è VOTARE, e non astenersi, tanto per cominciare, e poi soprattutto VOTARE LEGA NORD, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE LEGA NORD E NULL'ALTRO CHE LEGA NORD?

  4. #4
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da halexandra
    Mah, sarà forse perchè ci sono in giro, in questa società, oltre che troppi farabutti, anche troppi imbecilli, troppi dementi che non riescono proprio a capire che l'unico modo per cambiare le cose è VOTARE, e non astenersi, tanto per cominciare, e poi soprattutto VOTARE LEGA NORD, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE LEGA NORD E NULL'ALTRO CHE LEGA NORD?
    Fortunatamente, sono fra quelli che hanno sempre votato Lega Nord.
    Ma votare Lega è una cosa, votare CdL, comincia ad essere pesante.

  5. #5
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Insomma, non sopportare più il Nano, è peccato?

  6. #6
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Totila
    Insomma, non sopportare più il Nano, è peccato?
    Ah non lo so, sinceramente a me del Berlusca non potrebbe importarmene di meno: ciò che conta è che se la Lega ha scelto la strada dell'alleanza perchè questa è obiettivamente l'unica via percorribile per ottenere, sia pure gradualmente e con molti compromessi, almeno una parte dei nostri obiettivi identitari, e comunque anche perchè altrimenti lasciar andare al governo gli altri avrebbe comportato catastrofi ancora peggiori per i popoli padani, per me questa decisione va difesa fino in fondo senza esitazioni. Il che non significa però che non sia giusto evidenziare l'inettitudine e la cialtronaggine di certi compagni di viaggio.

  7. #7
    El Criticon
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Totila
    Insomma, non sopportare più il Nano, è peccato?
    Non e' peccato.
    Sarebbe VERO PECCATO se, per antipatia o per far dispetto al "nano", ci si mettesse a adorare i ROSPI sinistrorsi e buonisti, quelli che hanno gia' pronti i lager dove rinchiudere tutti i leghisti o altrimenti indipendentisti ...

    PS
    Il nano in realta' lo si puo' anche far ragionare in direzione federalista, mentre gli altri sono gia' votati all'estrema unzione al chiaro della mezza-luna ... insomma lo si puo' correggere ... con una Bella Bianca Neve ... ah! geniale questa! Ecco la soluzione! Ci serve una Bella Bianca Neve nordica che ci guidi sino alla vittoria finale! Mica male come idea, vero?

  8. #8
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L’INDAGINE. Presentato l’Annuario statistico del Comune, accompagnato da una monografia sulle famiglie con un unico genitore
    Stranieri quadruplicati in dieci anni
    Nel 1994 erano 5mila, oggi sono 21mila. Rischio povertà per le donne sole con figli
    Emergenza per 3.000 nuclei familiari



