User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Ciociaria Felix Chiamami al 348-3406101
    Messaggi
    29,656
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Governo pone fiducia su ddl droga e Olimpiadi

    Governo pone fiducia su ddl droga e Olimpiadi


    ROMA (Reuters) - Il governo ha posto questa sera al Senato la questione di fiducia su un disegno di legge che contiene nuove disposizioni per il recupero dei tossicodipendenti e stanzia finanziamenti per le imminenti Olimpiadi invernali.

    Lo ha riferito a Reuters un funzionario di Palazzo Madama.

    Il ddl 3716 converte in legge un decreto del 30 dicembre scorso, che scade a fine febbraio.

    Per quanto riguarda le Olimpiadi, la normativa prevede l'assunzione di un numero di agenti ausiliari di polizia fino a un massimo di 1.115 per contribuire alla sicurezza dell'evento, e autorizza la creazione di una lotteria istantanea con cui reperire 30 milioni di euro per i Giochi.

    Ma la parte più controversa del ddl, contestata dal centrosinistra, è quella relativa alle normative sulla droga, che modificano il testo unico sugli stupefacenti, aboliscono la distinzione tra droghe leggere e pesanti, parificano le strutture pubbliche (i Sert) e private (comunità terapeutiche) e potenziano le misure alternative al carcere.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Ciociaria Felix Chiamami al 348-3406101
    Messaggi
    29,656
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    SI' DEL SENATO AL MAXIEMENDAMENTO CONTRO LA DROGA

    ROMA - Il Senato ha approvato a maggioranza il maxi emendamento contro la droga sul quale il governo ha posto la fiducia. Deve andare alla Camera.

    Il testo - che costituisce l'articolo 4-bis dell'emendamento, suddiviso in 23 sezioni - prevede la reclusione da 6 a 20 anni e la multa da 26 mila a 260 mila euro per chi "coltiva, produce, fabbrica, estrae, raffina, vende, offre, cede, distribuisce, commercia, trasporta, procura ad altri, invia, passa, consegna" sostanze comprese nella Tabella I (nella tabella II ci sono i farmaci), che per l'appunto include tutte le droghe, dall'eroina alla cannabis, dalla cocaina all'Lsd all'ecstasy. La legge attualmente in vigore, la 309, divide le sostanze in più tabelle, prevedendo sanzioni più leggere per i derivati della cannabis.

    Le stesse pene, da 6 a 20 anni, sono previste anche per chi acquista o detiene sostanze stupefacenti o psicotrope che per quantità - se superiore ai limiti massimi, che saranno indicati con un successivo decreto del Ministero della salute - o "per modalità di presentazione" o per "altre circostanze" appaiono destinate a un uso non personale. La legge dà al giudice la possibilità di stabilire se si tratta di consumo o di spaccio, alla luce non solo dei limiti quantitativi stabiliti in seguito da decreto, ma anche in considerazione di altri elementi indiziari. L'emendamento prevede poi, come già esiste, l'eventualità che, trattandosi di "fatti di lieve entità", le pene applicate possano scendere: da uno a sei anni di carcere e dai 3 mila ai 26 mila euro di multa.

    Il tossicodipendente che ha commesso reati, per i quali è stato condannato a una pena inferiore a 6 anni, può usufruire di misure alternative al carcere, cioé può sottoporsi a un programma terapeutico presso un servizio pubblico o una struttura privata autorizzata. Se l'imputato non intende farlo, il giudice può applicare la pena alternativa del "lavoro di pubblica utilità", che "può essere disposto anche nelle strutture private autorizzate". Il lavoro di pubblica utilità, però, "può sostituire la pena per non più di due volte". Allo stesso modo, in caso di condanna a pena detentiva di una persona tossicodipendente che abbia in corso un programma terapeutico, il giudice può disporre gli arresti domiciliari, controllando che il programma venga eseguito. Arresti domiciliari anche a un tossicodipendente già in carcere, che intenda sottoporsi a un programma di recupero.

    Chi detiene un quantitativo di droga nei limiti di quello che sarà definito uso personale, invece, sarà sottoposto a una serie di sanzioni amministrative: quelle immediate sono il ritiro della patente e il fermo del ciclomotore. Ci sono poi sanzioni di media entità, che vanno dalla sospensione della patente, del passaporto o del porto d'armi alla sospensione del permesso di soggiorno per motivi di turismo se si tratta di cittadini stranieri extra Ue. In caso di recidività, le sanzioni più gravi: obbligo di presentarsi almeno due volte a settimana presso il locale ufficio della polizia; obbligo di rientrare a casa entro una certa ora e di non uscirne prima di un'altra; obbligo di comparir in un ufficio si polizia negli orari di entrata e di uscita da scuola; divieto di frequentare determinati locali pubblici e di allontanarsi dal Comune di residenza; divieto di condurre qualsiasi veicolo a motore.

    Il tossicodipendente, inoltre, sarà invitato a seguire un programma terapeutico predisposto da un Sert o da un privato autorizzato: se accetta, e se il programma ha un "esito positivo", gli potranno essere revocate le sanzioni. Altra novità rispetto alla normativa vigente, è la possibilità, per una persona tossicodipendente, di avere la sospensione della pena se ha concluso con esito positivo un programma terapeutico presso una struttura sanitaria pubblica o privata autorizzata. Inoltre, il tossicodipendente condannato a pena inferiore a 6 anni - e non più 4 come oggi - può chiedere, qualora abbia in corso un programma terapeutico, di essere affidato in prova a un servizio o a una comunità terapeutica per proseguire il trattamento.

    La funzione della certificazione, infine, finora appannaggio esclusivo dei servizi pubblici, per la prima volta può essere delegata al privato sociale, in presenza di particolari requisiti che sono: livello di eccellenza connesso all'accreditamento e il rapporto di convenzione con il Servizio sanitario nazionale.

 

 

Discussioni Simili

  1. DL Salva-Roma, il governo pone la fiducia
    Di POL nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 23-12-13, 16:55
  2. Acqua privatizzata: il Governo pone la fiducia
    Di Kronos nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 256
    Ultimo Messaggio: 21-11-09, 16:01
  3. Acqua privatizzata: il Governo pone la fiducia
    Di brunik nel forum Fondoscala
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-11-09, 22:01
  4. Sicurezza: al Senato il Governo pone la fiducia
    Di ItaliaLibera (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 468
    Ultimo Messaggio: 07-12-07, 09:35
  5. Extragettito, governo pone la fiducia
    Di Dottor Zoidberg nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 03-08-07, 03:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226