User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Interessanti Tesi In Favore Della Pena Di Morte

    Su richiesta di Montaperti 1260 riporto di seguito lo scan delle pag del cinghiale corazzato di SETT05
    in cui appare l'interessante confronto Alemanni - Seveso sulla pena di morte,con una non comune presa di posizione in favore di quest'ultima da parte di Seveso.

    http://img507.imageshack.us/img507/1...namorte0ui.jpg

    Cliccate sul link per vedere le due pag.
    Inoltre attendete di vedere l'icona dell'ulteriore ingrandimento.
    BON 2006

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sia con l'aborto sia con la pena di morte è per me inaccettabile ogni omicidio di stato, il diritto alla vita è inattaccabile e da difendere dal concepimento alla morte naturale.

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    INSUBRIA, next to the Ticino river
    Messaggi
    6,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si alla pena di Morte (Il Cinghiale Corazzato numero 10, Settembre 2005)

    Viviamo in un'epoca strana e un po' bislacca, in cui tutto ciò che è naturale, giusto, ordinario, ragionevole, facilmente percepibile, viene misconosciuto, deriso, squalificato, messo alla berlina.
    Anche la pena di morte, parte integrante della civiltà giuridica europea, subisce questa temporanea eclissi della ragione: intellettuali impegnati a...distruggerem politicanti alla ricerca di consenso, docenti colti dalla prurigine delle novità (penso ad esempio alla giurisprudenza affabulatoria di Federico Stella nel nostro Ateneo), preti che hanno barattato il Vangelo con pietismi sociologici, tutti stanno a gridare e a sbracciarsi contro la pena di morte. Eppure la nostra gente, l'anima profonda del nostro popolo, anche se martellata dalla propaganda abolizionista, sa bene che la pena di morte può e in alcuni casi DEVE essere la punizione adeguata per certi reati, o particolarmente odiosi e brutali, o tali da mettere in pericolo la tranquillità e l'ordine sociale. Chi scrive non pensa che la pena di morte sia utilitirasticamente solo un fattore di deterrenza; gli studi di Isaac Erlich e Ernst Van den Haag hanno comunque dimostrato, anche statisticamente, il forte impatto dissuasivo della pena capitale, piuttosto che l'ergastolo, sulle comunità criminali. Una comunità, una società di cittadini, uno stato, come persona giuridica perfetta depositaria del diritto e della forza, esercitando il diritto di difendersi e difendere i propri membri anche attraverso la pena capitale, riafferma il supremo valore della convivenza umana, negato dall'atto del criminale, ridona fiducia ai cittadini, dissuade i buoni dal farsi giustizia da soli, riconosce anche assiologicamente il supremo valore della libertà e della dignità umana che è essenzialmente RESPONSABILITA' (in questo caso nel reo). L'elemento rieducativo della pena (che è, ed è bene ricordarlo, CASTIGO per essenza, rieducazione per accidens) non è negato nemmeno dalla pena di morte. I rei, posti innanzi al patibolo, sono di fronte al grande mistero della morte (che l'abitudinario e comodo ergastolo nemmeno lontanamente riesce a suscitare). I loro delitti, le loro vittime, li interrogano e li incalzano: spetta alla loro coscienza rispondere in quel momento. Il pericolo dell'errore giudiziario (la gran cassa sfondata dell'orchestrina abolizionista) non può inibire l'utilizzo della pena di morte, come il pericolo dell'errore non può inibire l'utilizzo della chirurgia in medicina: i giudici giudichino con ponderazione, imparzialità e prudenza (ovviamente nei casi dubbi), prima di sanzionare con una pena tanto grave. E comunque "abusum non tollit usum". Lo stesso "Non uccidere" biblico va inteso ed è sempre stato inteso come "Non uccidere l'innocente": non esclude assolutamente quindi l'uccidere l'aggressore per legittima difesa, l'uccidere l'avversario nell'esercizio di una guerra giusta, l'uccidere un colpevole da parte di una comunità statuale, dopo un adeguato procedimento giudiziario.
    Quindi la pena di morte non è omicidio ma ristabilimento di un ordine naturale violato. Possiamo chiudere con due autorevoli giudizi, uno laico e uno religioso, sulla pena capitale. Il primo di Gianfranco Miglio che nel 1992 ebbe a dichiarare: "Un paese in cui vige la vera civiltà del diritto deve ammettere la possibilità di togliere la vita a chi commette reati oltre una certa gravità" mentre Papa Pio XII, in un'allocuzione del 14 settembre 1952, riconfermando la dottrina e la prassi millenaria della Chiesa cattolica sull'argomento ebbe ad affermare: "E' riservato al pubblico potere privare il condannato del bene della vita, in espiazione del suo fallo dopo che col suo crimine, si è SPOGLIATO del diritto alla vita".

    Piergiorgio Seveso

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,609
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La vita di un innocente è intangibile.

    Guelfo Nero

  5. #5
    Gioventù Universitaria
    Data Registrazione
    14 Jun 2005
    Località
    Roma giovuniv.giovani.it
    Messaggi
    1,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sia Sant'Agostino che San Tommaso d'Aquino, il primo Padre e entrambi Dottori della Chiesa si schierano in favore della pena di morte.

    Tesi che comunque non è stata stravolta neppure dalla "chiesa" postconciliare: persino l'ultramodernista Giovanni Paolo II non la ripudia.
    Lorenzo Proia
    Responsabile Ufficio Stampa Lega Nord Toscana
    Coordinatore Zoonale GnP
    Vice Coordinatore Movimento Giovani Toscani

 

 

Discussioni Simili

  1. Si può essere anti abortisti e a favore della pena di morte?
    Di subiectus nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-04-12, 11:44
  2. Mozione a favore della pena di morte
    Di Gilbert nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 66
    Ultimo Messaggio: 09-01-09, 12:23
  3. Risposte: 128
    Ultimo Messaggio: 23-09-08, 20:26
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-08-06, 00:12
  5. Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 27-01-04, 22:46

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226