    Una citta che lentamente continua a cambiare, senza sbalzi demografici clamorosi ma in una progressiva modifica del rapporto fra veronesi de soca e veronesi d’adozione. Se dagli anni Settanta ai Novanta il numero degli abitanti è stato congelato da trend di crescita a livello «svedese» (vicini allo zero), da qualche stagione la popolazione del Comune di Verona è di nuovo in lenta crescita, e proprio grazie soprattutto ai non veronesi.
    Sono loro - gli stranieri e i figli nati a Verona di immigrati - i nuovi protagonisti della fotografia demografica scattata dall’Annuario statistico del Comune. Il volume, con le cifre relative al 2004, è stato presentato ieri mattina dall’assessore Stefania Sartori, dal direttore generale di Palazzo Barbieri Maurizio Carbognin e dal dirigente dell’Ufficio statistica Rocco Bellomo. Le quasi 300 pagine contengono i dati sulla popolazione divisa per sesso, età, quartiere, ma anche informazioni e statistiche su territorio (l’altitudine minima del territorio comunale è 34 metri sul livello del mare, la massima 756) e clima, circolazione e trasporti, sanità, attività economiche, turismo, prezzi. La superficie territoriale è di 19.907 ettari, la densità della popolazione 13,01 abitanti per metro quadrato, la circoscrizione più abitata è la terza (Ovest) con 57.773 persone, quella con la maggiore densità abitativa la prima (centro storico) con 68,97 abitanti per ettaro. I senza fissa dimora, a fine 2004, erano 287.
    «Non ci sono novità clamorose nell’andamento demografico di Verona», ha detto Carbognin nell’illustrare la sostanza del rapporto. Che fotografa una città di 259.068 abitanti, distribuiti in 117.590 famiglie con 2,2 componenti di media per nucleo. Gli stranieri sono 21.140. Quasi tremila in più dell’anno precedente, mentre nel 1994 gli stranieri residenti a Verona erano appena 4.907. Più che quadruplicati in 10 anni.
    Carbognin e la Sartori hanno posto l’accento sulla famiglia, anche perchè quest’anno l’Annuario è accompagnato da da una monografia sul tema delle famiglie «monoparentali», cioè con un solo genitore. Una situazione messa a fuoco perchè è sempre più diffusa e rappresenta, dice Carbognin, «un problema drammatico di povertà emergente, quando l’unico genitore è una donna sola, che poi è la quasi totalità dei casi. Un problema drammatico dappertutto, non solo a Verona».
    È toccato ad Alberto Roveda, direttore pro tempore del Centro interdipartimentale di documentazione economica dell’Università, illustrare il fenomeno inquadrato da una ricerca della professoressa Paola Di Nicola. Sono 3.414 a Verona i nuclei familiari con un solo genitore e rappresentano il 2,9% delle famiglie veronesi. L’87,2% è costituito da donne sole con figli. «Si tratta di un fenomeno complesso per la componente di rischio sociale che contiene», spiega Roveda. Dalla monografia su questo tipo di struttura familiare sempre più diffuso emerge che l’età media dei genitori soli è di 39 anni, che i loro figli sono praticamente tutti in età adolescenziale e il loro reddito non ben definito. La situazione non cambia se il genitore singolo è straniero.
    «L’incidenza di queste famiglie sulla soglia della povertà continua a crescere», dice ancora Roveda, «ed è ovvio in presenza di un solo reddito e nella maggior difficoltà di costruire reti di sostegno fuori dalla famiglia». L’Istat ha calcolato in 919 euro al mese il limite della poverà per due persone e 552 per un single. «È facile che una donna che vive sola con un figlio vada sotto la prima cifra»,
    dice Bellomo.
    Il rapporto sulla famiglia monogenitoriale ripropone dunque l’urgenza sociale del sostegno alle donne sole. L’assessore alle Pari opportunità Stefania Sartori dice: «Nel nostro Comune hanno corsie privilegiate per l’accesso dei figli agli asili nido, possono usufruire di buoni affitto e sono in posizione preferenziale nelle graduatorie per le case Agec. E poi c’è lo “sportello donna” di piazzetta Scala, strutturato anche per l’assistenza psicologica. Ma i Comuni, per quanto virtuosi, non possono fare più di tanto. Servirebbero ammortizzatori sociali costituiti a livello nazionale, o l’integrazione del fondo sociale».

  9. #9
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da halexandra
    L’INDAGINE. Presentato l’Annuario statistico del Comune, accompagnato da una monografia sulle famiglie con un unico genitore
    Stranieri quadruplicati in dieci anni
    Nel 1994 erano 5mila, oggi sono 21mila. Rischio povertà per le donne sole con figli
    Emergenza per 3.000 nuclei familiari



