User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Da Eltsin Al Kosovo, La Marcia Di Pacolli

    DI GIULIETTO CHIESA

    Sorpresa! Mentre tra Belgrado, Pristina, Bruxelles, Tirana, Washington e Mosca è in corso il preparativo-scontro finale pro o contro l'indipendenza del Kosovo, ecco apparire sulla scena politica del Kosovo il signor Behgjet Pacolli, il proprietario della Mabetex, colui che - stando alla magistratura di Lugano - aiutò Boris Eltsin non solo a dotarsi di una sontuosa carta di credito appoggiata a una banca svizzera, ma - secondo la magistratura di Trento - fu il riciclatore di alcune decine di milioni di dollari per conto della «Famiglia» di Boris Eltsin , più specificamente della figlia di Pavel Borodin, ex capo dell'Amministrazione del Cremlino, nonché per la compravendita di alcuni aerei militari venduti da Rosvooruzhenie a un paese latino-americano attraverso i servizi segreti dello stesso, e che fruttarono tangenti per altre decine di milioni di dollari. Siamo, come ben si vede, al centro di un vorticoso movimento di capitali mafiosi dalla Russia verso banche occidentali e offshore vari, tutti facenti capo ai vertici politici della Russia eltsiniana, passati tutti, di riffa o di raffa, attraverso il signor Pacolli, ex marito, tra le altre cose, della signora Anna Oxa.

    Adesso Pacolli entra direttamente in politica, non senza essersi conquistato appalti perfino nella lontana Astana, capitale nuova di zecca del Kazakhstan di Nursultan Nazarbaev. Da cui, visti i precedenti, ci si può aspettare di veder uscire verso ignote destinazioni altre decine, centinaia, di milioni di dollari, riciclati per conto dell'altra «Famiglia» presidenziale asiatica.

    Behgjet Pacolli è a suo modo un genio, uno che sa cogliere lo spirito dei tempi, uno che ambisce a far parte del superclan mondiale e probabilmente ci riuscirà. Ibrahim Rugova è in fin di vita e non è a lui che potrà essere affidato il futuro del Kosovo, una volta reso indipendente dalla Serbia. Gli unici leader kosovari disponibili sulla piazza sono rinomati assassini ed ex terroristi dell'Uck, alcuni perfino (formalmente) sotto inchiesta da parte del tribunale dell'Aja come Ramush Haradinaj. Impresentabili dunque perfino di fronte a una Europa disposta a chiudere entrambi gli occhi e le orecchie.

    Qualcuno bisognerà trovare. E il «nostro» Pacolli è già pronto a fare il grande salto. Per intanto si è offerto di costruire - di tasca propria, i lavori già fervono - la nuova università americana di Pristina. Circa venti milioni di dollari. L'università americana di Pristina nascerà con i proventi dei furti perpetrati ai danni dei cittadini russi. Gli europei mandano in giro, a fare da mediatore, l'ex presidente finlandese Martti Ahtisaari; gli americani, oltre alla più grande base militare europea, si fanno costruire a Pristina, gratis, la loro università, quella con cui costruiranno i «quadri» della futura indipendenza kosovara. Osservare la differenza e la divisione dei compiti.

    Non c'è da stupirsi dunque se le azioni di Pacolli sono in veloce crescita anche a Washington, visto che è là che si decide la sorte del Kosovo. Con i soldi guadagnati riciclando i denari che Eltsin rubava ai russi, il dinamico Behgjet ha messo in piedi una grande lobby negli Usa, denominata «Alleanza per un nuovo Kosovo», che annovera tra i suoi sponsor l'ex segretario alla Difesa Frank Carlucci, presidente emerito del Gruppo Carlyle; Samuel Hoskinson, ex vice-capo del National Intelligence Council; la impresa di pressione politica Jefferson Waterman International, e alcuni analisti del Centre for International Strategic Studies (Csis) di Washington, il più rinomato dei quali è Janusz Bugajski, la cui provenienza est europea è resa evidente dal nome e cognome.

    Le idee dell'«Alleanza per un nuovo Kosovo» sono state messe a punto alla fine del mese di novembre in una riunione tenutasi nel rinomato Metropolitan Club di Washington. Ne ha riferito qualche settimana fa il Financial Times. Si tratta di alcuni concetti semplici e chiari: se Belgrado cerca di resistere alla prospettiva di abbandonare definitivamente il Kosovo, bisognerà imporglielo senza perdere altro tempo. L'Europa recalcitrante dovrà essere opportunamente «spintonata». E si deve tenere conto anche che nemmeno a Washington tutti sono dello stesso avviso, per il momento.