    Una citta che lentamente continua a cambiare, senza sbalzi demografici clamorosi ma in una progressiva modifica del rapporto fra veronesi de soca e veronesi d’adozione. Se dagli anni Settanta ai Novanta il numero degli abitanti è stato congelato da trend di crescita a livello «svedese» (vicini allo zero), da qualche stagione la popolazione del Comune di Verona è di nuovo in lenta crescita, e proprio grazie soprattutto ai non veronesi.
    Sono loro - gli stranieri e i figli nati a Verona di immigrati - i nuovi protagonisti della fotografia demografica scattata dall’Annuario statistico del Comune. Il volume, con le cifre relative al 2004, è stato presentato ieri mattina dall’assessore Stefania Sartori, dal direttore generale di Palazzo Barbieri Maurizio Carbognin e dal dirigente dell’Ufficio statistica Rocco Bellomo. Le quasi 300 pagine contengono i dati sulla popolazione divisa per sesso, età, quartiere, ma anche informazioni e statistiche su territorio (l’altitudine minima del territorio comunale è 34 metri sul livello del mare, la massima 756) e clima, circolazione e trasporti, sanità, attività economiche, turismo, prezzi. La superficie territoriale è di 19.907 ettari, la densità della popolazione 13,01 abitanti per metro quadrato, la circoscrizione più abitata è la terza (Ovest) con 57.773 persone, quella con la maggiore densità abitativa la prima (centro storico) con 68,97 abitanti per ettaro. I senza fissa dimora, a fine 2004, erano 287.
    «Non ci sono novità clamorose nell’andamento demografico di Verona», ha detto Carbognin nell’illustrare la sostanza del rapporto. Che fotografa una città di 259.068 abitanti, distribuiti in 117.590 famiglie con 2,2 componenti di media per nucleo. Gli stranieri sono 21.140. Quasi tremila in più dell’anno precedente, mentre nel 1994 gli stranieri residenti a Verona erano appena 4.907. Più che quadruplicati in 10 anni.
    Carbognin e la Sartori hanno posto l’accento sulla famiglia, anche perchè quest’anno l’Annuario è accompagnato da da una monografia sul tema delle famiglie «monoparentali», cioè con un solo genitore. Una situazione messa a fuoco perchè è sempre più diffusa e rappresenta, dice Carbognin, «un problema drammatico di povertà emergente, quando l’unico genitore è una donna sola, che poi è la quasi totalità dei casi. Un problema drammatico dappertutto, non solo a Verona».
    È toccato ad Alberto Roveda, direttore pro tempore del Centro interdipartimentale di documentazione economica dell’Università, illustrare il fenomeno inquadrato da una ricerca della professoressa Paola Di Nicola. Sono 3.414 a Verona i nuclei familiari con un solo genitore e rappresentano il 2,9% delle famiglie veronesi. L’87,2% è costituito da donne sole con figli. «Si tratta di un fenomeno complesso per la componente di rischio sociale che contiene», spiega Roveda. Dalla monografia su questo tipo di struttura familiare sempre più diffuso emerge che l’età media dei genitori soli è di 39 anni, che i loro figli sono praticamente tutti in età adolescenziale e il loro reddito non ben definito. La situazione non cambia se il genitore singolo è straniero.
    «L’incidenza di queste famiglie sulla soglia della povertà continua a crescere», dice ancora Roveda, «ed è ovvio in presenza di un solo reddito e nella maggior difficoltà di costruire reti di sostegno fuori dalla famiglia». L’Istat ha calcolato in 919 euro al mese il limite della poverà per due persone e 552 per un single. «È facile che una donna che vive sola con un figlio vada sotto la prima cifra»,
    dice Bellomo.
    Il rapporto sulla famiglia monogenitoriale ripropone dunque l’urgenza sociale del sostegno alle donne sole. L’assessore alle Pari opportunità Stefania Sartori dice: «Nel nostro Comune hanno corsie privilegiate per l’accesso dei figli agli asili nido, possono usufruire di buoni affitto e sono in posizione preferenziale nelle graduatorie per le case Agec. E poi c’è lo “sportello donna” di piazzetta Scala, strutturato anche per l’assistenza psicologica. Ma i Comuni, per quanto virtuosi, non possono fare più di tanto. Servirebbero ammortizzatori sociali costituiti a livello nazionale, o l’integrazione del fondo sociale».
    Scusa Halex, ma quanti abitanti ha Verona? 200.000? Se sì, è stata superata la soglia del 10%.

  10. #10
    Fieramente Leghista
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Verona - Padania, la città di Flavio Tosi, la città antigiacobina della Pasque Veronesi
    Messaggi
    2,670
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Totila
    Scusa Halex, ma quanti abitanti ha Verona? 200.000? Se sì, è stata superata la soglia del 10%.
    se non ricordo male l'ultimo censimento di pochi anni fa ci dava a quota tra i 250.000 e 260.000. Ed era in lievissimo calo rispetto al censimento precedente (degli anni '80?). Tutto questo non considerando i clandestini, ovviamente... Comunque lo sappiamo bene che le cifre "ufficiali", magari di fonte caritas o simili, nella reltà vanno poi moltiplicate per tre, come minimo, no?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. M5S, meglio guardare ciò che nasce o ciò che muore?
    Di adry571 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 132
    Ultimo Messaggio: 16-01-14, 11:46
  2. Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 08-03-12, 10:44
  3. .....................Così muore la RAI !!!
    Di Mitch8500 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 19-07-08, 12:45
  4. Voli charter Verona - Summer 2005
    Di SkySurfer nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11-06-05, 14:58
  5. 2005, più destinazioni da Venezia e Verona
    Di goafan nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-01-05, 15:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226