    L'essenziale, però, è far sapere che l'Amministrazione Bush ha rotto gl'indugi e si sta muovendo decisamente verso quella prospettiva. Per questo motivo diverse ambasciate est europee di paesi membri dell'Unione, e un nutrito gruppo di deputati del parlamento di Bruxelles, di eguale origine, sono in movimento per promuovere un'accelerazione della politica europea in quella stessa direzione. Ahtisaari è premuto e preme a sua volta su Belgrado e sul presidente Boris Tadic perché accettino «l'inevitabile». Se Tadic resisterà è già pronta l'accelerazione del referendum che separerà il Montenegro dalla Serbia. Nel frattempo si lavora sotto banco per trasformare l'«inevitabile» in realtà. Come dimostra la fuga ormai irrefrenabile dei serbi rimasti in Kosovo. Chi rimane rischia la vita. La pulizia etnica alla rovescia - cioè degli albanesi contro i serbi - non ha sosta, mentre le forze europee che presidiano il territorio non fanno quali nulla per fermarla. Secondo i dati della stessa amministrazione Onu del Kosovo, il numero dei serbi che rimangono asserragliati in Kosovo, in enclaves sempre più ridotte nelle vicinanze della frontiera serba, è più che dimezzato rispetto alla situazione della fine del 1999.

    Behjiet Pacolli è il cacio sui maccheroni. Sarà bene prepararsi a vederlo apparire a Pristina in pompa magna, scortato dalle guardie del corpo del gruppo Carlyle.

    Giulietto Chiesa
    Fonte: www.ilmanifesto.it
    29.12.05

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    roba da pazzi!
    E pensare che ieri quella Scopa Ambulante, attualmente ministro degli esteri, ha detto che l'indipendenza del Kosovo è un diritto dei kosovari, anche se, accorgendosi di aver detto una cazzata, ha aggiunto che i serbi non sono d'accordo.


    Rimandatelo ad amministrare un condominioooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. #3
    Ordine e Disciplina
    Data Registrazione
    08 Apr 2002
    Località
    Reazione, Tradizione, Controrivoluzione, Restaurazione, Legittimismo, Sanfedismo
    Messaggi
    5,143
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se Bush premerà per l'indipendenza del Cossovo, dovrà gettare la maschera che nasconde il suo filoislamismo. La speranza è che i soggetti interessati, cioè Belgrado e Mosca, sappiano sfruttare l'occasione per promuovere una crociata contro l'Islam in Europa e contro gli Stati Uniti che lo difendono, mettendosi alla testa di un movimento di riscatto dell'Europa cristiana e delegittimando definitivamente la mistificazione dello "scontro di civiltà" - scontro a cui gli Stati Uniti senz'altro partecipano, ma dalla parte opposta a quella che vogliono far credere - mistificazione tanto sostenuta anche dai nostri pennivendoli locali come Ferrara e la Fallaci, che dietro la divisa da crociati nascondono le mutande con la mezzaluna, quelle con un buco attraverso il quale, quando i maomettani ci avranno invaso, lo prenderemo tutti in quel posto!

  4. #4
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    di sicuro a mosca adesso non ci sta piu' eltsin con i suoi " american(israelian) boys " e "qualunque cosa" sia putin ( che non dimentichiamoci mai fu scelto da eltsin ) qualcosa la russia dovra' fare

    ad esempio qualcosa di simile alla " risposta" per beslan adombrata da blondet nel suo ultimo libro .. che se e' vera ( e dovrebbe, visto il silenzio mediatico sulla cosa ) fu una notevole " eliminazione mirata" ..

    di sicuro a mosca hanno "voltato "decisamente nel 2003 e per ora la guerra e' occulta ma diventera' presto "pubblica" ..
    "dammi i soldi, e al diavolo tutto il resto "
    Marx


    (graucho..:-))

  5. #5
    ehmal. K.u.K. Kanzler
    Data Registrazione
    08 Nov 2005
    Località
    all'interno degli imperial regi confini. L'Italia? Solo un'espressione geografica
    Messaggi
    512
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il signor Pacolli, ex marito di Anna Oxha, con una nuova moglie segreta (che non può presentare in famiglia poichè non è di etnia albanese), padre di molti figli illegittimi (l'ultima dovrebbe avere 18 mesi), socio in affari di un discusso nipote del fu Casaroli, è l'uomo che alcuni mesi fa fece liberare i tre ostaggi in Afghanistan.
    Oltre a questo (e a tante altre cose) ad Astana (capita del Kasakistan) sta costruendo interi quartieri assieme alla società Saudi Ben Laden Group.
    Che legami ha questo nano poliglotta, maleducato e sgraziato???????

 

 

Discussioni Simili

  1. E' morto Boris Eltsin
    Di Paolo Arsena nel forum Repubblicani
    Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 03-05-07, 10:09
  2. Il «mercato» sotto Eltsin
    Di Lombardoveneto nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-04-07, 19:40
  3. E' morto Borsi Eltsin
    Di Lampo nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 24-04-07, 17:46
  4. La cloaca kosovara e il signor Pacolli
    Di Totila nel forum Politica Estera
    Risposte: 96
    Ultimo Messaggio: 18-10-06, 00:05
  5. La Russia di Eltsin
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-04-06, 13:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226